Gp Germania: pagelle con “mappatura omologata”

23 luglio 2012 01:29 Scritto da: Antonino Rendina

Fernando Alonso 10 e lode La nona vittoria in Ferrari se non la più bella è una delle più significative, sentite, speciali. Perchè arriva a Hockenheim esattamente due anni dopo al pasticcio combinato dalla Rossa con Felipe Massa. Era un Alonso diverso quello, ugualmente veloce ma più incline all’errore e alle indecisioni. Questo qui invece è un alieno, che sigla una pole alla Senna e il giorno dopo scherza gli avversari giocando all’elastico per 67 giri, attento com’è a gestire le gomme e sfoderando quando serve un passo da qualifica. La trentesima vittoria in carriera suggella il primo, vero, tentativo di fuga iridata da quando è in Ferrari. DOMINANTE

Jenson Button 9 Toh chi si rivede! Fin dal semaforo verde è il vecchio Jenson, che si fida ciecamente della monoposto e spinge come un ossesso con un occhio a gomme e tattica di gara. La sua Germania è un lungo singolar tenzone con Vettel, fatto di strategia, giri veloci e sorpassi (anzi uno) al limite. Alla fine è terzo al traguardo e secondo a tavolino. Ma partiva sesto e a pochi giri dalla fine è ancora lì a mordere le caviglie ad Alonso. La McLaren è tornata e con lei il suo Napoleone. STRATEGA

Kimi Raikkonen 8,5 Invischiato in un traffico da tangenziale a causa della mediocre posizione in griglia, Kimi è autore di una gara gagliarda sin dalle prime fasi. Si infila a destra e manca, fregando in modo lesto Mercedes e Force India. Sembra quasi “scatenato”, nonostante occupi posizioni di rincalzo. Ma la tenacia paga; parte decimo e chiude quarto sotto la bandiera a scacchi. Viene poi “promosso” al terzo posto, ma se la E20 non migliora in qualifica la vittoria resterà una chimera. CATTIVO

Kamui Kobayashi 8,5 Probabilmente la migliore gara da quando corre in F1, tolto lo spettacolo dato a Suzuka nel 2010. Perchè la Sauber vola che è una bellezza, ma lui ci mette grinta (vedi duello con le Force India), ritmo, concentrazione. Ritarda entrambe le soste, grazie alla gentilezza della monoposto elvetica con le mescole, e chiude quarto – tra i big – una gara tiratissima. E meno male che il sedile per il 2013 è a rischio. IMPECCABILE

Sebastian Vettel 6- In qualifica c’è e anche nelle prime fasi di gara. Il sorpasso subito da Hamilton, doppiato, è un gancio che scompone il tedeschino. Il sorpasso, effettivo, di Button è la coltellata finale. Vettel soffre Alonso e chiunque si dimostri più veloce di lui. Nervoso, linee sbilenche, gas aperto in modo scomposto. Chiunque ha messo almeno una volta il sedere su una macchina da corsa sa che quando si corre così non è per eccesso di agonismo, ma per frustrazione. Quest’ultima, forse, la causa della prepotente traiettoria di sorpasso ai danni di Button. Manovra censurata dalla Fia che decide così di buttarlo giù dal podio. Anche questa, per certi versi, un’esagerazione. AGITATO

Lewis Hamilton 7 Sfigato come pochi, ad Hockenheim ci pensa una foratura a metterlo fuori dai giochi nelle prime curve. E allora, doppiatissimo, dovrebbe alzare il piede e far sfilare il gruppo dei migliori. Logico. Non se ti chiami Hamilton. Istinto puro, gioia di guidare, funambolo senza compromessi. Da diciassettesimo, o quello che era, svernicia Vettel perchè in pista se sei più veloci passi e saluti. Senza stare lì a farsi mille pippe mentali tra regolamenti e giochetti di squadra. Probabilmente non è il suo anno, ma quando c’è bisogno di spettacolo è sempre lui il primo ad alzare il sipario. SHAKESPEARE

Sergio Perez 8,5 Fa in fotocopia la gara del compagno di team; è artefice di un bel corpo a corpo con di Resta nelle prime fasi di gara. Rispetto a Koba partiva ancora più dietro, in diciasettesima posizione, e il sesto posto finale è un signor risultato. Riesce per giunta, con le gomme praticamente andate, a resistere all’attacco di Schumacher nei giri finali. DETERMINATO

Michael Schumacher 7,5 Cosa deve fare di più Michelone se la mangia-caucciù per eccellenza, all’anagrafe W03, gli rovina la gara costringendolo a tre soste mentre tutti passeggiano tranquillamente sulle due? La risposta è: ben poco. Il settimo posto se non è il massimo, poco ci manca. Lo zio di Kerpen è magistrale sul bagnato e fa quel che può sull’asciutto. La verità è che la Mercedes in gara ormai le prende stabilmente anche dalla Sauber. Alla faccia del double-super-mega-Drs… RASSEGNATO

Mark Webber 5 Il cangurone rinnovato, lanciatissimo, fortissimo di Silverstone lascia il posto al Webber del 2011, quello pronto a perdersi in un bicchier d’acqua. Mark lamenta mancanza di ritmo della sua Rb8. Un controsenso se pensiamo che, penalità in griglia a parte, il terzo tempo in qualifica è più che buono. Ma in gara scompare, incapace di avere la meglio su piloti solitamente molto più lenti di lui. Pressione da mondiale? FIACCO

Nico Hulkenberg 7 Strepitoso in prova, sul bagnato, con lampi di classe simile a quelli di Interlagos 2010. In gara deve fare di necessità virtù e “assecondare” il potenziale della sua VjM05. Chiude nono dopo aver lottato anche per posizioni più nobili. Mette comunque fieno in cascina per la Force India; sono due punti utili nella sfida per il settimo posto con la Williams. REGOLARE

Nico Rosberg 7,5 Corre in casa ma il Gp è tutto in salita. Scatta dalla ventunesima piazza a causa di una scellerata qualifica contornata da una penalità di cinque posizioni. In più deve fermarsi tre soste per il degrado delle gomme sulla sua vettura. Ci sarebbero tutti gli ingredienti per fare malissimo e invece Nico riesce a racimolare un punticino con inaudita abnegazione. PAZIENTE

Paul di Resta 5,5 Dà spettacolo nelle fasi iniziali nei duelli incrociati con le due Sauber. Più che darle le prende e infatti si fa beffare sulla distanza chiudendo undicesimo, con un pugno di mosche in mano. Solitamente in queste gara tutte da “leggere” è più brillante. MANSUETO

Felipe Massa 5 Il voto è alla qualifica, a quell’errore nell’unico giro utile con le intermedie che lo relega a metà gruppo. Un dettaglio che pesa come un macigno. Perchè il nesso causa-effetto con le vicende della partenza è palese. La fortuna talvolta te la devi saper costruire; quello che a Felipe troppo spesso non riesce. L’ennesimo Gp buttato al vento, peccato che arrivi dopo la bella prova bretone. Invece degli aquiloni a casa Massa volano alettoni. INCOMPIUTO

Romain Grosjean 4 Casinista in qualifica e peggio ancora in gara. Con botti e botte da orbi. Meglio guardare avanti va’, questo fine settimana era nato storto dall’Inghilterra con una sostituzione del cambio che aveva già condannato il francese a una rincorsa forse troppo dura. DISASTRO

Pastor Maldonado 5 Si lamenta della Williams sull’asciutto, trovandola semplicemente lenta. Le tre soste non pagano e il venezuelano scivola dalla ottima quinta piazza in griglia ad una mesta quindicesima posizione al traguardo. ASSENTE

Vitaly Petrov 6,5 Lotta come un leone per togliersi la soddisfazione di arrivare avanti alla Williams dello sfortunato Bruno Senna (5,5). La cosa gli riesce. Piccole soddisfazioni in casa Caterham.

Heikki Kovalainen 6,5 Sovrastato in gara da Petrov, gli crediamo quando dice di aver avuto problemi alle gomme anteriori. Un gesto di fiducia, dopotutto in qualifica ha rifilato quasi un secondo netto al collega russo. In “serie C” ha ben poco da dimostrare.

Toro Rosso 5 Mediocritas assoluta. I piccoli tori faentini non vanno a punti dalla seconda gara. Un anonimato totale e preoccupante e la separazione da Giorgio Ascanelli non depone bene.  Jean Eric Vergne (5,5) e Daniel Ricciardo (5,5) fanno da comparse a metà schieramento senza lode e senza infamia. Nemmeno la tattica diversa dei due riesce a cambiare qualcosa. TORO SOLO

Altri: Charles Pic (6); Pedro de la Rosa (6); Timo Glock (5); Narain Karthikeyan (4,5)

Gp di Germania 7,5 Tirato dall’inizio alla fine con una sfida alla pari tra tre campioni con tre vetture diverse. Incerto il risultato per gran parte di gara, con Hamilton guest star nel ruolo di mina vagante. Peccato che il Tilkodromo teutonico (5) non meriti di portare il nome Hockenheim. Non basta il “Motodrome” ad alleviare la sofferenza degli appassionati per la violenza perpetrata ai danni di una delle piste più belle del mondo.

La mappatura Red Bull 2 Perchè dopo le aperture, gli scarichi soffiati, i diffusori ecc. non se ne può davvero più. Ogni norma è buona per essere aggirata, riletta, reinterpretata ad uso e consumo personale. Stavolta settando la centralina del motore in modo da ottenere di nuovo il soffiaggio in rilascio di acceleratore. Come? Semplice: alzando la coppia ai medi regimi e modulando il pedale del gas. Un giochetto da ragazzi, e i bibitari spendaccioni e furbastri la fanno ancora una volta franca. Con Newey novello Robin Hood che “ruba i decimi per darli ai tori”…qualcosa del genere va’. INDECENTE

La lezione di Nicolas e Pat 9 I due ingegneri che hanno in mano le sorti del Cavallino, il fantastico duo prima criticatissimo e poi idolatrato da migliaia di tifosi con acute sindromi da direttori tecnici del giorno dopo. Si, parliamo proprio di loro, di Fry e di Tombazis. Del greco che espugna la Germania (immagine evocativa anche questa) con la vittoria della legalità. Di una Ferrari che ha già pagato troppo, in questi ultimi anni, il grande rispetto per il regolamento tecnico. E che è allora è doppiamente libera di godersi, con tanto di interessi, vittorie così.

A Fia de na… 3 Maddai!! La Fia riconosce, in quanto ufficio tecnico, l’irregolarità della mappatura dei motori Renault sulla Red Bull. La stessa Fia assolve, in quanto ufficio sportivo, la Red Bull a causa del linguaggio criptico del regolamento. Un’interpretazione estensiva ed elastica della norma, per non pregiudicare la corsa mondiale delle lattine, per evitare che il mondo urlasse al complotto pro Ferrari. E poi tutta quella fiscalità con Vettel nell’episodio del sorpasso? Non si sarà mica trattato di un caso di compensazione? La sensazione è che manchi chiarezza, o meglio un metro di giudizio uniforme. Questo vecchio amico sconosciuto alla nostra, amabile e miope, Federazione.

106 Commenti

  • Bellissime pagelle come sempre 😉
    Mio parere poco obiettivo:credo che nemmeno il 10 e lode basti per la grandezza di Alonso…di gara in gara sta dimostrando che il miglior voto per lui non basta,perchè non c’è scala di voti che tenga di fronte a una tale lucidità agonistica…perfetto,perfetto!!!la logica fa ovviamente restare con i piedi per terra,ma con un pilota così è facile cominciare a sognare….la speranza è di poter lottare fino alla fine,fare un altro step evolutivo…poi c’è lui…e se rimane così concentrato può metterci quel qualcosa in più :)
    Forza!!!!

  • ragazzi rendiamoci un’attimo conto della GRANDEZZA di questa ferrari……….

    ALONSO ha semplicemente giocato con gli avversari illudendoli di arrivare al sorpasso……..

    sta facendo come la rbr del’anno scorso e questa e una nota molto positiva………..

    soltanto negli ultimi giri abbiamo capito che la rossa ha amministrato il vantaggio sugli inseguitori per poi dargli mezzo secondo a giro……

    AZZO…………..

  • VOTI QUASI PERFETTI MA CI POSSONO STARE… A VETTEL DAREI UN BEL 4 MA SOLO PER LA SUA NON SPORTIVITA NEL PERDERE E LA NON MATURITA, ED E PROPRIO PER QUESTI MOTIVI CHE NON SI PUO PARAGONARE AD ALONSO. ORMAI ALONSO E LA FERRARI COMPETITIVI IN TUTTI I CIRCUITI QUINDI NON DAREI PER SCONTATA UNA VITTORIA RED BULL IN UNGHERIA. HAMILTON A ME PIACE MOLTO QUINDI AVREI DATO PIU UN 7 SOLO PER IL SORPASSOO AL TEDESCHINO. GRANDE KIMI KOBA E BUTTON MA GRANDE SCHUMI, CHE CON UNO SCALDABAGNO STA ANDANDO FORTISSIMO. LACRIME MASSA: MA PERCHE NON TI DAI ALL’IPPICA? ORA NON HAI PIU SCUSE, LA MACCHINA E UN MISSILE, PURE MIO NONNO ANDREBBE FORTE!!!

  • Pagelle perfettissime……..alonso sempre più mito……w ferrari!!!

  • Nicolò Miceli

    “Fia de na… 3 Maddai!! La Fia riconosce, in quanto ufficio tecnico, l’irregolarità della mappatura dei motori Renault sulla Red Bull. La stessa Fia assolve, in quanto ufficio sportivo, la Red Bull a causa del linguaggio criptico del regolamento. Un’interpretazione estensiva ed elastica della norma, per non pregiudicare la corsa mondiale delle lattine, per evitare che il mondo urlasse al complotto pro Ferrari. E poi tutta quella fiscalità con Vettel nell’episodio del sorpasso? Non si sarà mica trattato di un caso di compensazione? La sensazione è che manchi chiarezza, o meglio un metro di giudizio uniforme. Questo vecchio amico sconosciuto alla nostra, amabile e miope, Federazione.”

    La parte dell’articolo che preferisco!

  • Che orgoglio lewis hamilton… Mi sono messo per un attimo al suo posto… Sei doppiato, il tuo compagno di squadra è in lotta per la vittoria, ti avvertono per radio del suo arrivo… Io al posto suo alzavo il piede e lo facevo passare. Invece lui non ci sta. Sa di essere veloce ed ha una sicurezza nei propri mezzi che riconosco solo ai grandissimi… Schiaccia l’ acceleratore e prova a passarli tutti. Grazie lewis, senza di te la F1 non sarebbe la stessa

  • tra giornali e siti sportivi si paragonano sportivi tra questo e quello di ogni epoca io invece penso che in uno sport come la f1 non si possono fare paragoni perchè i materiali fanno la veramente la differenza e poi ci sono le epoche.La f1 non è lo sci, non è il tennis o l’atletica che ci sei solo tu contro tutti ecco questo e quello che penso e inutile paragonare i vari piloti di ogni tempo li dovremmo mettere tutti sullo stesso mezzo ellora si che si possono paragonare

  • e intanto hamilton risponde per le rime a vettel :”Quello che ha detto non mi infastidisce per niente. Prova solo la sua immaturità. Non credo di aver preso delle decisioni stupide nell’arco della gara. Non avevo nulla da guadagnare da quel sorpasso, volevo solo cercare di non stare in mezzo ai piedi al mio compagno di squadra”.
    “Io poi sono uno che non si arrende mai, neanche quando le cose si mettono male, quindi non vedo perchè sarei dovuto rimanere dietro se il mio passo era migliore del suo” ha concluso.

    • ha ragione se non vince vettel si arrabbia e piange

      • dicasi bimbominchia ….incapace di vincere senza astronave… poi domenica ha dato il meglio di se macchina irregolare ed è stato massacrato da alonso e button…. ciao bello cambia mestiere !!!

      • Sembra che le mappature irregolari le usino solo in qualifica, richiederebbero un consumo benzina troppo elevato in gara. Per cui, se non ho capito male, ad essere incriminate erano le qualifiche non le mappature previste per la gara.

  • le mie pagelle:

    Alonso : 10 e lode: perfetto ( momento magico )
    Massa : 6 : sfortunato ma fa pochino per migliorare la situazione

    Vettel : 7 : veloce ma poco lucido in alcuni frangenti
    Webber : 5.5: non in giornata

    Hamilton : 5: aggressività inutile: la manovra di sdoppiamento la trovo insensata
    Button : 8 : veloce e determinato , paga l’usura dei pneumatici nel finale

    Raikkonen : 8.5 consistente ( diesel )
    Grosjean : 5 inconsistente ( sprecone )

    Schumacher : 9 ancora una grande prestazione ( manca il mezzo )
    Rosberg : 7.5 combattivo

    voto alle scuderie nella gestione della gara:

    Ferrari :10: tutto perfetto
    ReBull : 6 : poco lucidi nella strategia…sotto pressione manifestano nervosismo…Vettel perde una posizione ai box.
    Mclaren : 8 : bravi a fare recuperare una posizione a Button…nessun errore.
    Lotus : 7 : manca ancora qualcosa per diventare un top team…dovrebbero osare di più avendo la vettura che meglio gestisce gli pneumatici ed invece sembrano accontentarsi di puntare al podio.
    Mercedes : 4.5 : ma erano necessarie le tre soste per Schumacher ? girava sui tempi di Raikkonen…forse hanno fatto male i calcoli o si aspettavano un degrado superiore delle altre scuderie…

  • Bonasera a tutti.

    Voglio SOGNARE, un SOGNO chiamato LEWIS HAMILTON sulla mitica FERRARI !!!

    MONTEZEMOLO a cosa aspetti, realizza il mio sogno.

  • Buone pagelle, concordo quasi con tutti i voti tranne (nell’ordine):

    Webber: pilota che è il primo rivale di Alonso, guida una Red Bull ai limiti (e oltre) del regolamento? Per me un deciso 3 (e sono stato di manica larga)!

    Massa: sicuramente non sarà stato fortunato ma sapendo di guidare un’eccellente Ferrari e che alla partenza sarà imbottigliato tra 1000 avversari, un uomo di esperienza come lui, non può commettere quell’errore. 4!

    Maldonado: da 5° a 15° senza eventi particolari: 3!

    …per il resto, concordo!

  • Io rimango veramente sconcertato dall’ennesimo tentativo da parte di RB di aggirare il divieto di soffiaggio con gli scarichi, non se ne può più.

    Poi la risposta di Horner alla domanda se si aspettavano qualche reclamo ufficiale…..”alla fine nessuno lo farà mai !!!!!”

    Ma stiamo scherzando ???? Approfittare di un accordo fra i team per evitare di danneggiare l’immagine della F1 evitando di decidere i risultati nei tribunali, per prendersi gioco dei regolamenti ?

    Mah, a questo punto via libera allo sviluppo con Mclaren, Ferrari e magari Mercedes, che se la giocano da soli per la vittoria con gli altri a raccogliere molliche con i loro motori clienti motozappa.

    • non mi risulta ci siano prese di posizione contro la redbull da parte degli altri top team, io penso sia in atto un braccio di ferro tra fia e redbull relativamente al limite sul budget, o la redbull si adegua oppure sulle loro macchine verranno resi fuorilegge molti particolari di cui la fia e’ sicuramente a conoscenza

  • vorrei un attimo parlare del discorso vettel-hamilton in ferrari…penso che in questo momento l eventuale coppia che avrebbe piu motivi per scoppiare sarebbe alonso-vettel per alcuni motivi…
    1)il tedeschino quante le prende è molto incline ad incazzarsi come ad esempio è successo con webber in qualifica oppure come successe nel 2010….e bisogna considerare che webber non è certo alonso e lo impensierisce di rado
    2)hamilton e alonso sono 2 piloti cresciuti rispetto al 2007…dal punto di vista tecnico ma soprattutto caratteriale
    3)i 2 a fatti e anche a parole dimostrano quasi di essere 2 amici tanto che si scambiano sempre complimenti…cosa che non succede tra alonso e vettel

    • alonso e hamilton assieme tutta la vita se dobbiamo correre il rischio di avere 2 top driver voglio i migliori 2 che ci stanno su piazza !!!

    • secondo me la ferrari ha gia scelto di prendere vettel e vettel sara un pilota della ferrari nel 2014…ma se qualcuno pensa che la convivenza tra 2 sara facile secondo me si sbaglia

      • io nnc è lo vedo in ferrari a vettel va di amtto se nn ha il siluro nel pallone se la macchina nn è perfetta , solo in rb puo sperare d avere macchine perfette …in ferrari o meclaren puo avere ottime macchine ma nn le piu veloci o perfette ricordo se fosse stato al posto di alonso ad inzizio 2012 o durante tutto il 2011 che faceva si suicidava ??? e nn venite a dirmi che nessuno puo sapere cosa farebbe perche ad inizio anno quando la rb era dietro a meclaren e lotus pativa persino webber …figuriamoci alonso… gia domenica tratteneva a fatica le lacrime…

      • Quoto pienamente, secondo me Vettel con una macchina “normale” è paragonabile a Massa, tanto vale tenersi Felipe.

      • mo nn esaggeriamo nn è cosi scarso…

    • inoltre i rapporti tra i 2 fuori dalla pista sono piu che ottimi cosa da nn trascurare assolutamente !!

      • beh per svariati motivi(magari caratteriali) domenicali e montezemolo preferiscono vettel a hamilton e l hanno gia detto…ti dovrai sopportare il tedeschino :)

      • il tempo di mandarlo in analisi …cioè poche gara e poi verra hamilton ahhhhhhhhhhhhhhhhhh :)))) mah magari dicono vettel, per depistagio, e magari a lavorano per prendere hamilton… lasciami sognare :))

      • hamilton è in scadenza e se la ferrari l avesse contattato la notizia sarebbe uscita in piu ha gia detto che il rinnovo con la mclaren ci sara a breve :)

      • e va beh ………. destinati a battersi sui 2 team che solo la leggenda della f1… altro che bibitari ladroni….

      • Verissimo che Ham è in scadenza e il motivo per cui ancora non ha rinnovato, è che lui vuole un contratto annuale mentre la McLaren lo vuole biennale.
        Perchè???

    • Ti rispondo, la Ferrari sta costruendo un ciclo con Alonso e quando tutto inizia a funzionare mi pari di Vettel o Hamilton. Sinceramente la cosa piu’ importate è il presente e l’immediato futuro. Per il resto Hamilton o Vettel… ?
      In 3 anni puo’ succedere di tutto, anche che venga fuori una nuova stella’ ci potrebbe essere Perez, Maldonado che anche se è irruento ha gia’ vinto una gara e potrebbe maturare. In questo momento non vedo priorita’ di scegliere adesso il sostituto di Alonso, le ipotesi di due piloti di pari livello li lascio al Gossippari non a chi ha del buon senso.

  • e io dico la il prissimo anno la Ferrari sarà da mondialissimo…quest’anno in fondo la vettura era nuovissima x davvero, e finalmente kakkio, e ke quindi sono dovuti partire da zero nella comprensione della vettura….ma the next year sarà piu facile, visto ke sicuramente corrreggeranno quegli errori progettuali ke magari ankora ci possono essere sulla makkina, mentre gli altri, tra cui mclaren lotus e forse anke redbull, si potrebbero ritrovare nella stessa situazione di questa F2012, il ke protrebbe risultare fatale….forza nandino, forza ferrari e soprattuto sempre a punti dobbiamo finire…

    • anche quest anno ce la giochiamo… per ora preoccupiamoci di vincere questo e poi vinciamo nel 2013 , 2014, 2015, 2016 ecc :)))

      • e se poi nel 2017 e 2018 non vincono torneranno a essere degli inetti ed incapaci!!

      • per me che amo la Ferrari non lo sono mai stati, anche quando noi perdevamo per me era sempre la Scuderia Ferrari la storia della formula uno, redbull e team vari, non mi facevano specie neanche a considerarli, l’unico vero avversario storico del cavallino rampante è la McLaren.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!