GP Ungheria 2012: anteprima e orari del weekend

24 luglio 2012 00:35 Scritto da: Davide Reinato

Il circus della Formula 1 fa tappa a Budapest per l’undicesima prova del Mondiale di Formula 1 2012, il Gran Premio d’Ungheria.

L’Hungaroring, inaugurato nel 1986 dopo appena 8 mesi di lavori, fu il primo ad ospitare un GP nell’Europa dell’est. Era ancora più tortuoso della configurazione attuale, ma si è sempre dimostrato gradito al pubblico che ha affollato le tribune, nonostante la pista non abbia quasi mai regalato epiche battaglie.

La pista, raramente usata durante l’anno, si anima per l’arrivo della F1. Pur essendo un tracciato permanente, mostra molte caratteristiche di un tracciato stradale: basse velocità e poco grip su tutte. Dopo due gare condizionate dalla pioggia, ci si aspetta un fine settimana caldo sul circuito dell’Hungaroring, con medie di 30 gradi centigradi per quanto riguarda l’atmosfera. Anche per questo evento, Pirelli ha optato per la combinazione di mescole vista in Germania, ossia P Zero White Medium e P Zero Yellow Soft.

Gli elementi chiave che caratterizzano la pista ungherese sono trazione e frenata. Unitamente alle alte temperature, potrebbero influire sul degrado delle gomme, elemento portante nelle strategie di gara.

Di certo, partire davanti in qualifica sarà fondamentale. Non è un caso che i piloti definiscano questa pista come “La Montecarlo senza muretti”. Il carico aerodinamico è alto come quello di Monaco e il settaggio delle sospensioni è decisamente morbido, per migliorare la trazione e ottimizzare il grip. Avere una vettura precisa in entrata di curva e rapida nei cambi di direzione è l’ideale, ma bisogna comunque trovare il giusto compromesso che non accentui l’usura degli pneumatici.

Inoltre, questo non è il luogo ideale per delle grandi rimonte, ma in un campionato così equilibrato come quello di quest’anno, non si può escludere nulla. Anche in partenza resta difficile tentare sorpassi, dato che il rettilineo è lungo solamente 700 metri, mentre per il resto è una sequenza costante di 14 curve che lasciano poco respiro ai piloti. Riviviamo un giro di pista con la Ferrari 150° Italia di Felipe Massa.

GP UNGHERIA 2012 – ORARI DEL WEEKEND

Venerdì 27 Luglio
Prove Libere 1 | 10:00 - 11:30 
Prove Libere 2 | 14:00 - 15:30

Sabato 28Luglio
Prove Libere 3 | 11:00 - 12:00
Qualifiche     | 14:00 - 15:00

Domenica 29 Luglio
Gara           | 14:00

159 Commenti

  • mi son divertito a leggere tutti i commenti sulla presunta doppietta con Massa primo e Alonso secondo. Secondo me è più facile vedere Hamilton sedersi sulla F2012 che Massa vincere a Budapest. Se Alonso si trovasse in quella condizione avrebbe tutte le possibilità di scavalcare il compagno sul campo. Il suo passo rispetto al compagno è decisamente un altra storia e solo col valzer dei pit stop riuscirebbe a sorpassarlo. Quindi in ogni caso non ci sarà il bisogno di sentire Smed dire “Fernando is fasted than you” semplicemente Alonso si troverà davanti dopo il primo pit.

  • domenica temporali e grandine…ne vedremo delle belle…!!

  • scusate se mi intrometto ma il discorso del distacco e relativo e che tra button e alonso ci sono 5 piloti

  • caribbean i mondiali si perdono per 1 solo punti ma cosa vuol dire ??? mclaren,lotus e red bull hanno piloti che si rubano punti quasi ad ogni gara…se succederebbe una volta alla ferrari non sarebbe mica per quello che eventualmente alonso perderebbe il mondiale…!!

  • button anche è fuori dalla lotta per il mondiale ma con hamilton dietro non si sognerebbe mai di farlo passare….ma se massa fosse in una condizione normale sto discorso ci potrebbe stare ma visto quello che ha passato e visto che non vince da 4 anni ripeto sarebbe un assurdita un gioco di squadra e al posto di domenicali non mi sognerei nemmeno lontanamente di fare una cosa del genere perche mi sentirei una schifezza.

    • Bho, scusa Ronny, ma io questo discorso non l’ho capito:

      secondo te Button fuori dalla competizione non farebbe mai gioco di squadra??

      E secondo te Domenicali dovrebbe consentire a Massa di non aiutare il compagno di squadra per le sue disavventure????

      • provo a spiegarmi…massa non è in una condizione normale….stiamo parlando di un pilota che ne ha passate di ogni negli ultimi anni che ha anche rischiato la vita….non vince una gara da 4 anni e farlo proprio qui sarebbe il massimo per lui….poi avra tutto il resto della stagione eventualmente per aiutare alonso…

      • massa pur di correre ancora con la rossa e’ disposto a fare da scudiero, se avesse avuto offerte importanti da altri top team col cavolo che farebbe da zerbino ad alonso

      • Caribbean Black

        Caro Ronny, concettualmente, capisco il tuo discorso, lo condivido in parte, perchè penso che ogni pilota debba guadagnarsi la vittoria e mai lasciarla al compagno di squadra, però, la situazione di massa e della rossa è molto diversa da quella mclaren.

        Massa, seppur matematicamente ancora in corsa per l’iride, è in una situazione drammatica, mentre button ed hamilton, anche se cmq serve un miracolo sportivo e divino, sono ancora in lizza e sono divisi da pochi punti.

        La rossa negli ultimi anni si è giocata il mondiale cn le cavolate al muretto, sarebbe davvero disastroso permettere a massa di vincere una gara davanti ad alonso secondo.

        Secondo me sbagli a vederla così.

      • caribbean con massa 1 e alonso 2 vuol dire lo spagnolo comunque guadagnerebbe punti sugli altri oltretutto ha un grande margine e mancano tante gare..non sarebbero certo quei 7 punti a decidere il campionato…dai…!!!

      • stiamo facendo un discorso basato sulla pura fantasia oggi come oggi massa davanti ad alonso ci stà solo in una situazione di doppiaggio

      • Caribbean Black

        Ronny, i campionati si perdono anche per un solo punto, massa, hamilton, raikkonen, alonso, schumacher, vettel, tanto per citarne alcuni, lo sanno molto ma molto bene….figuriamoci se 7 punti non possono fare la differenza.

        Quoto poi, rosso69.

      • Grazie caribbean come mi quoti tu non mi quota nessun altro

      • Caribbean Black

        infatti rosso69….non ti quota nessuno!!!! sono l’unico scemo del blog che lo fa di continuo 😀

      • Stavolta ti quoto io

      • Io ti rispondo semplicemente dicendoti che attualmente questo discorso non ha senso per Button, finora ha ancora qualche possibilità, quindi è giusto che non faccia giochi di squadra, mentre Massa……lo avrei sostituito già lo scorso anno.

        Pino Allievi ha detto una grande verità:

        “Massa non si deve giudicare in queste ultime gare, ma per quello che (non) ha fatto negli ultimi due anni”

        Che poi abbia avuto i suoi problemi lo sanno tutti, ma credo che la squadra abbia fatto e stia ancora facendo il massimo per lui, difendendolo in ogni occasione, ma poi bisogna anche guardare agli obiettivi e questo Massa lo sa bene.

      • se ci dobbiamo prendere in giro facciamo…button a 100 punti da alonso è ancora in corsa per il mondiale ?? dai ragazzi su….

      • Caribbean Black

        Beh però ronny, 25 punti per 10 gare fa 250….so che non è molto realistico, però, sai com’è, la matematica è così….poi i 100 di button da alonso, non sono di certo i 131 di massa da alonso, considerando questo massa qui.

        Vabbè, d’accordo, non ci credo nemmeno io che button possa recuperare così tanti punti a meno che Alonso non si infortuni seriamente, tipo il Kaiser nel 99 a silverstone. (facciamo corna…tiè!)

        Però sappiamo che in mclaren sono fatti così.

      • la mclaren seguo una filosofia che a me piace…chiaro poi che nelle ultime 3-4 gare si fanno certi ragionamenti anche in mclaren…ma a 10 gare dalla fine li trovo inutili..

      • capisco anche che la ferrari punti solo su alonso..pero dico visto nell arco della stagione arriva sempre davanti a massa dovesse succedere una volta il contrario non muore nessuno…

  • MassaisTheBest

    Massa: “Una gara pulita è quello che conta e che aiuterebbe molto Fernando, così come aiuterebbe me e la squadra. Sono completamente fuori dai giochi per la lotta al titolo, ma Fernando ha un buon vantaggio, anche se mancano ancora molte gare. Farò del mio meglio per essere davanti, per cercare di vincere e anche aiutare Fernando per il Campionato nel miglior modo possibile. Detto questo, il mio obiettivo è sempre lo stesso, cercare di battere Fernando e tutti gli altri piloti. E’ questo che mi aspetto quando gareggio ed è quello che ogni pilota deve fare, cercare di vincere. Ma se mi ritrovassi in testa a una gara e Fernando fosse alle mie spalle, saprei cosa fare, perché sono un pilota professionista. E sarebbe così in ogni squadra”

    • massa non vince da una vita,è comunque in ferrari da una vita,alonso 2 vuol dire che starebbe guadagnando ancora punti sugli altri e siamo ancora a meta stagione…credo che in questo momento una vittoria di massa valga moltissimo per lui e un ordine di scuderia sarebbe una porcata assurda e al posto non lo farei mai.

  • se quella mappatura non gli garantiva dei vantaggi perche a usavano ?? per divertimento ??? anche fossero solo 2 decimi…in f1 sono un eternita…

  • il gp di ungheria dirà tante cose….ad iniziare sapremo se la redbull senza il trucchetto sia veloce allo stesso modo…..poi sapremo se la mclaren con i nuovi aggiornamenti funzionino alla grande,perché il gp tedesco non ha detto molto……..poi tocca alla ferrari deve continuare tutto quello di buono che ha fatta!!!speriamo bene!!w ferrari!

  • @ Maxleon

    ci credo che Vettel minimizzi, mica può dire: “azz… senza i soffiaggi resterò dietro anche all’HRT…”
    esagero ovviamente.

  • Intanto Vettel minimizza la portata del divieto sulle mappature con queste dichiarazioni:

    “Ovviamente si è parlato tanto lo scorso weekend tra sabato notte e domenica mattina e questo non ci ha permesso di preparare la gara al meglio. Abbiamo saputo solo un’ora prima della gara cosa sarebbe successo e chiaramente è stato positivo poter prendere il via dalla griglia. Ma era anche chiaro che la vicenda non si sarebbe chiusa lì. Ad essere onesti per credo che ci sia stato più trambusto nelle cose che si sono dette e scritte che nella mappatura della nostra vettura” ha detto Vettel.

    Il tedesco sembra convinto che la sua RB8 non risentirà dell’impossibilità di continuare ad utilizzare questo sistema, però ha spiegato di non essere in grado di quantificare il vantaggio che era in grado di fornire.

    “Se ci guardiamo attorno, tutti stanno cercando di riproporre qualcosa di simile all’anno scorso, anche se quest’anno la posizione degli scarichi è stata praticamente imposta. In ogni caso sono abbastanza ottimista, perchè credo che cambierà poco. Ovviamente avevamo questa soluzione ad Hockenheim perchè credavamo rendesse la vettura più veloce, ma è difficile dire di quanto. Non so se sono due decimi, mezzo secondo oppure niente. E’ una cosa che non possiamo misurare” ha aggiunto.”

    Mi sembra alquanto incoerente come risposta, prima minimizza, poi allo stesso tempo, dice che se lo avevano un certo vantaggio lo doveva pur dare.

    Ma il mio interrogativo è un altro:

    Al di la dell’effettivo guadagno in termini di tempi sul giro, le famose mappature irregolari avrebbero dato un maggiore vantaggio in Germania o in Ungheria???

    • credo che la parte guidata della Germania servisse come test per l’Ungheria.
      i cosidetti soffiaggi dovrebbero garantire maggior guadagno su quei circuiti in cui c’è il maggior numero di curve da bassa-media velocità.

      opinionepersonale s’intende.

      • La mia domanda era retorica, perchè la risposta di Vettel è piuttosto evasiva e subdola. Prima di tutto credo che loro siano perfettamente al corrente di quanto il dispositivo fosse di aiuto ed in secondo luogo è ovvio che il guadagno dipende anche dal tipo di circuito ed in Ungheria è ovvio era di maggiore utilità, quindi il ragazzino DOVEVA quanto meno stare zitto e non far capire a tutti che le sue sono cavolate. Poi non so da quali fonti, ma su omnicorse riportava il fatto che la mappatura consentiva il taglio da 4 a 6 cilindri e mi sembra che la deroga copra al massimo 4 cilindri (non mi stupirei se a Valencia mantenendo un regime di coppia più consono e, quindi regolare alla diatriba promossa da Bauer, Vettel tagliasse appunto 6 cilindri come Grosjean). Di certo non credo che Bauer vada a controllare i parametri delle mappature durante le prove libere oppure durante la gara.

        La risposta la avremo nella prossima gara.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!