McLaren, a Budapest nuovi aggiornamenti per la Mp4-27

24 luglio 2012 18:01 Scritto da: Giacomo Rauli

Occorreva una scossa in casa McLaren e scossa è stata. Dopo la miseria dei soli 54 punti raccolti dai due alfieri del team di Woking (47 da Hamilton e solamente 7 da Button in piena crisi) dal GP del Bahrain sino alla penultima prova disputata, a Silverstone, Hockenheim avrebbe dovuto rappresentare la prima vera opportunità di riscatto.

Un periodo nero, quello passato dagli uomini di Whitmarsh, apparentemente inspiegabile: la vettura era quella nata meglio di tutto il lotto. Sì, anche meglio del “terrore degli asfalti” degli ultimi due anni, ovvero la Red Bull. Un vantaggio di prestazione dilapidato in pochissimo tempo, dopo averlo palesato alla prima gara all’Albert Park con la splendida vittoria di Button.

Aggiornamenti inefficaci, errori macroscopici e decisivi ai box, piloti nervosi o in crisi profonda hanno fatto sì che la McLaren non concretizzasse i risultati ampiamente alla loro portata. Nel frattempo vi è stato un enorme recupero prestazionale da parte dei “bibitari” e degli uomini del Cavallino Rampante, i quali hanno messo in grave crisi il team inglese, portandolo a distacchi importanti in entrambe le classifiche, comandate rispettivamente da Red Bull e  Fernando Alonso.

Ecco però la fantomatica propensione all’immediato recupero tecnico che, a Woking, è ben più di un semplice vanto. Quasi un marchio di fabbrica. Ad Hockenheim abbiamo potuto osservare quanto le McLaren fossero performanti sin dalle prove libere del venerdì, nonostante siano da sempre sessioni in cui i tempi fatti vadano presi con le molle. Questo recupero è stato talmente evidente da portare nelle primissime posizioni in qualifica e soprattutto in gara un pilota decisamente in crisi tecnica come Jenson Button. A prova di ciò possiamo ricordare il secondo posto conquistato (ringraziando la fretta di Vettel) ed il podio che è arrivato dopo ben sette gare dall’ultima piazza d’onore in Cina.

Dopo aver presentato appunto modifiche all’ala anteriore ed alle fiancate, completamente rimodellate per aver miglior efficenza aerodinamica (ricordiamo l’articolo scritto da Marco Di Marco sulle innovazioni tecniche portate al GP di Germania), arriveranno nuove soluzioni già dal prossimo GP, in programma questo fine settimana, all’Hungaroring. Questi aggiornamenti saranno dedicati prettamente all’aerodinamica, elemento sempre più fondamentale nella F1 moderna.

Whitmarsh fa sapere che: “Ci saranno alcuni aggiornamenti anche a Budapest. Non bisogna certo sedersi sugli allori, anche perchè abbiamo tantissimo da recuperare in classifica. Il recupero è stato evidente quanto importante. Dobbiamo continuare così. Per Monza e Spa avremo pacchetti dedicati per le piste superveloci ed a Budapest dovremo fare passi avanti ulteriori sul passo di gara per tornare al vertice al più presto“.

La propensione alla rapidità di recupero nelle prestazioni degli uomini McLaren, dunque, rappresenterà sicuramente un fattore decisivo in qualunque caso: se la Mp4-27 dovesse tornare competitiva sino alla fine, Hamilton e Button (soprattutto l’anglocaraibico) potrebbero avere velleità di vittoria per quanto riguarda il titolo piloti. Se invece, le prestazioni della vettura dovessero essere altalenanti come in questa prima metà della stagione 2012, le McLaren potranno fregiarsi del titolo di “arbitri del Mondiale”, togliendo punti ad Alonso, Vettel e Webber, ovvero i tre più quotati candidati all’iride in questa incertissima stagione.

35 Commenti

  • 62 punti sono tanti ma mancano ancora 10 gare. Non e’ utopia, anzi.
    Non sono d’accordo con il mio amico Caraibico sullo strapotere Ferrari. Domenica ha deciso il risultato il fatto di partire in Pole. Alonso ha potuto gestire le gomme e vincere, ma se fosse partito dietro con il degrado che aumenta a stare in scia difficilmente avrebbe vinto. Domenica scorsa avrebbe vinto chi dei 4 top driver fosse partito in pole.
    Vediamo fra tre giorni che succede

  • A questo punto, visti anche i vostri commenti, mi chiedo: qual’è, secondo voi, la miglior strategia Ferrari per le prossime gare.
    1 continuare l’evoluzione al massimo anche rischiando di fare passi falsi;
    2 iniziare a centellinare gli aggiornamenti andando “sul sicuro” cercando di portare ogni week-end di gara una macchina in grado di arrivare nei primi 3/4 posti lasciando agli altri il compito di togliersi punti a vicenda?

  • speriamo bene,anche se ormai è troppo tardi,62 punti da recuperare a questo alonso e a questa ferrari sono utopia.

  • il campionato non è ancora deciso….

    • hamilton secondo te a -62 è ancora in corsa ?? dato che la ferrari continua a sviluppare e ne il team ne lo spagnolo sembrano in vena di miracoli direi che pensare al mondiale ora come ora è pura follia..

      • MotoreAsincronoTrifase

        non e’ detto, la ferrari 2 anni fa ha recuperato un gap anche piu’ ampio e per poco non vinceva il titolo. Certo che oltre alla prestazione mclaren ci vorrebbe anche un po’ di sfiga o eerori degli altri, cosa che ad alonso ancora non e’ mai successo.

      • Hem… rasp rasp rasp!!! Con tutto il rispetto che nutro per i colleghi tifosi della McLaren! Ho dato una grattatina scaramantica!!! 😀

    • Caribbean Black

      Innanzitutto, ben ritrovato maury74 :) era da un pezzo che non ti si vedeva :)

      ….on topic….a parte che come dice ronny, a meno 62 punti dal leader in classifica, è pura utopia pensare al mondiale piloti, a meno che, da budapest in poi, la mclaren non faccia come rbr7 oppure 8, o come la Brawn GP del 2009…e questo mi sembra altamente impossibile….inoltre, con la ritrovata competitività mclaren, la scoperta dell’inganno della red bull, e l’attuale strapotere tecnico della ferrari su mclaren ed appunto red bull, che è approssimativamente sul mezzo secondo di vantaggio scarso sul giro singolo, il vostro mondiale è ancora piu ipotecato di quanto gia non lo sia….perchè è presumibile che ora la mclaren superi tecnicamente la red bull, togliendole punti importanti ed allungando ulteriormente la classifica.

      Si prospettano tempi di magra in mclaren e red bull, ed uno stradominio rosso…

      Ho il sentore che a budapest, la rossa possa puntare alla doppietta, o cmq alla vittoria facile facile con almeno alonso.

      • Toccando tutto il ferro di cui dispongo, spero che la tua profezia si avveri…

        Ma occhio a definire il campionato ipotecato, nel 2010 Alonso, dopo SPA, era a -41 punti dalla vetta ed è arrivato in testa al campionato all’ultima gara. Con 250 punti potenziali a disposizione tutto può succedere e il finché la matematica non decreterà il campione del mondo 2012 io non starò tranquillo.

      • Caribbean Black

        …il tutto però…sempre con un mostro sotto il Cul@ altrimenti col cavolo recuperava 41 punti….la mclaren e la red bull proprio mostri non mi paiono adesso…

      • Se. La f 10 era un mostro la RB che era ?

      • Mah, ha anche avuto un discreto didietro con i ritiri della Corea e la strategia farlocca della RBR a Singapore…

      • Ci aggiungi i vari autoscontri che si sono susseguiti tra i vari contendenti al titolo da cui lui, fortunatamente, è stato graziato, ecco che il gioco è fatto…

      • parola di stellone

      • sei sempre er mejo del lotto

      • Da ferrarista ci metterei la firma ma quest’anno abbiamo visto come gli equilibri cambino di gara in gara. Il grande vantaggio Ferrari si chiama Fernando di nome e Alonso di cognome. Sicuro che se continua così perderà pochi punti e ne farà moltissimi se gli altri si distraggono.
        Se a Maranello riusciranno a tenere la macchina così competitiva è scontato che il favorito è Fernando. In questa F1 però basta trovare un inghippo che ti migliora le prestazioni per ribaltare completamente gli equilibri.
        Sicuro che ogni gara è unica e divertente.

  • bene,bravi….grande sviluppo,pit stop rapidissimi…peccato che tutto cio avvenga a campionato sostanzialmente finito.

  • failing bound

    Anche la Ferrari porterà aggiornamenti per Budapest.

  • Se la Red Bull entrerà in crisi per il divieto della modifica della mappatura, vedremo una seconda parte di campionato avvincente grazie alle lotte tra Alonso ed Hamilton.
    Bentornata McLaren!

  • Secondo me la McLaren c’é. A Hockenheim avevano uno spunto velocistico forse alla pari di Ferrari e Red Bull, amche se si sono dimostrate meno gentili con le gomme. Secondo me la performance sul bagnato é da attribuirsi piü all’incapacitá di sfruttare le gomme che non dalla mancanza di velocità. Inoltre tutti avevano un assetto da asciutto, sarebbe non molto sensato fare la pole sul bagnato e poi ritrovarsi 15esimi a fine gara…a Budapest vedremo se si riconfermeranno, sempre però considerando l’effetto missile/ciofeca che possono dare queste Pirelli!

  • io aspetterei budapest per giudicare la mc, guardando le qualifiche non mi stupirei affatto che in mc avessero privileggiato un assetto rigido per l’asciutto, dato che sapevano che la domenica era asciutto, da qui le pessime qualifiche sul bagnato pesante, mentre ferrari e rb sempre probabilmente hanno optato per un assetto intermedio piu morbido.
    logicamente è solo una mia impressione.

  • su autosport scrivono che la fia giovedi’ diramerà un comunicato in cui si imporrà alla redbull l’utilizzo delle mappature consentite, in attesa della prossima furbata di newey

  • no io penso che svilupperanno ininterrottamente la macchina fino alla fine del campionato….e non bisogna sottovalutare le gufate di button….che conta su qualche errore di alonso per recuperare 86 punti….

  • Troppo tardi con gli aggiornamenti! Gli altri team non staranno a guardare! La Mcl rimarrà indietro comunque a meno che decida di lavorare di notte e di domenica e costringere gli altri a stare a guardare.

  • lo spero ma per dare un giudizio della vera e ritrovata competitività aspetterei almeno il belgio

  • Una macchina ben bilanciata, lo è sull’asciutto e anche sul bagnato, la Mclaren era velocissima sull’asciutto ed una ciofeca sul bagnato; in questo modo non si può dare assolutamente una valutazione, per cui non mi esprimo nel modo più assoluto, anche se un certo miglioramento è evidente, soprattutto per Button.

    Inoltre il circuito ungherese è troppo diverso da quello tedesco, e gli aggiornamenti annunciati potrebbero essere solo degli adattamenti al circuito che tutte le scuderie porteranno.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!