McLaren: “Rinforzare il regolamento, non riscriverlo”

25 luglio 2012 19:09 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Un delegato FIA denuncia un’irregolarità e si sente rispondere dai propri commissari che il regolamento, scritto dalla FIA stessa, non è abbastanza chiaro per capire cosa è legale e cosa no. Di fronte ad un episodio del genere è legittimo restare quantomeno basiti, perché la Federazione domenica mattina, nonostante i buoni propositi, ha dato ancora una volta l’impressione di non avere le redini del gioco in mano, non saldamente quanto vorrebbe e dovrebbe.

Per evitare che la cosa possa ripetersi, il Technical Working Group ha optato per un chiarimento dell’articolo 5.5.3 del regolamento tecnico. Molti però avranno pensato in questi giorni al poco glorioso GP di Gran Bretagna 2011, in cui i cambi regole furono quasi più numerosi dei cambi gomme. E non è solo chi segue la F1 da fuori ad essere desideroso di evitare una Silverstone 2011-bis, ma anche chi lavora nel paddock. Tra loro, Jonathan Neale.

Spero non si torni a riscrivere tante volte le regole sugli scarichi come è successo l’anno scorso, perché quello causò molto nervosismo e difficoltà”. Così si esprime l’amministratore delegato McLaren. Non è comunque una critica, la sua. Neale ritiene anzi positivo il lavoro svolto fino ad ora da tutti gli interessati nel rendere più stabili le norme e nel farle rispettare, nonostante domenica sia stata scoperta una falla: “Penso che abbiamo lavorato sodo nei primi sei mesi di quest’anno con la FIA e Charlie perché fosse davvero chiaro cosa è concesso e cosa no. Mi impegno a dare nuovamente il nostro supporto, perché credo che il loro lavoro sia tutt’altro che facile in situazioni come queste”.

Il chiarimento non è da intendere come una modifica al regolamento, quanto una chiusura di un “buco” prima non considerato. Questo, secondo Neale, è il giusto modo di aggiornare le regole: “Per noi squadre e per lo sport, la costanza del regolamento è una cosa buona. Penso che dobbiamo semplicemente impegnarci a rinforzare le norme attuali, piuttosto che riscriverle continuamente”.

Ogni stagione, lo scopo di tutti gli appassionati è sapere chi, alla fine, solleverà il trofeo più importante. Per questo ciò che tutti vogliono scoprire è se e quanto le forze in pista verranno influenzate dal giro di vite della Federazione, già nel GP d’Ungheria. Neale, intervistato da AUTOSPORT al riguardo, ha scosso la testa: nessuno può saperlo con certezza. Tuttavia, il modo in cui Jo Bauer ad Hockenheim ha richiamato l’attenzione dei commissari di gara gli fa credere che la questione fosse molto rilevante: “Nessuno di noi sa realmente cosa ha infastidito così tanto la FIA da far sì che Bauer scrivesse quella nota domenica mattina. È stata una mossa piuttosto atipica, e non credo che la Federazione si sarebbe rivolta ai commissari a meno che non fosse seriamente preoccupata. Non sta a noi sapere o dire con esattezza cosa sta facendo il motore Renault nella Red Bull, né quindi quanto vantaggio ne traggano, perché alla fine la prestazione deriva dal pacchetto, in cui ogni cosa è integrata “.

Non poter sapere, comunque, non significa non essere curiosi. E peraltro, la curiosità non è una prerogativa di Woking: “Quello che so è che non siamo gli unici sulla griglia a guardare le Red Bull molto attentamente”.

14 Commenti

  • @ caribbean black.

    anche se in maniera più controllata mi sembri il “john” (che ho molto simpatico) della scuderia mclaren :)

    sinceramente penso che la mclaren in germania fosse una bounissima macchina il cui gp è stato rovinato solo dalle qualifiche bagnate(lì si che avete un problema serio).
    se fosse stato un weekend completamente asciutto credo che una vostra doppietta fosse realisticamente possibile
    ciao

    • Caribbean Black

      Ciao Enteogeno :)

      Apprezzo notevolmente il paragone e me lo prendo in pieno….sto a sbroccà come l’amico John di cui ho una stima infinita e che considero il migliore “amico virtuale” che io abbia sia qui nel blog, che fuori dal blog….è troppo un grande, e mi lusinga il paragone con lui.

      Tornando al tuo intervento invece sono totalmente in disaccordo e non sto a spiegare ulteriormente tutti i motivi, perchè li ho gia argomentati ampiamente e credo siano inattaccabili su qualunque base, tranne che su quella delle “ipotesi” che poi possono svariare salla piu soggettiva e di parte a quella pio oggettiva ed imparziale.

      Credo proprio ed escluderei categoricamente la possibilità di una doppietta mclaren ad hockenheim, perchè lo strapotere ferrari è stato netto ed evidente, e con un Alonso così, su una macchina così, neanche Gesù Cristo (permettimi la bestemmia) poteva fare qualcosa.

      E verissimo che Hamilton è stato sfortunato, e che Button non è di certo Hamilton, però, anche massa va detto, è stato sfortunato tanto quanto hamilton, e lo stesso massa, ha avuto per tutti gli stint di gara un passo migliore di quello di quello di hamilton, anche se di poco.

      Penso che senza sfortune, la doppietta rossa sarebbe stata molto piu pronosticabile che non una doppietta argentata, ma al massimo, potrei concordare sul fatto che Hamilton e Button avrebbero potuto centrare il doppio podio in 2a e 3a posizione, visto che massa, pur andando forte, non ha la caparbietà di alonso, ne l’intelligenza di Alonso, ne il controllo totale del mezzo che ha alonso.

      Penso che Alonso, per usare un’eufemismo che anche altri utenti hanno adoperato, abbia preso in giro tutti dal primo all’ultimo giro, tenendosi come “minimo” mezzo secondo di cui disponeva, per una sola e mera gestione delle gomme, di cui non conosceva il comportamento visto che nelle libere non aveva provato long run.

      Per il resto ho gia spiegato ampiamente tutto nei minimi dettagli cercando di essere piu oggettivo possibile.

      Fidati….con questa ferrari e questo Alonso (che non è Dio, nè un pilota sovraumano, ma “semplicemente” il pilota piu completo attualmente in Formula 1) il mondiale è nelle mani rosse.

      Non posso esserne certo sia chiaro, non sono un veggente ne un visionario….ma seguendo il trend delle ultime 6 gare, si evince ed erge chiaramente qual’è oggi la vettura piu performante, e consistente del campionato.

      • Guarda che stai a drammatizzA’ un po troppo.
        Nelle ultime due qualifiche il problema della McLaren e stato il cambio delle condizioni meteo, che li ha costretti ad utilizzare nel Q3 rispettivamente le intermedie ie le full wet.
        In Germania con le intermedie andavano a razzo e si sarebero qualificati comodamente (perlomeno Hamilton) in prima fila.
        E partendo dalla prima fila la storia sarebbe stata molto, ma moooooolto diversa.
        Ti stimo e stimo anche John, ma a volte stai proprio esagerando nel criticismo.
        E il concetto della vettura non e assolutamente sbagliato, almeno per quanto riguarda l’assenza dello ‘sto strabenedetto scallino. E lo sviluppo che e mancato, a scappito di cercare ad ovviare ai problemmi di quel piagnone di Button.
        La macchuna e si problematica nel mettere a punto e gestire le gomme , ma con l’ultimo aggiornamento sta comodamente al pari con la rossa e un’idea meglio della RBR, che con il bando delle mappature furbe, ha da soffri un’attimo.
        Hamilton ha sorpassato Vettel di potenza e con tanta facilita. Si, le gomme erano fresche, ma la vettura era molto compromessa a causa della foratura e i successivi multipli danneggiamenti al retrotreno.
        La McLaren c’e ed e fortissima.
        E la dea bendata che ci ha un pocchino abbandonata ultimamente.
        Su col morale!

      • ciao
        credo di essere stato il primo domenica dopo la gara a scrivere che alonso aveva un po giocato con gli altri notando che al 66 giro nando aveva girato in 1.19 netto contro i 19 alti degli ultimi 10 giri.

        daltrocanto il problema grosso della ferrari è sempre stato la qualifica (almeno negli ultimi 2 anni) mitigato nelle ultime 2 occasioni dall’acqua(guarda caso 2 pole)
        è tutto da dimostrare che con l’asciutto alonso partisse in pole (anzi ne dubito fortemente).
        in molte altre occasioni nando ha fatto in gara stint clamorosi (qlc anche lo scorso anno) vanificati dal fatto che si partiva in 4 _5 piazza.
        la chiave del campionato sarà vedere in condizioni normali la prestazione ferrari in qual9ifica. se alonso lotterà x la pole il campionato sarà già chiuso ma se continueranno ad emergere i problemi cronici degli ultimi anni sarà difficile ottenere molte vittorie.
        in altre parole se sabato in germania era asciutto credo che ham partiva in pole e dopo sarebbe stata dura x nando.
        godo come un riccio ad avere questi scambi di opinione con persone che condividono la mia stessa psassione senza i paraocchi come i tifosi di calcio. ciao ciao

  • sono tutte buffonate. invece che regole su regole, ne basterebbero poche, chiare e inequivocabili.
    Vogliono che gli scarichi non abbiano funzione aerodinamica? basta dire che devono finire dietro la vettura, come ultimo elemento in ordine di sporgenza nello sbalzo posteriore. punto. così servono solo allo scopo per cui sono stati inventati: portare fuori i gas di scarico.
    Non ci vuole mica un ingegnere per capirlo….

  • Non avremo mai un regolamento chiaro. Più chiaro è il regolamento meno potere ha chi il regolamento lo deve eventualmente interpretare per decidere cosa è legale e cosa non lo è.
    Dato che il regolamento lo scrive e lo interpreta la FIA non c’è nessun interesse da parte sua a scrivere un regolamento che on lasci spazio a diverse interpretazioni…

  • Jonathan Neale sembra una persona a posto ma sul regolamento parla solo di scarichi, ci sono mille altre aeree che presunti geni potrebbero sfruttare, da parte della FIA urge più credibilità e far valere i principi, non le regole pure e semplici che sono tutte interpretabili.

    • Caribbean Black

      Ciao Leon….guarda, Jonathan Neale è lo stesso personaggio che ad inizio campionato, dopo la presentazione di tutte le vetture, disse:

      “ci siamo presi dei rischi controllati”

      riferendosi alla mancanza dello scalino sulle vetture d’argento, quando invece Martin Whitmarsch si diceva perplesso da questa scelta, vedendo 10 squadre su 12 che montavano il suddetto scalino.

      Jonathan Neale è lo stesso che 2 gare fa, a valencia disse che il tracollo mclaren era dovuto a questioni di set up e non di filosofia progettuale….

      …infatti, dulcis in fundo, gia dalla gara successiva a quella di Valencia (Silverstone per precisione) si parlava di super pacchetto evo per il suddetto GP e successivamente, di una versione “B” della mclaren pronta per il GP di domenica scorsa ad hockenheim…a testimonianza del fatto che i “rischi controllati” non erano controllati, e che il problema delle mclaren non era da ricercare nel set up erroneo, ma sulla base progettuale della monoposto.

      Praticamente è un personaggio di discutibile credibilità….per non usare termini offensivi che vorrei adoperare.

      Farebbe meglio a tacere ed a cambiare sport secondo me, perchè sono anni che ci riempie di stron@@te epocali e la mclaren non lotta mai per il campionato, ma solo per vincere 3-4 gare all’anno da dividere tra i 2 piloti peraltro.

  • Unica gara dove furono vietati gli scarichi soffiati.
    Le Red Bull, non volavano più!

    GP Gran Bretagna F1 2011: ordine di arrivo
    1. Alonso Ferrari
    2. Vettel Red Bull-Renault + 16.511
    3. Webber Red Bull-Renault + 16.947 (gli diedero l’ordine di non superari Vettel)
    4. Hamilton McLaren-Mercedes + 28.986
    5. Massa Ferrari + 29.010

    • failing bound

      nemmeno le Mclaren.
      La Ferrari era infatti la vettura che sfruttava di meno quel principio, e nell’unica gara in cui il soffiaggio venne bandito dominò il gran premio…guarda caso.

      Poi, Horner andò a piangere da Domenicali che barattò il soffiaggio con un imprecisato numero di test aggiuntivo.

      La Ferrari si sarebbe dovuta opporre. Fu un grosso errore consentire alla redbull di continuare a dominare, sfruttando oltre misura il lavoro in galleria del vento oltre il lecito per poi presentarsi in Belgio con altri step evolutivi…

      Oltre il danno anche la beffa.

      • da quando in griglia non ci sono volponi del calibro di dennis todt e briatore questi fanno quello che vogliono

      • Rosso dentro

        Sul fatto che la Ferrari si sarebbe dovuta opporre al baratto con Horner non sono d’accordo: ormai la stagione era abbondantemente irrecuperabile ed alla Ferrari praticamente già si stava progettando la F2012.

      • Caribbean Black

        Rosso Dentro….secondo me ti sbagli, perchè il divario tecnico mostrato dalla rossa in quell’unica gara, era talmente ampio da poter permettere alla rossa di recuperare tutti i punti persi illecitamente, ed in piu, avrebbe fatto si che la mclaren e la red bull, si togliessero punti a vicenda, perchè col divieto dei soffiaggi, mclaren e red bull iniziarono ad equivalersi, mentre le rosse mostrarono un dominio assoluto.

        Avrebbero potuto vincere comodamente tante di quelle gare prima che red bull e mclaren trovassero una soluzione (sempre ammesso che ci sarebbero riuscite) per ritrovare il carico mancante dovuto al soffiaggio in rilascio, che sarebbero bastate per recuperare il gap e portarsi avanti in classifica.

      • Hai ragione Caribbean, ma qualunque accordo abbiano fatto ora la Ferrari è davanti e forse ha potuto godere di qualche “favore” concordato in quel di Silverstone 2011…il disocrso è che mi sono rotto i cosidetti gioielli di famiglia con questi scarichi. Se Newey è incapace di progettare vetture che non abbiano scarichi soffiati che vada a progettare barche come diceva di voler fare e non dia fastidio a noi. La vettura della Red-Bull sta diventando un burattino, una farsa, ha sempre qualcosa che non va, ma è possibile? Anche la Ferrari ha dominato per 5 anni, ma non mi pare ci fossero tutti questi sospetti e tira e molla tra team e FIA…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!