In McLaren c’è fiducia: “Eliminato il gap con le prime”

26 luglio 2012 16:06 Scritto da: Giacomo Rauli

Il secondo posto colto da Button appena quattro giorni fa, in quel di Hockenheim, ha stupito tutti. Sino alla gara precedente tenutasi a Silverstone, la Mp4-27 era apparsa davvero poco competitiva, non solo per quanto riguarda Red Bull e Ferrari, ma anche nei confronti di una Lotus dormiente per metà GP, prima di scatenarsi nelle ultime fasi.

C’era di più. Hamilton pareva aver perso la lucidità attraverso la quale aveva vinto il Campionato del Mondo cinque anni fa, annebbiata probabilmente da pensieri che lo rimandavano verso il nuovo contratto con il team di Woking o, addirittura, verso nuovi e più proficui lidi, leggasi di fatto Milton Keynes. Button era in crisi mistico-tecnica, un mix letale per un pilota di F1. Jenson non  riusciva più ad utilizzare al meglio gli pneumatici anteriori e palesava più uno stress mentale, uno stress da “non-risultato” in gara.

A Hockenheim è però arrivata una sorta di Mp4-27B. Ala anteriore nuova, fiancate più snelle, aerodinamicamente più efficenti delle precedenti e, probabilmente, qualche altro piccolo particolare invisibile ad occhio nudo. Risultato: Button convincente secondo (nonostante la crisi di gomme degli ultimissimi giri) ed Hamilton che, nella parte centrale della corsa, ha dimostrato alla squadra, al nervosissimo Vettel ed anche a se stesso, di essere in gran spolvero. Il passo era certamente dei migliori, nonostante problemi di bilanciamento della vettura dovuti al contatto che lo ha messo fuori gioco per la vittoria finale nei primi metri della corsa tedesca.

Una reazione che sa di autentica prova di forza. La McLaren, così come una fenice, può “morire”, ma riesce sempre a risorgere dalle sue ceneri, riproponendosi ai vertici anche dopo gare disastrose. Ed i tempi sono davvero brevissimi, se pensiamo ai distacchi subiti a Silverstone ed alle prestazioni in gara delle due vetture del team guidato da Martin Whitmarsh.

Il managing director McLaren, Jonathan Neale, fotografa così la situazione creatasi già dalle primissime libere ad Hockenheim: “Siamo molto soddisfatti del nuovo pacchetto introdotto in Germania. Lo abbiamo provato immediatamente il venerdì ed abbiamo cercato di adattarlo il più possibile alla pista per avere un gran passo in gara. Sappiamo che in prova andiamo abbastanza bene, per cui volevamo sistemare tutto al meglio per il GP. In tal modo siamo riusciti a colmare il gap con Red Bull e Ferrari. Ora siamo decisamente alla pari e cercheremo già domenica di lottare per la vittoria con entrambi i nostri piloti. Non temiamo nessuno. Dobbiamo continuare a lavorare così, percorrendo questa strada, che sembra giusta per noi“.

La grande fiducia di Neale, però, dovrà tramutarsi in prestazione e soprattutto in risultati già da domenica, a Budapest. Inoltre, non basterà certo aver colmato il gap prestazionale con le prime per tentare di rientrare in lizza in questo Mondiale 2012: ci vorrà ben altro, ovvero divertare la vettura più veloce e cercare di fare più punti possibili da qui all’ultima gara, confidando che RB e Ferrari si ostacolino a vicenda. Difficile, ma non impossibile. In F1 mai dire mai, chiedere ad Hamilton nel 2008…

33 Commenti

  • Come ho già detto a Caribbean, una rondine non fa primavera e riguardo al fatto che in Germania la Mclaren sia andata piuttosto bene, io non darei tutti i meriti agli aggiornamenti, in fin dei conti con il bagnato è stata una delusione, basti pensare che Massa con gomme full wet e con più acqua in pista in Q2 ha fatto registrare un tempo di 1:41, mentre per arrivare allo stesso tempo entrambi i piloti Mclaren hanno dovuto aspettare che la pioggia diminuisse, il che potrebbe far supporre che avessero un assetto un po troppo rigido e forse un po più da asciutto oltre che un carico aerodinamico non del tutto adeguato.

    Se poi andiamo ad esaminare il comportamento di Button Vettel ed Alonso vediamo che quest’ultimo non è mai stato effettivamente in difficoltà, disegnava le curve come Giotto, mentre sia Button che Vettel ma soprattutto Vettel, per essere al passo con lo spagnolo le curve le dovevano prenedere molto più strette, saltando a volte sui cordoli, con il risultato che Button non è riuscito a conservare le gomme, mentre Vettel le ha un po risparmiate rimanendo più distante da Button nell’ultima parte della gara (forse alla RBR avranno capito troppo tardi che stavano facendo il gioco della Ferrari?)

    Quindi sono propenso a credere che gli aggiornamenti che porterà la Mclaren in Ungheria saranno per la maggior parte un adattamento al circuito, tra l’altro effettivamente è singolare il fatto che Montezemolo predichi calma ed è preoccupato, nonostante le vittorie di Nando, mentre in Mclaren siano fiduciosi.

    Naturalmente non dico che andranno male, ma le condizioni sono totalmente diverse da quelle incontrate in Germania, in più c’è l’incognita meteo che potrebbe essere una loro preoccupazione, ma non certo una problema per la Ferrari che sul bagnato ha dimostrato di essere velocissima anche con assetti da asciutto.

    • Caribbean Black

      Ed io naturalmente quoto….

      non so se effettivamente la mclaren porterà un pacchetto specifico per la sola gara di budapest, come a formare una sorta di pacchetto di adattamento alla pista, ho letto che per monza e singapore ci sono pacchetti specifici.

      Per quanto concerne le temperature ed il meteo in particolare, abbiamo avuto 2 responsi dalla mclaren sul bagnato estremo ed anche umido, quello precedente il pacchetto evo a silverstone, e quello post evo in germania…ed in entrambi i casi la mclaren è andata negativamente.

      C’è da dire però, che col pacchetto evo, forse ci sono ancora tante funzioni e dettagli da capire e magari nn c’è stato il tempo per farlo appieno.

      Staremo a vedere.

      • So che non ti sembrerà strano ma lo spero anche io.

        Fosse solo per togliere punti ai bibitari.

  • Sono davvero felice della ripresa di Button, speriamo che non ricadi nel baratro!

  • be button ad hockeneim ha dimostrato che hanno fatto un gran recupero quindi perchè non crederci

  • la mclaren a livello prestazionale pare essere quasi la migliore adesso sull’asciutto, però bisogna vedere da pista a pista condizioni asfalto etc etc le solite solfe, però c’è da dire che soffre un pelino di degrado, l’abbiamo visto in piu occasioni,anche se hanno vinto per esempio a montreal, hamilton ha dovuto pittare per vincere, sarebbe stato il primo a crollare con le coperture, un pò in tutte le gare è stato così, rispetto a ferrari e red bull degrada un pelo prima. sarà da tenere in considerazione in ungheria.

    • cosa significa quasi la migliore?
      se guardiamo l’ultimo stint vettel sarebbe finito davanti a button anche alonso quando ha deciso di tirare nei 3 stint andava via senza problemi, io direi che hanno fatto un bel progresso ma non sono ancora veloci come redbull e ferrari anche se sono nella loro scia

      • a parte che una gara non fa testo, abbiamo visto come le cose cambino rapidamente,ma venerdì si era già visto che volavano con le nuove soluzioni. se siamo tutti onesti ammettiamo che col weekend completamente asciutto si rischiava di vedere 2 mclaren a podio, non so in che ordine perchè Alonso è proprio immenso ed è un razzo anche se avesse il “peg-peg” (mitico mio triciclo dell’infanzia).
        Detto questo button una volta liberatosi dalle retrovie ha succhiato ben 4 o 5 secondi cercando di vincere, ma ha dovuto spingere e con le gomme pastafrollose lo paghi, pittando prima appunto e arrivando un pelo impiccato nel finale.

      • Caribbean Black

        Quotone GianKimi….tranne sul fatto che Alonso avrebbe vinto anche sul tuo peg peg….ok che è formidabile, che è nello stato di forma migliore che si sia mai visto nella sua carriera, però, non tralasciamo i meriti molto piu grandi della sua vettura di domenica.

        Senza mai prendere rischi sfruttando la pista come faceva invece vettel, dava dei distacchi abnormi quando egli voleva….segno che la rossa era al massimo della perfezione.

        Naturalmente, un pilota scarso come massa nel suo stato di forma peggiore, non avrebbe ottenuto il suo stesso risultato, però, un pilota in ottime condizioni, come un webber, un maldonado, un perez, un kobayashi, uno schumaher o rosberg, senza citare i vari hamilton button e vettel, avrebbero secondo me, sicuramente vinto, allo stesso modo.

      • cerco di vederla da imparziale, non possiamo sapere cosa farebbe un vettel o un hamilton con questa ferrari, però la gestione di gara è da manuale. lucidità freddezza nel fare l’elastico e nel capire il momento d’affondare il colpo, è lui il timone della rossa, senza chissà dove navigherebbe….parlo così ma tifo raikkonen eh…ma la verità è questa non si può negare. mentre al contrario vettel è un perditesta, i nervi gli cedono in un attimo appena non ha la macchina cucita sulla pelle, hamilton è un campionissimo ma anche lui ogni tanto ha il “braccino” (vedi valencia, io non avrei esagerato a resistere,ormai era sulle tele,avrei preso 12 o 10 punti piuttosto che zero, come ha fatto appunto alonso a montreal).

      • Caribbean Black

        Totalmente concorde sulle questioni delle varie gestioni di gara da parte dei 3 citati….attualmente non c’è confronto, e quoto ogni dove, sulla cavolata fatta da lewis a valencia….non serviva a nulla opporre tutta quella resistenza, ad un giro e mezzo dalla fine, conveniva portare la macchina al traguardo.

        Lui si è giustificato dicendo delle cavolate assolute, quando la realtà dei fatti secondo me sta da ricercarsi nell’astio che covava ancora verso Maldonado.

    • Sì è vero! La Ferrari tra le tre è la migliore nella gestione delle gomme!

  • calma…curve a medio-bassa velocita e temperatura altissima…sulla carta la 27 dovrebbe andare in crisi quindi prima di gridare al miracolo conviene aspettare un po e se si vuole continuare a sognare una rimonta impossibile hamilton a budapest ha un solo obiettivo : vincere..credo che per lui questa sia davvero l ultima chance e speriamo che l incredibile sfortuna cambi direzione…!!

    • temperature altissime?
      le previsioni parlano di pioggia domenica e comunque le temperature non dovrebbero essere alte come negli anni passati

      • Myriam F2013

        Non ci sono più le stagioni di una volta…
        Scherzi a parte quindi con temperature non altissime la Lotus dovrà rinviare i suoi progetti di vittoria ?

      • Caribbean Black

        eheheheh caro rosso del 69….con la pioggia è peggio delle temperature di 40°….sempre nella cacca “dovremmo” essere….statistiche alla mano….

        Non per celebrare “Funerali Neri” anzitempo, ma abbiamo visto come con la pioggia, sia col pacchetto vecchio che con quello nuovo (quindi doppio elemento di valutazione) questa dannata Freccia d’argento, non sia all’altezza della concorrenza, nè tanto meno all’altezza della rossa che domenica scorsa ha mostrato uno strapotere da far accapponare la pelle.

        Considerando che budapest è simile ad hockenheim, con la differenza che li è molto difficile superare, credo che la rossa mostrerà nuovamente il suo strapotere, che forse sarà anche incrementato con i nuovi aggiornamenti.

        Certo, questa F1 quest’anno, è un rebus, però sono 6 gare che i valori si stanno ben definendo, e a rossa sembra essere la vettura migliore al momento.

      • le previsioni sono molto incerte cambiano ogni giorno…è da lunedì che guardo e cambiano costantemente, ma il fatto dell’incerto da l’idea che potrebbe piovere come dici, così come non piovere ed essere caldo,ancora di sicuro non c’è niente.

  • e come si dice dalle mie parti: “ma squaru” (me lo immagino…)

  • La McLaren che si monta la testa a sipario calato mi lascia qualche perplessità …cmq è apprezzabile lo sforzo per colmare il gap (peccato sia troppo tardi peró)…

  • Myriam F2013

    Prepariamoci ad un girone di ritorno infernale, come dice LCDM la concorrenza è indiavolata e pronta alla riscossa. Per la gara di Budapest mi accontento che Vettel dia nuovamente di matto e confermi la tradizione di non vincere un gran premio nel mese di luglio ! (giusto per andare in vacanza più allegramente hehe)

  • che strano la ferrari vince e tutti piloti presidente ds fino all’aiutante cuoco sono preoccupati, la mclaren arriva seconda dopo un mese di buio e già prenotano la vittoria del prossimo gp e sprizzano ottimismo da tutti i pori, sarà colpa dello spread?

    • i bioritmi del caraibico in questo periodo sono giu’ solo una doppietta mclaren e contemporaneo ko di alonso lo possono risollevare

      • gli voglio bene ma spero vivamente che rimanga deluso per tanto tanto tantissimo tempo ahhhhhhhhhhh :)))

      • speriamo non veda le previsioni meteo di budapest, sembra che l’area ciclonica denominata Fernando non voglia mollare la f1

      • l uragano fernando alonso ihhhhh :)))

      • Caribbean Black

        Siete fantastici Ragazzi :)

        Quoto Rosso del 69….i miei bioritmi possono riprendere a girare in forma migliore solo con una doppietta seguita da un ritiro di nando….anzi perchè no….2 ritiri e 2 doppiette….

        A SPA, Hamilton Domina come il Kaiser ai tempi della rossa!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!