Lotus, secondo Boullier il meglio deve ancora venire

26 luglio 2012 15:11 Scritto da: Davide Reinato

Rischia di essere solo l’eterna incompiuta, eppure è una delle monoposto più interessanti di questa stagione. Come è chiaro, il riferimento è alla Lotus che, dopo un promettente inizio di campionato, ha perso qualche occasione di troppo nelle ultime gare.

Il team di Enstone è conscio del potenziale della vettura, ma c’è qualcosa nella squadra che non è ancora perfetto e questo lascia risultati importanti per strada. Raikkonen e Grosjean, spesso, sembrano spesso iniziare la loro vera gara quando gli altri sono a metà. Anche recuperando, poi, si finisce al massimo sul podio.

Eppure il team black’n gold ci crede davvero. Inizia ora la seconda fase della stagione con altre 10 interessanti gare ed Eric Boullier – team principal – è convinto che il meglio deve ancora venire.

“Per certi versi, siamo una squadra nuova. Dobbiamo mettere tutto insieme: la fabbrica, l’auto, i piloti. Non vedo alcuna ragione per perdere competitività nella seconda parte di stagione”, ha ammesso il manager francese.

Tutto sarà legato allo sviluppo della E20 che è stata una delle migliori vetture “base”, ma si rischia di perdere l’occasione buona se non si sta al passo con i top team per quanto riguarda gli aggiornamenti. E’ questo ciò che fa la differenza. Quest’anno, però, la storia sembra diversa e la vettura progredisce step by step, facendo ben sperare i tifosi.

La priorità è migliorare in qualifica e poi puntare ad una gara normale: “Se portiamo a termine una buona qualifica, magari stando nei primi cinque, sappiamo che abbiamo il passo per andare a vincere. Questo è il vero target adesso. In Germania la nostra vettura aveva il passo per lottare con Ferrari, McLaren e Red Bull. Dobbiamo solo qualificarci meglio”.

E’ il tempo di passare dalle parole ai fatti. Considerando comunque che in dieci gare, alla Lotus, hanno raccolto solo un punto in meno della McLaren, le parole di Boullier non sono state sprecate.

11 Commenti

  • A come vorrei anche se la cosa è improbabile che uno dei piloti citati H-A-V venisse a fare coppia con Kimi in Lotus e poi vedremo tutta questa differenza!!!!!La differenza la fà solamente certa stampa che enfatizza tutto quello che fà uno e invece sminuisce tutto quello che fà un’altro,lunedi mattina sulla gazzetta hanno avuto il coraggio di mettere sei a Raikkonen e non scrivere neanche due righe di uno che parte decimo e arriva terzo senza ritiri e safety car a stravolgere strategie e azzerare distacchi!!!Comunque la Lotus non è la vettura migliore e neanche a pari livello della della red bull per non parlare della ferrari in questo momento perchè parte sempre con l’handicap della qualifica con alcune mescole non và bene con la pioggia spesso a problemi di portare in temperatura le gomme e poi la ciliegina sulla torta è la squadra che ha sbagliato in modo clamoroso tante volte dal muretto

  • Mi aspetto una Lotus forte all’Hungaroring con le alte temperature. Per questa seconda parte di campionato spero in una bella lotta a 4 tra Ferrari, Mclaren, Red Bull e Lotus.

    Anche la Sauber è messa bene mentre vedo male la divora gomme made in Germany che quest’anno racciomolerà molto probabilmente un poco onorabile 6° posto in classifica costruttori.

  • be è un team giovane ed inesperto ma hanno una gran macchina

  • Redisbetter

    Questa Lotus è una gran macchina, dovrebbe combattere per la vittoria non certo per un terzo o quarto posto nel costruttori…

  • condivido il parere di ostix, kimi bella stagione, tanto bella quanto fortunata….ha raccolto anche tanti punti per problemi altrui c’è da dire e non ha avuto un guasto in corsa, un fattore che anni fa era il suo tallone d’achille. bene così direi, mentre grosjean è uno sprecone, potrebbe anche essere sopra con i punti al team-mate se non avesse fatto così tanti sbagli, più che da dilettante che pare offensivo, errori da novizio.

    • Hai pienamente ragione si è dimostrato molto fortunato Kimi, ma in alcune gare ha dimostrato di essere davvero un grande come in Bahrain e a Barcellona.

      Grosjean ha troppa voglia di strafare e questo lo porta spesso all’errore. A volte ci regala gare splendide e a volte gare pietose che finiscono al 1° giro.

    • Parli di fortuna di kimi ma i dieci punti persi a Barcellona per una strategia scellerata dove li lasci e al sakir che lo hanno lasciato ai box e ha fatto undicesimo in qualifica se partiva nelle prime due file dove arrivava e a monaco forse avrebbe raccolto qualche punticino in più se non lo lasciavano fuori che doveva piovere e perdeva tre secondi e più al giro e in Malesia la Lotus in gara era potenzialmente la più forte e oltre la penalità di cinque posizioni è arrivata la pioggia a rovinare tutto e poi nella prima gara a melbourne il pasticcio ai box e si è qualificato 17°e a silverstone se non sbagliavano strategia in q3 e partiva più avanti non poteva essere lui forse al posto di webber?.Se veramente era fortunato (cosa che in carriera purtroppo non è successo quasi mai a Kimi)mi viene la pelle d’oca a pensare che posizione in classifica poteva avere

  • Dire che Raikkonen sta deludendo nell’anno del suo ritorno in F1 dopo che a metà campioanato si trova quarto a 12 punti da Vettel, mi pare onestamente fuori luogo; sta facendo una ottima stagione, team nuovo, regole nuove, piste nuove, macchine diverse: sta andando benissimo.
    Non sono mai stato un suo acceso tifoso, per quanto lo abbia sempre stimato, tuttavia quest’anno attendo con impazienza di vederlo a SPA.

    Grosjean è potenzialmente un campione, ma lo vedremo tra almeno un paio d’anni.

  • io sono stra covinto che questa sia la monoposto da battere…ma grosjean pur essendo veloce commettere errori da dilettante mentre raikkonen sta deludendo alla grande….in mano a hamilton,alonso e vettel sarebbe un altra storia…!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!