RB: senza mappature, vincono gli altri. Seb 4° e Mark 8°

29 luglio 2012 16:31 Scritto da: Giacomo Rauli

Altro weekend davvero negativo per gli alfieri Red Bull. In una pista, l’Hungaroring, solitamente terreno di caccia e di dominio assoluto delle lattine, il moro anglocaraibico – al secolo Lewis Hamilton – ha messo tutti in fila. Ex dominatori compresi.

Che il vento fosse cambiato, è parso chiaro a tutti già dalle prime prove libere del venerdì, quando sia Vettel che il suo compagno di team Webber faticavano a bilanciare la vettura, non riuscendo così a trovare il giusto setting anche a causa della pioggia caduta nella seconda sessione di prove libere.

La gara è stata una vera e propria monotonia, non fosse stato per l’esaltante quarto stint del due volte Campione del Mondo, consumatosi dal 59° giro al 69° ed ultimo giro della corsa ungherese. Vettel ha cercato, con il terzo pit stop, di recuperare una posizione  nella classifica finale ai danni di un convincente Grosjean, che occupava il terzo posto in gara. Purtroppo la rimonta è stata vana, Vettel infatti è rimasto al 4° posto, dietro al francese della Lotus, per solo un secondo, dopo aver recuperato ben 19” in dieci giri.

Il quarto posto però è una grandissima delusione per Vettel e per la Red Bull, che puntava su di lui per rialzarsi dopo la gara disastrosa di una settimana fa ad Hockenheim. Chi ha deluso, ancora una volta in maniera pesante, è stato Webber. In crisi d’assetto sin dal venerdì, l’australiano è riuscito sì a migliorare l’undicesimo posto della griglia di partenza, ma ha subito il traffico proprio come la settimana scorsa.

Prima Alonso, poi Senna e Webber ha perso il treno dei primissimi, rimanendo invischiato nelle posizioni di rincalzo. Mark ha chiuso la gara in ottava posizione, non certo il modo migliore per immettersi nella sosta estiva perdendo ulteriori punti dal leader della Classifica piloti, Fernando Alonso, che ha chiuso al 5° posto.

Con le mappature cambiate da questo GP che, come dicevamo, è sempre stato una tappa favorevolissima per il team di Horner, le Red Bull hanno oggettivamente lanciato segnali di quanto le regolazioni al Renault fossero, se non decisive, quantomeno molto importanti per le prestazioni delle RB8. Appena un giorno fa, Webber, aveva dichiarato: “Le mappature non sono decisive per la nostra vettura, hanno preso un abbaglio. Andiamo forte perchè la nostra vettura è progettata bene, a prescindere o meno da regolazioni al Renault“. Chissà se dopo questo GP anche in Webber sia nato qualche sospetto.

18 Commenti

  • con mappature normali non hanno pagato troppo vettel era li cmq ma lotus e mcl spero anche ferrari saranno difficili da battere

  • La Red Bull è comunque un’ottima vettura, che riesce a essere competitiva in tanti tracciati.
    Gli appassionati di F1 lo sanno già da qualche tempo, non riesco a capire perchè solo quelli del team austriaco considerano una delusione qualsiasi risultato fuorchè la vittoria.
    Sarebbe ora che stessero coi piedi per terra e cominciassero a lavorare (onestamente) a testa bassa per cercare di recuperare il gap verso le squadre più forti.

  • la redbull oggi è andata molto forte, la gara l’ha decisa piu o meno la qualifica. se vettel non avesse avuto il tappo button, ci sarebbe lui a podio. inoltre il vantaggio dei motorizzati renault a me è parso veramente evidente soprattutto a gomme soft…dove potevano permettersi dei gran giri a consumo molto basso.
    certo, non hanno piu il vantaggio (su ferrari e mclaren) che avevano in bahrein o valencia (piste molto calde con elevati consumi di gomma), però un po di margine gli resta, e in piste “simili”, torneranno a vincere.

  • Qualche ingegnere che scrive qui riesce a spiegarmi la tattica suicida di fermare Webber a 13 giri dalla fine quando aveva 11 secondi di vantaggio su Alonso e non dava alcun segnale di cedimento??? Concordo con Mao, mappature o no, Vettel volava…

    • Sinceramente non mi ricordo bene quando avesse cambiato le gomme, ma mi sembra che l’avesse fatto molto presto, quindi avrebbe avuto un calo mostruoso negli ultimi 5 giri. Credo che abbiano fatto bene. Con Vettel hanno rischiato, ma ci hanno provato, avendo in più la sicurezza di non finire sulle tele…

  • Lo scorso anno volavano, con il soffio magico, adesso dopo la scoperta dell’ennesimo trucco di mago newey la magia scompare e a Vettel non resta che fare qualche giro mostruoso nel finale avendo la libertà di “bruciare” le gomme, contrariamente agli altri che le dovevano conservare.
    Non soffio più…me ne vado…non soffio più…davvero!

  • L’ipotesi che faccio io è che il taglio dei 4 cilindri ci sia ancora e la lotus lo sfrutta come sistema antispin. Pero’ non c’è la mappatura portata dalla RBR a Valencia quella che generava assieme all’antispin un piu’ efficace soffio in rilascio. Guardando la Lotus e la RBR si notano come la prima abbia sempre un assetto meno esasperato piu’ piatto, mentre la RBR sembra un SUV al posteriore. E’ chiaro che la RBR sfruttava e sfrutta un effetto minigonna termica anche in questa stagione. Ma senza gli scarichi in rilascio questa minigonna termica crea grande instabilita’ quando non è alimentata. Secondo me la Redbull nelle prossime gare cambiera’ tornando ad una configurazione meno estrema, al posteriore.

  • Senza mappature, Vettel fa il giro più veloce…

    • Allora firmami un quarto posto tutti i gran premi da qui alla fine del campionato però facendo il giro veloce ad ogni gara.

      Firmi? Ah no? Allora stai zitto ed evita di dire sciocchezze.

      • Sei pregato di abbassare i toni perchè non mi pare che io abbia offeso qualcuno.

      • Perchè, io invece ho offeso te?

        Ti ringrazio per la preghiera, ma vedi di indirizzarla per cose più concrete.

      • Poi come al solito mi fa “sorridere” la gente che anzichè rispondere nella sostanza di quello che uno ribatte, si fossilizza sul modo.

        Mi dispiace se tu ti sei offeso per uno “stai zitto”, sarebbe stato però carino anche vederti rispondere nel tema.

        Immagino che offenderti fosse l’unica cosa che potessi fare.

      • Non ti preoccupare, non mi sono offeso.
        Oggettivamente la tua era solo una provocazione di bassissimo profilo, quindi non penso sia possibile dare una risposta “nella sostanza”.

    • Tieni presente però le condizioni: gomme soft nuove, mentre tutti gli altri giravano su medium usate… anche Perez avrebbe fatto il tempo migliore, senza offesa per lui o per la Sauber…

    • bè, considerando che ad hockenheim il giro più veloce è stato di Schumacher direi che non conta molto. Comunque avevo ragione, ferrari in difficoltà che perderà piano piano il suo vantaggio e sinceramente ciò mi fa incaxzare! Certo, mantengo fiducia e sono pessimista per scaramanzia, perchè se partiamo sempre nei primi 3 in qualifica da adesso in poi, possiamo vincere questo mondiale complicato!

  • Ragazzi volevo farvi ragionare su una cosa, durante il GP è stato detto a kimi di cambiare la mappatura 4 per risparmiare le gomme, e Ivan Capelli ha detto che quella mappatura taglia i cilindri…
    Allora come aveva gia’ ipotizzato, il regolamento invece di punire la RBR penalizzerà tutti gli altri team che non hanno motori Renault. Visto che adesso le mappature sono bloccate alla 4° gara….
    La RBR ha perso qualcosa,ma bisognerebbe ascoltare il suono dei motori in rilascio. Di certo la Lotus ha delle mappature che le permettono di risparmiare le gomme basta vedere Kimi fare un 1.25 con gomme stravecchie…

    • Guarda, sicuramente è un po’ presto per le certezze, ma il tuo discorso è molto interessante. Se mi permetti di aggiungere uno spunto di riflessione, Ferrari ha introdotto il primo grosso stravolgimento degli scarichi proprio alla quinta gara, dopo i test del Mugello.
      Parlo da profano, ma intuisco che se mi cambi completamente la geometria degli scarichi molto probabilmente dovrai aggiustare qualcosa anche nell’elettronica. Spero proprio di sbagliarmi.

      • come sempre ZioTure hai degli spunti geniali, certo è che studiare qualche mappatura motore “legale” per la Ferrari non dovrebbe essere difficile, sono i migliori motoristi, Luca Marmorini è il n.1! Creare una mappatura che riduca il consumo delle gomme, magari permettendo di fare 2-3 giri in più x stint sarebbe già un successo. Ora una domanda: perchè la Ferrari con le morbide deve sempre difendersi e non riesce a frustarle per bene? La sospensione anteriore pensate sia una scelta giusta?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!