La Ferrari scarta la filosofia dei due leader in squadra

1 agosto 2012 16:21 Scritto da: Davide Reinato

Stefano Domenicali ha sentenziato. Il team Principal della Rossa, forse anche un po’ stufo delle mille domande sul mercato piloti, ha dato un chiaro indizio su come si comporterà la squadra italiana nella formazione della line-up di piloti del 2013“Il nostro obiettivo è quello di avere una squadra formata da un campionissimo e da un ottimo pilota. E’ sempre stata la filosofia della Ferrari in questi ultimi anni e continuerà ad essere così”, ha dichiarato ai microfoni di Sky Germania.

Poche righe che mettono la parola fine ai sogni di chi sperava ancora di poter avere due grandi piloti sfidarsi alla pari con le Rosse di Maranello.  Domenicali è chiaro e consiso: Alonso è l’uomo su cui puntare, adesso serve un pilota veloce e costante in grado di garantire punti preziosi per il campionato costruttori.

Hamilton, Button, Vettel: la Ferrari non affiancherà nessuno di loro ad Alonso, almeno stando a quanto affermato da Domenicali.  E Raikkonen? Non lo abbiamo certo dimenticato, ma merita un discorso a parte. Le voci di quello che sarebbe un clamoroso ritorno sono insistenti ma, alla luce di queste dichiarazioni, diventano irrealistiche.

Quell‘apertura mostrata da Kimi potrebbe essere una chiara strategia per mettere pressione alla Lotus e alzare l’asticella delle pretese. Pare, infatti, che l’opzione di rinnovo appartenga proprio a Raikkonen che avrà il diritto di scegliere se accettare un’altra offerta o rimanere a Enstone. Kimi percepisce attualmente 5 milioni di euro, meno della metà di quanto Massa raccoglie in Ferrari. Riuscirebbe Iceman a calarsi nella parte del gregario solo per amor di un ingaggio più alto? Pare improbabile.

Proprio parlando di dollaroni, è cosa certa che Felipe Massa è un peso morto per la Ferrari. Il brasiliano costa al Cavallino circa 11 milioni di euro a stagione, ma porta così pochi punti che non permetterà neanche lontanamente di lottare per la classifica costruttori. Che poi, alla fine, dei  giochi, è proprio quella che conta di più.  E’  in base alla classifica costruttori che i Team si spartiscono premi e diritti televisivi. Una fetta di torta da milioni di euro che la Ferrari rischia di farsi togliere dalle mani anche dalla Lotus, in ottima forma e ora terza in campionato, ad un solo punto di distacco dalla McLaren.

Dunque, Felipe è diventato un investimento che sta creando perdita. Ora che l’opzione di rinnovo contrattuale per Massa è scaduta, quale sarà il suo futuro? Due le opzioni.

1. La Rossa potrebbe salutarlo cordialmente e mettere la parola fine a questo – ormai controverso – rapporto.

2. La Gestione sportiva potrebbe decidere anche di tenerlo per un ulteriore anno. In questo caso, però, non avendo esercitato l’opzione di rinnovo, Felipe potrebbe ritrovarsi davanti una proposta per una sola stagione e con un ingaggio sonoramente ridimensionato.

 

120 Commenti

  • la ferrari si deve assolutamente liberare di massa,chiunque è gradito ma per favore non fate piu correre quella vecchia scarpa

  • Era normale che la ferrari non avrebbe mai avuto in squadra 2 galli……troppi problemi!!!certo massa sta diventando per la ferrari un bel problema…..ci vuole una soluzione adeguata sia per la ferrari sia per massa…..speriamo che questa telenovella finisca presto!!!

  • peyotefree

    cioè capisco la simpatia per un pilota.. Ma NON è mio fratello.. come si fa a difendere ancora massa? 10M a stagione? 30 punti per puzza? no ve prego

    • quoto, io speravo (e spero ancora) in un suo ritorno alle prestazioni di prima della crisi, ma se la situazione resta questa devono mandarlo via senza troppi patemi, ricordiamoci sempre che non stiamo parlando di un operaio da 1300€ ma di gente che guadagna milioni di € per fare ciô che più gli piace tralaltro!!! Domanda: quanti qui dentro vorrebbero essere al posto di massa ? Secondo me tanti!

  • Tenere Massa anche nel 2013 sapendo che ancora una volta il mondiale costruttori resterebbe una chimera? Ma sono idioti o masochisti?

  • una notizia per chi tifa mclaren….sam maichael ha detto che la mclaren sta sperimentando un sistema simile a quello della lotus ma diverso…ha aggiunto pero che non sanno quando lo porteranno(anche se si parla delle libere a spa) e che non dovra togliere tempo al programma di sviluppo previsto da qui a fine stagione.

  • C’e’ rimasto solo Zidane e Bruno COnti, poi i nomi piu’ o meno li hanno fatti tutti….

    Che noia leggere del calciomercato….

  • beh ragazzi se parliamo di giochi di squadra sono sempre esistiti da quando esistono le corse automobilistiche … perfino la squadra Fiat e Renault alle prime edizioni di Le Mans lo fecero … lo squadrone Alfa pre guerra, lo squadrone Mercedes pre guerra, o avvicinandosi, anche la stessa Ferrari negli anni ’60 (come altre squadre) facevano gioco con i suoi piloti: ricordatevi che Enzo Ferrari era fedele assertore che dovessero essere le sue macchine a vincere, poi venivano i piloti! Vado con la memoria (scarsa) a credo il 1964 in Ferrari c’è Surtees con Bandini e in Lotus Graham Hill. Si decide il mondiale fra Surtees e Hill all’ultima gara, in Brasile: Surtess è davanti in corsa Baldini è secondo, attaccato da Hill. Per numerosi giri lo tiene dietro, fino ad arrivare ad un contatto abbastanza duro che va a danneggiare gli scarichi della lotus di Hill e a porre fine alla sfida per il mondiale. La settimana successiva Bandini e la Ferrari vennero accusati di comportamento scorretto dalla Federazione.
    Graham Hill da gran signore si limitò, per Natale, a regale a Bandini una copia di un libro su come si guida. Signori si nasce.

    Tutto questa pappardella per dire che i casi di avere più piloti top nella stessa scuderia sono molto ridotti rispetto alle coppie Campione e buon pilota. Non c’entra l’epoca o la tecnologia: l’Alfa Romeo (ferrari) puntava tutto su Nuvolari perchè era l’unico a poter fermare l’armata argentata Mercedes di Caracciola & Co. … O ancora nel 1972 Fittipaldi vinse il Campionato con come compagno di box uno sconosciuto pilota di nome Dave Walker … Senza poi scomodare Senna-Berger, Hakkinen-Coulthard, Schumacher-Irvine ecc… no?

    • Hai ragione, io non lo nego mica. I giochi di squadra ci sono da sempre.
      Però darei un peso diverso a un “Mantenete le posizioni e non duellate” rispetto a un “Rubens fai passare Michael”. Ragazzi andiamo, c’è una bella differenza. E in Ferrari, negli ultimi anni, queste cose le hanno fatte più che nelle altre squadre. Non sto parlando di situazioni già definite, sto parlando di casi in cui tra i due piloti c’è una quota ridotta di differenza di punti.
      Avete nominato Coulthard…ma Coulthard nel 99 per poco non gli fa perdere il mondiale ad Hakkinen, buttandolo fuori in Austria e lasciandoselo dietro in Belgio.
      Ripeto, non voglio mica dire che la Ferrari attua una politica scorretta, o illegale. Dico solo che attua una politica che non mi piace, portandola a degli estremi a cui altre squadre non arrivano.

      • credo che più che altro in Ferrari siano troppo ingenui sia nella gestione dei piloti che della squadra … lo fanno troppo alla luce del sole e alla fine vengono passati a fil di spada … a Maranello sanno fin dall’inizio su chi puntare ma, temendo di incrinare la calma dei box, non dicono nulla, fino a quando la cosa non diventa palese. Hai voglia a dire che i piloti sono dipendenti Ferrari: Montezemolo, Domenicali e Fry sanno bene dal 2010 che è la Ferrari Spagnola a dover vincere, non quella brasiliana.
        Il problema è che, come nel 2010, non sono mai stati chiari e tutto è esploso con il “Fernando is faster than you, do you copy?” … che almeno se fosse stato Stella si sarebbe tramutato in “Oh Felipe levati che Fernando ti sta per sotterrare dalla rabbia!” 😛 …
        No tornando seri, in tutti questi anni, anche quando i giochi di squadra erano vietati, ci siamo scontrati con situazioni ambigue: risparmia la benzina, posizione del manettino a XY (potenza motore pari a quella della tata indica), cacchio ho rotto l’ala (vabbè non ti preoccupare prendiamo quella del tuo compagno) e via così … solo che questi esempio sono stati furbi. Quelli in Rosso invece peccano in furbizia e sono recidivi: vi ricordate la parata di Schumacher e Barrichello nel 2005 (credo) ad Indianapolis … nessuno sapeva cosa stesse accadendo … e via Barrichello vince … roba da matti …

      • Era il 2004! Che stupidata che fecero!

      • MassaisTheBest

        In realtà era il 2002 😉

      • Ci hai ragione! Che memoria del cavolo che ho! 😛

      • Era il 2002, dopo quella magra figura che fecero in Austria..!!

      • lui si riferiva a indianapolis 2004 mi pare dove barrichello e micheal arrivano in parata e per sbaglio vince barrichello di 5 millesimi

      • si esatto … proprio quell’occasione …

      • MassaisTheBest

        indianapolis 2002! E che cacchio!!! :) :) :)

      • Ma io invece ricordo l’opposto il mondiale vinto nel 98 grazie al fido Coultard che anticipa di qualche mese la Frenata ai danni di Shumacher.

        Gli ordini ci sono anche per evitare la lotta fra piloti della stessa squadra, cosa pensi che Alonso non avrebbe superato Massa nel 2010 ?
        In Turchia è successa la stessa identica cosa, hanno impedito a Button di rispondere all’attacco congelando le posizioni. Con Hamilton che chiede conferma ai box che Button non lo superera’ piu’ se cambierà la mappatura…
        Che cambia ?
        La sostanza è la stessa.
        Semmai Massa come scudiero è ininfluente, non è sicuramente un Berger o un Coultard in grado di sbaragliare gli avversari ricorrendo a scorrettezze plateali.

      • Cambia che “Congelare le posizioni” vuol dire che le posizioni conquistate fino a quel punto non vengono più messe in discussione. Invece “Fai passare il compagno” vuol dire che non ce ne frega niente che sei primo, primo dev’essere quell’altro.
        Per me, ma mi rendo conto che stiamo parlando di “gusti”, nel primo caso è un ordine di scuderia, nel secondo (a meno che non ci sia di mezzo il titolo mondiale) è un’umiliazione.

      • Hai aperto la ferita di Coulthard a Spa nel ’98. Ancora mi brucia.
        Non so se lo fece apposta, perchè se si dimostrasse che un pilota può provocare volontariamente un incidente del genere per avvantaggiare il compagno di squadra nella corsa al titolo (un incidente del genere vuol dire rischiare di ammazzarlo) sarebbero tutti da radiazione, Coulthard e il muretto al completo.
        Io credo che non lo fece apposta, solo commise un’ingenuità devastante, che denota anche una certa mancanza di intelligenza che considero tuttora tipica di Coulthard. E ho adottato un eufemismo. E pensare che alcuni dettrero a Schumacher la colpa dell’incidente, roba da pazzi. Bisognerebbe provare ad andare a 230 km/h in una nube d’acqua e trovare un cretino che ti inchioda davanti all’improvviso.

      • Non confessò di averlo fatto apposta?

  • Ferrarista Sfegatato

    Io credo che i giochi di squadra non siano stati “inventati” da nessuno ma credo che siano nati quando la F1 è diventata sempre più avanzata tecnologicamente poichè negli anni’80 e ’90 le rotture meccaniche erano molto frequenti perciò i risultati erano condizionati da fattori come la fortuna e l’affidabilità e di conseguenza si lasciavano i piloti più liberi perchè c’era tempo e soprattutto occasioni per recuperare gli eventuali punti persi … oggi è raro vedere una rottura meccanica di un top team (se escludiamo valencia da quanto tempo non vediamo una ferrari,una mclaren o una red bull con problemi tecnici in gara?) perciò si punta su un pilota per vincere il titolo piloti e sull’altro per il titolo costruttori … e comunque in ferrari i giochi di squadra sono arrivati con schumacher … avendo un campionissimo come lui in squadra è normale che si punti tutto su di lui e i risultati ci hanno dato ragione perciò non penso assolutamente che sia una filosofia sbagliata …

  • Caribbean Black i giochi di squadra nascono in MClaren e la Ferrari si è adeguata.

    Come non ricordare la Ferrari degli anni 80

    villeneuve Pironi con un titolo perso nello scontro fra fratricida

    Prost Mansell idem

    Poi la Ferrari per anni ha puntato su due piloti quali Alesi e Berger, con livelli di personalizzazione tali che lo sviluppo spesso era personalizzato per il singolo pilota.

    La Mclaren che citi spesso in realta’ dopo il duello Prost Senna, si è sempre tutelata.
    Come non ricordare Berger lo zerbino di Senna… !!!
    Poi Koultard, Kovalainen…
    Le coppie che scoppiano sono solo dei puri casi, nessuno si sarebbe aspettato un Hamilton del genere al suo esordio contro Alonso, come nessuno si sarebbe aspettato un Button cosi’ veloce nei confronti di Hamilton.

  • Non sono mai stato d’accordo con il mio amico caraibico su questo discorso. I giochi di squadra sono sempre esistiti anche nelle altre scuderie Mclaren compresa. Diciamo piuttosto che se ne sono fatti pochi in quanto il differenziale tra i due piloti sono sempre stati marcati, in tal modo da non essere necessari farli. Coulthard, Kovalainen sono piloti mediocri che regolarmente erano dietro ai vari compagni di squadra Hakkinen Raikkonen o Hamilton. L’unico anno in cui ne hanno avuto veramente bisogno 2007 li hanno fatti, ed in qualche occasione anche con Jenson qualche problema di consumi di troppo e’ saltato fuori proprio nel momento in cui c’era duello.
    E’ ovvio che si fanno giochi di squadra quando serve…. ricordo un Massa davanti ad Alonso in Cina (giusto?) nel 2010 ed in un’altra occasione sempre nello stesso anno.
    Scelta che criticai aspramente ai tempi, con quei punti magari Alonso avrebbe vinto gia’ il mondiale 2010…..
    Per quanto riguarda le dichiarazioni di Domenicali, ricordo una sua frase: Kimi ha un contratto anche per la prossima stagione e lo rispetteremo”. Poi sappiamo tutti come ando’ a finire.
    Proprio per questo credo che l’arrivo di un top driver alla Ferrari sia ancora possibile….. difficile ma possibile. E vedere un ragazzo “giovane, bello ed in piu’ abbronzato” in tuta rossa non mi dispiacerebbe affatto!

    • Concordo pienamente, la Ferrari è diventata vincete adeguandosi alle scelte della concorrenza. In particolare la coppia Berger Senna è stata per anni il modello da seguire. In Ferrari invece hanno continuato a puntare su due piloti per anni, molti hanno dimenticato la coppia Alesi’ Berger che ci ha portato nel baratro piu’ assoluto. Ricordo la meraviglia, quando arrivo’ Ross Brawn quando scopri’ come veniva gestito lo sviluppo in Ferrari, praticamente si lavorava a due progetti distinti e separati non ad un unica vettura.
      Siamo diventati vincenti quando ci siamo adeguati alla concorrenza inglese….

  • Caribben dimmi dove vedi l’ordine di scuderia in questo filmato … ?

    www . youtube . com/watch?v=iaoNMFfFFhs

    Alonso non stava perdendo tanto tempo dietro a Massa e l’unico modo per superarlo è stato ai box.

    Questa è la realta’ Massa è lontano dal rendimento del 2010 quando era piu’ vicino ad Alonso.
    La Ferrari gestisce i piloti esattamente come la MClaren, in Turchia la MClaren ha evitato un duello idem la Ferrari in Germania.
    Quello che ha alimentato le polemiche è stato Massa e il suo ingegnere di macchina che si è scusato e il modo con cui Massa si è fatto superare.
    La sostanza è uguale cambia solo la forma.

    Un pilota ha il buon senso di non creare sterili polemiche, gli accordi che ci sono in Mclaren e Ferrari sono uguali.

  • sarei curioso di chiedere a Domenicali cosa intende “è stata la nostra filosofia degli ultimi anni”… quanti sarebbero questi “ultimi anni”??? Mi sembra che dal 2007 al 2009 questa filosofia fosse diversa. Forse intendeva con l’arrivo di Fernado, ma poi se ricordiamo i tempi di Schumi la cosa era identica a oggi. Sec me sono tutte dichiarazioni di facciata. Non penso che prenderanno seriamente in considerazione di avere Alonso e Hamilton assieme almeno fino a quando Alonso avrà vinto almeno 2 mondiali. Però non si può insistere su questa linea. Io il rinnovamento l’avrei imposto già dalla gara numero 11. Mi chiedo come potrebbe fare peggio di lui qualsiasi altro pilota, anche partendo da 0 a metà stagione.

  • Caribbean Black

    Ehm Zio Ture, veramente sei tu che sbagli ora….in turchia 2010, poco dopo il patatrac delle 2 red bull, ad hamilton venne comunicato di preservare benzina, ma hamilton fece capire via radio, che non c’erano ordini di scuderia prestabiliti.
    Basta che cerchi la comunicazione via radio su youtube, e ti renderai conto che a jenson non fu detta la stessa cosa.
    A jenson fu detta dopo che hamilton lo ha sorpassato nella bagarre tra i 2, come scusa per congelare le posizioni….

    Quando jenson attaccò lewis, a jenson non era stato comunicato nulla…

    2 piloti della stessa squadra che duellano per la 1a posizione, attestano che di ordini di scuderia in mclaren, non ce ne furono.

    ….ti ricordo che poco prima era successo l’incidente tra le 2 red bull, mi sembra logico e sensato che se hai 2 piloti in 1a e 2a posizione, tenti di tirare i remi in barca, specie dopo che hai visto il potenziale delle red bull, che erano prime in classifica piloti e costruttori e stavano dominando ampiamente a livello di prestazioni il campionato fino a quel momento.

    Difatti, ad avvalorare il dato oggettivo che di ordini di scuderia in mclaren non ce ne furono, in tutte le successive occasioni in cui hamilton e button si sono trovati avvicendati da una posizione, non mi pare che i 2 si siano risparmiati….mai.

    Un bel po diverso da quel che accade in ferrari, dove non h mai visto duellare massa ed alonso, se non alle prime 3 gare di ogni campionato.

    Caro Zio Ture….c’è una bella differenza.

    • Angelorosso

      Massa sarebbe stato il benvenuto a duellare con Alonso anziche’ con De la rosa.

      • Caribbean Black

        Mah…non credo proprio…visti i precedenti di nando, non riferendomi specificatamente a quanto accaduto tra lewis e nando in mclaren, ma anche precedentemente….Nando ha sempre avuto la pretesa di primeggiare a livello di status, “bistrattando” da ogni possibilità, il compagno di squadra di turno.

        Qualcuno piu giu diceva che “tutti hanno primo e secondo pilota” ma che la differenza sta nel fatto che “a maranello sono differenti dagli altri perchè loro lo dicono apertamente che è così”

        …ed invece mi pare proprio che se dobbiamo parlare di coerenza, ci sono innumerevoli dichiarazioni di Domenicali & co. che sostengono il contrario, ovvero che “in ferrari c’è trattamento paritario da subito”

        …ma così non è…ed limpido e palese che non sia così.

        Che poi, nelle sole 2 stagioni di alta competitività, con massa e raikkonen, lo stesso kimi ingaggiato come prima guida, non sia riuscito a sopraffare massa, non credo fosse nei programmi della scuderia di maranello.

        Nella prima parte del mondiale 2007, Kimi vinse la prima gara, ma poi fece diversi Zero in casella + risultati scadenti per vari problemi, dai quali massa ha poi tratto beneficio essendo piu consistente…

        In quella stagione, arrivarono a fine campionato appaiati, e ti capisco se poi da li, con 2 piloti della scuderia avversaria in lotta per il mondiale, si arrivi ad una decisione….ma non prima, come accaduto nel 2010 fino ad hockenheim.

        Sarò proprio curioso di leggere le dichiarazioni di massa dopo l’addio alla rossa, tra qualche anno…sono sicuro che verranno fuori diversi altarini, come accaduto con barrichello ed irvine, che cmq erano palesemente 2e guide, nonostante in ferrari omettevano anche questo.

    • Ah ah ah
      L’ordine di scuderia c’è come hai confermato. Ritornando sull’episodio di Massa e Alonso hai dimenticato che sia Alonso che Massa nel 2010 hanno duellato anche loro, come non dimenticare il sorpasso di Alonso ai box, quando non riusciva a superare Massa in gara. L’ordine di scuderia c’è stato esattamente come c’è stato in Mclaren, per non correre inutili rischi e per favorire Hamilton.
      Ascolta il camera car, quando dicono ad Hamilton che Button non lo attaccherà piu’…

      • alcuni tifosi argentati credono che la loro scuderia sia pura e che i loro piloti corrano alla pari…. mi raccomando jenson metti la mappatura per preservare benzina, ripeto “PRESERVIAMO BENZINA”… compratevi 5 euro di obiettività tifosi argentati…

  • Come ho detto nel commento precedente e come ripeto ora, la filosofia può essere molto discutibile, condivisibile come no.

    E fin qui ci siamo, ma parliamo un pò degli altri team?

    Cosa fanno o cosa hanno fatto in Red Bull fin’ora? Della seria mondiale 2010 o “Mark, mantein the gap?”

    O in McLaren siamo proprio sicuri che certe volte Button non sia stato “frenato” dall’attaccare Hamilton?

    Allora, una cosa è aiutare il compagno di squadra quando la matematica toglie le speranze di lotta per il titolo, e fin qui ci siamo, sarebbe da stupidi il contrario;

    Un’altra cosa però è dire ritenere che sia solo la Ferrari a scegliere un buon pilota affianco ad un campione.

    Davvero mettete Button al livello di Hamilton? o Webber con Vettel? O Grosjean con Raikkonen?

    Posso capire in Mercedes, ma non hanno mica ambizioni per il titolo loro…

    Ricapitolando, tutta questa discussione per me non ha molto senso. Massa ai tempi d’oro può essere paragonato al migliore Webber o leggermente inferiore a Button. E in Ferrari quest’anno, ovviamente, avrebbero sperato in un Massa old style.

    L’unica differenza forse è che Ferrari lo dice apertamente, le altre squadre no.

    • Concordo pienamente, comunque la faccenda del trattamento dei piloti nasce anche quando la Ferrari è molto competitiva. Quindi è un buon segno…. :-)
      La storia dei 2 piloti forti in Mclaren è solo pura illusione, la coppia Hamilton Button doveva funzionare in maniera diversa. Button è stata la sorpresa, come è stata la sorpresa Alonso Hamilton. La realta’ nuda è quella che hai scritto. Nessuno punta su due fuori classe, da svariati anni.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!