Guerra di nervi: Marko attacca, la Ferrari risponde…

2 agosto 2012 14:56 Scritto da: Antonino Rendina

Con loro il duello non riesce mai ad essere cavalleresco fino in fondo.

Ferrari-Red Bull è una sfida a tutto tondo che va dalla pista alla politica, dal tavolo delle trattative con Ecclestone a quello regolamentare.

Per non parlare dell’affaire Vettel, che fa un po’ da “pomo della Discordia”, il famigerato frutto che, secondo la mitologia, fu la causa scatenante della lunghissima guerra di Troia.

Ed è proprio una guerra, di nervi, quella in atto tra Milton Keynes e Maranello, con gli angloaustriaci pronti a provocare i rivali italiani appena si presenta la benchè minima occasione.

I Tori, perso lo strapotere tecnico del precedente biennio, si sentono accerchiati e controllati dagli altri team, ma soprattutto da una Federazione che ha deciso, forse, di smetterla di chiudere un’occhio in nome della “freschezza” dei nuovi vincitori.

La Red Bull adesso si difende attaccando, stretta nella morsa dei rivali e della Fia. Troppe volte negli ultimi tempi il team diretto dalla triade Horner-Marko-Newey è stato colto in flagrante mentre provava ad aggirare una norma, bypassando stewart e sanzioni.

II buchi, gli alettoni, gli scarichi soffianti e, in Germania, la mappatura spinta del motore. Ma non è tutto; stando alle accuse delle altre squadre la Red Bull avrebbe un sistema, utilizzato dai meccanici, per regolare l’altezza da terra della vettura in parco chiuso. Soluzione che presenterebbe notevoli vantaggi tra qualifiche e gara.

Tante accuse, alla lunga, stancano, esasperano. E l’ultimo caso, scoppiato in Ungheria, ha fatto andare su tutte le furie il gran burattinaio della Red Bull Helmut Marko che, imbufalito, ha girato alla Ferrari le stesse accuse: “Non abbiamo mai fatto modifiche dell’altezza da terra a mano. Non so perchè tutti si sorprendono quando noi sappiamo che la Ferrari usa qualcosa del genere da circa un anno”.

Pronta la replica, secca, del Cavallino: “Questo è completamente falso. Davvero loro accusano noi di barare? Siamo sicuri? Per fortuna la Ferrari ha piena fiducia nell’operato della Fia affinchè tutte le regole vengano rispettate”.

Rapporti davvero amichevoli e il mondiale è appena al giro di boa. In Belgio la tensione sarà Spa-ventosa!

59 Commenti

  • I comportamento degli uomini Redbull è davvero ridicolo, sembrano quasi voler discolpare tutte le loro magagne, per adesso impunite, ma che stanno creando non poche perplessità sulle decisioni della FIA nel “non” punirli.
    Sembra quasi che ci sia uno strano accordo politico che decide a tavolino le sorti di ogni gara, c’è un aria pesante nel circus, un’aria che ti fa pensare e riflettere su possibili accordi tra il team delle lattine e la Federazione..chissà forse le mie sono solo supposizioni sbagliate, così spero.
    La Ferrari mantiene la sua signorilità nei confronti di questi cialtroni.
    Forza Ferrari, senza mappature al motore, senza tagli al fondo, senza scarichi soffiati, e senza trombetta per fare suonare il motore..siamo a 40 punti sopra tutti quanti gli altri!
    SPERO CHE LA FIA PRENDERA’ UN PROVVEDIMENTO PER LE MODIFICHE FATTE SULLA MONOPOSTO DI VETTEL IN PARCO CHIUSO DAI MECCANICI, SPERO CHE LA FIA PRENDERA’ PROVVEDIMENTI SUL DISCORSO DELLA MAPPATURA IRREGOLARE, SPERO CHE LA FIA PRENDA PROVVEDIMENTI SU TUTTI I CONTINUI RAGGIRI DEL REGOLAMENTO PER MANO DI ADRIAN NEWEY, SPERO CHE LA FIA FACCIA IL SUO LAVORO DI ONESTI VALUTATORI..ALTRIMENTI… w la maFIA!

  • ma che dite?! la redbull non bara! è rispettosa delle regole e i punti se li è guadagnati col sudore! finora non ha mai ottenuto favori dalla FIA ed è sempre stata rispettosa nei riguardi degli altri team!



    cavolo, ho scritto tutto il contrario!

  • Adesso si spiega una cosa di cui nel 2010 si parlava molto… si vociferava gia allora, che la red bull riusciva a mantenere un altezza dal suolo bassa in qualifica e in gara con il carico di 250kg di carburante l’altezza era invariata… a suo tempo si vociferava di una specie di sospensioni attive, alcuni invece dicevano che era il vantaggio delle pull rod… ma a sentire quello che sta uscendo fuori, la red bull lo utilizza da 2 anni pieni (2010 2011) e metà 2012… ora non se è piu vergognoso il loro comportamento o quello della fia…

    • Esatto ! L’ho scritto anche io, in un vecchio post di questo articolo. Sui siti di tecnica c’erano tante ipotesi incredibili. Sospensioni meccaniche che si adattavano al peso della vettura, addirittura l’assetto picchiato all’inizio era stato erroneamente collegato a questo sistema. In realta’ il segreto è veramente semplice e da squalifica. Il vantaggio è enorme e trasforma una macchina discreta in monoposto imbattibile.

      • si perchè mentre le rb in qualifica posso viaggiare bassissime con notevoli vantaggi di carico che porta cio, le altre vetture che interpretano il parco chiuso alla lettera, sono costrette a fare una qualifica con una vettura con altezza che è un compromesso, con conseguente meno carico in qualifica.. ora si spiega la q3 bestiale del 2010 e 2011 delle red bull che toglievano quasi sempre mezzo secondo (più o meno) grazie agli scarichi bassi e questo trucchetto… roba da matti

    • Ecco spiegato anche il fatto che in qualifica erano delle vere e proprie schegge, mentre in gara erano un po più normali……

      Con il pieno di carburante alzavano la vettura in parco chiuso ed a chi osservava sembrava che avesse la stessa altezza usata in qualifica.

      Sono solo sospetti, daccordo, ma essere beccati così tante volte con le mani nel barattolo della marmellata, significherà pure qualcosa!!!!????

    • MA CORRI CON RFACTOR?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!