Ricciardo, l’obiettivo è rimanere alla Toro Rosso

7 agosto 2012 11:58 Scritto da: Davide Reinato

La conferma di Mark Webber in Red Bull per il 2013, ha tolto ogni speranza a Daniel Ricciardo di fare il grande salto verso il top team che lo ha portato in F1. Tuttavia, il giovane australiano non si dice deluso e punta a consolidare la propria posizione alla Scuderia Toro Rosso.

“Non sono rimasto deluso per non avere avuto la possibilità di passare in Red Bull. Il pensiero era bello, ma me lo aspettavo. Ho ancora tempo per imparare”, ha ammesso Ricciardo.

Finora Daniel ha ottenuto solamente due punti, grazie ad un nono posto nella gara inaugurale di Melbourne. Poi il nulla. Difficile valutarne le prestazioni: la STR7 non è un missile da guerra, ma neanche un catorcio come la si vuol far passare. Che l’inesperienza di Daniel e del suo compagno Vergne influisca in tutto ciò? Molto probabile.

Ancora una volta, la Toro Rosso deciderà cosa fare con la propria line-up di piloti solamente a fine stagione. E se vi pare scontata la riconferma di entrambi i piloti, non dimenticate cosa è successo a Buemi e Alguersuari poco prima di Natale dello scorso anno: sedotti e abbandonati, silurati in tronco, senza che nessuno a Faenza potesse decidere di andare contro al volere della casa madre.

3 Commenti

  • Per me sia lui che Vergne possono diventare dei discreti piloti! Forse non lo sono ora, e forse sono in controtendenza rispetto all’ultimo “andazzo” che vede i giovanissimi andar forte fin da subito (vedi prima stagione di Hamilton, anche se di qua ad arrivare alla sua velocità…) però secondo me potranno dire la loro in futuro in Formula 1. Come avrebbero potuto dirla Alguersuari e Buemi, ovviamente!

  • La macchina fa quasi pena e i piloti sono un pò inesperti ma non sono da buttare via. Alguersuari e Buemi erano sicuramente più bravi grazie alla loro esperienza!

  • principesco88

    mi ricordo l’annuncio del passaggio in hrt e molti utenti del blog che ne parlavano bene, avendolo visto solo ai rookie test…poi il passaggio a toro rosso, e anche lì in molti erano contenti per questo ragazzo. Per me rimane un pilota insipido, nessun merito se non quello di essere raccomandato. Alguersuari era veramente un grande rispetto a lui. Preferisco comunque il compagno Vergne al cangurino.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!