Hamashima esalta Alonso: “Il top con le Pirelli”

9 agosto 2012 12:54 Scritto da: Antonino Rendina

Hirohide Hamashima è probabilmente l’uomo ombra della rincorsa iridata della Ferrari.

L’ingegnere giapponese responsabile dello sviluppo gomme, prelevato a inizio anno dalla Bridgestone, copre un ruolo fondamentale in un mondiale che si gioca tutto sulla “efficienza delle calzature”.

E’ facile parlare di “Uomo che sussurrava alle gomme”, soprattutto se si pensa al salto prestazionale della Ferrari con le gomme dure dopo un 2011 passato a litigare (e non poco) con le mescole hard.

Ma anche quest’anno, come ammesso con umiltà da Hamashima, la strada per dominare del tutto il fattore Pirelli è ancora lunga:

“Dobbiamo ancora studiare tanto per imparare il comportamento esatto di queste mescole. In base alla mia esperienza posso dire che le Bridgestone avevano una finestra d’uso più uniforme mentre le Pirelli hanno più di un picco di prestazione”.

E qui, secondo il tecnico nipponico, entrano in gioco la sensibilità e il talento del pilota: “Anche il pilota deve fare uno sforzo per usare al meglio gli pneumatici. E in questo Alonso è bravissimo, anzi non è un caso se è in testa al mondiale. Prendiamo ad esempio la gara di Valencia; la sua gestione delle gomme è stata esemplare”.

Un Alonso che ha dato prova in più di un’occasione di gestire alla perfezione l’operating window delle Pirelli, riuscendo a tirare fuori il massimo da tutte le sei specifiche delle gomme italiane.

Restano però alcune zone oscure su cui lavorare, come il giro secco e il long run a serbatoi scarichi con le soft.

Ma qui la patata bollente passa ancora una volta al bravo Hamashima. Nando sta facendo faville con la F2012, ma è compito dei tecnici consegnargli tra le mani una vettura completa sotto tutti i punti di vista.

30 Commenti

  • se posso dico la mia: secondo me alonso ormai da tempo come gestione di gomme è il migliore! ma lo era anche con le michelin e poi bridgesstone! sa quando spingere e quando farle riposare! la ferrari di quest’anno è tutto meno che gentile con le gomme! lo era molto negli anni passati ma quest’anno è l’opposto , lo dimostrano come con le gomme dure vanno meglio che negli anni passati e vanno subito in temperatura e con le gomme da bagnato vanno meglio di tutti! quindi la favola della ferrari gentile con le gomme non vale piu! detto questo , credo che ormai come gestione gomme tutti siano quasi allo stesso livello , anche hamilton mi sembra migliorato molto , riguardo kimi , anche lui molto bravo ma li credo che sia veramente merito della macchina , o almeno piu merito della macchina che del pilota , parlo naturalmente del poco degrado delle gomme! ma alonso come gestione e come utilizzo per me è il top! non lo dico io ma i risultati!

  • @ Mauro

    Se leggi il reply di Zio Ture, penso sia molto più chiaro di quanto lo sia stato io, in ogni caso sembra che una relazione con il motore ci sia:

    http://www.blogf1.it/2012/08/10/motori-mercedes-e-degrado-gomme-ce-correlazione/

  • aaaa ogni anno chi è in testa al mondiale viene beatificato da tutti (o quasi), e gli vengono dati un sacco di meriti piu o meno dimostrabili…
    come fa a dire il signor Hamashima che alonso è il migliore a usare le gomme, perchè è questo che vuole dire,????
    in ferrari ancora non si spiegano come si comportano le gomme, figuriamoci come fanno a sapere come stanno messi gli altri team, e da qui come fa Hamashima a dire quanto son bravi gli altri piloti (a gestire le gommme) rispetto a nando…cioè…poi valencia..a me non pare proprio la gara ideale, perchè è vero che ha vinto, ma ad essere onesti i migliori piloti nel gestire le gomme in quel gran premio furono i motorizzati renault.
    e alonso vinse solo perchè vettel e grojean ebbero dei problemi tecnici e perchè raikkonen rimase attardato dietro hamilton. se no a “gomme” col cavolo che vinceva…
    io non so quale sia il contributo di sto tizio giapponese, però a me pare che la grande differenza tra la ferrari di quest anno e quella dell anno scorso, stia nelll’abolizione del soffiaggio…
    poi che in ferrari abbiano fatto un ottimo lavoro nel sistemare le boiate di inizio stagione, è fuori discussione…ma è nn è certo da quest anno che la ferrari si mette in mostra per essere un auto molto gentile con gli pneumatici….

    • Non sono abituato a dare il pollice rosso senza argomentarlo.

      A Valencia, forse Fernando ha avuto un po di fortuna senza alcun dubbio, ma hai dimenticato quello che ci ha fatto vedere? Nessuno vuole dargli meriti che non ha però anche se Vettel e Grosjean non avessero avuto problemi, non credo proprio che i suoi meriti (anche nel gestire le gomme) debbano essere sminuiti.

      In secondo luogo se non lo sa Hamashima come sono queste Pirelli chi vuoi che lo sappia?

      Per quanto riguarda le altre scuderie se noi che non siamo addetti, facciamo delle ipotesi su come sono messe le altre scuderie, basandoci solo sui dati ufficiali, a maggior ragione il signor Hamashima dovrebbe essere quello più accreditato a fare queste valutazioni.

      Tu stesso dici che i motorizzati Renault andavano meglio con le gomme, allora ti faccio una domanda è merito del motore oppure del pilota??

      Infine paragoni questa Ferrari a quella dello scorso anno ed io direi che questo è un errore grandissimo, perchè, prima di tutto la macchina è completamente diversa (non a caso va meglio con le dure che con le soft) poi dalla mancanza dei soffiaggi la Ferrari, quest’anno ne ha avuto solo un danno e ti spiego il perchè:

      Chi ha sfruttato meglio il soffiaggio anche quest’anno, sono senza alcun dubbio i motorizzati Renault che con il taglio dei famosi 4 cilindri riescono ancora ad avere un certo soffiaggio ed a maggior ragione la RBR che con le mappature furbette ne accentuava l’effetto, poi il fatto stesso che hanno questa possibilità, anche in ingresso curva utilizzano una sorta di antispin automatico che aiuta notevolmente i motorizzati Renault. Infine il fatto di avere un maggior carico aerodinamico, aiuta a consumare meno le gomme perchè diminuisce l’effetto scivolamento in curva.

      Tenendo questo in considerazione, IMHO, Hamashima non ha detto una sciocchezza.

      • Quoto e aggiungo che Fernando a Valencia ha avuto fortuna con l’ingresso della SC e con la rottura di Vettel, Grosjean l’aveva sorpassato di prepotenza alla ripartenza e se ci sarebbe stato un ritorno del francese sul finale di gara e su come sarebbe potuta andare siamo nel campo delle mere ipotesi tutte da dimostrare.

        In testa alla classifica con 40 pt di vantaggio, personalmente, non penso ci si finisca per caso.

      • negli ultimi 4 giri alonso (come tutti gli altri tranne i “renault”) ha alzato notevolmente i tempi, se grojean (come kimi) girava un secondo piu forte lo avrebbe passato dai, non raccontiamoci favole…
        che poi non sia un caso che alonso stia davanti con 40 punti di vantaggio, è vero…
        però ponendo anche il fatto che alonso sia il migliore in pista, non vuol dire necessariamente che sia il migliore in tutto….
        anche perchè se la macchina non ti assiste, i risultati in stile cina o bahrein non te li toglie nessuno…

      • I tempi li ha alzati anche perché non aveva più bisogno di forzare, Kimi era a distanza di sicurezza e dopo la scottata canadese credo che Fernando si sia fatto un’idea chiara del drop-off delle gomme.

        Sul fatto che le buone prestazioni siano un’alchimia tra il pilota e la vettura mi trovi totalmente d’accordo, basta guardare dove si trova Schumacher con la Mercedes! :)

        Poi, Hamashima ha detto che Fernando è bravissio a gestire le gomme, non che sia il più bravo di tutti… Mi sembra ovvio che stia giudicando ciò che può vedere dal lavoro che svolge con lui, non mi pare che abbia declassato gli altri piloti.

      • Forse non sono stato chiaro, anche ammesso che Fernando non stesse gestendo le gomme, nelle Lotus, quanto c’è di bravura nel pilota nella gestione gomme e quanto influisce il motore??????

        Nella Ferrari di sicuro il motore influisce molto poco.

      • le piste sono tutte diverse e nn credo ne che alonso abbia del tutto mollato ne che abbia una chiara idea del consumo delle gomme in ogni gp…
        ma dai, hamashima dice che: “Anche il pilota deve fare uno sforzo per usare al meglio gli pneumatici. E in questo Alonso è bravissimo, anzi non è un caso se è in testa al mondiale. Prendiamo ad esempio la gara di Valencia; la sua gestione delle gomme è stata esemplare”.
        se non dice che è il migliore lo fa intendere benissimo….
        X maxleon:
        ma infatti, io non lo so (e non penso proprio che qualcuno lo sappia, tranne in lotus) quanto sia il valore di piloti e del motore. tu dici che il ferrari aiuta molto poco, allora dobbiamo dire che perez e a volte kobayashi, sono i guru delle pirelli??

      • @ Mauro

        La Sauber è stata l’unica macchina a sfruttare dal primo momento l’effetto coanda per gli scarichi, e quando si ha più carico aerodinamico si consumano molto meno le gomme, quindi il motore, in questo caso, influisce poco, poi, bisogna sempre far riferimento ai risultati, perchè avere una macchina lenta che consuma poco le gomme non è la stessa cosa che avere una macchina veloce ma che ugualmente è gentile con gli pneumatici ed in questo contesto, poco conta il secondo posto ottenuto in Malesia in condizioni “particolari” ed il terzo posto in Canada che è stato si ottenuto con un solo cambio gomme ma con una strategia tutta improntata al risparmio pneumatici, sfruttando i set di gomme nuove risparmiate in qualifica e senza effettuare un solo sorpasso in pista, (ad eccezione delle posizioni recuperate in partenza, per giunta il podio è stato conquistato più che altro per gli errori di valutazione commessi dalla Ferrari e dalla RBR.

      • è un tuo parere, ma non hai certo dimostrato che alonso è il pilota che meglio sa gestire le gomme… chi ti dice che non lo sia button, o vettel o grojean o perez o kartikeian??
        come fai a quantificare quanto è piu bravo uno rispetto ad un altro?
        magari non c è nessuno che meglio di hamashima sa dire chi è il piu bravo, ma allora deve anche giustificare le cose che dice, con dati e prove…io senza di esse la vedo come la solita sparata per incensare il campione di turno.
        poi potrà anche essere vero, e magari lo diranno tutti. ma leggere solo che un pilota non solo è bravo, ma è il migliore nel gestire le gomme, che mai come quest anno sono variabili in base alla temperatura, aerodinamica, vettura e assetto, mi fa veramente ridere.
        tornando a valencia…io non ho criticato i sorpassi, perchè lui li ha fatti e altri (tra cui massa) no, ma spiegami da dove capisci che alonso è stato piu bravo di tutti gli altri a gestire le gomme, e quanto merito è della macchina e quanto di alonso.

      • A me pare evidente che la Lotus consumi nettamente meno le gomme non tanto tramite l’abilita’ dei piloti, quanto tramite le caratteristiche della Lotus stessa, che tramite l’accoppiata taglio dei cilindri e geometria delle sospensioni posteriore riesce ad essere molto gentile con le gomme. Ma attenzione, questa ottima caratteristica della lotus ricorda tanto le ferrari del passato in particolare la F150, il problema di mandare in temperature le gomme quando le temperature scenderanno renderanno questa loro caratteristica controproducente.
        La Ferrari ci ha insegnato in queste 3 stagioni che essere gentili con le gomme non porta ad ottimi risultati.
        Fra le altre cose ora inizieranno le piste dove piove spesso e della lotus non ne sentiremo piu’ parlare. Pero’ non dire che è demerito dei piloti. Comunque in linea di massima è vero quello che dici per sapere chi consuma meno le gomme bisognerebbe fare un confronto ad armi pari, ma è anche vero che Alonso a differenza ad esempio di Hamilton riesce ad essere piu’ a suo agio. Mentre Hamilton quando deve gestire le gomme tira il freno a mano, mi pare un pilota che riesce ad esprimersi al meglio quando tritura e strapazza le gomme, concentrandosi solo nella guida.

      • ma infatti, poi ogni pilota ha le sue caratteristiche e il suo “range” di funzionamento ottimale, cosi come ben avete descritto quello delle vetture.
        cioè…io nn capisco come si possa affermare, con quasi certezza, che un pilota sia migliore di tutti gli altri.
        tu mi fai il paragone con hamilton, è vero..lui frena parecchio quando deve gestire le gomme, e perde di prestazione. però è anche vero che alonso ha le sue giornatacce e non riesce sempre a fare la differenza anche solo col compagno di squadra (che penso sia opinione di tutti che sia bollito), cosi come le giornatacce le hanno vettel, raikkonen o shumacher e tutti gli altri.
        cioè…magari hamashima ha una tabella riassuntiva di tutti i gp, dove ha dato un punteggio a qualifiche e gara ad ogni pilota, e da quello ha stabilito che alonso nel complesso è quello che ha sfruttato meglio le gomme di tutti…
        che ci sta come idea, ma bisogna anche vedere da dove ha preso i dati e quanto questi siano attendibili…

      • Davanti al tuo modo di esprimersi mi levo il cappello, a volte mi sembra che non riesco a farmi capire.

      • cioè, che poi dai dati ufficiali si possa capire quanto una macchina è piu delicata con le gomme rispetto a un altra è un discorso, e qui lotus, redbull, williams e a volte sauber sembrano non avere pari…però è talmente un discorso che varia in base a gran premio in gran premio, in cui già si fa fatica a capire quanto ci mette il pilota e quanto la macchina, e quindi fare un paragone tra vetture, io mi chiedo come si possa fare un paragone tra tutti i piloti, e stabilire di gara in gara di chi è il merito della prestazione delle gomme…

  • Non capisco il motivo per cui le gomme sono un problema per le prestazioni! Sembra che il mondiale si perde per colpa delle coperture……facciamo una macchina senza gomme e che corri con i cerchioni……poi si troverebbero difetti ai cerchioni!

  • Da quando la Ferrari annunciò la collaborazione con Hamashima fui subito fuducioso sullo sviluppo delle vetture di Maranello.
    Anche se non si sa in che percentuale, sicuramente il suo intervento è stato importante per il salto di qualità delle Rosse.

    Forza Ferrari Go!

  • Alonso con un treno di gomme ti fa 40 mila km..
    TUFANO GOMME con lui perde credito..ahahah

  • Spesso ci siamo chiesti il perchè la Ferrari con le gomme più soft non regge il confronfronto.

    IMHO, la risposta l’ha data lo stesso Hamashima:

    “Dobbiamo ancora studiare tanto per imparare il comportamento esatto di queste mescole. In base alla mia esperienza posso dire che le Bridgestone avevano una finestra d’uso più uniforme mentre le Pirelli hanno più di un picco di prestazione”.

    I diversi picchi di prestazione può voler dire che il setup della vettura viene ottimizzato per un tipo di pneumatici, ma lo stesso setup non va bene per l’altro tipo di mescola rientrando in un picco di prestazioni inferiore.

  • non capisco che cavolo vi ha fatto sta formula 1 di male!!! ma se non vi piace non la guardate!!! E QUELLO NON VA BENE, QUEST’ALTRO E DA CAMBIARE, LE GOMME COSI, IL DRS COLA’………. BASTA!!! LA F1 E COSI.

    • Il discorso non è che questa F1 non piace, ma le prestazioni vengono notevolmente nascoste dalla gestione gomme, ci sono piloti che potrebbero dare molto di più in gara e non possono farlo perchè c’è il pericolo che le gomme lo abbandonano.

      Credo che sia questo quello che non piace.

  • FINALMENTE QUALCUNO MI DA RAGIONE………

    e da valencia che dico che finalmente ALONSO ha capito come far funzionare ste cavolo de pirelli ed infatti il sig. HAMASHIMA me lo conferma-….

  • siamo arrivati al punto che il pilota talentuoso è quello che sa gestire le gomme…per favore cambiate questa Formula 1…!!!

    • Myriam F2013

      D’accordo con la seconda parte del tuo commento, ma la prima parte sembra una critica neanche tanto velata a Fernando Alonso !

      • La mia intenzione, in realtà, non era quella di criticare Alonso. La critica, se vogliamo, è indiretta. Quest’anno il talento di un pilota è effettivamente valutabile per lo più (sottolineo per lo più, non interamente) in relazione alla sua capacità di gestire le gomme. Fernando lo reputo molto intelligente e questa sua dote gli permette, appunto, di gestire al meglio la singola gara, anche con riguardo all’intero campionato. A questa si aggiungono altre qualità, come ad esempio il carisma o l’aggressività in gara, che consentono (direi impongono) di attribuirgli il “titolo” di Campione (anche al di là dei mondiali vinti). La distinzione fondamentale che faccio io, però, (PARERE PERSONALE, nessuno me ne voglia) è tra Campione e Fenomeno. Fenomeno, secondo me, è il pilota che eccelle per doti tecniche e “velocistiche”, a prescindere dalle qualità intellettive. La F1 del 2012, invece, mette molto più in risalto, rispetto al passato, queste ultime e le rende condizione necessaria, quasi del tutto sufficiente, per conseguire il titolo. Alonso, secondo me, è un Campione, ma non un Fenomeno. Pecca nel giro secco, in qualifica diciamo che sbaglia spesso e volentieri, e sul bagnato non ha mai brillato (quest’anno la superiorità sul bagnato è palesemente tutta della macchina). Comunque ti ripeto, il primo commento non voleva essere una critica ad Alonso, se non indiretta (questo è un “approfondimento”), volevo solo manifestare il mio malcontento verso questa “F1 degli pneumatici”. Scusa lo sfogo 😉

      • Guarda,sono d’accordo con te però tieni presente che i veri fenomeni che si sono susseguiti in formula 1 non sempre hanno vinto anzi.Quelli che tu definisci fenomeni (e anche io) cioè quelli che hanno il “manico” che gli permette di fare la differenza,che riescono ad essere superiori agli altri grazie alle doti velocistiche pure,spesso peccano in altri aspetti che sono altrettanto importanti.Di sicuro quest’anno la velocità pura e semplice conta troppo poco rispetto al passato ma è anche vero che ci sono sempre state altre caratteristiche essenziali nella storia della formula 1.Insomma a vincere di più sono sempre stati coloro che magari non erano i più veloci in assoluto ma che potevano contare su altre qualità non meno importanti.Lauda,Prost,Stewart erano tutti campioni che facevano della gestione delle gomme il loro punto di forza.Lo stesso Senna ,spesso preso come esempio di uno stile aggressivo e istintivo,in realtà era bravissimo a bilanciare tutte le qualità più importanti,tirandole fuori quando più erano utili.Anche Mansell era spericolato solo quando la macchina non gli permetteva grandi prestazioni,e allora si lanciava in manovre al limite e guidava in maniera spettacolare,ma quando la macchina lo assecondava si trasformava in un computer e non esagerava mai.Quindi ,si,sicuramente la Formula 1 odierna e fin troppo basata sulle gomme ma questo ci permette quantomeno di vedere nuove qualità saltar fuori dai piloti e ci fa capire chi ha la qualità migliore di tutte:l’adattamento e la versatilità.Lo stesso Hamilton sta cambiando in questa stagione ,segno che forse la velocità pura e il semplice “manico” non pagano sempre.

      • perfettamente d’accordo! Non puoi sapere quanto mi dà fastidio vedere Hamilton costretto ad adattarsi a questa “nuova F1″

      • Quella che auspico io, infatti, è una F1 che sì dia spazio alle qualità di adattamento e versatilità, ma che non metta così in secondo piano la caratteristica fondamentale di questo sport: la velocità pura

      • Ferrarista87

        rispetto il tuo parere..ma ho un’ altra idea. Credo che anche Fernando abbia doti velocistiche e tecniche da fenomeno…che cosa me lo fa dire??? alcuni sorpassi che ha fatto tipo quello ad Interlagos su Button nel 2011 o quello a Valencia su Grosjean nel 2012….penso di averli rivisti un centinaio di volte e sono dei gesti tecnici e agonistici da fenomeno. Le doti velocistiche beh….Alonso ha vinto 2 volte partendo dalla pole a Monza, il tempio della velocità…i piloti che riescono a fare la differenza su una pista all’apparenza ” facile” vuol dire che hanno una marcia in più….Alonso è sempre andato forte anche a Monaco, pista dove il pilota conta più che altrove….Insomma quello che voglio dire è che Alonso ora come ora è l’emblema di come un pilota dovrebbe essere….ha tutte le caratteristiche e nessun punto debole.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!