Wolff: il talento del pilota viene prima del denaro

17 agosto 2012 10:47 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Mancano ancora due settimana al GP del Belgio a Spa Francorshamps e questa dichiarazione di Toto Wolff, direttore esecutivo Williams, sembra quasi fatta ad hoc in riferimento ad una gara come quella delle Ardenne.

Da sempre spinoso per gli appassionati, ma a tratti vitale per certe scuderie, l’argomento dei cosiddetti piloti paganti continua a tenere banco: Wollf sponsorizza infatti il giovane Valterri Bottas, e nel team Williams gestisce già Pastor Maldonado e Bruno Senna, accusati di correre nel Circus soltanto grazie a lauti sponsor alle loro spalle e nomi celebri ereditati dal passato.

Ma secondo l’austriaco il discorso economico non potrà mai prendere il sopravvento su quello puramente tecnico: “Ci sono cose che non si possono nè comprare nè imparare” dice “e una di queste è il talento di un pilota. Riflessi, intelligenza, capacità di portare una monoposto al limite non potranno mai essere sostituiti da un semplice sponsor. E’ vero, lo ammetto, che il denaro può comprare un posto in F1, ma vi assicuro che c’è sempre dell’altro, in prospettiva, e il talento sarà sempre prioritario“.

Reagisce quindi alle accuse Wollf, e spera che un’altra vittoria come quella di Pastor Maldonado in Spagna e una definitiva affermazione del nipote di Ayrton smentiscano totalmente queste voci: ha deciso di lasciar spazio anche ai piloti con una valigia ricca di quattrini, ma da questa devono uscire anche numeri da grandi uomini da corsa, e il prima possibile, magari.

16 Commenti

  • considerando che entrambi i piloti sono paganti e incidono pesantemente sul bilancio della scuderia, potrebbe anche evitare dichiarazioni del genere … se Maldonado non avesse Chavez a parargli il sederino non guiderebbe la Williams … se Senna non avesse Santader e un altro sponsor che ora non ricordo non guiderebbe la Williams … è un dato di fatto …

    • alfonso1960

      PAstor MALDONADO non solo ha avuto la fortuna di essere nato in Venezuela, paese ricchissimo, ma anche di essere stato il miglior pilota GP2 nel 2010 e di aver vinto il campionato con 6 gare in anticipo, mai successo prima!. Non solo al suo secondo anno in F1 ha già vinto un gran premio, nonché si piazza ormai sempre nella top 10 con le qualifiche Q3. Ha fatto vedere che ha manico da campione e denari sufficiente per sostenere la William! Penso che a Williams non poteva succedere qualcosa di meglio di aver conosciuto Pastor Maldonado. Per finire, lui non ha nulla più da dimostrare, soltanto deve continuare a vincere e l’anno prossimo sarà un candidato per il titolo! Il fatto è che l’invidia è una brutta bestia!

      • principesco88

        alfonso sarà come dici ma in 30 gare disputate è andato a punti solo 3 volte… condivido quello che dice mycamo

      • alfonso1960

        Si è vero,considera che in due occasioni ha almeno in 6 occasioni stava per concludere tra i primi 10 e in un paio di volte all’ultimo giro! Gli manca ancora maturare a livello di razionalità! E’ ancora immaturo nel gestire la posizione perché tenta sempre il rischio senza valutare le conseguenze! Ha anche vinto un GP.

      • alfonso1960

        Si è vero,considera che in due occasioni ha almeno in 6 occasioni stava per concludere tra i primi 10 e in un paio di volte all’ultimo giro! Gli manca ancora maturare a livello di razionalità! E’ ancora immaturo nel gestire la posizione perché tenta sempre il rischio senza valutare le conseguenze! Ha anche vinto un GP.

      • In che senso “invidia”.Dici che noi saremmo invidiosi di Maldonado?Lo credi sul serio!?
        Quanto al nulla da dimostrare,è tutto da vedere. Perchè tu dici che “deve soltanto vincere” ma è proprio quel “soltanto” che deve dimostrare ed è un “soltanto” molto grosso.Ti posso assicurare che non considero Maldonado un pilota pagante(o meglio,si, forse porta anche soldi ma comunque è bravo),ma in questa stagione non ha certo fatto solo cose positive,anzi,perciò ha ancora molta strada da fare per lottare per il titolo.Però si,potrà tranquillamente vincere il titolo se matura,ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

      • alfonso1960

        Invidia tra i piloti perché ha portato 180 milino di dollari alla Williams per 4 anni e perché è fortissimo!. Si piazza sempre tra migliri in qualifica. Ha già vinto un gran premio al secondo anno, credo solo in poquissimi riuscito. E’ un fuoriclasse indubbiamente! Chiaro che deve maturare!

      • a parte che non sono invidioso (sennò lo dovrei essere di qualunque pilota di una categoria di livello mondiale dato che sicuramente sono più capaci di me nel guidare e nel portare al limite vetture da competizione estreme come F3, GP2, F1 oltre che guidare le normali auto di tutti i giorni), mi limito a ragionare per quelli, che secondo me, sono dati oggettivi … partiamo dalla stagione GP2: non si toglie nulla a Maldonado del suo titolo, ma bisogna anche ricordare che quella stagione è stata segnata da rapporti fallimentari fra numerosi piloti e squadre … il progetto di Bianchi, oppure di Bird sono falliti ancora prima di confrontarsi con Maldonado (per non parlare degli italiani) e di conseguenza la vita è stata più semplice per Pastor considerando che l’incostanza degli avversari e le capacità del team a sua disposizione …
        Maldonado (come altri piloti di F1 sia chiaro) ha avuto la strada spianata dal fatto di avere alle spalle un colosso come la Società Petrolifera di Stato venezuelana: è innegabile. Diciamo che se ho i soldi per accasarmi in un team di GP2 che sa quello che fa piuttosto che finire in uno “non vincente” (vedi per esempio l’Ocean, ex BCN) credo che faccia una sostanziale differenza …
        Poi le qualità ce le ha, ma nè più nè meno rispetto a tanti altri che corrono in F1: ha dimostrato di poter vincere in F1? Si ma ha anche dimostrato di essere molto incline agli errori e soprattutto di staccare il cervello in certi momenti (e se corri così non puoi candidarti al titolo … gli stessi problemi di Montoya). Se escludiamo la Spagna, dove ha vissuto un weekend da sogno, il resto della stagione non è stata proprio esaltante, soprattutto considerando la velocità della vettura, (fino al Canada se non a Valencia superiore tecnicamente alla Ferrari). Maldonado oggettivamente poteva raccogliere di più, molto di più: per assurdo Senna, seppur peccando in qualifica, sta mostrando un’intelligenza superiore a quella del compagno di squadra. Che poi Maldonado non abbia nulla da dimostrare mi sembra un pò esagerato: possiamo dirlo di gente che uno o più mondiali di F1 li hanno vinti, ma non di chi deve dimostrare di meritarsi ampiamente il posto che ha. Se pensiamo che Button ha dovuto andare in McLaren e dimostrare di saper tenere testa ad Hamilton (nonostante un titolo vinto) per convincere di non essere un paracarro, beh credo che Maldonado abbia molto ancora da dimostrare.
        Come tutti quelli della sua infornata: se escludiamo Vettel, tutti quelli della generazione di Maldonado sono sullo stesso livello, con alti e bassi ma niente di entusiasmante per ora. Non è detto però che il tempo consenta ad uno di questi di inserirsi fra i top driver (magari quando il sedile di uno di questi si libererà).

  • Il problema è che solo i top team non hanno bisogno di piloti paganti, ma nessun top team prende un giovane senza esperienza, per fare esperienza devi entrare in un piccolo team, ma i piccoli team hanno bisogno di piloti paganti.
    Un circolo vizioso che tiene fuori potenziali talenti squattrinati o provenienti da paesi in cui della Formula 1 non gliene frega un bel niente.

    • alfonso1960

      Ce da dire che Williams è sempre stato un top team! è in F1 da 37 anni. il team Williams ha vinto 7 titoli Piloti e 9 titoli costruttori.
      Hanno corso in William piloti de calibro di Alan Jones, Keke Rosberg, Nelson Piquet, Ayrton Senna, Nigel Mansell, Damon Hill, Jacques Villeneuve.
      Insomma se no si conosce la storia è meglio non parlare!

      • pero bisogna dire che dal 2004 se non sbaglio sono in fase calante, l’anno scorso non era un topteam, ha una grande storia ma non vuol dire che siano ancora un top team, anche se spero trovino la strada per unirsi all’allegra compagnia di ferrari mcl e lotus

      • Il discorso di michelle fila benissimo.Non è questione di conoscere la storia.Nessuno sta dicendo che la williams non è stata una grande scuderia,ti sfido a trovare qualcuno in questo blog che non lo sappia,ma DI FATTO al momento non lo è più e non lo è ormai da molti anni.Quindi ciò che ha detto è giusto,anche se non credo che abbiano preso Maldonado e Senna solo per i soldi.Almeno nel caso di Pastor hanno fra le mani un pilota buono,credo.Per quanto riguarda Senna invece credo il cognome e gli sponsor abbiano pesato di più sul suo ingaggio.

      • Alfonso, oltre alla storia bisognerebbe conoscere la Formula 1 attuale se se ne vuole parlare no?
        Non ho mai detto che la Williams non abbia fatto la storia ma altrettanto non puoi negare che al momento non può essere assolutamente considerata un top team.

    • beh dai Toro Rosso (per Red Bull) e Sauber (in parte almeno per Ferrari) hanno anche lo scopo di crescere i piloti e di svezzarli … vedi Massa o Vettel … poi è anche vero che McLaren per esempio punta molto sui giovani fin dai kart e la renault (ora Lotus) spinge ancora sul proprio team di GP2 … Certo in una F1 così tecnicamente difficile, con vetture estreme pneumatici (per volontà della FIA e anche delle squadre) di pastafrolla, spesso ai team va bene un pilota abbastanza veloce ma d’esperienza piuttosto che uno giovane. Se poi porta anche i soldi meglio. Soprattutto dal Team Lotus in giù …

  • Be certo facile dire che un pilota per “sfondare” deve avere anche talento e che quindi se manca quello non diventerà un geande campione, intanto peró se porti soldi avrai la possibilità di dimostrare il tuo eventuale talento, altrimenti puoi anche essere un mix di schumacher senna prost e alonso ma te ne resti a casa!!!! Molto giusto!!!
    Ma va………….

  • Se è così perchè non hanno tenuto Hulkenberg! Lo hanno preferito a Maldonato e poi hanno preso Senna per il suo immenso talento, certo…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!