Newey: il divieto degli scarichi ci ha penalizzati

18 agosto 2012 13:45 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Tempo di pause e di bilanci di mezza stagione, con conseguenti osservazioni su dove ogni squadra si trovi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Al di là dei numeri puri, le ultime dichiarazioni di Adrian Newey si focalizzano su un dettaglio tecnico non trascurabile: quanto il divieto degli scarichi soffiati e dell’ala flessibile ha penalizzato la Red Bull versione 2012?

A suo dire un danno c’è stato: “E’ andata più o meno come ci aspettavamo prima dell’inizio del campionato” -dice – “di sicuro aver sviluppato la tecnologia degli scarichi soffiati, averla ottimizzata e poi averla persa assieme ad altri cambiamenti regolamentari ci ha penalizzati non poco“.

Un divieto che, pur interessando la maggior parte delle squadre, ha secondo il progettista danneggiato in particolare il proprio Team, che come detto faceva dell’idea di Newey uno dei motivi trainanti della monoposto: “Rispetto agli altri eravamo quelli ad utilizzare la tecnologia degli scarichi da molto più tempo, e questo di conseguenza ci ha portati ad aver bisogno di più tempo e più energie per trovare ed applicare una soluzione alternativa, dopo il cambio di regole“.

Una piccola grande rivoluzione alla quale si è aggiunto l’inconveniente delle mappature del propulsore, con annesso rischio penalizzazione da parte dei vertici FIA in quanto considerate non conformi.

Una modifica – inaspettata – che è arrivata appena prima della pausa estiva, al GP di Ungheria: “Abbiamo dovuto lavorare con Renault per fronteggiare un ulteriore cambiamento che ci ha permesso di chiarire definitivamente le richieste del regolamento“, dice ancora Newey.

Una gara difficile per Vettel e Webber: “Sebastian ha finito la corsa al quarto posto, ma ha dovuto lottare molto per mantenersi al passo di McLaren e Lotus“.

Dove si trova dunque questa RB8, sorella minore della vettura campione del mondo? “Siamo in questa situazione, questa è la nostra forma attuale,e di certo dobbiamo lavorare per riportarci a condizioni migliori” conclude il britannico.

Non gli si può dare torto, visto che ad oggi, pur guidando la classifica costruttori, i punti della Red Bull sono 53 rispetto ai 103 della passata stagione: quasi la metà, a dimostrazione del fatto che in questo 2012 le carte sul tavolo si sono mescolate incredibilmente.

22 Commenti

  • beh è inutile lamentarsi, è evidente che il divieto sugli scarichi è stato fatto per penalizzare la RB esattamente come anni fa il congelamento allo sviluppo motori ed il divieto di prove private sono stati fatti per penalizzare la Ferrari.

    La verità è che un campionato a senso unico non lo vuole nessuno perchè fa calare gli ascolti e di conseguenza gli introiti.

  • nella passata stagione la redbull ha recuperato di colpo 1 sec nel mese di pausa tecnica quest’anno potrebbe accadere la stessa cosa perchè e’ chiaro che newey ad agosto non si mette di certo a prendere il sole in spiaggia, speriamo soltanto che quest’anno i nostri abbiano fatto altrettanto perchè a settembre la redbull vola

  • sulla questione scarichi soffiati newey è ormai un disco rotto, e da inizio stagione che si lamenta

  • davide cristina

    Un grande GRAZIE alla FIA !!!!!
    Grazie a loro siamo arrivati al punto che uno si lamenta perchè senza aggirare “genialmente” le regole viene penalizzato.
    REGOLE CHIARE , SEMPLICI E VELOCITA’ E SICUREZZA NEL FARLE RISPETTARE!!!! Grazie.

    • Secondo me questa è un altra faccenda spinosa. Si dice che esistono delle zone grigie del regolamento e qualcuno riesce ad interpretarle perche’ è piu’ bravo. Credo sia Falso, in realta’ esiste un ” Arbitro ” che oggi sdogana una soluzione che non sarebbe regolare per poi bocciarne un altra che pur interpretando il regolamento viene bocciata subito. E’ questo il punto cruciale, posso fare tanti e tanti esempi di soluzioni bocciate e soluzioni che sono passate. La FIA nasconde il suo controllo occulto, in un regolamento che un giorno puo’ essere interpretato un altro invece deve essere rispettato anche nello spirito.
      Ci possono essere due strade da percorrere, essere rigorosi e restrittivi anche sulle cosiddette zone grigie del regolamento SEMPRE e CON TUTTI I TEAM, oppure rendere il regolamento piu’ aperto in modo da fare emergere nuovi talenti e soluzioni aerodinamiche e meccaniche nuove.
      Se ci pensiamo gli scarichi soffiati varrebbero quasi zero in una situazione di regolamento aperto e Newey potrebbe confermarsi un genio oppure potrebbe essere surclassato dalle nuove leve.

  • C’é qualcuno che mi puo indicare come caricare l’immagine nel logo di presentazione? Grazie!

  • Le vittorie se le devono sudare rispettando il regolamento non sorvolandolo! Gli dovrebbero togliere tutti i punti del Campionati Costruttori!

  • Il principale difetto di Newey è la presunzione e l’atteggiamento da prima donna.
    La penalizzazione c’è stata dopo ben 3 anni d’utilizzo, quasi un record per un sistema che ha suscitato molti dubbi sopratutto per l’utilizzo del motore come elemento aerodinamico attivo.
    Si parte dal 2010 con gli scarichi bassi, per arrivare ad oggi….
    Il capitolo è chiuso posso citare mille esempi di soluzioni vietate in f1 dopo un solo anno che hanno penalizzato le scuderie. Newey non ha nessuna scusa oggi, aveva tutto il tempo per progettare una nuova monoposto ma credo che anche lui sia invecchiato e come i vecchietti ha la solita fissa. Se è veramente un genio che inventi qualcosa di nuovo, che sia regolare pero’ questa volta senza compromessi o mini cacciaviti da nascondere nelle dita dei meccanici per variare l’altezza da terra a parco chiuso.

    • Aspetta un secondo io no voglio passare per quello che scusa tutto quello che ha fatto la rbr in questi anni, se c’è un regolamento è ovvio che bisogna rispettarlo, poi di come la fia gestisca e faccia rispettare questo regolamento non parliamone neanche perchè non sono il massimo della correttezza.
      il mio discorso sta alla base, cioè sulla stupidità e la rigidità del regolamento, abbiamo una formula uno con solo 4 motori diversi, le cose che cambiano sono a livello aereodinamico e anche li si comincia a limitare troppo, è questo che mi fa “imbestialire”

      • E’ da anni che affermo questo, il regolamento è becero e non equo . Tant’è vero che gli scarichi che sono comunque un interpretazione molto fantasiosa, hanno avuto una grande importanza proprio perche’ hanno creato la differenza in un regolamento molto restrittivo. Non c’è solo Newey ci sono tecnici che non possono esprimersi sia perche’, il regolamento è troppo chiuso sia perche’ non militano nel team che ha piu’ potere politico in grado di ” Sdoganare ” una nuova soluzione che possa definirsi ” Regolare “.
        Mi chiedo quindi quanti nuovi geni stiamo perdendo,
        molti ingegneri meccanici ad esempio non hanno nessun modo per scendere in campo con nuove soluzioni, altri se cercano in qualche modo di mettersi in evidenza sono castrati dalla FIA vedi regolatore d’assetto.
        Il problema principale è il regolamento e la gestione della F1 legata piu’ agli interessi economici.

      • ok allora la pensiamo uguale

  • Il genio dovrebbe cambiare il disco al cervello, dice sempre la stessa cosa da due anni.

  • Va bene essere tifosi di una scuderia invece che di un’altra ma questo nel suo campo è un genio, chi non riesce ad ammetterlo non è onesto con se stesso o non sa di cosa parla… qua tutti gli rinfacciano gli scarichi soffiati (che poi non sono sua invenzione, ma è stato il migliore a sfruttarli…) ma se guardate queste innovazioni/queste idee da un punto di vista puramente ingegneristico e non da tifosi non si può far altro che applaudire e incazzarsi perchè il regolamento della F1 è una montagna di cavolate che limitano gli ingegneri.
    La F1 deve essere un campionato prototipi dove si continua a sperimentare non un campionato dove anche solo una vite diversa dalle altre comporta un irregolarità

    • Gli scarichi, le mappature, il motore in generale, non dovrebbe avere nulla a che fare con l’aerodinamica è questo il principio generale cui la Federazione doveva ispirarsi per far rispettare il regolamento e Newey è un aerodinamico, per cui non dovrebbe avere nulla a che fare con il motore, considerarlo un genio solo per questo mi sembra esagerato, daltronde se lui stesso ammette di essere stato penalizzato da questo, sminuisce da solo il proprio valore, poi vedremo se saprà inventarsi qualcosa di regolare per il futuro.

      Nel frattempo lui, insieme a tutte le altre squadre motorizzate Renault sfruttano una concessione che IMHO, va molto oltre lo spirito sportivo, quello di poter tagliare quattro cilindri in fase di rilascio.

      Criticare la FIA, quindi va bene, ma considerare Newey un genio per le carognate che ha combinato mi sembra un po troppo.

      • Newey ha perso molta della mia stima negli ultimi anni. Prima lo consideravo un genio e la sua storia lo conferma ampiamente. Dopo gli anni piu’ difficili si è messo in evidenza con la sua bellissima creatura la RB5 una monoposto ” Regolare ” che riusciva in qualche modo ad essere veloce come la BRAWN senza il diffusore, con la RB6 Newey inizia a creare polemiche su un eventuale sistema che mantiene l’altezza costante da terra, oggi si scopre che questo sistema è in realta’ una grande furbata, un sistema meccanico appositamente studiato per essere modificato in parco chiuso dai meccanici, poi arrivano la RB7 e Rb8 che oltre ad avere tale sistema illegale usa il motore come elemento aerodinamico. Newey si prende dei meriti per palesi scorrettezze che non ha avuto nemmeno il piacere di progettare perché sono dei sistemi meccanici e penso proprio che lui sia stato solo il regista. Secondo me l’unica genialata è stata la RB5 e parte della RB6 poi è andato avanti solo cercando la strada piu’ facile anche se gli do il merito di aver introdotto l’assetto RAKE seppur ideato per sfruttare gli scarichi soffiati irregolari in rilascio!. Mi piacerebbe che tornasse quello di una volta ma mi pare che oggi sia diventato ancora piu’ pieno di se denigrando gli avversari, ad inizio campionato disse che il pull rod Ferrari è inutile oggi scopriamo che Mclaren e Lotus stanno studiando tale soluzione per il 2013.
        Invece di lamentarsi dovrebbe spremersi le meningi e progettare l’erede della RB5 che è stata la base di tutte le red bull odierne.Dovrebbe prendersi il suo anno sabbatico e concentrarsi nella vettura del prossimo anno lavorando in silenzio per cercare di recuperare un po’ di credibilità. Secondo me comunque è alla Frutta, credo sia arrivato il suo momento oggi come oggi lo vedrei male in Ferrari all’apice della sua presunzione e al minimo della sua genuina creatività.

      • Perfetto zio Ture, come al solito condivido esattamente il tutto.

        Se Newey è un genio (della truffa) cosa dire di Byrne?

  • ma per cambio di regolamento, intende il fatto che la FIA ha deciso di far rispettare anche a loro il regolamento che dava agli altri??
    povero cucciolo!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!