Senna vuole “staccare” Bottas in Qualifica

18 agosto 2012 16:04 Scritto da: Diego Mandolfo

Alla Williams c’è un pilota che va sbattendo a destra e a manca ma che però ha vinto un Gran Premio e per questo ha messo il suo 2013 in cassaforte: Pastor Maldonado. Il suo compagno di squadra, blasonato nel nome e (al momento) meno ricco di risultati deve invece guadagnarsi la fiducia e la riconferma per la prossima stagione: Bruno Senna.

Il primo non sta simpatico a molti: scontroso e spigoloso ha spesso dimostrato di non rispettare il galateo della pista, facendo infuriare anche i “mostri sacri” del Circus. Il secondo ha sempre dovuto fare i conti con il peso di un cognome che si è voluto mettere sulle spalle (lui è il figlio della sorella di Ayrton) un po’ per fare marketing personale un po’ per continuare la tradizione di famiglia.

Poi c’è un terzo incomodo, l’eterna riserva che scalpita in panchina, che prova al venerdì e che attende un passo falso delle prime guide per diventare titolare: il finlandese, Valtteri Bottas. Adesso però, Bruno Senna ha detto che ha ben chiaro davanti a sè quello che dovrà fare da qui alla fine della stagione per garantirsi il sedile Williams anche per l’anno prossimo: andare forte in Qualifica.

Nelle dichiarazioni rilasciate all’Agenzia AFP, il pilota brasiliano ha ribadito quanto quello attuale sia un Campionato estremamente difficile e competitivo e quanto pochi decimi di secondo possano fare la differenza. Fondamentale quindi partire bene: “L’unica ragione per cui abbiamo segnato buoni punti in Ungheria è perché ci siamo qualificati bene, e dobbiamo continuare a farlo. Tutti hanno bisogno di opportunità di crescere e questo vale anche per me. Ho bisogno di una possibilità di crescere e di sviluppare la macchina. E’ probabilmente la più dura stagione in Formula 1 da tanti anni … con un decimo di secondo si può essere cinque o sei posizioni avanti o indietro.

Il 28enne, nipote del tre volte campione del mondo Ayrton Senna, ha analizzato rapidamente la sua stagione e le sue prestazioni: “Nelle gare penso di star facendo abbastanza bene. Come ho detto, le qualifiche saranno la chiave per mantenere il posto il prossimo anno e, auspicabilmente, anche oltre. Non ho nulla di cui preoccuparmi ora. Penso che abbiamo avuto una forte performance complessiva e sto imparando, sto migliorando e e l’esperienza mi aiuterà in questa seconda fase della stagione.

Guardando la Classifica Piloti, Senna, nonostante la vittoria del suo indisciplinmato compagno di scuderia, Pastor Maldonado, è attualmente 15° nella classifica piloti, a soli cinque punti dal venezuelano. Tuttavia c’è chi maligna che, qualsiasi saranno i risultati di Bruno, Bottas, che punta a una lunga carriera in Williams, prenderà comunque il suo posto il prossimo anno. Il finlandese, finora, ha girato al venerdì già otto volte su undici gare, sempre al posto del brasiliano. Il suo miglior risultato ottenuto finora è il sesto posto in Malesia. Tutto questo mentre, d’oltreoceano, il vecchio col dente avvelenato (Rubens Barrichello) punzecchia la sua ex squadra e ritiene che la sua presenza avrebbe fatto bene alla stagione di Maldonado. Lui non esclude un suo ritorno in F1, ma difficilmente troverà posto fra questi famelici ventenni.

2 Commenti

  • Non ci posso fare niente, non lo sopporto. Non lo sopporterei nemmeno se vincesse sei mondiali di fila. E’ solo un nome e un casco. Piede zero.

  • Dipende tutto dalla situazione economica di Williams … per quanto ne so Bottas non ha tantissimi sponsor in dote … per il resto Senna ha fatto un’analisi corretta della sua situazione … il punto è capire se ha le capacità e la velocità per migliorare le sue prestazioni, oppure se la qualifica ungherese è stato un semplice caso … vedremo …

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!