Newey teme Ferrari e Mercedes con i nuovi turbo V6

20 agosto 2012 12:59 Scritto da: Davide Reinato

L’introduzione dei motori V6 Turbo, a partire dal 2014, potrebbe portare la Formula 1 in una condizione diversa da quella attuale, dove le prestazioni si ottengono sempre più affinando l’aerodinamica. Il nuovo regolamento tecnico, infatti, cercherà di dare maggiore importanza ai motori e meno all’aerodinamica.

Questo preoccupa fortemente Adrian Newey che, in una intervista ad Autosport, ha ammesso: “Nel 2014 avremo una variazione delle prestazioni del motore. Questo significa che anche le unità ad esso correlate subiranno delle modifiche. E’ possibile che un costruttore si avvantaggi molto rispetto agli altri e, a quel punto, non avrebbe difficoltà a vincere”.

Il direttore tecnico della Red Bull, che ha già criticato le restrittive regole sulla costruzione dei telai di F1, teme che per il 2014 la situazione possa notevolmente complicarsi. “Le norme sui telai e sull’aerodinamica saranno ancora più restrittive di quello che già abbiamo oggi. Quando si tratta di installare un motore su una monoposto, si pensa che le squadre lavorino a stretto contatto con il proprio fornitore. Resta da vedere quanto vantaggio riuscirà a prendere un team rispetto agli altri”, ha aggiunto.

Infine, ha concluso una frase sibillina: “Potremmo addirittura pensare ad un campionato Costruttori solo per i propulsori”.

 

13 Commenti

  • La paura di Newey è questa:

    Sa che la Ferrari potrebbe trarne un grosso vantaggio perchè studierà l’intera unità motrice per la sua vettura, mentre la Mercedes svilupperà un motore che dovrà accontentare più di una vettura di vertice. La renault invece potrebbe puntare sulla redbull. Forse la mercedes dovrà cercare un compromesso, e non è detto che sia la situazione migliore, ogni reparto di progettazione ha delle esigenze diverse.

    Situazione molto complessa.

  • E’ evidente che sono stati favoriti dal “congelamento” dei motori che temono di perderlo nel 2014.

  • La paura di Newey, IMHO, è dovuta al fatto che, inevitabilmente, con i nuovi motori, più che uno stravolgimento, ci sarà un livellamento delle forze in campo e, diciamocelo chiaramente, se ora i motori Renault possono ancora dire la loro, lo devono alla famosa deroga sul taglio dei 4 cilindri, tolta quella, credo che scivolerebbero in fondo alla classifica. Quindi la vera paura è che dal 2014 dovranno ricominciare a studiare qualcosa a livello politico e regolamentare per riottenere da una parte altri benefici e dall’altra cercare di sopperire alle deficienze del motore Renault con altre trovate “al limite del regolamento”.

  • Con motori decisamente piu’ compatti e variabili legate a posizione e dimensioni di scambiatori di calore e turbine il ” genio” potrà sbizzarrirsi in soluzioni al limite della meccanica e della legalità, non credete neppure per un attimo a quello che dice e’ pura pretattica dopo 25 anni e passa in f1 lo conosciamo bene

  • L’anomalia è oggi dove per andar più forte al motore invece dei cavalli si chiede di non far bruciare la benzina nei cilindri ma piuttosto farla detonare negli scarichi, il motorsport dovrebbe “anche” premiare il motore più potente.

  • Comunque è la solita spocchiosità tipicamente inglese. Sono cosi’ Snob che per gli ex costruttori inglesi il motore era un vile accessorio… basta vedere la loro industria automobilistica che gia’ da anni utilizzava motori in affitto, fino a scomparire acquistata da marchi indiani.
    Adesso da quello che dice Newey chi si costruisce il motore sarebbe avvantaggiato come appunto la Ferrari. Nel recente passato costruire motore e telaio è stato per la Ferrari uno sforzo doppio rispetto a tutti questi assemblatori inglesi della domenica che hanno vinto mondiali investendo molto meno. Invece per un decennio la f1 è stata solo aerodinamica, dimenticando la meccanica e i motori che devono per forza di cose essere importanti almeno al 50%. Ma gia’ dal secondo anno quando i motori saranno congelati tutto tornera’ come una volta…

  • Finalmente la competizione torna ad essere quella di una volta, almeno per il primo anno e Newey gia’ ha paura di correre in un campionato vero e non finto dove i piccoli imbrogli sull’aerodinamica diventano fattori fondamentali.
    E’ veramente un folle cio’ che è anomalo è correre in f1 dove i motori sono congelati e dove solo le sue interpretazioni del regolamento passano mentre gli avversari non possono cercare la scappatoia.

    Ci ha fatto due marroni cosi’ con questi scarichi, che si è fumato il cervello.
    Finisce la pacchia… !

  • Forse sir Adrian non ha ben chiara una cosa: se si è arrivati a questo, la colpa è anche sua.
    Al di là del diffusore double deck sulla Brawn, sono state le sue macchine le più discusse degli ultimi anni. Ogni tanto sembra di essere tornati ai tempi dei giochetti della Benetton.

    Personalmente dico: ERA ORA. se davvero il regolamento 2014 prevede forti restrizioni aerodinamiche (cosa di cui dubito fortemente… le macchine in un qualche modo bisognerà tenerle per terra, no?), beh, sarà una gioia per gli occhi. Piloti come Hamilton, Raikkonen e compagnia daranno puro spettacolo, torneremo a vedere F1 che derapano, sorpassi VERI in staccata. Ripeto, solo a pensarci mi viene l’acquolina.

  • davide cristina

    Speriamo che tutti progettino f1 rispettose del regolamento e del suo cosiddetto spirito .Nessuna furbata stile Brawn o RBR .Te capit Adrianino

  • principesco88

    ti piace vincere facile? ponziponzipopopom!

  • Sai com’è, la Formula 1 è uno sport “motoristico”… -.-

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!