Crash e risse, il saloon di Spa 1998

28 agosto 2012 00:01 Scritto da: Marco Di Marco

Se c’è un circuito che affascina gli appassionati di Formula 1 per la sua storia e per le sue curve, quello è sicuramente Spa. E se c’è una gara che rimarrà per sempre impressa nella mente degli appassionati di motori, quella è certamente l’edizione 1998 svoltasi sul circuito dislocato sulle Ardenne.

In quella stagione,  Schumacher e Hakkinen erano gli sfidanti principali per la conquista iridata. Il tedesco, al volante della modesta F300, affrontava il suo circuito preferito alla disperata ricerca di punti mondiali per completare la rimonta nei confronti del finlandese della McLaren.

Pronti via e, subito dopo la prima curva, la megacarambola è servita. Il circuito, bagnato da una fitta pioggia, era pronto a tendere la trappola. David Coulthard, al volante della McLaren, si intraversò in accelerazione andando a picchiare col muso il muretto del breve rettilineo che porta all’Eau Rouge. La sua vettura rimasta in mezzo alla pista diede luogo al più grande autoscontro che la storia della F1 ricordi, coinvolgendo ben 13 vetture. Fu necessaria ben un’ora di tempo per ripulire la pista dai detriti in carbonio delle monoposto che furono anche regalati ai numerosi spettatori presenti nelle vicine tribune da alcuni commissari.

Al secondo start, ancora una volta sotto una pioggia batttente, fu il leader della classifica Hakkinen ad essere coinvolto in un contatto con Herbert, al volante della Stewart, ed a doversi ritirare.

Il comando della gara fu inaspettatamente preso da Damon Hill al volante della Jordan, ma un certo Michael Schumacher era pronto ad aggredire la preda. Al giro numero 8 il tedesco, in uno stato di grazia totale quel giorno, superò senza difficoltà Hill, girando con un ritmo inarrivabile per gli altri.

Il distacco dal pilota inglese aumentava a dismisura e dal muretto Ferrari nessuno osava frenare la cavalcata solitaria di Michael. Ma, a posteriori, sarebbe stato meglio che un ordine dai box fosse arrivato.

Giro 24, Schumacher si appresta a doppiare Coulthard. Lo scozzese della McLaren, avvisato dai box dell’arrivo del tedesco, alza il piede ma rimane in traiettoria. La nuvola d’acqua alzata dalla freccia d’argento impedisce all’alfiere Ferrari di vederne la posizione. E’ un attimo, il botto è inevitabile. Schumacher colpisce con l’anteriore destra il retrotreno della McLaren.

Le facce ai box della rossa sono incredule. Qualcuno pensa che il tedesco, imitando Gilles Villeneuve, proseguirà la gara su tre ruote, ma è solo un pensiero fantastico di un secondo.

La Ferrari numero 3 torna ai box zoppa. Schumacher salta come una furia dall’abitacolo e scuro in volto si dirige verso il box McLaren per farsi giustizia nei confronti di Coulthard. Todt e Domenicali provano ad arrestare la folle corsa del tedesco ma solo l’intervento dei meccanici McLaren impedisce ai due piloti di trasformare l’evento automobilistico in un incontro di box.

Schumacher ritorna mestamente nei box conscio di aver gettato al vento un’occasione d’0ro, mentre in pista un incredulo Hill taglia il traguardo davanti al compagno di squadra Ralf Schumacher, regalando ad Eddie Jordan la prima vittoria della storia della scuderia.

Come sempre, Spa, regala emozioni che nessun altro circuito riesce a dare.

33 Commenti

  • ahahah il video da la piena colpa a shumacher…
    Al di la di questo, io non so di chi sia la colpa, so solo che la Formula uno sta diventando la massima serie dei teatrini, quindi niente vieta ai tifosi di pensare che dietro questo incidente ci sia stata la volontarietà di qualcuno…
    Certo è che di prove mi sembra che non ce ne siano, a parte dichiarazioni piu o meno attendibili.
    Dalle immagini si vede un palese rallentamento di coultard, ma chi saprà mai se lo fece per farsi passare o per farsi tamponare.
    Per quanto riguarda shumacher, il teatrino del post incidente mi fece ridere allora e mi fa ridere ancora ad oggi, perchè se ha tamponato coulthard è perchè probabilmente non l ha visto (per ovvie ragioni visto la mole di acqua in pista)…come fa uno ad incazzarsi senza sapere nemmeno cos è successo…ma va beh, per me dentro di se si sentiva con la coda di paglia. Inoltre lui che va a fare lo spaccone nel box mclaren è una sceneggiata da far west…ovviamente tutto grasso che cola per ecclestone…

  • Tutto calcolato! Era palese…

  • alexander brandner

    Quella si che era formula 1, oggi con quella pioggia non partono neanche con la sefty car aspettano pazienti che smette di piovere (anche 4 ore) e poi asciugano la pista, che squallore

    W Ferrari!

    • MotoreAsincronoTrifase

      diciamo che c’e’ questa regola a dir poco idiota del parco chiuso. Allora se assettavi la macchina da asciutto e poi pioveva potevi correggerla. Adesso se assetti la macchina da asciutto il sabato vorrei vedere come fanno a correre su una pista piena di rivoli d’acqua.

  • coulthard,non aveva neppure il fanalino post.acceso!!!!(o sbaglio?)atutte le volte che guardo quella scena,mi sembra incredibile.

  • Caribbean Black

    Che pagliaccio che fu Schumacher in quell’occasione….incredibile.

    La cosa piu ridicola, al di là della pagliacciata di Michael, è che c’è ancora oggi a distanza di 14 anni, chi crede coulthard lo fece apposta, quando coulthard non credo si sognerebbe mai di mettere a repentaglio la propria vita, così come quella dei suoi colleghi, causando un incidente assurdo come quello.

    Sarebbe assurdo e controsenso, anche perchè coulthard, non ha mai aiutato hakkinen in quel mondiale, così come quello dell’anno successivo, nel quale ha causato piu danni che gioie al team di woking, rischiando persino di farglielo perdere.

    Ma vabbè….oramai sul blog, ogni anno si ripete la solita storia, una volta arrivati a SPA…sempre lo stesso video, sempre la stessa polemica.

    Sdrammatizzando….ad inizio telecronaca, dopo la partenza, mazzoni dice:

    “tutto regolare sino a questo momento…”

    ….e dopo un secondo….il groviglio allucinante ahahahahhahahahah

    Uno jellatore! peggio del colacorna!

    • Be’ se siamo riusciti a credere all’ incidente “controllato” di Piquet junior,allora non vedo perché non dovremmo credere a questo.E poi mi pare che in quanto a incidenti “casuali” Senna e Prost hanno fatto scuola,e in un epoca in cui si rischiava anche di più.E’ evidente che i piloti a volte spengono il cervello e non c’è vita a repentaglio che tenga.

    • Ciao Caraibico. Io ammetto che possa non essere frutto di una strategia della McLaren, o di un’idea di Coulthard.
      Ma che Schumacher abbia commesso errori di qualche tipo lo escludo. Come escludo che una persona normale non possa arrabbiarsi dopo un episodio di quel tipo.

    • coulthard e’ quello che nel processo sulla morte di senna disse che era normale che la colonna dello sterzo ballasse tanto in una f1!
      Di incidenti voluti ne ho visti tanti in f1 da Prost a suzuka nell’89 a senna l’anno successivo alle speronate mondiali di schumacher nel 95 al 97 non parliamo di piquet jr, quindi non mi scandalizzerei piu’ di tanto per la manovra di coulthard, sono d’accordo con te sulla reazione eccessiva di schumacher ma solo perche’ lui in carriera ha fatto di peggio non per la santità di coulthard.

    • Non c’è bisogno che scriva commenti su coulthard ti invio solo un video che dimostra la grande ” correttezza ” del pilota scozzese che sin dalla Williams ha corso solo e sempre come ” Scudiero ” per non dire altro..

      http://www.youtube.com/watch?v=myB11YBTNXw

      Il pagliaccio è lo scozzese non riesco a capire perche’ abbia avuto una carriera cosi’ lunga e corso con vetture che hanno vinto dei titoli mondiali come la Williams e la Mclaren sempre con risultati mediocri persino la Redbull quando si è liberato di questo pseudo pilota ha messo le ali. La grande dote di coultard lo speronatore fallito!

      • Sono poco obiettivo se dico che quella ruotata somiglia molto a quella ben più famosa di Schumacher a Villeneuve a Jerez?
        Analizzando le cose si dovrebbe non farsi prendere mai troppo dal fattore emotivo…

  • Se davvero Coulthard lo fece apposta credo che sia stata una delle più grosse e pericolose scorrettezze della storia della Formula 1, roba da ritrovarsi con due morti in una gara sola. Perchè se rivedete l’incidente si nota l’altezza a cui sale dopo l’incidente la ruota persa da Schumacher, segno evidente della differenza di velocità delle due monoposto.
    Le critiche a Schumacher per l’incidente, a quel tempo, fanno parte del misto di incompetenza e malafede che certa stampa italiana non perderà mai.
    Oh ragazzi, ben ritrovati, tra tre giorni si torna a divertirsi, eh!

  • Una gara d’altri tempi… ero un ragazzino e tifavo Hakkinen perchè era una novità… e, diciamolo, le McLaren erano stupende… comunque mi mancano quei tempi.. le gare vere sotto la pioggia… oggi sarebbero partiti dietro la safety car… e niente carambola
    Per quanto riguarda coulthard, ho sempre pensato che l’avesse fatto apposta, ma anche che schumy avrebbe dovuto essere un po più lungimirante con mika ritirato.
    SOPRATTUTTO conoscendo di cosa erano capaci alla McLaren.

  • dopo quell’incidente coulthard ritorno’ in pista viaggiando ad un ritmo nettamente piu’ veloce, inutile fare altri commenti, senna e’ stato 1000 volte piu’ uomo di coulthard ammettendo la volontaria ricerca dell’incidente a suzuka 90

    • per par condicio và ricordata anche una manovra identica attuata da schumacher ai danni di hakkinen a macao ai tempi della f3, rivedetevela su youtube, chi di spada ferisce di spada perisce!

      • in quel caso si trattò di un contatto per un cambio di traiettoria dell’ultimo istante di michael…non di un rallentamento voluto…

  • Ricordo un immagine dall’elicottero dove si vedeva che coulthard all’inizio accellera e le macchine hanno una decina di metri di distacco poi di colpo schumy gli piomba addosso come se fosse fermo

  • ridicolo il commento del video della gazzetta, come sempre antischumacheriano per posizione presa. secondo questi “esperti” masticatori di corse, schumi avrebbe dovuto andar piano perchè aveva tanto vantaggio??? che cosa assurda…il giornalismo italiano fa pena,soprattutto per la formula1 (notare gli svariati errori di mazzoni nel commento, ormai ci siamo abituati…) cmq è palese che coulthard l’abbia cercato di proposito il contatto. per chi come me ricorda la gara sul serio e non per “sentito dire”, non può non ricordare che per ben 2 giri lo scozzese aveva bandiera blu e addirittura jean todt andò da ron dennis per sollecitarlo a lasciar strada….

  • In quel periodo la Mclaren faceva i giochi di squadra con Coultard c’erano gia’ stati un paio di episodi in cui lo scozzese aveva tentato di ostacolare Shumacher in altre gare, finite male pero’ per il pilota della MClaren. Nell’articolo si parla a senso unico, la Ferrari doveva frenare Shumacher ??
    E la Mclaren avvisa il suo pilota… per farsi doppiare o per ostacolare Shumacher ?

    La verita’ non la sapremo mai, ma guardando le altre gare di quella stagione e conoscendo Ron Dennis e la Mclaren di quel periodo credo che sia stato fatto di proposito. Comunque bisogna riconoscere la grande sportività di Hakkinen all’interno di un team scorretto a 360° gradi

    • Continui a fare il comico….?

      • Tu continua a sognare e a vivere nel mondo delle illusioni…

      • Caribbean Black

        Zio Tù…è ufficiale…oramai t’è partita la brocca….

        il mio consiglio del giro turistico rilassante per la Trinacria, mi pare che tu non l’abbia ascoltato….

        Cio che dici sulla mclaren di quegli anni, è incommentabile, pertanto, mi redimo dal dire qualunque cosa.

  • David Coulthard quando era passato in red bull nel 2005 dichiarò di averlo fatto (farsi tamponare da schumi)per permettere di non far recurare punti da parte del tedesco su hakkinen

  • In quella gara Coulothardo fece più danni di Schettino!
    Da ritiro della superlicenza!

  • davide cristina

    Tutti i servizi di questo blog sono interessantissimi e belli , apprezzo soprattutto quelli che tornano nel passato.Ricordo quel gp come uno dei più movimentati ed appasionanti da quando seguo la F1 (1987).La partenza fu tragicomica , ricordo che dapprima rimasi stupito in silenzio , poi mi misi addirittura a ridere divertito nella speranza che nessuno si fosse fatto male , incredibile!!Per quanto riguarda il “crash”,resto ancora convinto che la manovra di Coulthard fu premeditata ed ordinata da un certo Ron Dennis, Schumacher nella foga di dominare la gara ci cascò come un principiante perdendo punti pesanti.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!