Marmorini introduce alle gare di Spa e Monza

28 agosto 2012 00:02 Scritto da: Redazione

Spa Francorchamps e Monza. Due gare back to back, a distanza di soli sette giorni, concluderanno la stagione europea della Formula 1. I due circuiti sono molto interessanti e particolarmente ostici per i motori: Ferrari ha ben pensato di condurre un’intervista a Luca Marmorini, motorista del Cavallino, nel consueto Ferrari Racing News, per fare il punto della situazione.

L’ingegnere toscano ha così descritto le prossime due tappe del Mondiale: “Spa e Monza sono due circuiti storici e importanti, soprattutto per i motori. Ci sono sollecitazioni piuttosto elevate. A Monza, per esempio, abbiamo una percentuale di piena farfalla più alta di tutto il campionato. Non abbiamo tanti margini di manovra sui motori, pre via dei regolamenti, ma abbiamo lavorato per portare quanta più potenza possibile, riducendo il degrado prestazionale e cercando di migliorare benzina e oli lubrificanti”.

I motori sono congelati, ma il lavoro dei motoristi resta sempre fondamentale. Marmorini spiega anche il perché si lavori intensamente sulla riduzione del degrado prestazionale del propulsore: “Alcuni motori fanno due o tre gare ed è importante che, anche alla terza gara, il motore sia ancora prestazionale. Perdere cinque cavalli a gara vuol dire avere 15 cavalli in meno alla fine della terza corsa…”.

Marmorini ha anche confermato l’indiscrezione di qualche mese fa, secondo la quale il V6 Ferrari girava già al banco: “Per i motoristi è un periodo interessante. L’obiettivo attuale è fare bene quest’anno, ma non dimentichiamo la sfida del 2013. Stiamo lavorando sul motore che, anche se congelato nello sviluppo, va installato su una vettura nuova ed è un lavoro grosso ed importante. Nello stesso tempo, abbiamo da sviluppare il nuovo Powertrain 2014 che è un concetto completamente nuovo. Il nostro V6 è già al banco e sia noi che i nostri fornitori stiamo imparando molte cose nuove. Il problema è il tempo, che è critico, nonostante il 2014 sembri così lontano”.

7 Commenti

  • Mi piacerebbe sapere quale è la politica di rotazione dei propulsori, nelle prove libere, nelle qualifiche e nelle gare!!!

  • è un motorista.. ovviamente parla di ciò che lo riguarda…

  • Speriamo che sia come dici tu..magari hanno fatto un po’ di pretattica e a spa si presentano con novita dell ultim ora :)

    • Io non parlavo in ottica Spa, ne di pretattica, ma solo di un atteggiamento diverso rispetto al passato, già dall’inizio dell’anno, basta vedere la prima intervista a Fry, che se da un lato era realistica, dall’altro nascondeva forse un po di pretattica, in che altro modo si può spiegare il pauroso miglioramento della rossa?

      Non mi sembra che ci siano dei precedenti di un miglioramento così eclatante, almeno negli ultimi anni.

  • Il lavoro sui lubrificanti e sulla benzina, credo sia più che altro una questione di marketing o al massimo rivolto ad un minor degrado prestazionale nel tempo, perchè il vantaggio in termini prestazionali penso sia poco determinante.

    La mia impressione è che con queste interviste, si tenda a dare risalto a qualcos’altro in modo da nascondere qualcosa di più sostanziale e quello che più mi sorprende è il fatto che trapeli poco o niente sugli effettivi sviluppi, solo chiacchiere, mentre è il contrario per altre scuderie, come ad esempio la Mclaren, dove già si da per certo l’utilizzo del DDRS a Spa, al contrario di quello che succedeva in passato.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!