GP Italia 2012: vince Hamilton davanti a Perez e Alonso

9 settembre 2012 15:47 Scritto da: Davide Reinato

Monza non ha deluso le aspettative dei migliaia di tifosi accorsi per vedere il grande spettacolo del Gran Premio d’Italia. Lewis Hamilton ha condotto una gara magistrale, dal primo all’ultimo passaggio, tenendo in pugno  una corsa che ha rischiato d’essere una passeggiata per le McLaren. Tuttavia, quando si poteva profilare una facile doppietta per Woking, la vettura numero 3 di Button ha avuto un problema con il pescaggio della benzina, costringendolo al ritiro.

A sorpresa, in seconda posizione, troviamo uno spericolato Sergio Perez. Altra prestazione da 10 e lode per il pilota messicano: partito dodicesimo, ha fatto una gara ad una sola sosta, segnando con grande freddezza dei tempi eccezionali e infilando piloti come Massa e Alonso.

La Ferrari ha avuto un weekend non facile. Alonso e Massa hanno concluso in terza e quarta posizione, ma i 53 giri della corsa sembravano non finire mai. Felipe ha finalmente corso da pilota del Cavallino: in partenza ha infilato Button ed ha tenuto il giusto ritmo dei primi, facendo spazio ad Alonso quando gli è stato chiesto. Fernando ha fatto una gara d’attacco, recuperando quattro posizioni tra partenza e primo giro e lanciandosi verso un podio che rimaneva un obiettivo alla portata. La Ferrari ha avuto comunque molte difficoltà: dal collegamento della telemetria ad intermittenza, fino ad arrivare al problema alla sospensione posteriore della vettura di Alonso che ha tenuto gli uomini in Rosso con il fiato sospeso fino a sotto il traguardo.

E’ andata decisamente peggio agli avversari della Rossa. Oltre al ritiro di Button, anche le due Red Bull hanno avuto un weekend nero. Sebastian Vettel ha rimediato un Drive Through Penalty per una manovra al limite su Alonso, costretto ad andare sull’erba per evitare il contatto con il rivale tedesco. Successivamente, l’alternatore ha tradito la RB8 fermando il Campione del Mondo in carica. Anche Webber, a due giri dal termine, è rientrato ai box e si è ritirato, non prima di aver fatto un testacoda all’uscita della Ascari.

Kimi Raikkonen ha chiuso in quinta posizione, dopo una gara particolarmente sottotono, in cui ha dovuto subire sorpassi a destra e manca. Dietro al finlandese sono arrivati i due piloti Mercedes, con Schumacher davanti a Rosberg, autore comunque del giro più veloce della corsa. A punti anche Paul Di Resta con la Force India, l’altra Sauber di Kobayashi e la Williams di Bruno Senna.

GP ITALIA 2012 -RISULTATI DELLA GARA

POS  PILOTA        TEAM                       TEMPO
 1.  Hamilton      McLaren-Mercedes           1h19:41.221
 2.  Perez         Sauber-Ferrari             +     4.356
 3.  Alonso        Ferrari                    +    20.594
 4.  Massa         Ferrari                    +    29.667
 5.  Raikkonen     Lotus-Renault              +    30.881
 6.  Schumacher    Mercedes                   +    31.259
 7.  Rosberg       Mercedes                   +    33.550
 8.  Di Resta      Force India-Mercedes       +    41.057
 9.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +    43.898
10.  Senna         Williams-Renault           +    48.144
11.  Maldonado     Williams-Renault           +    48.682
12.  Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari         +    50.316
13.  d'Ambrosio    Lotus-Renault              +  1:15.861
14.  Kovalainen    Caterham-Renault           +     1 lap
15.  Petrov        Caterham-Renault           +     1 lap
16.  Pic           Marussia-Cosworth          +     1 lap
17.  Glock         Marussia-Cosworth          +     1 lap
18.  De la Rosa    HRT-Cosworth               +     1 lap
19.  Karthikeyan   HRT-Cosworth               +     1 lap
20.  Webber        Red Bull-Renault           +    2 laps
21.  Hulkenberg    Force India-Mercedes       +    3 laps
22.  Vettel        Red Bull-Renault           +    6 laps

Giro più veloce: Rosberg, 1:27.239

NON CLASSIFICATI
Button        McLaren-Mercedes             
Vergne        Toro Rosso-Ferrari           

CLASSIFICHE MONDIALI

PILOTI                       COSTRUTTORI
 1.  Alonso       179        1.  Red Bull-Renault          272
 2.  Hamilton     142        2.  McLaren-Mercedes          243
 3.  Raikkonen    141        3.  Ferrari                   226
 4.  Vettel       140        4.  Lotus-Renault             217
 5.  Webber       132        5.  Mercedes                  126
 6.  Button       101        6.  Sauber-Ferrari            100
 7.  Rosberg       83        7.  Force India-Mercedes       63
 8.  Grosjean      76        8.  Williams-Renault           54
 9.  Perez         65        9.  Toro Rosso-Ferrari         12
10.  Massa         47
11.  Schumacher    43
12.  Kobayashi     35
13.  Di Resta      32
14.  Hulkenberg    31
15.  Maldonado     29
16.  Senna         25
17.  Vergne         8
18.  Ricciardo      4

376 Commenti

  • io non sottovaluterei vettel senza i 2 alternatori rotti oggi sarebbe in testa al mondiale, stà dimostrando di essere anche un grande sorpassatore dotato di una staccata stratosferica come sosteneva ascanelli, fortunatamente e’ giovane e’ a volte esagera nell’agonismo

  • oh ma quando vince la mecca escono come funghi gli pseudo tifosi aribbattuti (mi capiranno solo i siciliani), salvo poi rientrare con la coda fra le gambe quando miseramente falliscono… meno male che ci sono tifosi e tifosi della mecca ed alcuni si salvano perchè più sportivi, il resto sono solo bastian contrari che colgono l’occasione della non vittoria della ferrari per fare”quello diverso”, fa fashion essere diversi…

  • Spero tanto che la Ferrari vinca i prossimi 2 gp di fila per chiudere definitivamente questo campionato, senno’ la mia paura e’ che finisca come nel 2010, con fernando che a furia di farsi rosicare punti perde la leadership proprio all’ultima gara.

  • zitto zitto raiko è in terza posizione a un punto da lewis….uhmmm

  • Signori, sto ancora riprendendomi dal week end monzese… Le orecchie fanno ancora un po’ male, lo sguardo è ancora perso nel vuoto, e mi dicono che addirittura stanotte sarei saltato in piedi sul letto urlando “EVVAI!”…
    Gara magnifica per chi c’era, Hamilton è stato semplicemente pazzesco, si vedeva ad occhio che aggrediva l’asfalto come nessuno. Lo show vero è stato però offerto da Alonso; niente remuntada, ma QUANTA ROBA! Vi lascio solo immaginare cos’è successo quando, ad un centinaio di metri da noi, ha passato Vettel, con quel walzer tra le 2 vetture prima della Roggia…
    In Ferrari fanno bene a rammaricarsi, ma io credo proprio che Alonso difficilmente sarebbe riuscito a stare davanti a Lewis.

    quasi dimenticavo: il frigo da corsa ha funzionato alla grande, nonostante i timori della vigilia tutto è andato alla perfezione, non vi dico in quanti ci fermavano per una foto… col frigo! Pazzesco il clima, come sempre: immaginate di alzarvi in piedi a fine gara, i 2 inglesi davanti a voi che si girano allungando la mano per salutarci e fare i complimenti per… per… per cosa? Per la compagnia offerta, per il calore trovato, non lo so perchè, ma alla fine sai di aver trovato della gente come te, che va bene la gara, va bene il tifo, ma l’importante è divertirsi a guardare quella ventina di scalmanati che se le corre a velocità assurda, e poter dire un’altra volta di più “io c’ero”.

    W Monza, W la F1!

  • simonemontella

    ZIO TURE SE PENSI CHE IL CAMPIONATO SI DECIDE IN BASE ALLE MEDIE DEI RITIRI..6 MESSO MALE E CMQ QUANDO HAI IN MEZZO ALLA PISTA MASSA MALDONADO E GROSJEAN NON PUOI MAI STARE SICURO…FORZA HAMILTON!!

    • se mi dici che massa e un fermo l’ho accetto ma che sia uno scorretto questo no

      • MassaisTheBest

        Massa è attualmente il pilota più corretto.

      • Ferrarista Sfegatato

        verissimo ! alcune volte lo è anche troppo (tipo i 2 sorpassi subiti da vettel a Spa senza opporre una grandissima resistenza) … e poi per dimostrare la correttezza di massa basta andarsi a vedere gli incidenti dello scorso anno con hamilton … trovami un solo episodio in cui la colpa è di massa !

      • Vero… È corretto… Anche se ieri non mi è proprio piaciuto,sia sull’artacco a Lewis in partenza che su la difesa a Button in entrambi i casi ha sfiorato inutilmente il contatto… Cmq è comprensibile quando ad ogni gara ti senti messo sotto esame.. Montezumolo lo aveva caricato fin troppo,quasi a dire: vai e distruggi..

      • non sono d’accordo, con queste macchine gli attacchi si portano spesso “al millmimetro”, felipe è stato aggressivo ma corretto

      • ma massa doveva spostarsi e mettere un tappetto rosso sul sorpasso a button scusate non mi sembra abbia esagerato

    • Ormai hanno vinto è inutile che urli accetta la sconfitta!

    • Intanto scrivi in minuscolo…
      Poi ti dico la verità anche io non credo molto nelle statistiche, ma stranamente guardando gli anni passati alcuni dati fanno riflettere. Non ci crederai ma Hamilton in 3 stagioni ha avuto sempre 3 ritiri il piu’ delle volte per errori suoi, una su 3 perche’ incappato in incidenti. Mentre Alonso in tre stagioni solo una volta.
      Ora è chiaro che i numeri possono variare ma l’andamento di Hamilton e quella di Alonso è incredibilmente simile ad altre passate stagioni, abbiamo superato da poco la metà del campionato e ci troviamo con due stop per Hamilton e uno per Alonso.

    • Da notare poi che le rotture gravi sulla Ferrari avvengono sempre il Venerdi’ perche’ la Ferrari ha una gestione maniacale dei motori e della meccanica. Il venerdi’ montano sempre della robaccia usurata preservando sempre le unità da gara, quando puo’ la Ferrari amministra i motori ieri ad esempio Alonso si è praticamente fatto raggiungere dal 4° negli ultimi giri sempre per preservare il motore anche per due giri.

  • simonemontella

    buon giorno…a tutti coloro che davano hamilton x morto x sfigato..ora sono37 punti..e ha dominato monza cm ben sapete..visto come stanno ora le cose..fate silenzio che i PROFESSORI non li sapete fare..FORZA HAMILTON

  • zio ture quali sarebbero i ritiri causati da hamilton ?? la foratura di hockheim o l incidente di spa ??? per piacere dai..evita di scrivere cavolate

    • beh, a valencia è stato poco furbo con maldonado e anche a spa poteva essere più lucido, aveva 30 cm di asfalto a destra(fermo restando che la strunzata l’ha fatta grosjean, hamilton aveva tutto il diritto di mantenere la sua traiettoria ma non è stata una mossa intelligente)..

      • a valencia ti posso anche dare ragione ma a spa proprio no…hamilton per me non centra proprio nulla…grosjean scarta verso destra in maniera repentina ma comunque non ho voglia di tornare sui vecchi episodi…per me complessivamente hamilton sta disputando una grande stagione e se è cosi lontano da alonso ha poche colpe

      • si potrebbe discutere per ore di spa inutilmente. Dico solo che secondo me al posto di Hamilton Alonso avrebbe scartato a destra. Cmq ripeto che non do nessuna colpa dell’ incidente all’ inglese:)

      • Ronny io parlavo in generale, anche nelle altre stagioni vai a vedere gli episodi del 2011. A Spa potrei dirti che non è stata colpa sua anche se Alonso ieri non ha rischiato niente di niente sulla sauber di Koba… perdendo qualcosina in partenza.
        Mentre su Maldonado mi pare evidente che ha cercato un rischio inutile.
        Alonso ha una strategia che alla lunga paga, probabilmente ieri poteva proseguire come Hamilton prima di cambiare le gomme, ma ha impostato la sua gara su Vettel ha ottenuto il suo obbiettivo arrivare davanti a Vettel forse anche sacrificando il risultato finale. Ma sono queste cose che fanno la differenza, del resto in altre occasioni Alonso ha pagato per aver impostato la strategia sempre sul secondo pilota in classifica, ma guardando i dati col senno di poi si comprende come Alonso non lasci niente al caso.

  • Credo che dobbiamo essere contenti della competitività dimostrata dopo la sosta, anche se purtroppo a Spa non è stato possibile sfruttarla, così come penso dobbiamo essere fiduciosi riguardo i prossimi upgrades. Detto questo, però, non nascondo di essere preoccupato in ottica Singapore(mescole morbide e supermorbide con circa 50° sulla pista e conseguente risveglio di Lotus e RedBull). Speriamo che gli aggiornamenti funzionino e di fare un bel salto in avanti, tale per cui anche in tali condizioni possiamo giocarcela.

  • Alonso è stato 10 giri dietro a Vettel, mettendo alle corde le gomme, poi il fattaccio… di sicuro il secondo posto l’ha perso anche per quel motivo, e probabilmente non aveva un carico aerodinamico dal fondo vettura, adeguato.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!