Perez: “Il mio secondo posto non mi avvicina alla Ferrari”

9 settembre 2012 19:33 Scritto da: Diego Mandolfo

E’ inevitabile, automatico: non appena Perez sfodera una prestazione maiuscola come quella di oggi a Monza, ecco che il messicano e Maranello si avvicinano e in molti pensano a lui come secondo pilota della Rossa per il 2013… a scapito di Massa! C’è che però anche Felipe ha ben figurato nel GP di casa per il Cavallino, con un terzo posto in Qualifica e un quarto sotto la bandiera a scacchi di fine week end. Ha ben figurato, ma nulla di più. Una buona prestazione sì, ma tardiva. Tardiva per le sue chance di imporsi come una seconda guida autorevole, tardiva per contribuire con punti pesanti alla Classifica Costruttori della Ferrari. Ma il buon Sergio, a motori spenti, afferma che non crede che la sua prestazione a Monza lo renda più vicino al sedile attualmente occupato da Felipe già dalla prossima stagione. Ma chi ci crede?

E così, come successo dopo il secondo posto colto in Malesia, Sergio Perez, già sotto contratto con la Ferrari e proveniente dal Driver Academy della Scuderia, coglie un altro secondo posto e tornano prepotenti e rumorose le voci che lo vorrebbero alle dipendenze di Domenicali e Montezemolo già dalla prossima stagione. Tra l’altro, manco a farlo a posta, ogni volta che Perez e la sua Sauber (motorizzata Ferrari) tirano fuori dal cilindro una bella prestazione, lo fanno quasi sempre a discapito delle stesse monoposto del Cavallino. Eccolo quindi con le sue gomme morbide (a Monza le Medium) a girare come un missile nell’ultima parte del GP italiano, infilare prima Massa e poi lo stesso Alonso. Se la gara fosse stata un po’ più lunga avrebbe molto probabilmente raggiunto e sverniciato anche il leader: Hamilton. Una gara perfetta la sua: partiva 12esimo, ma con gomme hard. E’ riuscito a tirare fino al suo unico pit stop, quando monta le medium e si invola verso uno sprint finale da incorniciare. Risultato: secondo sul meraviglioso podio di Monza. Con ai suoi piedi migliaia e migliaia di tifosi rossi che lo amano già.

Ma lui appunto minimizza, commentando quanto questo secondo posto non lo avvicini alla Ferrari (più di quanto non lo sia già): “Non so. Non credo proprio. Io sto lottando per il mio team e lo farò sempre per il team cui appartengo. Darò sempre il massimo (la diplomazia è proprio da pilota Ferrari, i buoni propositi per il futuro sembrano già da colloquio di lavoro, ndd). Poi commenta la sua splendida gara e la strategia messa a punto dal team elvetico, che, nel finale, gli ha permesso di girare anche 1,5 secondi più veloce degli altri big: “E’ stato davvero piacevole. Una di quelle gare in cui hai sempre il passo per attaccare. Ci sono stati momenti davvero cruciali, soprattutto durante il mio primo stint. Proseguire e tenere il passo non è stato per nulla facile. Ho fatto molti giri con le gomme dure, poi nel secondo stint abbiamo avuto la possibilità di andare al massimo e di attaccare, lottando con alcuni piloti. In Qualifica non avevamo il passo per stare vicini alla prima fila o comunque ai primi cinque. Non eravamo rapidi abbastanza, a causa di mancanza di velocità sui rettilinei. Non sono riuscito a fare un buon lap e così siamo rimasti fuori dai primi 10 in Qualifica. Ma questo ci ha aiutato a cambiare strategia. Siamo stati tra i pochi a partire con le dure e ha funzionato. Ero solo un po’ preoccupato, all’inizio, per il surriscaldamento delle gomme, ma hanno funzionato“.

 

31 Commenti

  • Sulla questione Koba-Perez …

    Io credo che il giapponese sia un ottimo pilota, anche se un po’ incostante, ma sicuramente un top driver.

    Perez è semplicemente un fenomeno.

    • Comincio a credere che tu abbia ragione.
      Rimane un mistero come Kobayashi, pur disputando alcune belle gare, non trovi mai il modo di azzeccare una prestazione tipo quella di Perez ieri.
      Può darsi che il motivo tu l’abbia già trovato.

      • Bè, se l’avessi trovato, farei il “motivatore” di piloti …

        Scherzi a parte, Koba soffre molto il talento di Perez, è innegabile, e quest’anno ha fatto abbastanza errori di guida, oltre che prestazioni incolori come quella di ieri.
        Ma anche gare convincenti e grandi rimonte, quindi ha avuto il tipico anno a corrente alternata…

        E temo sarà il suo ultimo in F1.

    • MotoreAsincronoTrifase

      io credo che koba ha una guida troppo aggressiva rispetto a perez e non riesce a gestire le gomme

  • Certo che se poi alla fine del campionato i punti che Perez,meritatamente,ha sottratto ad Alonso fossero decisivi per il campionato del mondo……mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm partirebbe gia’ meno simpatico..

  • Perez ha fatto tre podi: due secondi posti e un terzo posto. Massa come miglior piazzamento ha ottenuto un quarto posto. La differenza tra Sauber e Ferrari è notevole (per quanto forte possa essere la Sauber) eppure Perez ha più punti di Massa. Io penso che Sergio abbia dimostrato di essere un ottimo pilota e mi ha fatto ricredere anche sul confronto con Koba: ad inizio anno pensavo che Kamui fosse più forte, ma la classifica sta diventando impietosa. Se Hamilton dovesse andar via da Woking (dopo la gara di Monza e le ultime prestazioni di McLaren e Mercedes io ci penserei molto se fossi in lui) Perez mi garberebbe molto come suo sostituto, anche se ovviamente Hamilton è al momento di un altro livello e mi dispiacerebbe moltissimo perderlo.

  • Secondo me la Ferrari non deve lasciarselo scappare!

  • Non vorrei essere sempre polemico ma perchè si minimizza sempre la prestazione di Perez dicendo che ha fatto bene ma grazie a un ottima vettura,ma il giapponese non aveva la stessa vettura e la stessa strategia?Che fine ha fatto il suo compagno di squadra?Ma è possibile che quando ci sono in ballo altri piloti che le squadre lavorono solo per loro ogni cosa che fanno è oro e si confronta con i compagni di team e invece in questo team che mi pare non faccia preferenze quando Perez fà certe prestazioni non si tenga conto che non è solo merito della vettura facendo un raffronto con il compagno di team?Io fossi la ferrari avrei molto imbarazzo a vedere un piccolo team con il mio motore che sicuramente non sarà performante quanto quello sulle ferrari(e mi sembra giusto)succlassarmi sulle prestazioni e quest’anno lo ha fatto in più di una gara

    • Punti di vista. Certo, come tifoso Ferrari avrei preferito vedere Nando davanti a Perez, pero’ sono contento di vedere una monoposto motorizzata Ferrari lassù. Non e’ un caso se fra i primi 4 tre motori sono di Maranello in una pista dove il motore e’ fondamentale. Con buona pace di Mercedes, pur vittoriosa, e Renault .

    • L’imbarazzo ci dovrebbe essere se fosse Perez in testa al campionato e non Alonso, le gare singole sono decise da episodi, strategici ed agonistici, ed a Monza e’ andata così , complimenti a Perez e alla sauber, ma chi deve provare imbarazzo semmai e’ un team di nome red e di cognome bull.

  • per tutti quelli che sostengono che Alonso abbia culo….
    vorrei far notare che è un pilota che non molla veramente mai, ogni volta che può guadagnare un punto lo fa senza pensarci due volte anche a costo di sembrare spietato verso i compagni di squadra….
    è un campione niente altro.

    • ma non è che una cosa escluda l’altra.

      si può essere fortissimi e avere fortuna,cosa che normalmente coincide con il titolo a fine anno.
      quest’anno alonso è stato fortissimo,direi quasi perfetto,e la fortuna non gli è mancata.

      le due cose possono coesistere,non è mica un male avere fortuna,io non faccio altra che chiederla per quelli che tifo :)

  • cmq tutti a dire che massa ha ben figurato….ma di che scusate è partite 3 si è fatto infilare come un pollo da button ed è finito dietro a perez ed alonso che partiva 10 senza il ritiro di button sarebbe arrivato 5 e quasi superato anche da altre 3 vetture secondo me ha fatto una gara di merda altro che storie!

    • dai su da metà gara massa ha corso in funzione di alonso,la tattica era chiara,se all’inizio vai in testa lotta per vincere,altrimenti dai strada a fernando.

      infatti massa ci ha provato alla prima curva,eccome se ci ha provato,poi si è attenuto a quanto ordinato dalla squadra che giustamente ha da vincere un mondiale piloti e deve garantire a fernando il maggior numero possibile di punti.

  • sicuramente non lo allontana…

  • è il terzo podio,e in tutt’e tre le occasioni è pure andato vicino alla vittoria visto che ha chiuso in crescendo rispetto a chi lo precedeva.
    davvero un bel talento che sfrutta un’ottima macchina,semplice ma efficace e un muretto che tatticamente sta spesso dando lezioni a tutti.

  • tonyschumi94

    Magari venisse Perez, tanto per ridimensionare quel culoso di Alonso.

  • Ti allontana perchè non hai capito chi comanda! E ricorda … Alonso is always faster than you!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!