Domenicali: “A Monza abbiamo avuto due grossi problemi”

10 settembre 2012 12:49 Scritto da: Giacomo Rauli

Nel post-gara, tutto sommato più che soddisfacente per il Cavallino Rampante (Alonso terzo e Massa quarto dopo una gara brillante), s’è presentato ai microfoni della stampa nazionale il Team Manager Ferrari,  Stefano Domenicali.

Data la deludente situazione venutasi a creare dopo le qualifiche, con Alonso relegato in decima posizione a causa di un serio problema alla barra anti-rollio, Domenicali non nasconde certo la soddisfazione di questi due ottimi piazzamenti e per l’andamento della gara, nonostante due problemi seri abbiano minato la bontà del risultato finale degli uomini in rosso.

Stampa: Stefano, è stata una domenica particolare, anche per i tecnici e gli ingegneri al muretto, che cosa è successo?

Stefano Domenicali:E’ stato un Gran Premio molto intenso, al di la del risultato finale, ci sono stati due pisodi che hanno caratterizzato la nostra gestione di gara. All’avvicinarsi dei pit stop abbiamo avuto un black-out dei dati della telemetria e anche del back up che poteva ripristinare tutto. Per cui abbiamo lavorato di cronometro, come ai vecchi tempi e tutto è andato abbastanza bene. Il secondo problema lo abbiamo avuto all’uscita di pista di Fernando, quando era in duello con Vettel. La sua vettura ha avuto un problema alla sospensione posteriore e non sapevamo quanto potesse tenere. Fortunatamente, nonostante non avessimo dati, abbiamo cercato di gestirla in modo tale da poter finire la gara e così è stato, anche se il finale è stato al cardiopalma“.

Stampa: considerati dunque questi problemi e la posizione di Fernando in griglia, c’è davvero di che essere contenti?

S.D:Credo proprio di sì. C’è disappunto per la pole sfumata sabato perchè poi oggi avremmo potuto essere in un gradino più alto del podio. Detto ciò siamo comunque andati bene. Mancano sette gare al termine, abbiamo più o meno gli stessi punti di vantaggio sul secondo, di qualche gara fa, anche se il protagonista è cambiato. Poi occhio a Kimi che, zitto zitto, si sta avvicinando e bisogna non sottovalutarlo. Inoltre, con il doppio ritiro delle Red Bull, si riapre il Campionato Costruttori…

Stampa: Per il quale servirà anche l’aiuto di Felipe Massa che oggi ha fatto una bella gara…

S.D: “Sì, oggi Felipe ha fatto una grande gara, abbiamo avuto problemi di pneumatici causa un degrado maggiore di quello che ci aspettavamo ma è andata bene”.

Stampa: Ora arriveranno le ultime sette gare fuori dall’Europa. Avete preparato sviluppi specifici per ogni GP restante?

S.D:Gara per gara porteremo qualcosa. A Singapore sarà importante il carico aerodinamico e la frenata. Sarà una gara importante. Dovremo prepararci bene e poi venerdì le vetture partiranno per Singapore. Dovremo fare bene perchè, oltre ad un risultato in grado di renderci soddisfatti per i titoli mondiali, sarà un GP fondamentale anche per l’aspetto commerciale, quindi qualche cosa di molto importante per noi!“.

14 Commenti

  • scusate ma voi avete capito che problema ha avuto Alonso alla sospensione dopo l’escursione sulla ghiaia? capisco che la vettura ha saltato molto e, rigida com’è, può essersi danneggiata facilmente, certo che rompere un pezzo non è proprio normale anche uscendo così … poi c’è la barra di torsione rotta sabato (sembra sempre in un’uscita oltre il cordolo a quanto pare) … comincio a preoccuparmi … che il reparto qualità della Ferrari abbia fatto passare qualche pezzo non proprio al 100%? non sarebbe un bel modo di iniziare lo sprint finale …

  • Questo articolo (grazie alla redazione) mi ha chiarito il volto tiratissimo e affaticato di Domenicali quando, subito dopo il traguardo, è stato intervistato da Giovannelli.
    Era molto chiaro e lampante la sofferenza durante la gara per i problemi che aveva la Ferrari.
    Per fortuna è andato tutto bene!

  • Speriamo che a Singapore la Ferrari non soffrirà molto il degrado gomme, l’anno scorso abbiamo avuto una buona macchina ma non abbiamo visto Fernando Alonso oltre il quarto posto, spero davvero in un pacchetto innovativo che porti aria fresca, facendo avvicinare la prestazione della rossa di Maranello a quella della McLaren.
    La pole position è importantissima su questo circuito e dobbiamo avere di nuovo una vettura come quella di Monza.
    Avendo comunque un buon carico aerodinamico dobbiamo essere in grado di parzializzare il consumo degli pneumatici.

  • Non c’entra molto con l’articolo, ma ieri ho notato la flemma inglese sfoggiata da Pat Fry mentre inquadravano il box Ferrari alle prese con i problemi alla stazione radio e alla telemetria. E’ proprio un tipo che infonde fiducia !

  • Sono d’accordo con Domenicali quando dice che serve carico aerodinamico e una buona frenata. Però io aggiungerei anche la trazione che secondo me sarà importantissima.

    • Credo che avere un buon carico aerodinamico debba necessariamente comportare anche una migliore trazione, sono le due facce di una stessa medaglia.

      Piuttosto le parole di Domenicali sembrano essere ottimistiche, anche se molto velatamente in ottica di un miglioramento in tal senso a Singapore.

      • mi dispiace dissentire ma credo che non sia proprio cosi. La trazione non dipende solo dal carico aerodinamico ma anche dall’assetto della macchina e dalle sospensioni.

      • Si, certo che è così, ma già ora la trazione non è male, quindi se si aumenta il carico aerodinamico, potrebbero recuperare ancora qualcosina, quindi il problema sarebbe comunque risolto.

  • dai e che centra l’aspetto commerciale

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!