Alonso alza l’asticella: “Non solo podi, dobbiamo vincere”

12 settembre 2012 19:20 Scritto da: Antonino Rendina

Se lo dice lui, che è una calcolatrice ambulante, c’è da fidarsi. Tornato padrone del mondiale con l’ennesima gara da urlo in quel di Monza Fernando Alonso, in pieno stile mourinhano, ha lanciato il suo piccolo allarme per tenere alta la tensione all’interno della Scuderia Ferrari.

Guai a bearsi di quei trentasette punticini di vantaggio su Hamilton (e a seguire Raikkonen e Vettel); adesso arrivano le piste toste, dove si viaggia con un carico aerodinamico alto, più favorevole alla Red Bull e alla McLaren che alla Rossa. Almeno così in teoria.

Ecco perchè Nando ha urlato a squarciagola sul podio italiano: “Noi non molliamo”. La testa era già altrove, al dopo. La filosofia è chiara: non contano i punti in una classifica che cambia repentinamente, conta lo stato di forma e la macchina. E in questo senso la Ferrari deve avere un approccio umile:

“Dobbiamo affrontare ogni fine settimana come se dovessimo rimontare anziché conservare dei punti di vantaggio. Mancano sette gare abbastanza stessanti e in cui negli ultimi anni non abbiamo vinto (eccetto Singapore e la caotica Corea nel 2010 ndr), quindi bisogna fare un passo avanti e continuare a migliorare”.

Alonso aspetta con ansia i nuovi aggiornamenti previsti per Singapore. Pezzi che potrebbero dare la frusta definitiva alla corsa iridata: “Tutto vorranno migliorare ma noi non abbiamo ancora potuto introdurre alcuni pezzi che altri hanno già. Tutti continuano lo sviluppo, ma sono molto fiducioso. La McLaren è in gran forma, ma penso che possiamo recuperare un po’ il gap”.

Singapore diventa per la Ferrari lo snodo fondamentale del mondiale. Se la F2012 “aggiornata” dovesse tenere testa alle rivali più accreditate, ecco allora che la strada verso il sogno iridato si farebbe meno nebulosa e più percorribile.

Ma guai a dormire sugli allori del primo posto in classifica, anche se questo resiste da Valencia. Lo sa bene Alonso, che ai tempi della McLaren ha già perso un mondiale a causa della rimonta furiosa dell’allora Ferrarista Raikkonen.

L’Hamilton visto a Monza, ma anche Kimi e il campione del mondo Vettel, sono ossi troppo duri per essere “gestiti” o per correre in difesa da qui sino a San Paolo.

Fernando chiede alla Rossa l’ultimo step: “Trentasette punti di vantaggio su 175 disponibili sono davvero pochi. Non basta finire sempre a podio, dobbiamo vincere assolutamente qualche altro Gran Premio”.

Il titoli piloti non può prescindere dalla coppia d’inni Spagna-Italia sul podio. Prepariamoci ad altre Valencia e Malesia. A testa bassa giro dopo giro con il cuore a mille. Sette domeniche di passione Rossa che sembreranno non finire mai, almeno per chi aspetta trepidante da cinque anni…

46 Commenti

  • Ciao a tutti, a proposito degli alettoni anteriori, ricordo una dichiarazione di Fry prima delle “vacanze”, dove diceva che i responsi in pista non davano quelli che davano i calcoli virtuali, cioè divergenze tra i CDF, Galleria del Vento etc. Ma che comunque avevano capito il problema, infatti le nuove ali a SPA e Monza hanno fornito buoni risultati.
    La squadra a questo punto, mi sembra molto reattiva quando ha dei problemi tecnici, vedi com’era la F2012 ad inizio anno. Non facendosi più influenzare da fattori esterni come i mass media, come nel passato.
    Eppoi la Ferrari ora ha un vero pilota trascinatore della squadra, che sa motivare la squadra. Se poi si svegliasse anche Felipe sarebbe una bella cosa 😉

  • La Mc Laren è una macchina buona ma non eccellente, il punto di forza sta nell’adattarsi magnificamente su tutte le piste (lente in ungheria e veloci a spa e monza) cosa che le altre squadre non riescono a fare.
    la ferrari predilige piste veloci e con basse temperature, la lotus esattamente l’opposto,e la red bull piste lente e basse temperature.che ne pensate?come saranno le temperature nelle prossime gare?

  • Ready 2 go!
    Forza Ferrari!

  • Ferrarista Sfegatato

    Secondo me a Singapore potremo fare molto bene, è una pista in cui Alonso ha già vinto 2 volte, noi pure senza il fattaccio dell’errore al box nel 2008 … inoltre è un cittadino perciò a meno di cali clamorosi delle gomme chi partirà in pole vincerà … FORZA NANDO E FORZA FERRARI ! KEEP PUSHING

  • ciao a tutti,penso che chi porterà il miglior step a singapore abbia molte possibilità di vincere il mondiale e in questo a mio avviso alonso,hamilton,vettel e raikkonen sono tutti candidati con il 25% di possibilità.
    mi darete del pazzo ma secondo me a questo punto con questa classifica è un attimo che uno dei 4 sposti l’equilibrio da una parte o dall’altra.
    inoltre chiedo un vostro parere su un mio dubbio:
    non riesco a non pensare che la pirelli non faccia tutte le gomme uguali,sia in malesia che domenica,perez(bravissimo)faceva dei tempi inavvicinabili dai migliori.
    Era successo anche in ungheria se non sbaglio con raikkonen.strano davvero imprevedibile boh.

  • ciao a tutti, sono nuovo del Blog…
    Qualcuno ha aggiornamenti “freschi” in merito alle nuove parti testate ieri da Rigon?

    • Ciao a te, e benvenuto nel blog 😀
      Rigon ieri ha provato alcune varianti di ala anteriore (impossibile dire quale tra esse sarà portata a Singapore, se sarà una di quelle), nuovi attacchi all’ala sotto il muso, una nuova ala posteriore e qualcosa di ancora non perfettamente identificato sul fondo. Più freschi di questi non ne conosco!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!