Attento Lewis, stai giocando con il fuoco

17 settembre 2012 16:00 Scritto da: Davide Reinato

Attualmente in India per un evento promozionale di Vodafone, Lewis Hamilton ha risposto alle incalzanti domande dei giornalisti che vogliono carpire qualche particolare in più sul suo futuro. Ancora una volta, però, l’anglocaraibico ha confermato di non avere nessuna fretta di decidere.

“Non ho ancora firmato con nessuno”, risponde Hamilton alle voci di un suo accordo con la Mercedes. “Non mi sono dato un limite di tempo per firmare, devo solo aspettare di risolvere la questione contratto e ci sono persone dietro le quinte che ci stanno lavorando. Ho sentito molte cose al riguardo, ma sono solamente speculazioni, non fatevi distrarre da questa spazzatura”, ha dichiarato Lewis.

Ma in Inghilterra sembra stia nascendo una sorta di intolleranza verso quello che sembra un capriccio del ventissettenne. Mentre molti sostengono che tutta questa in scena sia solamente un modo per strappare alla McLaren le condizioni dettate dal management del pilota, altri pensano che la voglia di strafare stia portando Lewis a giocare con il fuoco. Addirittura, sul Daily Mail, un “personaggio di rilievo” che ha voluto mantenere l’anonimato, lancia un avvertimento al pilota. Si legge: “Sta giocando con il fuoco. E quando giochi con il fuoco, ci si può bruciare le dita. Insomma, sarebbe da matti lasciare la McLaren. Se vuole sapere cosa succede quando si lascia un top team per inseguire i soldi, gli basta andare su Google e cercare un certo Jacques Villeneuve”.

Chi sia stato a pronunciare queste parole, non ci è dato sapere. Ma chiunque abbia parlato, lo ha fatto con cognizione di causa, consapevole del fatto che il vero problema di tutta questa storia è il denaro e – soprattutto – la gestione alla Hollywood di Simon Fuller. Come è ormai noto, dopo la separazione dal padre Anthony, gli interessi di Lewis sono stati affidati alla XIX Entertainment, società a cui fa capo proprio Fuller. Costui è un famoso produttore discografico, che nulla ha a che fare con la F1.

E’ proprio Fuller il primo ad avere l’interesse di rompere gli schemi della McLaren, solo ed esclusivamente per una questione di soldi. L’ingaggio di Lewis non sarebbe neanche un grosso problema, se non fosse che tra il manager e il pilota pare esista un accordo privato che garantisce a Fuller quasi la metà sulle entrate che provengono dagli sponsor personali di Hamilton. In parole povere, Fuller non vuole che a gestire la maxi operazione commerciale intorno al nome di Hamilton sia la McLaren, perché ciò toglierebbe qualche milione di euro dalle tasche di entrambi.

 

74 Commenti

  • Mamma mia ragazzi! ma cos’è sto degheio???

    Io sono ferrarista e se sminuissi il lavoro delle altre scuderie togliendo merito alle loro vittorie di conseguenza lo farei anche nei confronti della Ferrari. Se Omero avesse descritto i Troiani come delle pippe che figura ci avrebbero fatto i Greci nel non riuscire a batterli per anni sul campo dovendo ricorrere ad un colpo basso per vincere?

    Tornando alla F1 vorrei dire 2 cose:
    – se non fossero esistiti i garagisti la f1 non esisterebbe e forse non sarebbe mai esistita
    – Il motore Mercedes è stato sviluppato in stretta collaborazione(esclusiva direi) con la Mclaren, tant’è che la Mercedes voleva acquisire la quota di maggioranza della scuderia di Woking.

    Quindi non vedo poi molte differenze tra avere un reparto che costruisce i motori in casa e uno che li costruisce secondo le tue indicazioni ma con un nome diverso, e ora che i motori sono congelati di fatto il v8 Mercedes è stato costruito per la Mclaren così come il v8 Ferrari per la Rossa, vedo poche differenze.
    E’ vero che la Ferrari ha sempre investito molto più nel motore che nell’ aerodinamica e questo regolamento potrebbe essere penalizzante guardando la tradizione della Rossa, infatti hanno rinforzato il reparto aerodinamico e i frutti si cominciano a intravedere.
    E’ anche vero però che progettare una F1 attorno ad un motore prodotto da alti porta a dei rischi(vedi l’ alternatore dei renault) legati alle specifiche dello stesso che sono ovviamente più chiare a chi il motore lo produce.
    Poi c’è il discorso sviluppo di carburanti e lubrificanti,e li è la scuderia a dare indicazioni in base a come intende utilizzare il motore(temp. di esercizio, consumi ecc ecc). progettazione dell’ airbox,dell’ impianto di raffreddamento,degli scarichi ecc ecc sono opera della scuderia non del motorista, quindi ad esempio, il motore della Mclaren non è uguale a quello della Mercedes o a quello della Force India.

    Nel 2014 chi guida per una squadra che produce il motore in casa avrà voce in capitolo sullo sviluppo dello stesso, ma non credo che la cosa sarà così determinante, comanderà l’ aerodinamica come sempre(secondo me), l’ importanza dei motori sarà sicuramente maggiore rispetto ad ora,ma credo sopratutto sul fronte dell’affidabilità.

    Detto questo io spero che la Mclaren un giorno si metta a produrre i suoi motori, sarebbe un bene per la F1 e l’ eterna lotta Mclaren Ferrari diventerebbe più gustosa dal mio punto di vista!

  • Caribbean Black

    AH AH AH AHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAH 😀

    Ma Zione Caro!!!!

    Quel coso che fa tanto rumore (ma che invece per me è un canto celestiale) fino a prova contraria, sulla mclaren funziona a meraviglia sulle McLaren, mentre sulle Force India, e sulle stesse AMG produttrici motoristiche del coso, non funziona così bene….e allora, lo vogliamodire di chi è il merito????? O nooooooooo????

    AH AH AH 😀

    Poi ti dico un altro paio di cosucce….seguo la f1 dal 91-92, e la mia prima squadra del cuore è stata la defunta Benetton…..ho sempre simpatizzato per la mclaren….dal TAG Porsche al Peugeot…..e ne sono diventato tifosissimo quando hanno montato i miei adorati motori tedeschi!!!!!

    Li divido volentierissimo i titoli con Honda, Porsche e Mercedes :) perchè a me è il team che mi interessa….gli uomini che creano la struttura telaistica, meccanica, quelli che si occuparono delle performance di quel catorcio che nel 95 non andava neanche a calci nel sedere e che si rompeva ad ogni gara :)

    E se proprio vogliamo dirla tutta, i motori mercedes, che oggi sno i migliori, i piu performanti, quelli con la trazione migliore, e le caratteristiche di propulsione migliori, sono diventati qyuel che sono Grazie SOPRATTUTTO alla collaborazioni con gli ingegneri della McLaren, glorioso e legendario TEAM di formula 1, che con 16 anni di storia in Formula 1 in meno della MITICA rossa, in proporzione alle gare disputate/vinte, ha una media migliore della piu titolata squadra di Maranello.

    Fiero ed Orgoglioso di essere un “Cavaliere d’Argento” ragazzo mio :)

  • @ZioTure
    “Ora mai il regolameto è asservito agli assemblatori Inglesi come la MClaren questo è un atteggiamento integralista che tenta in qualche modo di cambiare faccia alla F1. Per fortuna la storia della F1 è ben piu’ ampia degli ultimi 15 anni…”. Ma ti rendi conto di ciò che scrivi? Negli ultimi 15 anni la McLaren ha vinto 3 titoli piloti e uno costruttori. La Ferrari invece ha vinto 8 titoli costruttori e 6 titoli piloti. La leggenda della Ferrari (che io apprezzo moltissimo nonostante non ne sia tifoso) si è costruita proprio in questi ultimi 15 anni in cui (parole tue) c’è stato un regolamento asservito agli assemblatori. Se togliamo gli ultimi 15 anni di F1, della leggenda Ferrari non resterebbe quasi niente. In sostanza da quello che dici si potrebbe pensare che la Ferrari abbia costruito la maggior parte delle sue vittorie in campionati mondiali di serie B. Se la vera F1 è quella degli anni ’80 e ’90 allora la Ferrari è seconda sia a McLaren che a Williams.

    • Caribbean Black

      Che mega quotone che ti devo dare.

      Vabbè…oramai Zio Ture ha perso la bussola….è dalla vittoria ungherese che da di matto.

      Non oso immaginare che colpo potrebbe subire nella malaugurata (per lui) ipotesi che mclaren e hamilton diventino campioni del Mondo, magari all’ultima gara Battendo Ferrari ed Alonso….

      • E’ che uno dice:

        1) Motore congelato, praticamente potenze uguali per tutti.
        2) Focus sull’aerodinamica.

        La deduzione più logica è che i team inglesi ne siano favoriti. E invece proprio in coincidenza di questo periodo la Ferrari ha fatto fuoco e fiamme.
        Per me è semplicemente la realtà che sovverte le previsioni, fino a ribaltare quelli che sembravano luoghi comuni assodati.
        Non si finisce mai di imparare.

      • Caribbean Black

        Già, David B, ti quoto e straquoto…

        Seguendo il semplicistico ragionament dello Zio, allora i titoli conquistati da williams, Benetton, Brabham, Tyrrel, e chi piu ne ha piu ne metta, che sono parte dell’intera storia della F1, non valgono nulla, o vagono molto meno, perchè loro erano solo telaisti.

        Ma mi si faccia il piacere…..

      • Come la metti allora con la MClaren Honda, il merito era ovviamente della Mclaren ah ah
        Un anno prima la Honda aveva vinto il titolo mondiale sulla Williams, parliamo poi del v10 renault montato sulle williams e poi sulla Benetton …
        Caribben non ti sei accorto di quel coso che fa tanto rumore e spinge il tuo aliante ?
        Comunque hai citato la Benetton che ha vinto il titolo con un motore standard come il ford cosworth ma la MClaren quando ha avuto un motore simile con Senna ha disputato un mondiale incolore….
        Allora il motore conta o non conta ?
        Caribben devi dividere 3 titoli con i giapponesi della Honda che fra le altre cose io stimo da sempre come costruttori…

    • Non sono 15 anni ma 7 dal 2006 insomma da quando i motori sono stati congelati anche se gia’ precedentemente ne sono stati limitati cilindrata ed elettronica uguale per tutti.

  • Zio ture mi sa’ che stai esagerando. Telaisti che acquistano i motori appoggiandosi a ditte esterne ci sono sempre stati.Insomma anche loro sono la storia di questo sport.Basti citare la Lotus e quello che è il più longevo motore mai costruito:il Cosworth DFV (altro che team piccoli degli anni 70).A me pare che il fatto di non costruire in proprio il motore comporti magari meno costi e lavoro,ma anche un maggior rischio.Pensa nel caso in cui il fornitore non è all’altezza,che spreco.Pensa ai Mercedes dell’epoca Schumacher.Insomma ci sono rischi e vantaggi anche in questo caso.Potrei dirti che il fatto di avere un motore uguale a quello degli altri team comporta delle aree molto più ridotte sulle quali lavorare per migliorare le prestazioni complessive.Certo, è vero che oggi con lo sviluppo congelato è cosi’ per tutti e che il motore ormai conta davvero troppo poco,ma da qui a dire che le scuderie che si fabbricano i motori da sole meritano di più il titolo costruttori ce ne passa….
    Riassumendo,non è che ora i costruttori di telaio e motore siano svantaggiati rispetto a prima,perché anche prima chi i motori li comprava correva grossissimi rischi.Nessuno era avvantaggiato prima e nessuno lo è adesso.
    E piantiamola con questa storia degli inglesi ecc ecc….Lo vogliamo capire che in quel mondo non conta la nazionalità ma i SOLDI?

    • Questa volta ti io invito a leggere i miei post.
      Negli anni 70 c’era la lotus che comprava il motore, meno potente ma più’ leggero e si concentrava sull’aerodinamica. Ma c’era anche la Ferrari che costruiva i suoi successi su altri fattori come la potenza e l’affidabilità del suo motore.

      Il regolamento permetteva di partecipare al campionato di f1 con caratteristiche diverse. Adesso devi per forza di cose lavorare solo su un aspetto.

      Comunque le vittorie della MClaren sono sempre arrivate con motori superiori alla media vedi Honda o Mercedes. Nell’era dei motori Findus la Mclaren ha vinto un solo titolo.

    • Io invece sono convinto che il congelamento del motore cancelli un vantaggio creato con numerosi sacrifici e doppi investimenti dalla Ferrari.La sfida di vincere costruendo entrambi gli elementi telaio e motore è molto piu’ complessa e la stessa ferrari degli anni 80 conferma quanto sia stato piu’ complicato vincere costruendo entrambi le parti. Ma dopo aver sofferto tantissimo la Ferrari è riuscita a trarre un vantaggio costruendo dei motori che si integrano con il telaio in maniera perfetta. Credo sia giusto che chi vuole rischiare costruendo entrambi gli elementi chiave possa farlo e trovo altrettanto comico sminuire i motori come vile accessorio. L’uno non valeva l’altro fino a 6 anni… e la vittoria del costruttore deve per forza di cose essere divisa anche con il motorista perche’ le f1 non sono delle carriole o degli alianti.

      • Quoto ZioTure per il nocciolo della questione. Intendiamoci, penso che ZioTure “forzi” un po’ la mano nelle argomentazioni, ma il succo della questione è chiaro: trattandosi di uno sport motoristico, bloccare lo sviluppo dei motori è quantomeno un nonsenso. Per come la vedo io è assurdo impedire lo sviluppo del propulsore in nome della riduzione dei costi (come se lavorare di decimi di millimetro su appendici aerodinamiche, ore di galleria del vento e simulatori per poi accorgersi che si è guadagnato – in termini di tempo – una beneamata cippa, costasse poco!). Sulla riduzione dei costi ho già detto più volte la mia opinione: chi non ha i mezzi per entrare in F1 non ci entri (per inciso, neanche io mi posso permettere di soggiornare a Montecarlo, ma non è che per permettere a me di soggiornarci devono obbligare gli altri a mangiare pane e cipolla, intendiamoci!).
        Tornando in topic mi sembra quantomeno normale che qualsiasi motorista in F1 debba essere messo in condizioni di poter sviluppare il proprio motore, trovo assurdo mettere limiti ai materiali di utilizzo (che cavolo di ricerca è?), al numero massimo di giri (se voglio un motore che arrivi a 30.000 giri e mi faccia mezzo GP saranno cavolacci miei?). Sulla scia di queste considerazioni trovo ancora più assurdo far sviluppare, ad esempio, un sistema come il KERS, se poi deve essere per tutti di tale potenza e utilizzabile per un tot di tempo sul giro… ma dico io.. se io costruttore ho la capacità e risorse per tirar fuori un KERS che mi spara 200 CV in più e lo posso tenere attivo per 30 sec/giro, perchè non lo posso fare? Solo con la concorrenza libera verranno fuori soluzioni più performanti e di possibile applicazione alla produzione…. già la produzione, qui mi ricollego al discorso di ZioTure. Mi sembra ovvio che non esiste questo stimolo per molti team partecipanti al mondiale di F1, perchè di costruttori veri e propri che poi metteranno la tecnologia studiata in F1 sulle macchine di produzione ce ne sono davvero pochini… ma non perchè non vogliano o non possano, semplicemente non sono costruttori.
        Scusate lo sfogo, ma amo questo sport, e vedere i team costretti a correre con uguali centraline, uguali potenze (di fatto) e la mossa vincente debba per forza essere un buco nel telaio, un sistema di stallo dei profili alari, una scorreggetta del motore in rilascio o una massa libera ancorata all’interno del musetto bhè ragazzi non si può vedere.
        Da ferrarista devo confessare che a questi regolamenti preferivo di gran lunga gli anni ’90, anche i primissimi anni ’90, dove non vincevamo nulla, ma si poteva tentare di vincere con vere innovazioni (1989 il primo anno con il cambio semiautomatico di Barnard); in pista si potevano vedere (e sentire) V8 – V10 e V12 (devono essere ragioni di efficenza e dimensioni a far optare un team per una soluzione o per l’altra, non perchè lo prescrive il regolamento) o il periodo d’oro della Williams con le sospensioni attive (ripeto lo dico da tifoso ferrari che di sospensioni attive non ci ha mai capito una mazza). Quello era vero sviluppo, permesso da un regolamento decisamente meno blindato di quello attuale.
        Come avrete capito :-)) quello che mi auspico è che prima o poi si torni ad uno sviluppo libero della meccanica della macchina (basta fissare cilindrata e carburante!!!) anche a costo di vedere un Ferrari in affanno, ma sempre con la speranza che al GP successivo tirino fuori qualche altro cavallo nascosto nel motore e non un nuovo baffo per l’alettone.

  • @Zio Ture
    Guarda che per mondiale costruttori, non si intende mondiale costruttori di motori. Perchè per come parli tu il mondiale costruttori dovrebbe vincerlo la vettura col motore migliore, ma non è così. Nel mondiale costruttori compete il team e non il motorista. Si vuole premiare la vettura migliore e non il motore migliore. Altrimenti se si dovesse premiare il motore migliore non servirebbero tutti quegli accorgimenti aerodinamici, modifiche di assetti, Kers, DRS ecc… Il mondiale costruttori serve a premiare il team migliore, inteso come il miglior gruppo di persone (tecnici, aerodinamici, meccanici, ingegneri, coppia di piloti e anche motoristi).

    • Siamo al colmo, intanto il motore per anni ha avuto il 50% del valore nel campionato costruttori. Comunque ho capito che è inutile interloquire con chi tifa per un Assemblatore e non un vero costruttore. L’aerodinamica ha tutto quel valore perche’ il regolamento è orientato solo su quell’aspetto penalizzando la parte del motore.
      La Mclaren deve dividere le sue vittorie con la Honda o la Mercedes mentre la Ferrari vince da sola. Spero sia chiaro il concetto ?

    • L’anomalia è questa, durante tutta la storia della F1 il motore ha avuto il 50% della sua importanza. Adesso la F1 inglese degli assemblatori ha avuto la meglio rovinando questo sport. Gli inglesi hanno vinto cambiato la natura della f1 orientandola alle loro esigenze perche’ non hanno mai avuto delle competenze adeguate nello sviluppo dei motori. E’ vero che i team minori negli anni 70 compravano i motori ma è altrettanto vero che esistevano costruttori a 360° come la Ferrari che avevano un vantaggio nelle potenze e nell’affidabilità del motore.

      Il recente passato della Mclaren o della Williams è stato da sempre caratterizzato da motoristi di un certo rilievo, Porsche, Renault, Honda e Mercedes.

      Se la metti cosi’ potrei risponderti che la casa costruttrice Honda ha vinto i mondiali grazie agli ” Asseblatori ” williams e MClaren che hanno sfruttato a pieno le caratteristiche e la potenza di questo motore.
      Ma non voglio essere un integralista dei motori dico che bisogna ristabilire gli equilibri e dare al motore il 50% d’importanza in una f1. Ora mai il regolameto è asservito agli assemblatori Inglesi come la MClaren questo è un atteggiamento integralista che tenta in qualche modo di cambiare faccia alla F1. Per fortuna la storia della F1 è ben piu’ ampia degli ultimi 15 anni…

  • zio ture!la mercedes nn vuole mettere il suo nome il prossimo anno ma quello della amg quindi nn vorra partecipare attivamente e allora ke cs sceglierà x il 2014??amg f1 o Mclaren??io nn sto dicendo ke ci siano favoreggiamenti con i propulsori ma anke se lo fosse la mercedes cs sceglierebbe??

  • Caribbean Black

    Quotone al Cavaliere d’Argento Iron.

    La mclaren è gia cliente delle mercedes e lo sarà fino al 2015 (incluso). Dal 2016 la McLaren potrà riservarsi il diritto di scelta del propulsore che piu le è congeniale.

    In molti non hanno nemmeno approfondito il discorso del “fine rapporto” tra mercedes e mclaren, ma in realtà, tra mercedes e mclaren c’è ancora una grandissima ed attivissima collaborazione ed interscambio di informazioni.

    Cio che è cambiato sostanzialmente è la rendita dei profitti piu che l’aspetto tecnico, che cmq ha subito una variazione pur se piccola.

    Nonostante cio, credo che la mclaren proseguirà anche dopo il 2016 con mercedes, in quanto è la casa motoristica che ha piu esperienza di tutte con i propulsori turbocompressi, anche di piccola cilindrata.

    Se proprio dovessimo parlare di ipotesi, come sa facendo Zio Ture, la rossa dovrebbe essere quella messa peggio in quanto è dal lontano 88 che non fabbrica ne sviluppa motori sovralimentati, peraltro con scarsissimi successi, nella loro ultima esperienza, con una sola doppietta a monza proprio nell’88 solo grazie al ritiro di Ayrton che comandava indisturbato quel gp prima della collisione.

    Non credo che ad hamilton convenga piu di tanto andarsene altrove, penso gli convenga rimanere dov’è, la mclaren è l’unico team con dei posti liberi, in grado di permettergli costantemente negli anni di lottare per il titolo, se è questo cio che vuole ovviamente….

    Se sono i soldi il suo problema allora è un altro paio di maniche….

    • Questa è la piu’ grossa buffonata da Caribbean Black ah ah
      Se la mettiamo su questo piano la Mercedes non ha manco l’esperienza della Ferrari nel campo dei motori turbo visto che nel 1988 c’era la Honda. Come al solito il motore è un vile accessorio e la Honda vale quanto la Mercedes ah ah ah … Vero Caraibico ?
      Poi se torniamo indietro nel tempo nel 1988 quando la Ferrari capi’ il trucchetto della Honda e della MClaren cioe’ una famosa valvola che doveva limitare i BAR e che sul motore Honda si chiudeva in ritardo… il motore Ferrari raggiunse il motore Honda. Anche se la Mclaren domino’ il campionato 1988 nelle ultime gare la Ferrari si avvicino’ notevolmente grazie ad un sistema simile adottato sin dall’inizio del campionato dal motore Honda lo ricordo come se fosse ieri la famosa valvola pop off di cui si parlo’ solo a fine campionato. La Mercedes non solo non ha una grande esperienza come costruttore di motori aspirati visto che ha progettato solo v8 e v10 ma non ha mai progettato e realizzato un motore turbo per la f1.

    • La Mercedes ha cosi’ grande esperienza nei motori turbo a piccola cilindrata che sulla prossima classe A ci sara’ un motore renault rimarchiato mercedes ma mi facci il piacere … E’ non è una battuta ma la pura verità.
      Se parliamo di motori turbo il gruppo fiat produce il famoso motore multiair e TwinAir che è attualmente la migliore tecnologia da affiancare al turbo.
      Caro mio in Fiat non sapranno rifinire le auto ma per cio’ che riguarda i motori posso elecarti i vari brevetti venduti ai crukki…

  • il motore che la mercedes fornira alla mclaren sara lo stesso…non diciamo cose che non esistono.

    • Nel 2014 si correrà un vero campionato di f1 poi vedremo… almeno per una stagione il motore e la sua integrazione nel progetto sarà importante.
      Poi dal 2015 si tornerà alla f1 inglese dove un motore vale l’altro. Che belle le vetture di produzione inglesi puoi trovare una Land rover con motore Ford, mercedes ecc… ah ah
      Che buffonata il motore è il cuore della F1

  • @Zio Ture
    A parte il fatto che i nuovi motori saranno introdotti nel 2014 e non, come dici tu, nel 2013. Ma mi dici in base a quali elementi sei certo che la Mercedes sarà più forte della McLaren con l’avvento dei nuovi propulsori? Visto che Mercedes e McLaren utilizzeranno lo stesso propulsore (proprio come accade adesso) non vedo quali vantaggi ulteriori possa avere la Mercedes, diversi da quelli che già ha adesso. Poi un’altra considerazione: nemmeno la RedBull è un costruttore di motori, in quanto prende i propulsori dalla Renault (che li fornisce anche alla Lotus e alla Catheram), però tu dici che sarà favorita dall’avvento dei nuovi propulsori rispetto alla McLaren, che tuttavia si troverà nelle medesime condizioni della RB. Mi spieghi il perchè? Visto che a differenza di quanto potrebbe essere per la vicenda Mercedes e McLaren, nel caso di RB e Lotus il costruttore del motore (Renault) è chiaramente più vicino alla Lotus (scuderia nata proprio dalle ceneri della RenaultF1) che non alla RedBull.

    • E’ vero hanno rimodificato il regolamento…
      Quando finalmente la f1 tornerà come una volta e i motori non saranno piu’ dei semplici accessori ovvero nel 2014, la MClaren non essendo un costruttore soffrirà per almeno una stagione. Intanto la situazione è mutata e il ” Vecchio ” motore Mercedes che fra le altre cose fu progettato principalmente per essere montato sulla Mclaren è conosciuto ora mai da tutti i team che ora mai hanno imparato a conoscerlo. Ma non escludo che i costruttori, non solo progetteranno il proprio motore in funzione della loro monoposto, ma come ha fatto Newey probabilmente cercheranno di sfruttarlo anche come elemento che aiuti l’aerodinamica. Ti faccio un esempio, il doppio diffusore ideato da Brawn era impossibile da realizzare per gli altri perche’ tutta la meccanica era stata studiata appunto per ospitare questa soluzione e guarda caso il motore mercedes si prestava meglio a questa soluzione. MA quando un costruttore sarà libero di progettarsi il proprio motore non è escluso che lo facci anche di una funzione aerodinamica, che ovviamente si terra in casa. Bisogna distinguere i costruttori di motori dai fornitori, la Mercedes e la Ferrari sicuramente prepareranno qualcosa che andrà oltre al solo motore, mentre forse la Renault che non ha un team potrebbe creare qualcosa di piu’ standard anche se da questa stagione abbandonando la lotus ha scelto la RBR come team principale. Pero’ c’è anche un vantaggio per la Mclaren, quando lo sviluppo sarà bloccato e i motori diventeranno un semplice accessorio, potra’ scegliersi quello con le caratteristiche ideali per il suo progetto futuro, mentre Ferrari e Mercedes si ritroveranno con lo stesso motore che magari diventerà inadeguato ai futuri regolamenti che sicuramente subiranno variazioni.

      • facciA

      • Caribbean Black

        Zio Tù, che ti stai gia abituando all’arrivo di Lapo Elkann???

      • Ah ah… A proposito, carina l’immagine del profilo di Zio Ture. Per Singapore magari ne mette una del crash-gate, così celebriamo il quarto anniversario;)

      • Ne metterò una con Hamilton che spinge la sua macchina senza benzina in Canada voglio ripercorrere tutti i favori FIA elargiti ad Hamilton. Terza tappa la famosa safety car superata … ecc…

      • Ragazzi ho appena saputo che con l’arrivo di Lapo ne circus tutte le monoposto dovranno essere color “Camoufflage”!!!! 😉

      • @Rior
        Anch’io ho due news sull’arrivo di Lapo.
        1)Sarà vietato ogni tipo di striscia bianca sul circuito.
        2)In Brasile non potrà essere ai box, per evitare TRANSazioni equivoche;)

      • Ha ha ha… Comunque qui a Torino la sua Ferrari color Puffo con il tettuccio nero ce la ricordiamo ancora, non so se era peggio quella o il modello mimetico, hops volevo dire Camouflage, che aveva negli scorsi mesi!!!
        Non mi far aggiungere altro sul filler!! 😉

    • Il discorso che fa Zio Ture potrebbe non essere così insensato, attenzione. Mi sembra chiaro ed evidente che la Mercedes progetterà un motore con architettura studiata per inserirsi nel modo più conveniente possibile all’interno del progetto vettura completo. E’ pure vero che anche la McLaren potrebbe venir a conoscenza del progetto del nuovo motore, anzi sicuramente lo farà, e potrebbe comportarsi anche lei di conseguenza quindi no problem. Comunque la Renault è più vicina alla Rb che non alla Lotus…testimone il 2011 quando sono stati apportati cambiamenti al Renault appositamente richiesti da Newey, e abbiamo visto come la Rb l’anno scorso volava, le altre…

      • Non è un mistero che la Renault sia piu’ vicino alla RBR basta vedere lo sponsor infinity che è il marchio di lusso di Nissan che fa parte del gruppo Renault.

    • La Renault da quando ha abbandonato la lotus è piu’ vicina alla RBR, hai dimenticato uno degli sponsor Infinity ? in estate addirittura si parlava di rimarchiare i motori renault con il logo di Nissan.
      Comunque sento delle idiozie colossali suoi motori una che è ricorrente :
      I motori Mercedes sono eccellenti e anno dopo anno sono al top !

      Tutto vero solo che questi motori anno dopo anno sono sempre gli stessi sin dal nel senso che il progetto è quello congelato sin dal 2006.
      Che senso ha il mondiale costruttori ?

  • Ma io non mi scandalizzo piu’ di tanto se Hamilton lascierà la Mclaren. Prima di tutto Hamilton come tutti i piloti di un certo rilievo ha uno Staff che lo consiglia e ora mai i piloti sono diventati una sorta di Star che li rende spesso ridicoli, ma questa è la realtà e Hamilton è il simbolo di questi piloti costruiti a suon di notizie e fidanzate con il contratto.
    Al di la’ dell’aspetto frivolo e monetario, pero’ c’è anche una spiegazione tecnica che va oltre. Il prossimo anno è un anno zero con i nuovi motori è inutile cercare una continuità con le prestazioni odierne perche’ il prossimo anno cambierà molto. Il solo fatto che la Mclaren sara’ solo un cliente non è da sottovalutare. Mi pare ovvio che il 2013 sarà piu’ difficile per il team inglese realizzare una monoposto subito competitiva, rispetto ad esempio alla stessa Mercedes che ovviamente realizzare il motore in funzione del suo progetto e poi lo venderà a tutti gli altri. Credo che la Mclaren per il primo anno sarà svantaggiata rispetto ai team che si costruiscono il motore e conoscono in anticipo il funzionamento del propulsore. La Mclaren dovrà adattarsi al motore, mentre la Mercedes realizzerà il suo motore in funzione della monoposto 2013, con questo non voglio dire che la Mercedes sarà favorita per il titolo ma assieme a Ferrari e RBR avrà un vantaggio non da poco.
    Mettiamoci nei panni di Hamilton, perche’ rimanere in un team che offre prestazioni simili alla Mercedes e lo paga anche meno ?
    Hamilton per il 2013 dovrebbe puntare sulla RBR sulla Ferrari ed infine sulla Mercedes, ma sappiamo che i due team migliori favoriti per il 2013 hanno chiuso le porte, mi pare una scelta quasi obbligata.

    • Io non credo, o quantomeno credo che sia troppo semplicistico, dire “la Mercedes realizzerà il motore in funzione del suo progetto, e poi lo venderà agli altri”. Sarebbe davvero gravissimo per la McLaren, e appunto non credo che uno dei team con più storia in questo sport accetti un trattamento del genere. Molto probabilmente ad inizio 2013 la Mercedes e la McLaren inizieranno ad impostare il 2014 in funzione del nuovo propulsore, ed in questa fase è vero che la Mercedes darà quella che detta legge e la McLaren quella che si “adatterà”, ma cmq ad inizio 2013 e con tutto il tempo necessario a preparare al meglio il 2014.

      • La Mercedes non è piu’ un semplice fornitore di motori è prima di tutto una scuderia. Se torniamo indietro nel tempo si spiega perche’ sia i motori Ferrari che quelli Toyota erano poco diffusi perche’ nascevano per un progetto e poi venivano riadattati ad altre monoposto. La nuda e cruda realtà è questa la MClaren diventerà un cliente… Ovviamente pero’ nel corso degli anni i motori mercedes turbo potranno essere sfruttati meglio, ma per almeno una stagione la Mclaren dovrà per la prima volta adattarsi al motore.

  • Lewis va dove ti porta il cuore…non il portafogli…

  • qui stiamo confondendo parecchie cose cose secondo me…la mclaren non ha preso hamilton per fargli un favore ma solo perche si sono assicurati un talento straordinario e questo non vuol dire che deve accettare qualsiasi condizione che il team gli pone e se non vuole non deve stare in mclaren a tutti i costi…hamilton ha gia deciso di fare il pilota e mi sembra che togliendo la stagione passata lo faccia nel migliore dei modi.

    • o meglio possiamo dire che hamilton deve alla mclaren come la mclaren deve a hamilton…la cosa mi pare reciproca.

      • Uhm mm non sono d accordo il team é quello che fa il grosso del lavoro…certo il pilota é il finalizzato re del lavoro di 500/ 600 persone se non di più …senza la McLaren magari Hamilton non avrebbe avuto un ingresso ” facile” in f1… certo s é messo in evidenza con il suo straordinario talento per fare CIO…ma questo non toglie il fatto che il team di woking sia stato fondamentale per la sua carriera

  • hamilton deve decidere o fa il pilota di f1 …,e come per ogni sportivo che si rispetti l obiettivo è la vittoria,oppure s evuole fare la pop star si accomodi e vada a fare un bel duetto, si fa per dire…, con quel bimbo minchia di justin bimber…., in questo 2 secondo sciagurato caso SE NE VADA e pace e bene…. sto ragazzo dovrebbe baciare a terra dove passa dennis e i vertici meclaren…

    • MotoreAsincronoTrifase

      gia’ perche’ se non fosse per hamilton dannis e company come vincevano un campionato e tanti gp. Con button o kovalainen? La mclaren vede in hamilton una macchina per vincere e soprattutto per fare soldi. Non e’ tanto strano che hamilton cerchi un team per vincere e fare soldi.

  • Ferrari, quando vuoi, è là pronto che aspetta….

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!