Venerdì nero: per la Ferrari, il weekend inizia in salita

21 settembre 2012 21:56 Scritto da: Davide Reinato

La Ferrari a Singapore non era certo data per favorita, ma nelle prove libere del venerdì abbiamo visto una squadra in affanno, alle prese con aggiornamenti da testare che hanno reso di difficile comprensione la prima giornata singaporiana. In particolare, Alonso si è concentrato principalmente sulla valutazione delle nuove componenti, mentre Massa si è più dedicato alla ricerca del miglior bilanciamento della vettura.

“Abbiamo provato diverse novità sulla vettura: alcune hanno funziona, altre meno”, ha ammesso Fernando Alonso. Lo spagnolo, che sul tracciato di Marina Bay ha vinto due delle quattro edizioni disputate, è conscio della grande competitività di Red Bull e McLaren che non gli renderà semplice la vita. “Ci manca ancora un po’ di prestazione su piste che, come questa, richiedono il massimo carico aerodinamico”, ha sentenziato l’asturiano. E se consideriamo che le prossime gare – fatta eccezione per Interlagos – sono tutte da alto carico, le cose si complicano in casa Ferrari.

Fernando, che nelle Libere 2 ha chiuso terzo a mezzo secondo da Vettel, aggiunge: “Mettere alla prova gli pneumatici sulla lunga distanza è molto complicato su un tracciato come questo, dove facilmente si trova del traffico, ed è difficile fare un confronto con i nostri principali avversari. Sono sicuro che domenica avremo un degrado piuttosto marcato, gestirlo nella maniera migliore sarà fondamentale”.

Anche Massa si è detto poco felice delle sue tre ore in pista: “Non è stato una giornata facile per me. La macchina non era equilibrata e ho anche sofferto di un eccessivo degrado delle gomme, in entrambe le sessioni. Al termine delle Libere 2 abbiamo trovato alcune cose che non funzionavano a dovere, ma questo non spiega tutti i problemi incontrati oggi. Dobbiamo analizzare ciò che è successo e trovare un rimedio. In questo senso, abbiamo le idee chiare su che direzione prendere in termini di assetto”, ha concluso il brasiliano.

A conferma della complicata situazione del Cavallino Rampante, arrivano anche le parole di Pat Fry, direttore tecnico della Scuderia: “Oggi avevamo diverse novità a livello aerodinamico. Alcune hanno risposto alle aspettative, altre meno. Dobbiamo ora analizzare i dati e decidere quale sarà la miglior combinazione possibile per qualifiche e gara. Sicuramente, c’è molto lavoro da fare per sistemare la vettura”.

23 Commenti

  • mi spaice contraddirti ma abbiamo avuto diversi WE sotto la pioggia…

  • Da adesso in poi sono tutte piu o meno piste da alto carico aereodinamico…se Alonso dice che su queste piste la rossa non và alla grande sarà difficile mantenere il distacco sugli altri che nel carico aereodinamico hanno il loro punto di forza!…spero non sia così..

  • A me non preoccupa tanto lo step che non ha funzionato al 100%, quanto i problemi lamentati da Massa nel bilanciamento della vettura. Se davvero è stato lasciato a lui il compito di settare la vettura, siamo nella m***a più totale visto che, parole sue, ha una vettura sbilanciata (della serie, o la Ferrari qua è un cancello, o Felipe non c’ha capito nulla come fa ultimamente…).
    Mi preoccupano davvero più le 3 ore “perse” dal paulista che gli aggiornamenti “così così” testati da nando…

  • i soliti geni!!! credevano di risolvere il problema del carico aerodinamico, che dura dal 2009, con due misere alette….qui c’è bisogno di un nuovo step aerodinamico in stile barcellona, altrimenti tempo 3-4 gare e gli altri tornano avanti!

  • Io non condivido affatto tutti questi catastrofismi, in fin dei conti Alonso si trova a 1/2 secondo dal vertice e domani il distacco potrebbe essere anche di molto inferiore, visto che Fry ha detto che Alonso in pratica si è dedicato a testare i nuovi aggiornamenti, mentre Massa faceva prove di setup e gomme, quindi è ovvio che erano piuttosto sbilanciati, ognuno per un motivo diverso, quindi se dovesse anche arrivare terzo come oggi non sarebbe la fine del mondo, visto che in gara la rossa, di solito si difende abbastanza bene, inoltre questo è un circuito piuttosto lungo e le piccole differenze di potenziale si notano molto di più.

  • alexander brandner

    Comunque, secondo me la macchina riguardo il passo gara é a posto, per le qualifiche di domani vedrei una seconda fila per Fernando e una terza pr Massa, salvo eventuali sorprese di domattina.

  • tutti si aspettano sempre la pole , quando sull asciutto la pole non arriva dal 2010 quindi non capisco di cosa ci si soprenda! non è detto che perche la ferrari portava tanti aggiornamenti dovevano funzionare tutti! dico io ma ci ricordiamo dove era a inizio stagione? che distacco avevamo su piste del genere? eravamo a centro gruppo a piu di un secondo e anche se domani dovessimo essere 5 o 6 a 6 decimi cmq sarebbe un distacco dimezzato rispetto a inizio anno, poi è chiaro che non basta per vincere il titolo ma non sono queste le gare in cuii si deve vincere ma su piste come giappone korea e brasile , se dovesse andare male anche li allora forse mi preoccuperei ma ripeto mi sembra tutto eccessivo dall articolo ai commenti di certa gente come jonh

    • John è troppo passionale, non sopporta essere tradito dalla sua amata rossa proprio sul più bello… scherzi a parte sono sicura che in Ferrari lavoreranno tutta la notte per trovare l’assetto giusto ed assemblare al meglio le novità.

  • ragazzi ma non è troppo pessimismo questo? la Ferrari ha portato degli aggiornamenti sostanziosi qui a Singapore, una volta parzialmente testati (perchè c’è ancora la sessione 3)
    hanno detto che alcune cose hanno funzionato altre no. Pensare che TUTTO potesse andare bene (dato i tanti aggiornamenti della Ferrari) era un pò difficile. Aspettiamo la terza sessione e vediamo un pò le cose come andranno.

  • Da alcune foto finalmente è apparso il famoso “buco” sul fondo…

  • venerdì nero mi sembra esagerato, la macchina non e’ veloce sul giro secco ma questa e’ una sua caratteristica
    congenita, dal tono delle dichiarazioni si nota una delusione di fondo da parte di alonso che sperava di avere tra le mani una macchina da pole e forse dovrà rassegnarsi a una terza fila se và bene, la mia sensazione e’ che questo vantaggio in classifica abbia reso i tecnici troppo cauti nello sviluppo, per fare il salto di qualità serve una grossa evoluzione come sono stati capaci di fare in mclaren ma ripeto e’ solo una mia opinione

  • mamma mia che catastrofirmi! poi domani alonso fa la pole o cmq fra i primi 3 e tutti a fare i complimenti alla ferrari vero jonh? ricorda che sono gli altri a dover vincere per forza a non poter sbagliare nulla! da come parli tu sembra che siamo noi quelli a – 40! guardati i tempi e il passo gara e dimmi dove vedi questa tragedia , però argomentamela anche

  • tutto quello chhe poteva andare male è andato peggio di quanto si potesse verificare in un incubo… a parte questo tutto bene in casa ferrari !

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!