In settimana vertice Mercedes per delineare il futuro

25 settembre 2012 12:24 Scritto da: Giacomo Rauli

Dopo quasi tre stagioni complete, determinate da più bassi che alti per quanto riguarda i risultati in pista, per l’AMG Mercedes è giunto il momento di delineare (gli eventuali) programmi futuri, a partire dal diretto coinvolgimento della Casa madre nel team, per finire con la definizione del line-up piloti 2013.

Questa settimana, s’incontreranno i vertici di Stoccarda con quelli del Team e verranno definite le strategie future, a partire dal nome che il team porterà a partire dalla prossima stagione.

Pare infatti che a Stoccarda vogliano defilarsi, o quantomeno non essere coinvolti nel progetto F1 a tempo pieno, come accade da tre anni a questa parte. I risultati certo non aiutano: una sola vittoria (Rosberg in Cina) e qualche sporadico podio non hanno certo favorito l’umore degli azionisti Mercedes, sempre più vogliosi e vicini ad una fuga vera e propria dal programma corse nel Circus. Il nome potrebbe cambiare da AMG Mercedes al solo “AMG”, senza chiamare in causa il nome della “stella a tre punte”.

Altro punto focale: sarà discusso l’operato dei vertici del team, a partire da quel Ross Brawn dal quale Mercedes rilevò l’omonima Brawn GP, bi-campione del mondo. Pare che Brawn sia più che mai in bilico. Non sarebbe dunque una sorpresa non vederlo più al muretto Mercedes nel 2013.

Punto numero tre, ma quello più in auge attualmente, la scelta dei due piloti che dovranno difendere i colori Mercedes dall’anno venturo. Vi sono due fazioni interne al team e tra gli azionisti Mercedes: una propende per la riconferma di Schumacher e spinge per evitare il secondo ritiro del Kaiser, nonostante risultati al di sotto delle attese. La seconda è pro ritiro di Schumi per fare posto al pupillo (ex?) di Ron Dennis, Lewis Hamilton, sempre più lontano dalla McLaren, nonostante quest’ultima abbia alzato l’offerta economica per il rinnovo dell’anglocaraibico.

Rosberg invece è confermatissimo e proprio lui stesso si è tolto dal mercato prima del GP di Singapore, giurando fedeltà alla Mercedes.

Da questo vertice dunque scaturirà il futuro della Mercedes, o AMG che sia. Se dovesse però andare in porto “l’operazione Hamilton”, siamo poi così sicuri che Mercedes si farebbe immediatamente da parte? 

 

19 Commenti

  • Se vuoi vincere un mondiale non puoi fornire lo stesso motore ad una scuderia antagonista di primo piano come la McLaren, ne puoi regalare una fornitura di motori alla Force India senza avere una collaborazione aerodinamica sottobanco per avere più dati di riferimento… La colpa non è di Brown, Costa, Schumi o Rosberg. I suddetti sanno tutti fare il loro mestiere alla grande, mentre i manager Mercedes, che ora si riuniscono per decidere stravolgimenti inutili, avrebbero dovuto riflettere sul fatto che in F1, se vuoi vincere, non puoi fornire motori e tecnologia a chiunque come fornisci da sponsor la FIA di SafetyCar e vetture varie.

  • Al di la delle prestazioni in pista che possono essere state inferiori alle aspettative, Schumacher ha sicuramente le capacità necessarie a dare un bel contributo in termini di sviluppo vettura, quindi le prestazioni decisamente scarse della Mercedes in questi 3 anni non credo proprio che si possano imputare ai piloti, con questa vettura neanche Hamilton Alonso o Vettel potrebbero lottare per la vittoria, la vettura non va proprio…..
    Hamilton se passa alla Mercedes (o AMG che sia) difficilmente potrà lottare per il titolo il prossimo anno se non progettano una vettura coi controc…..

  • Sarà un caso o un SEGNO DEL DESTINO ?
    Ma LEWIS HAMILTON durante la parata dei piloti prima della gara ha fatto un giro di pista seduto sù una MERCEDES d’epoca di colore ARGENTO !!!

  • il problema è la macchina non i piloti

    se a Stoccarda pensano che cambiando piloti si risolva
    la problematica delle gomme

    significa che di F1 capiscono tanto quanto me

    con l’unica differenza che io faccio tutt’altro lavoro !!!!!!!

  • credo che di resta sia l alternativa a schumacher in questo momento

    • RONNY chi vivrà vedrà…..sinceramente mi sono un pò stancato di tutte queste indiscrezioni, VOGLIO I FATTI, QUALUNQUE SIA LA DECISIONE DI LEWIS.
      Chiaro che fossi IO rimarrei in MCLAREN anche a costo di prendere qualche soldo in meno.

  • certo che è strano questo caso della mercedes , i tecnici per fare una monoposto competitiva li ha cosi come ha due signori piloti , non capisco come fanno in 3 anni a non azzeccare una macchina competitiva , sembravano esserci riusciti quest’anno ma il problema delle gomme è ormai perennemente presente cosi come l’anno scorso , se riusciranno risolvere questo problema , per me non sono assolutamente lenti anzi la macchina di quest’anno potrebbe essere un buon punto di partenza

  • Mi chiedo sè in MERCEDES non si siano resi conto che MICHAEL SCHUMACHER non è più come velocità pura il pilota di un tempo.
    Insomma che senso avrebbe continuare a puntare sù un pilota che il prossimo anno compirà 44 anni ?

  • Effettivamente c’è una bella confusione tutti aspettano la decisione di qualcun altro per decidere.. anche lo stesso schmy deve vedere quale fazione vince per vedere se restare in F1… Speriamo che in settimana qualcuno decida qualcosa così si sbloccherà questa partita a scacchi

  • RONNY però devi ammettere che il BRAND MERCEDES sarebbe molto affascinante per LEWIS HAMILTON, certo l’incognita più grande sarebbe la competitività della vettura rispetto alla MCLAREN.

  • Con LEWIS HAMILTON in squadra non credo che la MERCEDES si farebbe da parte, tutt’altro…..

  • se ci sarebbe un simile ridimensionamento hamilton non ci andra mai alla mercedes e lo marcedes se non vuole piu puntare sulla f1 non punterebbe su hamilton

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!