Thailandia in trattativa con FOM per un GP nel 2014

Dopo l’evento Red Bull nel 2010, il quale portò in strada a vedere lo show di Webber con la monoposto di Milton Keynes ben 100.000 persone, ora la Thailandia fa tremendamente sul serio.

Kanokphand Chulakasem, governatore della Sports Authority of Thailand (SAT), ha svelato che il contratto con Ecclestone (ancora in discussione) prevede un GP da disputare a partire dal 2014. Il GP avrà sede a Bangkok, sarà chiaramente un circuito cittadino come Monaco e Singapore e, proprio come Marina Bay, si dovrebbe disputare di notte. 

Nei prossimi mesi sarà inoltre definita la composizione di una commissione di responsabili per il GP, in modo che il governo locale possa delegare gli aspetti burocratici ed organizzativi a persone nominate dai vertici thailandesi stessi.

Il governo thailandese ha in progetto di stanziare il 60% dei costi per la realizzazione del GP. Il restante 40% sarà coperto da sponsor locali quali Red Bull e Singha. La trattativa, come già detto, è in via di definizione, non vi è ancora nulla di ufficiale dunque. Tra pochi mesi al massimo, ne dovremmo sapere di più, tenendo conto dell‘avanzato stato della discussione tra le parti interessate. 

 

 

 

4 Commenti

  1. capisco però una cosa di questi circuiti cittadini, effettivamente sono i meno onerosi per l’organizzazione. ok che di notte devi mettere la luce, ma dopo quei 3 giorni non hai più spese e non hai un impianto fisso da mantenere. Detto ciò pure io sono contrario. Oh ma a Laguna Seca non ci possono correre le F1?

Lascia un commento