La Grecia sblocca i fondi per realizzare un circuito di F1

Il governo greco ha sbloccato 30 milioni di euro per la costruzione di un circuito, il quale, sarebbe in grado di ospitare un appuntamento del Mondiale di F1.

Secondo quanto stabilito dal Ministero dello Sviluppo ellenico, il tracciato dovrebbe sorgere nella terza area urbana più grande di Grecia, Xalandritsa, vicino a Patrasso.

Il costo totale dell’opera dovrebbe ammontare a 94.600.000 € complessivi, coperti in parte dalla Racetrack Patrasso SA, la quale andrà in aiuto del governo greco, sovvenzionando parte dell’opera.

In tempi di enorme crisi e recessione finanziaria, la Grecia compie un passo molto grande, economicamente parlando. Nel solo mese di agosto, il governo di coalizione ha infatti concordato tagli per svariati milioni di euro.

Resta da vedere se, oltre alla volontà di realizzare l’opera architettonica, i fondi saranno sufficienti a realizzarla.

 

 

21 Commenti

  1. e poi come caxxo ci vanno al gp visto che i soldi del biglietto costano una cifra ?? scelta ridicola…l olimpiade nel 2004 che gli ha devastati non ha insegnato nulla…le spese sono diverse pero la crisi enorme imporrebbe che quei soldi venissero spesi in maniera diversa.

  2. Follia allo stato puro !
    La F1 è un trampolino per ritorni economici ed altro in un paese che vuole investire nella sua immagine.
    In Grecia c’è l’immobilismo para-statale all’nnesima potenza, senza materie prime e con sbocco in una economia prettamente turistica.
    Quei 30 milioni faranno una brutta fine.

  3. Prendete i politici per le gambe e fategli strisciare il culo sulla sabbia, ognuno la sua corsia, ognuno il proprio autodromo di casa. Poi a calci nel culo fateli rotolare sulla pista…..sai che bello spettacolo!

    1. davvero incredibile che si possa anche solo minimamente pensare di spendere 94.600.000 € quando il tuo stato rischia un default da un giorno all’altro! Fossi un greco m’inxxxxxei in modo irreversibile!!!

  4. ma quei 30 milioni non potrebbero essere utilizzati in maniera migliore? … non credo proprio che incrementare il turismo in Grecia sia fondamentale, considerando che, esclusa l’Italia, è assieme alla Spagna il Paese europeo con i maggiori introiti derivati dal turismo. Non vedo come potrebbe, inoltre, il GP di grecia inserirsi in calendario, considerando la voglia di Ecclestone di abbandonare l’Europa …

  5. l’unione europea potrebbe anche incazzarsi per come vengono usati i soldi dati alla grecia,potrebbe accadere un patatrac che porterebbe ad un’ulteriore crisi europea,staccamento della grecia e simili,con l’euro che scenderebbe ai minimi storici.

    non voglio vedere nero e esagerare ma non è così lontano dalla realtà questo scenario,e questo perchè vogliono il loro gran premio.

    o un provato ricco ci mette i soldi e allora è un conto,ma che sia il governo a stanziarli è folle,da mandarli in galera.

  6. E magari il governo greco darà una valigia con una cinquantina di milioni di euro ad un qualsiasi autista di autobus, per sistemarlo in qualche scuderia in cerca del solito pilota pagante….. quasi metà dei circuiti attualmente in f1 hanno seri problemi economici (in primis i 2 tedeschi, nonostante l’economia della germania va a gonfie vele) e questi qui che sono già nel baratro e la popolazione è in rivolta, vogliono costruire un circuito? Oltretutto dopo ultimato dovranno pagare la societa gestita dal vecchio bernie per poter ospitare un gran premio. Roba da pazzi

  7. sapete cosa hanno fatto alla comunita montana dalle mie parti hanno comprato mezzi e strutture per piu di trecento mila euro (e sono fermi perchè non hanno i soldi per la benzina e per la manutenzione)e i dipendenti sono 5 mesi che non percepiscono lo stipendio

Lascia un commento