Gp del Giappone: pagelle senza alibi…

7 ottobre 2012 19:51 Scritto da: Antonino Rendina

Sebastian Vettel 10 e lode Un po’ per bravura, un po’ per fortuna, eccolo che di botto il tedeschino è tornato ad essere il favorito per il titolo. Complice una Red Bull di nuovo “maledettamente” veloce e un “Grand Slam”, quello di Suzuka, da urlo. Seb ha annichilito i rivali partendo dalla pole – che ha rischiato di perdere per aver fatto il furbetto con Alonso – senza mai cedere la prima posizione. I giri veloci nel finale sono una coltellata che fa male a chi invocava “sant’alternatore” da Renault. La Red Bull c’è e la Ferrari trema. Terza vittoria stagionale, raggiunge Fangio a quota 24 in assoluto. DITINO

Felipe Massa 9 La gara che non ti aspetti nel giorno che non desideri. Perchè il cavallo su cui puntare era un altro, ma va out subito e la macchina rossa per cui tifare torna improvvisamente quella di quattro anni fa. E la numero sei non tradisce, tutt’altro. Mai Felipe dal 2010 aveva corso così bene (eccetto che nella famosa Germania di “Fernando is faster..” e va’ bè). Velocissimo, cattivissimo, soprattutto costante e efficiente nell’applicare l’ottima strategia. Tutto questo su una pista molto tecnica. Una performance che aiuta la Rossa a restare aggrappata nel Costruttori alla McLaren. Torna sul podio dopo quasi due stagioni e nelle ultime cinque gare ha totalizzato sei punti più di Nando (46 a 40). Oggi filava come nemmeno la Berta di Rino Gaetano. GIORNATONA

Kamui Kobayashi 9 Due anni fa fece letteralmente impazzire gli addetti ai lavori per una gara disputata con il coltello tra i denti, eroica per mole e qualità dei sorpassi. Il ragazzo, un po’ samurai un po’ kamikaze, è cresciuto e, con una Sauber diventata una signora macchina, ha regalato un podio in casa che mancava dal 1990 ai calorosi tifosi del Sol Levante. Infiamma il pubblico per la tenacia con cui tiene dietro Button. Si merita alla grande la prima coppa in carriera. MATURO

Jenson Button 7 Tra sostituzione del cambio e una McLaren che tentenna, JB fa la sua onesta gara. Probabilmente avrebbe meritato il podio ma il non essere riuscito a costruire un attacco decente a Koba non è un’attenuante bensì un’aggravante. Mettiamola così; non fa un dispetto a un pubblico al quale lo lega un affetto sincero. PIAZZATO

Lewis Hamilton 6 La cosa più triste è che la McLaren lo sputtana allegramente, mandandolo in pasto ai pescecani: “L’assetto sbagliato l’ha voluto il pilota”. Una risposta secca al famoso tweet del Belgio. Separati in casa e senza troppa voglia di sopportarsi ancora. Lo sguardo di Martin Whitmarsh sulla griglia di partenza mentre guarda Hamilton in macchina è quello di un padre che non riconosce più il figlio. Lewis-McLaren come una tragedia shakespeariana, non si capisce più di chi sono e dove iniziano – e finiscono – le colpe. Ma ci sono andati a perdere tutti. AMLETICO

Kimi Raikkonen 6,5 Mai come questa volta sembra quello che forse realmente è, ovvero l’opposto di Alonso. Gli rovina indirettamente la qualifica. Gli distrugge, involontariamente, la gara. Gli pregiudica il mondiale e gli soffia il record stagionale di piazzamenti a punti (14 su 15). E dopotutto, con una Lotus che fa più danni che altro, è lì terzo in classifica a -37. NEMESI

Nico Hulkenberg 7 Quanto sia vero che piace alla Ferrari non ci è dato saperlo; ma se , per motivi di mercato, doveva mettersi in mostra c’è riuscito più che bene. Partendo quindicesimo e chiudendo settimo. Approfitta magistralmente dell prime, caotiche, fasi di gara per portarsi in zona punti. E corre con piglio e freddezza una gara molto tirata. Tra piloti tosti come Perez, Raikkonen e Maldonado. BRAVO

Pastor Maldonado 6,5 Per il “pirata dei caraibi” la maledizione post Spagna è finita. Dopo un numero irragionevole e infinito di gare a secco finalmente il simpatico scassamacchine venezuelano torna a marcare punti. Un ottavo posto discreto, la vera notizia è che la gara scivola senza guai che è una bellezza. TRANQUILLO

Mark Webber 6 Ottima la prima fila in qualifica, sfortunata la gara con lo speronamento gratutito del solito Grosjean che gli toglie la possibilità di conquistare un buon risultato. Risale la china e chiude raccogliendo due miseri punticini.

Daniel Ricciardo 6,5 Tra incidenti e penalità la Toro Rosso riesce a chiudere la trasferta nipponica in zona punti grazie alla gara onesta e consistente di Daniel. Bravo soprattutto a mantenere la calma negli ultimi giri quando è marcato stretto da Michael Schumacher.

Fernando Alonso sv E cosa gli vuoi dire? In qualifica becca la gialla più banale del mondo e si qualifica in settima (poi sesta) posizione. In gara non ha nemmeno il tempo di pensare al da farsi che si trova con la gomma posteriore sinistra bucata dall’alettone di Raikkonen e ciao. Secondo, doloroso, ritiro dopo quello di Spa. La cosa più giusta la fa davanti ai microfoni, quando con una faccia che più nera non si può striglia la squadra: “Abbiamo la stessa macchina da cinque gran premi, dobbiamo lavorare di più”. PREOCCUPATO

Sergio Perez 4,5 Paga la partenza folle di Grosjean scivolando un po’ indietro. Si rimbocca le maniche e si scatena dimostrando una invidiabile velocità e manifestando il grande potenziale della Sauber. Sorpassi e giri veloci in ripetizione. Il problema è che il contratto con la McLaren ha finito per esaltarlo ancora di più; cerca un sorpasso ai limiti della fisica, all’esetrno al tornantino Hairpin, ai danni di Hamilton (sarà mica un caso) mette le gomme un po’ sull’erbetta e via in testacoda. Mesto e a testa bassa. Gli servirà da lezione. MONTATO

Romain Grosjean 4 Si ritira per problemi tecnici, a due tornate dalla fine, dopo una gara anonima. Ma come sempre si fa notare in partenza, stavolta frenando dritto nella macchina di Webber. I commissari gli rifilano un anacronistico ma quanto mai significativo “stop and go” Insomma il solito menù e meno male che aveva imparato la lezione. Le due Lotus come due schegge impazzite. PESSIMO

Michael Schumacher 8 Parte ventiquattresimo con un mezzo catorcio e chiude, rabbioso, in ‘undicesima piazza. Per poco non va a punti e, a quarantatrè anni suonati, dimostra ancora una freschezza mentale e fisica encomiabile. Certo ci sono le giornate come Singapore, quelle da “controllo della prostata” per dirla con Baldisserri, ma ci sono anche queste giornate qui. Che fanno aumentare i rimpianti per il definitivo ritiro. Vecchio si, brocco MAI

Bruno Senna 5 Tocca Rosberg in partenza costringendolo al ritiro e per questo viene, tardivamente, penalizzato dai commissari. Una gara tutta in salita tra alettone rotto e drive thru‘. Meglio pensare alla Corea.

Nico Rosberg sv La sua gara dura una frazione di secondo, quella utile per ritirarsi. E forse è meglio visto che questa Mercedes fa passare la voglia di essere guidata. Aspetta Hamilton in squadra ma nelle ultime gare soffre la presenza e le performance di Schumi. TEMPI DURI

Heikki Kovalainen 6,5 La tenacia con la quale prova a “restituire” il dodicesimo posto alla Marussia è da applausi. Lotta, si sbraccia, resiste. Ma alla fine lo infilano tutti, visto che la Caterham più di così non può andare.

Timo Glock 6 L’eroe di Singapore torna nel profondo anonimato ma si sarà lasciato scappare un sorriso nel constatare che il suo record di serie C ha resistito senza troppi affanni.

Altri: Paul di Resta (5,5); Jean Eric Vergne (5,5); Vitaly Petrov (5); Charles Pic (5); Narain Karthikeyan (5)

La Ferrari e la sfortuna che gira 4 Basta appigliarsi a questa storiella della sfortuna che gira, del caso avverso e al fatto che “un giorno tocca a noi, un giorno agli altri“. La Ferrari ha toppato clamorosamente il pacchetto di sviluppo di Singapore ed è rimasta molto indietro rispetto alla concorrenza. La bontà della vettura in gara rischia di celare un problema insormontabile e gravissimo in ottica titolo: la qualifica. Perchè se parti sempre dietro il rischio di trovarsi coinvolti in collisioni (come quelle di Spa e Suzuka) aumenta in modo esponenziale. Con questa F2012 da “sabato del villaggio” il mondiale è bello che perduto. Testa bassa a lavorare e fuori i secondi. NIENTE ALIBI

Gp di Giappone 7 Perchè, nonostante manchi fin da subito uno dei grandi protagonisti del mondiale, la pista è uno spettacolo di tecnica e difficoltà. I sorpassi impegnano il pilota e le curve sono insidiose. Le “Snake” e la “Spoon” sono roba da manici veri. Gli errori, per fortuna, non vengono perdonati da vie di fuga in stile autostrada. Siano benedetti tracciati così! Se ne vedono pochi ormai.

L’efficienza dei giudici di gara 3 Come le tre, interminabili, ore passate per emettere il loro verdetto di assoluzione nei confronti dei pluri-indagati delle qualifiche, chi per aver ostacolato qualcuno, chi per aver ignorato la bandiera gialla provocata da Raikkonen. Ovviamente tutti innocenti, guai a toccare qualcuno troppo in alto. Paga Vergne per tutti, reo di aver rallenato Senna in Q1. GIUSTIZIA?

116 Commenti

  • Onlyred vedi sei stato te a dire che non posso parlare di altre cose ma solo della mclaren..ora non cambiamo le carte in tavola…dopodichè finiamo questa stupida discussione

  • arrivata l’ennesima gufata di horner….”la ferrari porterà tanti aggiornamenti nei prossimi Gp,la rossa resta la favorita,noi possiamo solo controllare quello che stiamo facendo non possiamo sapere cosa fanno gli altri…ed infine dice che non sottovaluta la mclaren….”io mi tocco intanto…non si sa mai…

    • purtroppo, da me si dice…..”chi per questi mari va sti pesci piglia”…..Alonso ha un po’ esagerato con le sue famose visioni gara e troppo spesso ( altrettanto spesso ci ha azzeccato) ha parlato di ritiri e disgrazie altrui….il malefico Horner sta giocando la sua stessa carta e ci sta prendendo…….Adesso se abbiamo i coglioni, portiamo in pista una FERRARI (e non una ferrari) e li battiamo nonostante gufate, minichiavi per regolazioni illegali etc etc…..altrimenti sempre come si dice dalle mie parti, ” ce la pieghiamo a libretto”….

  • Una domanda.
    Qualcuno sa perche’ Alonso dopo il testacoda non sia ripartito? Nessuno ne ha parlato, ma anche andando piano, con la SC avrebbe potuto rientrare ai box cambiare le gomme e fare una gara alla Webber raccimolando qualche punticino.
    Grazie

  • una notizia..la lotus in corea proveta gli scarichi ad effetto coanda

  • ma che succede a rosberg ?? schumacher in qualifica e in gara lo sta suonando come un violino..

    • Forse è Schumacher che visto l’appiedamento forzato, vuole cercare di ritirarsi a testa alta….. magari ha trovato delle motivazioni che non ha avuto durante questi 3 anni……
      Sono davvero curioso di vedere il confronto l’anno prossimo tra Rosberg e Hamilton, si scoprirà se Nico è un pilota sopravvalutato o sottovalutato….

  • Onlyred visto che dici che il mio commento era provocatori ti spiego cosa volevo dire..che tra l altro non era molto difficile…se alonso è in testa al mondiale è piu anche altro merito suo come tra l altro lui stesso sottolinea con frequenza e se la ferrari vuole vincere il mondiale deve sviluppare la monoposto per bene e non piu affidarsi alla sfortuna altrui e alle magie di alonso come ha detto lo stesso domenicali…tutto qui.

    • Ecco, ti sei risposto da solo, e contemporaneamente hai risposto anche carribean al posto mio….ieri sera dopo aver letto il mio commento su hamilton per l’ennesima figura da bamboccio che ha fatto, mi hai risposto in quel modo (come se avessi scritto che a farmi pena, fossi tu boh)……stamattina, probabilmente hai collegato il cervello, hai posato il fiasco di vino ed hai risposto in quest’altro modo……rilassati Ronny e non attaccare chi non la vede come te…è chiaro che quando non sei calmo, commetti degli errori per poi cercare di recuperarli il giorno dopo…non è la prima volta che ti comporti così’ ….sarai per caso un parente di hamilton……..ci tengo a precisare che non ce l’ho con chi tifa mclaren o per hamilton, con uno coma CarloM, ci andrei a vedere la corsa insieme e che vinca la Ferrari o la Mclaren, pagherei pizza e birra subito dopo….pero’ le provocazioni proprio non le sopporto, che sia un tifoso mclaren a farle o un tifoso ferrari come jhon (ricorda che nel tuo messaggio iniziale, hai debuttato dicendo che jhon, autore di mille post di merda assoluta e gratuita buttata in faccia alla Ferrari, aveva ragione, nel messaggio dove perseveri dicendo che non era molto difficile da capire, john e le sue ragioni, sono scomparsi…mi va già’ meglio)

      • se ci fai caso, carribean aveva esposto più’ o meno il tuo stesso concetto qualche messaggio più’ sotto del tuo, specificando pero’ che john, secondo lui, aveva FORSE ragione ma aveva sicuramente SBAGLIATO i modi…..non ho fatto nessun commento…..

  • alonso : macchina senza sviluppi da 5 gare
    domenicali : non è assolutamente vero

    • Hanno ragione entrambi: gli sviluppi li hanno portati ad ogni gara, il problema è che non funzionano mai….. Che poi sia colpa della galleria del vento o dell’incompetenza dei tecnici è difficile dirlo

  • Onlyred ma chi sei ?? che vuoi ?? faccio un commento normalissimo e dici che non devo parlare di altri mente tu puoi scrivere che hamilton e un poveretto e ti pena…tu non solo dovresti collegare il cervello ma dovresti anche posare a terra il fiasco di vino…detto questo lasciami proprio perdere…non ho voglia di dialogare con persone del genere

  • è sempre la renault a mettere il bastone tra le ruote alla ferrari..ricord il mondiale perso dietro a petrov che non ha lasciato passare alonso ad abhudabhi nel 2010?ora ci si mettere la lotus(ex renualt),anche se tanto ex non è,a rovinare le gare di alonso;prima grosjan a spa che si tuffa nella mischia ad occhi chiusi,prendendo in pieno la ferrari,ora raikkonen che tampona nando e gli buca una ruota..cmqq per me raikkonen è da 4,tornasse ai rally che ci fa più figura,sto sopravvalutato da 2 soldi..

    • A me pare che sia Alonso ad attraversare la pista da destra a sinistra fino a chiudere Raikkonen, che non toglie il piede, ma al momento del contatto è già “ingaggiato” da un bel po’.
      Se una colpa si deve attribuire per me è di Alonso.

      • è un incidente di gara,e cmq è kimi che tampona,non so xkè nando ha fatto quellla manovra,forse a dx nn aveva spzio,e cmq era davanti,e aveva tutto il diritto di cambiare traiettoia

      • Alonso voleva stare più’ lontano possibile dal compagno di kimi, perciò’ ha fatto quella manovra….purtroppo ha incontrato un’altra lotus!

      • Allora secondo il tuo ragionamento grosjean a spa non aveva responsabilità, tanto era davanti!
        E’ chiaro che è colpa di alonso, ogni tanto anche lui puo commettere qualche errore!

    • e perchè mai Petrov avrebbe dovuto far passara Alfonso come dici tu?????
      ma va la va la va la…..semplicemente Alonso si è innervosito e non è riuscito a passare….se non ricordo male un hamilton e kubica non hanno avuto problemi a superare quel giorno!

      • non ho detto che doveva dargli strada,ma di sicuro era più lento,e petrov fu graziato dalla pista..e cmq alonso si stava giocando un mondiale..ma lasciamo perdere..vedo che rigiri le parole a tuo piacimento..

      • ricord il mondiale perso dietro a petrov che non ha lasciato passare alonso ad abhudabhi nel 2010?

        come le avrei rigirate le parole??? scrivi non ha lasciato passare…allora ti chiedo, sportivamente, doveva farlo??

      • no!io volevo dire:come petrov della renult nel 2010 rovinò la gara di alonso,anche le lotus,quest’anno hanno inflitto 2 bei zeri a nando..riguardo a petrov,diciamo che coi regolamenti di oggi sarebbe stato penalizzato,visto che nel difendersi cambiò 100 volte traiettoia..
        spero di essere stato più chiaro..

      • si, ora posso essered’accordo con te!
        in passato molti hanno sostenuto che petrov si sarebbe dovuto scansare per lasciar strada adAlfonso..e questo proprio non mi va giu…!

      • dopo tutto alla renualt conviene che vinca la red bull..

      • mah,io facevo completamente un altro discorso..

    • io credo che alonso in questa partenza ha cannato in pieno la partenza ed ha fatto esattamente come grosjean a spa , fortunatamente il finlandese non si e’ fatto agganciare altrimenti sarebbe stato anche a rischio squalifica per un gp,infatti ha tagliato completamente la pista ed ha deliberatamente spinto sull’ erba l’ avversario.Ha cannato succede anche a lui.

  • Certe opinioni di Michael andrebbero perpretate a tutte le testate sportive italiane, visto che ormai lo trattano come un brocco, dimenticando i gloriosi anni in cui vinceva a mani bassi e portava in alto il nome dell’Italia. Ora? un quasi pensionato che sta dietro al suo compagno di squadra con 20 anni in meno e con metà delle gare finite per ritiro. Ma nessuno scrive delle rimonte da guerriero, neanche fossimo alla playstation o dell’invidiabile pole position a Monaco, un tracciato che veramente non perdona. D’altronde la faziosità della stampa italiana è allucinante. Per me, oltre che “brocco MAI”; Maestro.

  • Quante parolone che vedo scritte…….in molti si sono compiaciuti che alonso ha perso il vantaggio e di sicuro perderà il mondiale……ma di sicuro la ferrari non era la anti redbull e abbiamo fatto più del nostro dovere….invece altre team che si dicevano che erano simili o addirittura superiori alla rdbull ora stanno facendo piu figura diu mer..!!spero che gli aggiornamenti funzionino,e se alonso non conquista il mondiale sarà colpa dei tecnici che non sono riusci a migliorare abbastanza una vettura mediocre di inizio campionato……la speranza è finita!!ora alonso deve correre alla cieca senza paura di perdere il titolo,da ora in poi solo vettel può perdere il titolo!!!w ferrari!!

    • quindi, riassumendo, se Alonso vince il titolo, è merito suo, se lo perde è colpa della Ferrari, giusto?

      • no e di entrambi…….ma se la ferrai non gli mette un mezzo abbastanza discreto anche un super campione non vincerà niente………mica vettel e superiore di hamilton o alonso e la vettura che è super!!!

      • Credo sia evidente che Alonso, in molte occasioni, quest’anno è andato oltre i limiti della macchina. E che come pilota è stato il migliore dell’anno, almeno fino adesso.
        Ciò non toglie che da qui in avanti il campionato sia apertissimo, e che anche Vettel ha tutto il tempo per meritarselo. Come pure Alonso ha tutto il tempo per buttarlo al vento, come, nella mia modesta opinione, credo che un po’ (solo un pochino) ha fatto in Giappone.

      • Si in Giappone una parte di colpa la si può dare anche ad Alonso, ma se guardiamo la stagione intera dove non ha praticamente commesso errori pur spingendo sempre al 110% visto la vettura che ha sotto il sedere, be un errorino è anche umano, se no sarebbe un robot!
        Spero però che anche dopo questa batosta riesca a mantenere la freddezza e la lucidità che ha contraddistinto questa sua stagione, se molla adesso è davvero finita

    • La ferrari ha fatto grandissimi progressi rispetto ad inizio campionato , ma in un mondiale ci sono avversari come giusto che sia , comunque quest’ anno il box ha lavorato alla grande quasi sempre , a volte ha cannato , lo stesso ha fatto alonso, ma non credo sia corretto dare la colpa ai soli tecnici il pilota (dicono che la mc con cui ha vinto il mondiale hamilton l’ ha fatta lui)deve dare un contributo anche nelle sensazioni di guida per indirizzare i tecnici…………

  • Concordo tutto tranne Webber.
    L’australiano ha rimontato dall’ultima posizione ed è arrivato a punti.
    Credo che un 7 sia più giusto del 6 di Antonino.

  • Pagelle giuste a parte che io un voto ad Alonso lo avrei dato e non buono perchè non è stato tanto un caso o sfortuna come a Spa ad esempio.Quello che è successo ieri a parte che io lo chiuderei come è stato fatto un semplice incidente di gara,ma l’incidente ha due precise responsabilità da parte di Alonso la prima di testa visto che si dice che è il più forte anche mentalmente non mi sembra che ieri si sia comportato cosi se ti giochi il titolo e hai tutta la pista libera non puoi andarti a buttare tutto a l’esterno per chiudere la strada a Kimi rischiando il contatto che poi c’è stato e poi da un punto di vista regolamentare in rettilinio Raikkonen aveva parte della macchina affiancata alla ferrari e Alonso non può allagarsi come vuole lui come se non c’è nessuno,perchè lo ha portato sull’erba nonostante alla sua destra aveva tutta la pista libera,anzi con il nuovo regolamento se lui restava in pista secondo me ci poteva scappare la penalità

  • caribbean tra l altro 2 sono le cose…oh pensa che la ferrari e indietro oppure pensa che è alonso che sta andando male visto che non vince da 1 vita…da li non si scappa…quando si scrive un commento bisognerebbe collegare un attimo il cervello..avessi detto qualcosa di strano potevo anche capirlo…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!