GP Giappone 2012: è Grand Chelem per Sebastian Vettel

7 ottobre 2012 10:08 Scritto da: Davide Reinato

Sebastian Vettel conquista la vittoria a Suzuka, portando a termine il più classico dei Grand Chelem: pole position, vittoria stando in testa dal primo all’ultimo giro e crono più veloce con 1:35.774. Sebastian ha dimostrato di avere nuovamente la vettura più efficiente e l’ha sfruttata pienamente, anche contro le raccomandazioni che il suo ingegnere di pista gli comunicava via radio.

Una vittoria di forza che rilancia Seb nella lotta all’iride, anche grazie al ritiro alla prima curva da parte di Fernando Alonso. E’ proprio in quel momento che si consuma gran parte della corsa: il ferrarista viene tamponato da un incolpevole Raikkonen che con la sua ala anteriore gli pizzica la gomma e gliela fora, mandandolo in testacoda e costringendolo al ritiro. Alla seconda curva, Grosjean tampona Webber e lo manda in testacoda, coinvolgendo Rosberg, poi costretto al ritiro.

A tenere alto l’onore della Ferrari ci ha pensato Felipe Massa che è tornato sul podio dopo più di trenta gare di digiuno lontano dal podio. Per un certo periodo, il ritmo della F2012 è stato molto vicino a quella della RB8 del tedesco, ma ovviamente non era abbastanza per tentare di vincere. A completare il podio del GP del Giappone ci ha pensato l’idolo di casa, Kamui Kobayashi. Il piccolo samurai, acclamato dal pubblico come fosse un vincitore, ha realizzato una gara da dieci e lode. Con il suo ritmo si è tenuto dietro anche le due McLaren di Button e Hamilton, giunte solamente in quarta e quinta posizione al traguardo.

Risultato amaro anche per la Mercedes. Rosberg viene coinvolto nell’incidente tra Webber e Grosjean alla curva 2 ed è costretto al ritiro. Schumacher, partito dal fondo dello schieramento, non va oltre l’undicesimo posto, nonostante abbia lottato fino alla fine con Ricciardo nel tantativo di conquistare un punticino iridato.

La Sauber festeggia il podio di Kobayashi, ma c’è grande rammarico per la gara di Sergio Perez. Il pilota messicano ha movimentato la prima parte di gara, tenendo un ritmo elevatissimo e dando spettacolo puro. Il sorpasso su Hamilton al tornantino resterà negli occhi di tutti, forse anche dello stesso anglocaraibico, che forse non si aspettava quel sorpasso. Dopo le soste ai box, però, Sergio si è ritrovato nuovamente dietro a Lewis ed ha voluto azzardare. Ha voluto riprovare una manovra al limite al tornante, affiancando la McLaren all’esterno. Ma questa volta il rischio non ha pagato e Checo è finito in testacoda, buttando via quanto di buono fatto in gara.

GP GIAPPONE 2012 – RISULTATI DELLA GARA

POS  PILOTA        TEAM                       TEMPO
 1.  Vettel        Red Bull-Renault           1h28:56.242
 2.  Massa         Ferrari                    +    20.639
 3.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +    24.538
 4.  Button        McLaren-Mercedes           +    25.098
 5.  Hamilton      McLaren-Mercedes           +    46.490
 6.  Raikkonen     Lotus-Renault              +    50.424
 7.  Hulkenberg    Force India-Mercedes       +    51.159
 8.  Maldonado     Williams-Renault           +    52.364
 9.  Webber        Red Bull-Renault           +    54.675
10.  Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari         +  1:06.919
11.  Schumacher    Mercedes                   +  1:07.769
12.  Di Resta      Force India-Mercedes       +  1:23.400
13.  Vergne        Toro Rosso-Ferrari         +  1:28.600
14.  Senna         Williams-Renault           +  1:28.700
15.  Grosjean      Lotus-Renault              +     1 lap
16.  Kovalainen    Caterham-Renault           +     1 lap
17.  Glock         Marussia-Cosworth          +     1 lap
18.  Petrov        Caterham-Renault           +     1 lap
19.  De la Rosa    HRT-Cosworth               +     1 lap

Giro più veloce: Vettel, 1:35.774

RITIRATI - NON CLASSIFICATI

Pilota        Team                       al giro
Pic           Marussia-Cosworth            39
Karthikeyan   HRT-Cosworth                 34
Perez         Sauber-Ferrari               19
Alonso        Ferrari                      1
Rosberg       Mercedes                     1

CLASSIFICHE MONDIALI

PILOTI                       COSTRUTTORI
 1.  Alonso       194        1.  Red Bull-Renault          325
 2.  Vettel       190        2.  McLaren-Mercedes          283
 3.  Raikkonen    157        3.  Ferrari                   263
 4.  Hamilton     152        4.  Lotus-Renault             239
 5.  Webber       135        5.  Mercedes                  136
 6.  Button       131        6.  Sauber-Ferrari            115
 7.  Rosberg       93        7.  Force India-Mercedes       81
 8.  Grosjean      82        8.  Williams-Renault           58
 9.  Massa         69        9.  Toro Rosso-Ferrari         15
10.  Perez         65       
11.  Kobayashi     50       
12.  Di Resta      44       
13.  Schumacher    43       
14.  Hulkenberg    37       
15.  Maldonado     33       
16.  Senna         25       
17.  Vergne         8       
18.  Ricciardo      7

272 Commenti

  • certo che vettel ha stampato quel 35 7 da paura per far capire che ha solo giocato in gara…ora bisogna vedere perche dopo valencia ci pensavamo che newey aveva trovato qualcosa di magico invece quel dominio clamoroso prima del ritiro era dovuto alla pista…se la red bull mostra lo stesso strapotere anche in corea è finita per tutti.

  • Ferrarista Sfegatato

    L’incidente alla partenza non è completamente sfortuna … Alonso scegliendo quella traiettoria se l’è andata un po’ a cercare … appena l’ho visto andare all’esterno ho pensate che sarebbe successo qualcosa … finalmente una grande gara di massa ! ha dimostrato che oggi la ferrari era la 2 vettura più veloce in pista … per il mondiale che dire … la red bull è tornata un’astronave … viviamola gara per gara e vediamo cosa potremo fare in ogni singolo tracciato, naturalmente dovremo portare consistenti aggiornamenti e anche se questi dovessero funzionare non è detto che basteranno per battere vettel … Per fortuna c’è subito un’altra gara per dimenticare questa … ma probabilmente questo 0 ci servirà … da ora saremo OBBLIGATI a correre sempre all’attacco cosa che dovevamo fare già prima … altro che gestire con una macchina inferiore … FORZA RAGAZZI !! MANCANO 5 GARE, CREDIAMOCI !

  • Dopo 10 ore ancora ho l’immagine in mente della polvere che alza in aria la monoposto di alonso……..che sfiga…..mah!!!ora siamo pari con gli altri!!!tutti parlano che la redbull e diventata super perchè ha montato il super drs…..posso capire in qualifica che il drs e libero ed hanno avuto un vantaggio….ma in gara vettel con chi lo doveva usare se era lui il primo,arrivati a questo punto io ho un dubbio ma se il super drs fosse invece un f-duct passiso??e l’unica soluzione possibile….e poi si sa newey e un genio!!!speriamo che la ferrari riesca a portare qualche buono aggiornamento!!!speriamo….w ferrari!!

    • Vedi che in gara ha dato 1 secondo a tutti

      • Appunto mi sembra esagerata la prestazione di vettel. c’è qualcosa che non torna la red bull ha fatto un passo troppo avanti in confronto agli altri. questo super drs nasconde dell’altro! tanto prima o poi la furbata della red bull uscirà fuori.

  • Comunque bisogna ammettere che sta RedBull è davvero una grande squadra, son 3 anni che fanno il bello e il cattivo tempo, quest’anno sembravano in crisi ed invece nel mom,ento cruciale eccoli di nuovo una spanna sopra tutti.
    Soluzioni sempre innovative ed efficaci, non c’è niente da fare attualmente sono i migliori in tutto.
    Ora si può dire anche che spesso sono stati colti con soluzioni illegali, vero, ma anche in questo sono i migliori, i più furbi, d’altra parte se il regolamento fa schifo e prevede un sacco di paletti di difficile verifica e quindi soggetti ad essere aggirati è ovvio che vengano aggirati, ed anche in questo sono più furbi degli altri…
    Poi mi fanno ridere certe regole tipo il tetto massimo di spesa, ma poi chi veramente verifica che le scuderie non spendano più del consentito? Ai TG ogni giorno si sente di società o personaggi che per aggirare il fisco creano giri di prestanomi società fittizie e quant’altro, roba che sfugge alla mia comprensione, e per una che ne beccano ce ne saranno altre 10 che non vengono scoperte, e volete che in f1 non ci sia nessuno che riesce ad aggirare il limite di spesa?!?!? Io non ci credo

  • davide ma tu hai notato che hamilton dopo il primo pit ha montato le gomme dure e dopo 5 ha detto che erano finite e teneva hulkemberg a pochi decimi ? nei successivi giri fino al 2 pit è stato uno dei piu veloci in pista….mah…un week end davvero assurdo e impossibile da decifrare…!!1

    • Infatti Ronny.
      Lewis ha comunicato via radio al suo Ingegnere: ” Le gomme sono al limite !!! ” ma poi con le stesse ha effettuato almeno altri 10/12 giri.
      Lewis a fine gara a dichiarato che di colpo la macchina non ha avuto più il sottosterzo che aveva condizionato Lewis in qualifica e nella 1^ parte della gara, mah….
      Misteri di questa F1 sempre più imprevedibile, dove oggi una macchina è competitiva mentre magari domani da 6° posto !!!

      • e non solo ci ha fatto 12 giri..gli ha fatto anche ad un ottimo ritmo

      • Infatti.
        Comunque Ronny è inutile scervellarsi ci sono ancora 5 gare e spero che Lewis nè possa vincere qualcuna e andare al podio spesso.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!