La Red Bull ha il doppio DRS!

7 ottobre 2012 11:46 Scritto da: Mario Puca

La sorpresa che non ti aspetti: la Red Bull ha il doppio DRS! E’ stato un po’ un fulmine a ciel sereno, visto che, con cinque gare ancora da disputare, il mezzo fallimento di quello made in Lotus ed il divieto di utilizzarlo dalla prossima stagione, il DDRS sembrava ormai una soluzione sconveniente. Ed invece, il genio dell’aerodinamica Adrian Newey ha deciso comunque di dotare le sue vetture del diabolico dispositivo.

Difficile accorgersene, visto che il dispositivo Red Bull, pur essendo simile a quello in stile Mercedes, non utilizza tubazioni visibili. Va aggiunto, inoltre, che il dispositivo è stato provato interamente in galleria del vento, visto che il suo primissimo test è avvenuto nelle prove libere di venerdì mattina (FOTO). Il risultato è evidente: prima fila tutta Red Bull con ben quattro decimi di vantaggio rifilati a Button in qualifica, dove il DRS può essere azionato lungo tutto il circuito.

Come accennato poc’anzi, la versione firmata Newey è sostanzialmente diversa da quella Lotus e molto simile a quella Mercedes:

Sulla parte interna della paratia dell’ala posteriore è, come nel DDRS Mercedes, presente un foro, il quale viene chiuso da un tappo di carbonio fissato al flap del DRS quando questo è chiuso (FOTO). Nel momento in cui il pilota aziona il DRS (FOTO), il foro si apre e lascia defluire l’aria, che in quel punto è alla massima pressione, all’interno della paratia, che è concava al suo interno. A differenza del DDRS Mercedes, però, l’aria non viene convogliata verso l’ala anteriore, ma viene espulsa, con altissima probabilità, da slot posizionati al di sotto del supporto inferiore dell’ala (FOTO). L’effetto che si ottiene, di conseguenza, è quello di “scaricare” ulteriormente l’ala posteriore, visto che in alta velocità, la pressione aerodinamica è massima proprio nelle zone esterne del flap.

La soluzione è più semplice di quella escogitata dal team tedesco e, visti i risultati ottenuti in qualifica da entrambi i piloti, decisamente efficace. Sorprende il fatto che la Red Bull abbia studiato questo dispositivo interamente in fabbrica, a differenza della Lotus, invece, che è da diverse gare che lo prova e ne rimanda il debutto ufficiale.

28 Commenti

  • Ragazzi e’ molto bello leggere le considerazioni di tutti voi su questo blog, ma diciamo che se dopo avere letto l’articolo avevo le idee un po’ confuse, dopo qualche commento le cose sono peggiorate!
    Insomma cosa racconto ai miei amici del bar sul fatto che la red bull e’ tornata così forte, che sono stato bravi a progettare un super drs, o che hanno trovato un modo nuovo di barare con le mappature del motore?

    • Basta che dici la verità, cioè che ci sono seri dubbi che il dispositivo sia effettivamente un super DRS e che, molto probabilmente, il guadagno prestazionale deriva da altro.

      Per il resto c’è poco da capire, perchè per prima cosa c’è il fatto che l’aria “catturata” dai fori sarebbe insufficiente a far stallare l’alettone inferiore,poi non si è vista una sola foto che chiarisce dove quest’aria vada a finire ed infine se effettivamente il dispositivo in questione dovesse far incrementare la velocità massima, come mai in qualfica, rispetto alla gara la RBR guadagna esattamente come la Mclaren ed è addirittura inferiore alla Ferrari???

      Ora non saranno le mappatre, ma qualcosa se la sonoinventata di certo.

  • Almeno non sono del tutto rinco… quando ho mandato a fangala i commentatori della RAI nel momento in cui hanno detto che i fori servivano a soffiare aria sul profilo superiore dell’ala, è chiaro che invece manda in stallo il profilo inferiore.

    In un primo momento ero convintissimo che il dispositivo avrebbe dato un reale vantaggio solo in qualifica, perchè poi in gara ne avrebbe sofferto, perchè di fatto il DRS non viene usato, ma ciò inaspettatamente non si è dimostrato vero e devo riconoscere che la cosa mi ha lasciato alquanto interdetto, poi però ci ho riflettuto su e sono giunto ad una conclusione alquanto paradossale, ma che, potrebbe costituire la quadratura del cerchio.

    Tutti hanno detto che la RBR è riuscita a guadagnare velocità massima, ma credo che questo questo sia vero vero solo in parte, perchè, credo che paradossalmente Newey lo ha utilizzato per ottenere un carico aerodinamico ancora maggiore e, nello stesso tempo non essere poi penalizzato troppo in velocità, utilizzando degli alettoni ad alto carico in qualifica.

    In molti vanno a controllare la velocità max allo speed trap, ma a mio avviso bisognerebbe guardare, invece, quella max in ogni singolo settore e, guarda caso quella di Vettel non è affatto esagerata, anzi……

    Nel 1° settore la velocità più elevata è stata quella di Maldonado con 278,8 km/h, mentre Vettel è all’11° posto con 271,7 km/h

    Nel secondo settore la velocità più elevata è stata quella di Grosjean con 312.3 km/h, mentre Vettel è al 16° posto con 299.2 km/h

    Nel 3° settore la velocità più elevata è stata quella di Schumacdher con 265.6 km/h, mentre Vettel è al 5° posto con 260.9 km/h

    In qualifica le posizioni migliorano notevolmente, ma comunque non sono al top, a dimostrazione che Newey, ancora una volta, non ha puntato sulla velocità ma sulla percorrenza in curva.

    In pratica se per il passato avesse utilizzato profili alari ad alto carico aerodinamico, si sarebbe ritrovato poi in rettilineo con una velocità di punta ridicola, mentre utilizzando questo dispositivo, riesce ad avere delle velocità di punta accettabili in qualifica, ma con il vantaggio di avere la vettura incollata al suolo in curva, mentre in gara, forse solo con il carico di carburante è un po meno di una astronave, (perchè al già consistente carico aerodinamico si aggiunge anche il peso del carburante) ma quando si alleggerisce, sfrutta al massimo il maggior carico aerodinamico di cui dispone diventando irragiungibile.

    Non so se l’ho imbroccata, nè se sono stato abbastanza chiaro, ma a quest’ora non so spiegarmi meglio.

    • Ciao Maxleon gia’ da Sabato dopo aver notato i fori sulle bandelle, avevo capito che questo sistema non poteva mai mandare in stallo l’alettone fisso di maggiori dimensioni, perche’ appunto mancavano le classiche fessure presenti su questo componente.

      Guardando il disegno in alto rimango abbastanza perplesso, sulla reale efficacia di tale soluzione.
      In effetti basta ragionarci sopra per capire che si manda in stallo una parte dell’ala che conta poco in termini di carico, sia per generare carico che annullarlo quando viene azionato il super DRS.
      Non è che questo SDRS è solo scenografico ?
      Se ci fai caso anche il tunnel di cui si è parlato tantissimo alla fine era solo un grande fuoco di paglia, appena sono state limitate le mappature la RBR è crollata.
      Veramente strano…

      • A dire il vero guardando il disegno ho dei grossi dubbi sul punto dove avverrebbe il soffiaggio, ho cercato foto più dettagliate ma purtroppo non ho trovato nulla, per cui non ecludo che possa trattarsi solo di scenografia, oppure di qualcosa, che sia molto marginale rispetto a quella che potrebbe essere la vera soluzione, ormai siamo abituati a certe trovate di Newey e non mi stupirei affatto.

        Anche il fatto di aver usato il 7° motore nuovo un po mi puzza, perchè se da un lato è vero che Suzuka è piuttosto impegnativa come pista, è anche vero che ora fra max tre gare dovranno utilizzare l’ultimo motore nuovo e, quindi arriveranno ad Interlagos, che è anche impegnativa con un motore usatissimo.

        L’ipotesi sarebbe che dopo che gli hanno vietato le mappature, abbiano trovato il modo di intervenire in un altro modo sull’anticipo, oppure, molto più semplicemente hanno incrementato il volume dei gas di scarico iniettando di carburante anche i famosi 4 cilindri tagliati, attirando l’attenzione su un DDRS farlocco.

      • Più cerco una risposta nei tempi e nelle velocità max e più mi convinco che il dispositivo che ci hanno mostrato non è così determinante,infatti fra qualifiche e gara non vi è un incremento di velocità max maggiore a quello di alre vetture,anzi….

        Massa:

        velocità max in qualifica 309,1 in gara 296,9
        icremento 12,2

        Vettel

        velocità max in qualifica 308,9 in gara 298,8
        incremento 10,1

        Button

        velocità max in qualifica 310,7 in gara 300,5
        incremento 10,2

        Bhe,naturalmente non sono valori assoluti, ma possono dare una idea sull’efficienza del sistema DRS e quello della RBR non è certo superiore agli altri, per cui è sempre più accreditabile l’ipotesi che Newey abbia recuperato in velocià non grazie al DRS ma ad alettoni più scarichi e che,invece abbia recuperato carico grazie a qualche altra diavoleria.

  • Comunque gia’ da ieri avevamo parlato io e Maxleon di un probabile SDRS… Ci abbiamo azzeccato e sopratutto quelli di f1 techincal si confermano molto competenti anche se qualcuno di cui dico il nome Ronny li aveva giudicati male… !!!

  • Sè veramente, dopo averlo provato in Galleria del vento, e testandolo solamente nelle libere Venerdì, ha dato questo vantaggio così evidente alla RB8, allora tanto di cappello al Genio Newey.
    Ma vi rendete conto ?
    In Lotus da mesi stanno testando la novità in pista senza i risultati sperati mentre in Red Bull lo provano in Galleria del vento e poi portato subito in pista si rivela determinante…..questo fà capire la forza della Red Bull come squadra.

    • Ci vuole pure culo, nella vita!

    • Ma ho molti dubbi sulla sola galleria.Secondo me in galleria si puo’ provare solo il potenziale della soluzione, in particolare poi quando si usano tali soluzioni che sfruttano il flusso d’aria e quando si attivano cambiano radicalmente l’assetto della vettura ci vuole per forza un riscontro in pista. E’ una soluzione per certi versi simile agli scarichi soffiati o al f-duct difficile da mettere a punto, oserei dire quasi impossibile senza un test in pista.
      Ricordare il sistema F-duct della Ferrari ?
      Nel 2010 risulto’ addirittura il piu’ efficiente seppur copiato dalla MClaren. Il tutto fu sviluppato in una galleria del vento ancora peggiore di quella odierna, ma se non ricordo male la ferrari lo provo’ per ben due gare il venerdi’.

      • Ricordo benissimo poi gli che la MClaren sempre nel 2010 con una galleria del vento nettamente migliore, falli’ lo sviluppo degli scarichi bassi. Quindi penso proprio che in questo caso la galleria seppur importante non è determinante.
        Il fatto è che lavorare con flussi d’aria che possono variare notevolmente il proprio comportamento e la loro intensità, complicano notevolmente lo sviluppo. Per usare il SDRS bisogna controbilanciare la macchina.

  • è veramente imbarazzante che la Ferrari da sei gare non aggiorna la macchina.

  • AlexFerrari4ever

    a questo punto l’unica carta da giocare è… copiare l’idea della red bull. non mi sembra che si debba stravolgere la macchina, c’entra solo l’ala posteriore

  • a bè,ecco come mai vola di nuovo!a questo punto bisogna arrendersi a sua maestà newey,vince chi osa.la mc ha anche osato,ed ha fatto bingo,andava + forte della red,ma l’hanno stoppata.noi non abbiamo osato niente :( e non vinceremo niente.

  • Complimenti alla Red Bull che è riuscita a sviluppare un pezzo così importante testandolo soltanto in galleria del vento.
    Purtroppo (da Ferrarista) il DDRS non è stato l’artefice della vittoria di Vettel. Non credo che l’abbia mai azionato (tranne che per i doppiaggi).

  • Bravo Wvuts!!! E’ quello che dico pure io, oltre a questo anche gli scarichi sono tornati a soffiare nek…posto giusto…! E poi avete visto dalle camera car la rb di Vettel??? Era l’unica vettura che vibrava in modo vistoso! Nn solo ddrs e scarichi, qui flette anche la carrozzeria!!!

  • secondo me questo significa sviluppo aggressivo non alette e deviatori come anno fatto in ferrari

  • La Red Bull non ha solo questo. C’è tanto altro, troppo altro.

  • questa e la conseguenza piu carica nelle curve piu scarica in rettilineo

  • bè i sospetti su alcuni episodi passati ci sono e restano,con una commissione più attenta probabilmente avrebbero fatto più fatica ad arrivare a questo punto che sono tornati in pole per il titolo.

    sui progressi delle ultime due settimane invece chapeau,oggi erano veramente imprendibili.
    peccato non aver visto il potenziale di webber,giusto per capire che se anche lui andava più o meno come vettel oppure sebastian(come credo)a suzuka fa la differenza tirando sempre fuori qualcosa in più degli altri.
    ogni pilota ha dei circuiti favoriti suzuka lo è per vettel.

  • Potrebbe essere la mossa decisiva che decide il mondiale…
    Se sarà cosi bisogna solo fare i complimenti visto che gli altri team hanno fallito dove la Red bull sembra essere riuscita..pertanto non venite a scrivere che barano ecc..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!