Pirelli deciderà a giugno 2013 il proprio futuro in F1

7 ottobre 2012 13:05 Scritto da: Giacomo Rauli

Il futuro in F1 della Pirelli Motorsport sarà deciso il prossimo anno, nel mese di giugno.

Il contratto sottoscritto dalla casa italiana di pneumatici come fornitore unico della F1 è triennale e scadrà alla fine del mondiale 2013.

Secondo il capo Pirelli Motorsport, Paul Hembery, è probabile che la casa di pneumatici voglia rimanere ancora nel Circus iridato:Probabilmente continueremo perchè il progetto è valido e vantaggioso in termini tecnici ed economici. Inoltre pensiamo che il nostro ingresso in F1 sia stato un bene per lo spettacolo e per il pubblico del Circus iridato“.

Detto ciò, Hembery pone qualche obiettivo per il rinnovo del contratto:Dobbiamo capire meglio obiettivi e regolamenti che saranno in vigore dal 2014, prima di firmare qualsiasi tipo di documento“.

Stando a quanto dichiarato da Hembery, Pirelli sarebbe inoltre disposta ad accettare la sfida con un eventuale costruttore di pneumatici, interessato ad entrare in F1:Perchè no? potrebbe essere una cosa molto positiva per la F1. Certo prima bisognerebbe leggere il regolamento. Bisogna sempre valutare bene le cose, specialmente in F1“.

8 Commenti

  • In ogni caso spero resti un fornitore unico, altrimenti se capita che uno dei 2 produce pneumatici superiori all’altro i mondiali vengono falsati, almeno così hanno (o dovrebbero avere) tutti gli stessi pneumatici

  • Pero’ loro dicono che costruiscono gomme di kakka perche’ glielo ha chiesto Ecclestone…..lo ripetono in ogni intervista e sui giornali c’e sempre questa
    storia.Vuoi vedere che ci hanno presi in giro per anni e
    la Befana e Gesu’ bambino sono sempre esistiti!!

  • …spriamo si ritiri….
    MI sa tanto che come ditta italiana hanno portato amche un agestione mafiosa della cosa…..
    NOn si spiega…non si spiega…Maldonado, ROsberg, vettel che da oltre 1 sec a tutti a distanza di 1 gp….
    Le gomme, sono loro il fattore….Maf1

  • il problema è che le gomme sono troppo discriminanti,è giusto che abbiano il loro peso in una gara ma non possono essere così tanto determinanti ai fini del risultato.
    devono essere una componente non LA componente.

  • sarebbe ora si che se ne andassero grrrrr!!!!hanno rovinato un mondiale con queste gomme!!

  • Eh, ma non hanno alcuna intenzione di farlo, Ecclestone è sempre stato chiaro, vuole gli pneumatici di burro punto.
    Io rimpiango moltissimo le lotte GoodYear- Bridgestone e Bridgestone-Micheline, ma in quella F1 era ancora possibile vedere delle gare dove a vincere era la macchina migliore nonostante le gomme.
    Quelle macchine erano davvero belle, queste boh, io proprio nn riesco a farci l’occhio, me le faccio piacere certo, ma se metti affiancate una F2004 o F2008 alla F2012 o qualsiasi altra di ora…beh…tutta un’altra storia!!!

  • Non mi sono mai espresso positivamente nei confronti della Pirelli, ne quando Alonso vinceva ne tantomeno oggi.

    Il sistema costruttivo è troppo diverso dalle coperture messe a disposizione da Bridgestone e Michelin degli anni passati.

    E’ vero che questa situazione è stata voluta da Ecclestone ma credo che Pirelli avrebbe potuto creare pneumatici un pò più costanti.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!