GP di Corea 2012: i numeri e le statistiche

11 ottobre 2012 07:30 Scritto da: Andrea Facchinetti

2 EDIZIONI – Il Gp di Corea è stato inserito per la prima volta nel calendario nel campionato 2010.

2 VINCITORI – L’edizione 2010 è stata vinta da Fernando Alonso, mentre quella del 2011 da Sebastian Vettel.

2 TEAMS VINCENTI – Ferrari e Red Bull vantano un successo nel GP di Corea.

2 POLEMAN – Sebastian Vettel e Lewis Hamilton sono i due piloti ad aver conquistato la Pole Position a Yeongam.

2 PILOTI CON GPV – Alonso e Vettel, oltre a vincere la corsa, nel 2010 e 2011 hanno fatto segnare il giro più veloce.

0 POLE + VITTORIA – Nè Vettel nè Hamilton hanno trasformato la Pole Position conquistata in vittoria.

5 SC – Nelle prime due edizioni del GP coreano, la SC è entrata in pista ben 5 volte: 4 nella prima edizione, una lo scorso anno.

6 ROOKIE – Per 6 dei 24 partecipanti, la gara di domenica sarà il primo GP di Corea. Non hanno mai corso in Corea infatti Raikkonen, Grosjean, Vergne, Pic, De La Rosa e Karthikeyan.

7 ANNI + 5 – Bernie Ecclestone e gli organizzatori del GP coreano hanno firmato il 2 ottobre 2006 un contrato di 7 anni con un opzione di altri 5, che permetterà alla gara di rimanere in calendario fino al 2021. Nonostante l’accordo, sono molti i dubbi legati al proseguimento dell’evento.

300 KM – Il tracciato di Yeongam sorge a circa 300 KM dalla capitale della Corea Del Sud, Seoul.

5621 M – La lunghezza del tracciato disegnato da Herman Tilke. Di questi 5621 metri, 3045 fanno parte del tracciato permanente.

1200 M – Con i suoi 1200 metri di lunghezza, il rettilineo principale di Yeongam è il più lungo rettilineo dei circuiti di F1 asiatici.

KOREA INTERNATIONAL CIRCUIT – Il tracciato in gara dovrà essere percorso 55 volte per un totale di 309,155 KM. 18 le curve (10 a sinistra, 8 a destra). Pole Position 2011: 1:35.820 (L. Hamilton, McLaren-Mercedes).

6 Commenti

  • schumixsempre

    comunque 6 rookie raikkonen

  • Fernando ci tiene a ribadire la sua fiducia nelle capacità della squadra. “Sono certo che potremo giocarci le nostre carte fino in fondo. Le persone che stanno lavorando sulla macchina sono le stesse che lo hanno fatto fino ad ora e non c’è motivo che non sappiano fare bene anche adesso. Non dimentichiamoci che se sono ancora in testa al Mondiale è perché siamo stati capaci sia di migliorare la vettura in maniera importante rispetto all’inizio di campionato sia perché siamo stati in grado di sfruttare sempre al massimo quello che avevamo a disposizione. A noi non ci ha mai regalato niente nessuno, anzi Spa e Suzuka ci hanno privato di piazzamenti che erano ampiamente alla nostra portata. Il miracolo che ci ha fatto arrivare sin qui in questa posizione non ha origine divina ma è il frutto del lavoro di tutti noi, dal primo all’ultimo. La Formula 1 è uno sport di squadra: si vince e si perde tutti insieme.”

    • Il miracolo che ci ha fatto arrivare sin qui in questa posizione non ha origine divina ma è il frutto del lavoro di tutti noi, dal primo all’ultimo. La Formula 1 è uno sport di squadra: si vince e si perde tutti insieme.”e vorrei rimarcare quest’ultimo pezzo

  • ho fatto un giro sul nuovo circuito di austin sul xbox sembra un circuito veloce c’è un solo punto di trazione non dovrebbe trovarsi male la ferrari li

  • Myriam F2013

    Il mio sogno più sfrenato: una bella Corea, anzi una Caporetto per la Red Bull!

  • Ho visto le foto lotus mmmmmmmmmmmm

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!