Ricciardo: “Credo di meritarmi la riconferma per il 2013”

Reduce dal GP del Giappone, disputato tra le veloci curve del layout di Suzuka, per Daniel Ricciardo è il momento di tirare le somme della stagione e, tra pochi giorni, Toro Rosso comunicherà i piloti per la stagione 2013.

Daniel, proprio a Suzuka, ha corso – a suo dire – la miglior gara della sua ancor breve carriera nel Circus iridato, battagliando negli ultimi giri con uno scatenato Schumi. Il punto portato a casa e strappato con le unghie contro il sette volte campione del mondo, acquista dunque maggior significato, perchè conquistato contro una leggenda vivente e assai operativa, nonostante l’annunciato ritiro a fine stagione.

Penso di star disputando una buona stagione, con buoni risultati, soprattutto nelle ultime gare dove ho colto tre punti (due a Singapore e uno a Suzuka)”, ha detto l’australiano in forza alla scuderia faentina.Sinceramente – ha proseguito Ricciardo – penso proprio di meritarmi la riconferma per la prossima stagione, nella quale spero proprio di essere ancora al volante della Toro Rosso“.

Toro Rosso che potrà contare su un upgrade notevole, ovvero tutta la creatività di James Key – padre della sorprendente Sauber C31 con la quale Perez e Kobayashi si sono tolti più di una soddisfazione. La presenza attiva del tecnico inglese negli studi di progettazione ex Minardi ha portato un grande ottimismo per il futuro, in primis proprio a Ricciardo:Sono sicuro che James Key potrà darci una mano in questo finale di stagione e progettare una monoposto veloce già per il prossimo anno“, anche se Daniel dimentica che la futura STR8 è già in progettazione da un paio di mesi almeno, quando Key era ancora in “gardening leave“, ovvero il periodo di inattività forzata (6 mesi) previsto quando un tecnico passa da una scuderia ad un’altra.

Key ha portato un approccio lavorativo totalmente differente e ha portato grande entusiasmo all’interno della Scuderia. Ci aiuterà molto, soprattutto nella prossima stagione. Siamo certi che avremo una grande macchina per il 2013. Spero proprio di essere riconfermato e poterla guidare il prossimo anno“, ha concluso Ricciardo.

L’australiano dovrà cercare di terminare la stagione al meglio, tentando di sopravanzare il compagno di team che lo precede di un solo punto in classifica piloti. La STR7 è in netta ripresa in queste ultime gare. L’impresa è fattibile. Per la riconferma però, sarà decisivo l’umore di Franz Tost e la volonta dei vertici Red Bull. Chiedere a Buemi e Alguersuari per ulteriori conferme.

6 Commenti

  1. tralasciando i punti, Vergne nelle gare dove entrambi sono arrivati in fondo, anche se fuori dai punti, la maggior parte delle volte è arrivato davanti a Ricciardo, e avendo un anno in meno, e un filo di esperienza in meno (la Hrt non aiuta molto, ma è sempre più di niente), Vergne non ha sfigurato.
    Da quello che è successo l’anno scorso, Ricciardo se non fa qualcosa di molto buono nei prossimi gp, verrà licenziato.

Lascia un commento