Raikkonen: “Red Bull e Ferrari più veloci”.

14 ottobre 2012 14:20 Scritto da: Mario Puca

Credo che oggi siamo dove dovremmo essere“; questo il commento laconico di Kimi Raikkonen al termine del Gp di Corea che lo ha visto ottenere una quinta posizione, buona per la classifica, meno buona per le sue speranze mondiali. Nonostante gli aggiornamenti, infatti, la Lotus non è riuscita a fare un passo avanti tale da avvicinarsi alla Red Bull ed alla Ferrari, con Vettel ed Alonso che si avviano ormai verso una lotta a due.

La gara del finlandese, comunque, come dicevamo stamattina, è stata molto generosa, pur senza acuti, salvo un bel duello con Hamilton, almeno prima che il “mclareniano” sprofondasse indietro. “Le bandiere gialle alla partenza non ci hanno aiutato nella lotta con Massa – prosegue il finnico – ma in ogni caso non eravamo abbastanza veloci per lottare con le Red Bull e le Ferrari. Abbiamo perso tempo anche dietro ad Hamilton, soprattutto perché con i nuovi scarichi si perde qualche cavallo, quindi è più difficile superare. Ma con qualche prova in più sono sicuro che impareremo come migliorarli. Non è stato facile mantenere la posizione nel finale. Ora il ritardo da Vettel in classifica è un po’ più grande e sarà difficile raggiungerlo, ma continueremo a spingere”.

Interessanti anche le dichiarazioni di Grosjean, sorvegliato speciale per l’intero weekend. Il francese ha ben figurato e, soprattutto, si è tenuto fuori dai guai, evitando il “cartellino rosso” dei commissari. Il settimo posto è utile per lui e per la Lotus, che recupera punti in classifica costruttori. “Sicuramente ero un po’ nervoso in partenza oggi, ma abbiamo lavorato duramente per capire determinate cose e ciò mi ha sicuramente aiutato. Non è stata una partenza facile. Ci sono stati contatti dietro di me alla curva tre ed ho cercato di tenermi lontano ma poi ho cercato di guardare avanti. Ho sofferto con l’ultimo set di gomme; avevo problemi di graining ed è stato un ultimo stint difficile. Forse avremmo potuto finire in una posizione migliore, ma sono contento di aver finito una corsa consistente e pulita“.

3 Commenti

  • Non hanno vinto purtroppo anche per errori grossolani del team nella prima parte di stagione ma per il resto stanno andando oltre ogni aspettativa nel mondiale piloti e in quello costruttori sono al massimo degli obbiettivi prefissati

  • the_only-one

    Certo Kimi!!,hanno sempre detto che questo la lotus poteva vincere, che era solo questione di tempo, il tempo non c’è più,tranne miracoli.Solo chiacchere invece di lavorare. Adesso che la rb va molto più veloce di prima,la mappatura del motore non c’è – gli scarichi soffiati non ci sono: che cosa diranno gli avversari adesso??? bella domanda.Il maggo inglese ha ancora stupito!! CHAPEAU NEWEY

    • Tutto vero.
      Trovo puerile attaccare la Red Bull in materia regolamentare visto che esiste una Commissione di controllo ( ancora più sterile attaccare i commissari di partigianeria )
      Le capacità dei tecnici e soprattutto i mezzi a disposizione per gli sviluppi sono dalla loro parte.
      Non dimentichiamo però che le aspettative della Lotus a inizio stagione erano quelle di stare davanti alla Mercedes, e per il momento mi sembra tutto O.K.
      Anche Kimi doveva togliersi un pò di ruggine e soprattutto garantire continuità alla squadra che da tre anni si trova scombussolata a causa di avvenimenti tragici ( Kubica ) e da scelte di piloti di seconda/terza fascia ( Senna Heidfeld e Petrov ).
      Questo per dire che l’anno prossimo Lotus avrà un team con un pilota in grado di indirizzarli maggiormente per il meglio.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!