Ferrari: campionato aperto, ma sarà tutto in salita

15 ottobre 2012 13:01 Scritto da: Davide Reinato

Niente panico. Due paroline che in Ferrari continuano ad utilizzare per provare a scrollarsi la pressione di dosso, ora che Fernando Alonso ha lasciato la Corea senza la leadership del mondiale e con 6 punti di svantaggio sul diretto rivale, Sebastian Vettel.

Dopo la pausa estiva, Alonso poteva contare su un vantaggio di 40 punti, ma la resurrezione tecnica da parte degli avversari, ha lentamente spento gli entusiasmi. Questo, unitamente ai due stop forzati in Belgio e Giappone, ha riaperto nettamente la corsa al titolo. A quattro gare dal termine, il campionato resta apertissimo, ma tutto in salita per la Ferrari. La superiorità tecnica della Red Bull è tornata ad essere l’argomento principale del mondiale e, salvo complicazioni, Vettel è lanciatissimo verso il terzo titolo mondiale consecutivo.

Stefano Domenicali, comunque, insiste nel dire che la Ferrari deve stare calma e concentrata sull’obiettivo: “Dobbiamo fare in modo di fornire a Fernando una vettura migliore, prima di tutto in termini di affidabilità. Poi bisogna fare la scelta giusta in termini di pacchetto e portare nelle prossime gare degli sviluppi che devono permettere di mantenere il giusto passo. La Red Bull, si è visto nelle ultime gare, è stata molto forte”.

Seppur conscio che con i se e con i ma non si può scrivere la storia, Domenicali aggiunge: “Non dimenticate che delle ultime cinque gare, in due non abbiamo praticamente corso. La situazione in campionato sarebbe completamente diversa se non ci avessero buttati fuori alla prima curva. Non bisogna sottovalutare questo fattore importante”.

La priorità è migliorare velocemente. In Ferrari sostengono che il distacco sul passo gara, nei confronti della Red Bull, è solamente di un paio di decimi di secondo. Ma il vero tallone d’Achille resta la qualifica: “Abbiamo visto che quando si parte dalla prima fila, si può fare la gara con il ritmo giusto ed è possibile controllare tutto. Questo deve essere il chiaro obiettivo dei nostri tecnici, migliorare sul giro singolo”.

35 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!