Andretti ha inaugurato il Circuito delle Americhe

Mario Andretti ha inaugurato il circuito di Austin, in Texas, a bordo della Lotus 79 con la quale ha vinto il titolo di F1 nel 1978. Il Circuito delle Americhe ospiterà il Circus il prossimo 18 novembre, in occasione della penultima tappa del mondiale 2012.

L’esibizione era stata prevista con una Renault R30, subito dopo Jerome D’Ambrosio. Un problema tecnico, però, ha fermato la vettura e Andretti ha girato con la vettura storica. Una volta sceso dalla vettura, l’americano ha detto: “La pista è fenomenale. Ha tutte le caratteristiche che cerchi: ci saranno opportunità di sorpasso, curve lente, c’è di tutto”.

Anche D’Ambrosio ha elogiato la pista, aggiungendo: “E’ un tracciato molto piacevole, ci sono almeno un paio di punti buoni per sorpassare, alcune S veloci con cambi di direzione come la Becketts di Silverstone. E’ stato un peccato non poter fare ancora più giri, abbiamo avuto un problema al motore e non siamo stati in grado di continuare, ma ho avuto abbastanza tempo per capire che si tratta veramente di un bel tracciato. La prima curva è molto particolare e sarà veramente interessante vedere la partenza con tutte le vetture insieme in quel punto”, ha aggiunto il belga.

5 Commenti

      1. Ho visto un camera car di D’Ambrosio all’inaugurazione. Come per molti circuiti di Tilke non si può dire che sia brutto, ma è del tutto …aritmico. Quando cominci a prendere un ritmo subito arriva una curvetta con una frenata secca a togliertelo. E poi come sempre c’è abbondanza di tornantini e curve a cuspide (non saprei come altro definirle). Mi pare una via di mezzo tra Sakhir e Abu Dhabi. Spero di dbagliarmi, ma a me non piace. O meglio, mi disturba il fatto che con intere praterie a disposizione Tilke non sappia mai disegnare niente di meglio di questi tracciati qua!

Lascia un commento