Alonso punge: “Da 6 gare ho la stessa macchina…”

25 ottobre 2012 16:54 Scritto da: Antonino Rendina

“Io non mollo, psicologicamente la situazione è piuttosto buona, siamo alla pari con Vettel. E’ cambiato davvero poco perchè sei punti di svantaggio su cento disponibili sono davvero pochi”. Fernando Alonso reputa il mondiale più aperto che mai, la faccia scura del podio coreano ha nuovamente lasciato il posto al pilota aggressivo di sempre.

Eppure Nando sa che la vettura migliore del lotto è la Red Bull, un avversario durissimo: “Loro al momento hanno una macchina sempre veloce, soprattutto di sabato. Noi dobbiamo migliorare in qualifica. In compenso siamo una squadra efficiente ed affiatata. Quattro gare sono una sfida affascinante, sarà una battaglia tra pacchetti, intesi come insieme di monoposto, pilota e squadra. Entrambe le squadre metteranno sul tavolo i loro punti di forza. Noi ce la giocheremo evitando di commettere altri passi falsi”.

Ma dopo la “carota” quel gran comunicatore che è Fernando usa subito il bastone, anzi una balestra visto che la frecciatina al team è di quelle che non passano inosservate:

“Purtroppo da sei Gp corro con la stessa auto, non ci sono stati sviluppi rilevanti. Tutti gli occhi sono sempre puntati sulla Ferrari e la stampa continua a dire che ci saranno miglioramenti importanti qui in India. Io direi di aspettare il responso della pista per vedere se davvero possiamo fare un passo avanti…”.

Perchè nelle ultime gare è spesso capitato che il venerdì rosso si rivelasse un nulla di fatto, e la paura di un Singapore bis – ovvero un pacchetto Evo totalmente inutile – serpeggia ormai anche nel più fiducioso dei condottieri, qual è Alonso.

La Ferrari è costretta a lavorare quasi al buio, dopo che ha chiuso la galleria del vento di Maranello per riaggiornarla (finalmente). Tra la galleria del vento Toyota di Colonia e l’aero test di Rigon in Spagna la Rossa si è giocata quelle che forse sono le ultime carte per riacciuffare la Red Bull. Ma dopo le recenti delusioni è normale restare con i piedi per terra.

Il progettista Tombazis ha affermato che lo sviluppo sarà aggressivo ma che i pezzi andranno sempre prima provati in pista per sapere se sono efficaci. Il collaudatore Marc Genè invece ha detto che non si aspetta rivoluzioni prestazionali in India.

Dall’esterno si ha la sensazione di una squadra un po’ confusionaria che le sta provando tutte per provare a recuperare il gap. La Ferrari a Nuova Delhi porterà scarichi bassi per sfruttare l’effetto Coanda, diffusore e prese d’aria dei freni rivisti. Sperando che stavolta qualche pezzo possa davvero far migliorare la F2012 in qualifica. Altrimenti si fa durissima.

 

58 Commenti

  • Non sono per niente d’accordo.
    Innanzitutto,Fabio,il punto focale è che non ci si lamenta del team 15 volte in un anno. L’hai detto una volta, due, tre…basta!!!Lo sappiamo che sei forte e che se non vinci è perchè non hai una macchina al top, ma lamentarsi sempre non è costruttivo ed alla lunga stucchevole. Se non gli stanno bene le cose vada in un altro team e stop.
    Comunque diciamo le cose come stanno…se riavvolgiamo il nastro del mondiale 2010 vediamo che anche Alonso ha commesso qualche errore, poi la macchina era competitiva e le strategie si decidono anche a tavolino di comune accordo con il pilota … ok Abu Dhabi, ma per le altre volte c’è anche lo zampino del pilota, quanto meno perché non ha ben indirizzato il muretto.
    Per Supermax, scusami la franchezza ma la tua considerazione rasenta la blasfemia: Schumi ha letteralemnte trainato una squadra in crisi nerissima a giocarsi il mondiale alla seconda stagione, ha dei meriti di guida e di collaudo (e su questo è giusto dire che Alonso può fare di meno) MOSTRUOSI!
    La stima dei 7/8 decimi mi sembra decisamente eccessiva (o per lo meno non sempre), poi con una seconda guida del genere (oggi ne ha combinate di ogni)non si possono fare paragoni.

  • A quanti dicono che Alonso si lamenta troppo e che Schumacher non si lamentava ricordo che se è vero che Schumacher ha vinto il mondiale dopo 4 anni che era in Ferrari, negli anni precedenti la vettura era comunque in continua ascesa, ed al muretto non commettevano errori assurdi, tra il 96 e il 99 il mondiale non è mai stato buttato al vento per grossolani errori del team, ma perchè la concorrenza aveva ancora qualcosina in più, ma ad ogni anno la Rossa era più forte.
    Invece in questi 3 anni Alonso si è visto sfumare il titolo nel 2010 per errori assurdi di strategia (durante tutta la stagione non solo l’ultimo è che è stato il più assurdo di tutti), nel 2011 la vettura non era per niente competitiva e quindi è stato un passo indietro rispetto al 2010; quest’anno il titolo sta sfumando di nuovo, nonostante la grande stagione disputata da Alonso, a causa degli sviluppi che non funzionano mai.
    Direi che qualche lamento da parte di Nando è pienamente giustificato….

    • Quoto in pieno. Aggiungerei una mia impressione, che oggi la percentuale del “manico” del pilota, quantomeno di Fernando, sull’intera prestazione, è maggiore rispetto a quella di Shumi, che comunque godeva di un reparto sviluppo sicuramente più in palla di oggi, una galleria del vento che funzionava, ecc.
      Insomma anche se la macchina di Shumi non era la migliore, era soltanto una linea sotto le McLaren, e Michael faceva la differenza.
      Questa macchina qui, invece, paga almeno 7 – 8 decimi alla RedBull, il resto è nelle mani di Fernando.

    • Nel 2010 non è stata la Ferrari ad anticipare la partenza in Cina, ma Alonso…
      Nel 2010 non è stata la Ferrari a sfasciare l’auto a Montecarlo nelle libere (perdendo di fatto le qualifiche) ma Alonso…
      Nel 2010 non è stata la Ferrari a superare Kubika fuori pista e a piangere via radio dicendo che è stato costretto a farlo, ma Alonso…
      Nel 2010 non è stata la Ferrari a ritirarsi per un testacoda in Belgio, ma Alonso…

      Dire o sostenere che nel 2010 il titolo è stato perso per colpa del muretto è alquanto ridicolo, visto che Fernando per SUOI errori, ha gettato al vento punti preziosi in ALMENO 4 GP…

  • e se fosse semplice pretattica? Cioè riversare tutta la pressione su Vettel & Red Bull, mostrarsi in svantaggio e in contrasto con la squadra. Mi pare una tattica cara ad Alonso: non è la prima volta che gioca al ruolo della vittima appunto per scaricare la pressione sugli altri.

  • OK, capito, la redazione era stanca di vedere Hamiltoniani e Ferraristi che si scornavano; sangue che scorreva tra tifosi RBR e McLaren, polemiche sulla Mercedes e Schumacher…. insomma hanno pensato ben di innescare una bella guerra intestina tra Ferraristi puri e Alonsoniani et voilà l’articolo adatto!
    Scherzi a parte mi pare ovvio che dopo diversi annunci di aggiornamenti che avrebbero fatto fare il salto di qualità alla Ferrari (salto che poi non c’è stato, ma miglioramento si, dato che comunque sia negli ultimi GP la Ferrari è stata seconda solo alla RBR contrariamente a quanto accadeva, ad esempio, in Ungheria) ora Alonso ci vada con i piedi decisamente di piombo (sperando che anche domenica bbia il piede – destro – di piombo :-)) e che prima di lanciarsi in chissà quali proclami ci pensi bene. Stavolta però (ma è solo una sensazione) darei un pò di fiducia alla Ferari, non fosse per altro che si son dedicati per ben 3 giorni ai test in pista (per quanto solo in rettilineo) e sappiamo bene quanto siano bravi gli uomini di Maranello quando possono lavorare su dati oggettivi e non sui flussi di ste’ benedette gallerie del vento. Da quello che si dice, dalle varie foto viste su F1Tec, lo step evolutivo sembra consistente – a dispetto di quello che dicono gli stessi uomini in rosso che lo definiscono solo un affinamento. Mancano poche ore ormai… alla pista la sentenza!

    • chido venia per gli orrori di stumpa… l’ho scritto di “getto” :-(

    • La veritá é che alonso é un grandissimo pilota ma si lamenta troppo. Se non sa come si fa prenda esempio dall’uomo squadra per eccellenza…michael schumacher. E cerchi di indirizzare lo sviluppo al meglii!

      • Angelorosso

        Se si lamenta una volta ogni sei gara non e’ poi tanto male.

        Tra l’altro vorei vedere te se ti staresti zitto dopo aver perso 30 punti di vantaggio, ritrovarti in svantaggio di 6 con tre gare rimaste, con una Ferrari che chiude un tunnel, ne ha un altro mezzo funzionante in Gerrmania e con test fatti in Spagna solo in rettilineo.

        Che faccio, continuo?? Angelo

      • Continua continua tanto sei ottenebrato dal tifo.anch’io,ma da ferrarista!esempio banale:cosa avrebbe dovuto dire michael delle carrette dei primi anni?questo piagnucolone mi ricorda prost (1991)

      • Beh, Schumacher le sue brave cavolate le fece eh, nel ’97 venne addirittura squalificato. La ’97 e soprattutto la ’98 non erano messe tanto male (sto guardando i risultati di Irvine) e con la ’99 Irvine non vinse il mondiale solo perchè venne boicottato dalla Ferrari.

      • Scusa ti ho risposto sotto dopo il post di ferrarista

  • ferrarista per sempre

    però sugli aggiornamenti sono fiducioso,perchè dobbamo ricordarci che partivamo con una macchina che pagava moltissimo sui migliori,ma poi il gap si è ridotto grazie ai test al Mugello.
    Perchè dunque questi aggiornamenti non dovrebbero funzionare?
    La cosa migliore da fare in ogni caso è rimanere con i piedi per terra e poi sarà la pista a dire la sua.
    Anche se,ripeto,un pò di ottimismo da parte di Fernando ci potrebbe pure stare…

    • No dai,nel 1996 e 1997 la ferrari era poco competitiva,poi il manico di schumy faceva il resto. Sul 99 si potrebbe scrivere un romanzo:il fato decise di regalare il mondiale ad irvine ma lui gettó occasioni su occasioni facendosi talvolta surclassare da salo

      • Ah,aggiungo che la teoria del boicottaggio di irvine ê mera dietrologia non suffragata da prove.

      • Suppongo stessi rispondendo a me.
        Guarda,sui fatti della pista non voglio creare polemica, però in quegli anni la situazione era diversa, il pilota era parte attiva nello sviluppo della macchina e la Ferrari faceva test giorno e notte; adesso il pilota può solo dare le sue impressioni e guardare impotente il lavoro degli ingegneri è normale che si crei molta più tensione di allora, soprattutto se hai milioni di occhi sempre puntati addosso, oggi molto più di allora.
        Sono epoche diverse, impossibili da paragonare.

  • ferrarista per sempre

    secondo me quando Nando dice queste cose è perchè sono vere,non perchè se le inventa.
    Certo però un pò più di ottimismo da parte sua e un pò meno polemiche farebbero bene alla squadra,anche se è per questo che è un gran pilota,perchè cerca di spronare tutto il team e punta sempre al massimo.
    FORZA FERNANDO E FORZA FERRARI!!

  • Ferrarista Sfegatato

    Io lo vado dicendo da singapore che alonso è troppo arrendevole e un po’troppo polemico e sono stato letteralmente sbranato ! Qua non c’è un solo indizio, ce ne sono tanti e prima o poi faranno una prova … speriamo di vincere questo mondiale altrimenti i rapporti alonso-ferrari si incrineranno parecchio … FORZA FERRARI !! E Nando parla di meno e pensa a dare il 100% che poi le critiche le facciamo il 26 novembre …

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!