GP India 2012, Libere 1: Vettel il più veloce

Al termine della prima sessione di prove libere del GP d’India, Sebastian Vettel ha ottenuto il giro più veloce con 1:27.619. Il pilota tedesco della Red Bull è stato l’unico a staccarsi dal resto del gruppo, mettendo alcuni decimi di secondo fra sé e i rivali. Button è il più vicino – a tre decimi – mentre Alonso e Hamilton sono poco distanti, a quattro decimi. Si prospetta un weekend particolarmente interessante e ancora tutto da decifrare. Specialmente con una McLaren in piena forma che potrebbe – con le stesse probabilità – ostacolare la rincorsa di Alonso o mettere i bastoni tra le ruote a Vettel.

In questi primi novanta minuti, abbiamo visto anche una Mercedes in un discreto stato di forma. Rosberg e Schumacher hanno chiuso in sesta e ottava posizione, ma i loro distacchi dalla vetta restano comunque pesanti. La W03, però, è ormai da considerare una sorta di vettura laboratorio, dato che Lauda ha ammesso che il team è totalmente concentrato sul progetto 2013. Tra i due alfieri della casa di Stoccarda spunta Massa con l’altra Ferrari, settimo, a 9 decimi da Vettel.

A chiudere la top ten ci pensano Ricciardo con la Toro Rosso e Raikkonen con la Lotus, un po’ in ombra in questo avvio di weekend.

Per la Sauber è sceso in pista il giovane Esteban Gutierrez, al posto del convalescente Sergio Perez. Il team svizzero ha approfittato per far fare esperienza a quello che, nel 2013, sarà con molta probabilità il pilota titolare che sostituirà Checo. Esteban ha chiuso con il ventesimo tempo a tre secondi e mezzo dal tempo migliore. Non un grande debutto, ma la pista scivolosa non gli ha agevolato molto l’apprendistato.  Tra i giovani presenti in pista oggi anche Bottas, sulla Williams, e Giedo Van der Garde sulla Caterham. Hanno chiuso rispettivamente in undicesima e diciannovesima posizione.

GP INDIA 2012 – RISULTATI LIBERE 1

 1.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault       1m27.619             22
 2.  Jenson Button         McLaren-Mercedes       1m27.929s  + 0.310   22
 3.  Fernando Alonso       Ferrari                1m28.044s  + 0.425   24
 4.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes       1m28.046s  + 0.427   25
 5.  Mark Webber           Red Bull-Renault       1m28.175s  + 0.556   22
 6.  Nico Rosberg          Mercedes               1m28.447s  + 0.828   25
 7.  Felipe Massa          Ferrari                1m28.542s  + 0.923   24
 8.  Michael Schumacher    Mercedes               1m28.993s  + 1.374   23
 9.  Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari     1m29.204s  + 1.585   24
10.  Kimi Raikkonen        Lotus-Renault          1m29.291s  + 1.672   24
11.  Valtteri Bottas       Williams-Renault       1m29.691s  + 2.072   26
12.  Paul di Resta         Force India-Mercedes   1m29.760s  + 2.141   23
13.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari         1m29.802s  + 2.183   1$
14.  Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes   1m29.850s  + 2.231   19
15.  Romain Grosjean       Lotus-Renault          1m29.895s  + 2.276   19
16.  Pastor Maldonado      Williams-Renault       1m30.041s  + 2.422   26
17.  Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari     1m30.401s  + 2.782   23
18.  Vitaly Petrov         Caterham-Renault       1m30.630s  + 3.011   24
19.  Giedo Van der Garde   Caterham-Renault       1m30.896s  + 3.277   20
20.  Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari         1m31.212s  + 3.593   29
21.  Charles Pic           Marussia-Cosworth      1m31.903s  + 4.284   22
22.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth           1m32.125s  + 4.506   24
23.  Timo Glock            Marussia-Cosworth      1m32.369s  + 4.750   19
24.  Pedro de la Rosa      HRT-Cosworth           1m32.859s  + 5.240   13

10 Commenti

  1. Buon giorno a tutti, comunque secondo i commentatori Sky, la nuova ala anteriore e quella posteriore sono state montate solo sulla macchina di Alonso a circa 8 minuti dal termine, mentre Massa avrebbe fatto ancora prove con la vernice fluorescente.

      1. “Qualcuno mi Sto arrivando!” problemi con completamento automatico dell’Iphone? eheheheh

  2. Se la Ferrari ha portato delle novità è probabile che le prime prove siano servite da test, per avere qualche indicazione più significativa bisogna aspettare la seconda sessione e poi un’intervista ad Alonso…..

Lascia un commento