India, Lotus a ridosso dei primi con Raikkonen settimo

27 ottobre 2012 12:26 Scritto da: Mario Puca

La Lotus “barcolla ma non molla”. Purtroppo gli step evolutivi non hanno consentito alla E20, anche questo weekend, di fare il tanto agognato passo avanti. Almeno, però, sono serviti a mantenere il contatto con i top team, cioè Red Bull, McLaren e Ferrari, con Alonso e Vettel che si avviano sempre di più verso una lotta a due per l’iride, salvo sorprese.

Sorpresa che potrebbe venire proprio da Kimi Raikkonen, che già in settimana si è praticamente augurato di rivivere i fasti del 2007, quando, quasi matematicamente fuori dai giochi fino all’ultima corsa, si ritrovò  inaspettatamente catapultato sul trono. Sarà dura, durissima, visto il gap della Lotus con le altre rivali, ma nulla è da escludere.

La scuderia di Enstone, dal canto suo, sta facendo tutti gli sforzi possibili. Anche in India ci sono nuovi aggiornamenti aerodinamici per rendere più competitiva la vettura nero/oro, relativi soprattutto all’ala anteriore (FOTO) e posteriore (FOTO). Interessante notare il layout dell’aerodinamica al posteriore (già visto la scorsa gara), finalizzato a sfruttare al massimo i nuovi scarichi “Coanda”, di cui la Lotus si è dotata dallo scorso Gp (FOTO). Purtroppo, però, non è bastato, come diciamo già dalla scorsa gara, a fare quel grande passo in più per mettere Raikkonen di giocarsi il mondiale fino all’ultimo.

Il finlandese partirà in settima posizione, dietro alle Red Bull, alle McLaren ed alle Ferrari. Il circuito indiano, però, potrebbe nascondere diverse insidie a livello di consumo gomme; ed è qui che la Lotus deve tirare fuori tutto il suo potenziale, rispolverando le prestazioni di inizio campionato, quando su questo fronte rappresentava una seria minaccia per gli avversari, soprattutto nel finale di gara.

Più sfortunato Romain Grosjean, fuori dalla Q3, che partirà da una (è proprio il caso di dirlo…) bollente undicesima posizione, circondato da gente come Senna, Hulkemberg, Rosberg e Maldonado. Per lui la partenza ed il primo giro sarà cruciale.

1 Commento

  • Crederci fino che la matematica te ne dà possibilità è normale,ma non ha la vettura in grado di lottare per il titolo,anzi la Lotus non è mai stata all’altezza di lottare per il titolo,perchè non puoi lottare per il titolo con una macchina che và forte solo in alcuni circuiti con condizioni particolari e per giunta solo in assetto da gara!Per domani comunque vedo Raikkonen in grado di lottare con Ferrari e Mclaren,quindi penso che queste cinque macchine si giocheranno il gradino più basso del podio.Go!go!Kimi

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!