A Greater Noida Senna recupera un punto per la Williams

28 ottobre 2012 12:42 Scritto da: Andrea Facchinetti

La Williams lascia l’India  con un punto, quello conquistato grazie al 10° posto di Bruno Senna, partito 13° e autore di una buona prestazione, culminata con il sorpasso decisivo a Rosberg a pochi giri dal termine. Solo 16° invece Pastor Maldonado, scivolato in fondo al gruppo dopo un contatto con la Sauber di Kobayashi, nel quale ha riportato una foratura alla posteriore destra.

Ci si aspettava Maldonado a portare punticini in casa Williams, invece è stato Senna a chiudere in zona punti, anche grazie ad una brutta partenza del venezuelano che scivola in 11° posizione, mentre il brasiliano riesce a mantenere la 13° posizione, quella dalla quale il nipote del grande Ayrton è partito. I due piloti Williams vengono impegnati in un trenino di vetture comandato da Rosberg e al quale rimane invischiato anche Grosjean, il quale supera Maldonado, che perde anche la posizione su Senna. La strategia dei due alfieri del team di Grove è identica e così il primo pit stop di entrambi avviene al 25° e 26° giro, con i due piloti che entrano quasi in contatto in uscita di corsia box.

L’avversario che ora si pone davanti a Maldonado, tornato davanti a Senna, è Kobayashi: nel tentativo di superare il giapponese, il venezuelano viene toccato alla posteriore destra dall’alettone anteriore del pilota della Sauber e finisce così nella via di fuga. Maldonado riesce a raggiungere la via dei box, ma la sua gara è ormai compromessa: il venezuelano inizia una lenta risalita, superando in successione Pic, Kovalainen e Petrov, chiudendo però solo in 16° posizione.

Senna riesce invece a superare senza problemi Kobayashi e si lancia alla rincorsa della Mercedes di Rosberg, il quale verrà superato all’esterno della curva 3 dal brasiliano della Williams. Per Senna il 10° posto vale il 26° punto in campionato, rimanendo in 16° posizione in classifica, staccato ora da 7 punti dal compagno di team Maldonado. La Williams torna così a marcare punti dopo il doppio zero di 15 giorni fa a Yeongam.

3 Commenti

  • mah io ancora non capisco Senna … sul passo gara c’è quasi sempre, ma in qualifica sembra un altro … lentissimo … non riesco a spiegarmelo … ma qualche qualità ce l’ha … anche il sorpasso su Rosberg (vabbè la Mercedes è un catorcio lo sappiamo) è stato bello … se lo è studiato per un paio di giri e poi c’ha provato con intelligenza … però rimane quella gravissima carenza in qualifica … che non mi so spiegare e forse neppure lui …

  • Peccato per tutti e 2 , Maldonado ha il 50% della colpa nel contatto, semplice incidente di gara.
    Invece Bruno deve partire più avanti! Oggi sembrava potesse andare in Q3, ma è stato sfortunato in Q2, è arrivato per 1-2 secondi troppo tardi alla bandiera a scacchi e non ha potuto fare il giro veloce.
    Invece in gara, come al solito, si risveglia ed ha sorpassato anche Maldonado, però non capisco le strategie in Williams, ogni volta fanno partire Bruno con le gomme più morbide, non hanno ancora capito che partire con le dure è meglio?
    Comunque appena ha superato Rosberg, ed ha avuto pista libera era – come al solito- tra i più veloci in pista, andava con i tempi dei primi 5, e per 1 decimo non ha fatto il giro più veloce, peccato che parta sempre dietro, ha fatto vedere in questa stagione di essere (con le dovute proporzioni), un mini Raikkonen, come lui è più lento in qualifica rispetto al compagno , ma in gara è più veloce.

  • Bisogna ammettere che Lalli oggi è stato bravo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!