Abu Dhabi, Sauber indietro: Perez 12°, Kobayashi 16°

3 novembre 2012 16:36 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Le qualifiche del GP di Abu Dhabi hanno un sapore un po’ deludente per la Sauber, che contava di certo di piazzarsi meglio nella terzultima gara della stagione. Con il dodicesimo posto di Sergio Perez e la sedicesima posizione di Kamui Kobayashi, la squadra si prepara ad affrontare una domenica alquanto difficile, soprattutto in ottica campionato costruttori. Nessuno dei due piloti ha centrato la qualificazione alla Q3 e questo di certo complica le cose per domani.

Perez commenta così il suo sabato (miglior crono: 1:42:084): “Ho fatto un ultimo giro buono, il migliore tra quelli fatti durante le prove. Purtroppo non è bastato, ma rappresentava il massimo ottenibile per noi qui“. Una qualifica ufficiale che ha un po’ deluso le aspettative del venerdì, come continua Sergio: “Ieri, durante le libere, avevo più feeling e ottimismo, e oggi contavo di raggiungere la Q3“. Un obiettivo mancato, ma che non toglie fiducia per domani, a quanto pare: “Abbiamo un buon passo di gara e sono abbastanza convinto che riusciremo a fare dei punti“.

Per Kobayashi qualche problema in più in questo avvio di weekend a Yas Marina: “Ho avuto problemi con il bilanciamento della vettura dal nostro arrivo qui, ed è stato un continuo susseguirsi di cambiamenti, prove, tentativi“. Noie tecniche che interessano soprattutto i freni, come spiega il giapponese: “Dopo tutti i vari setup provati, continuavo ad avere problemi con il bloccaggio dei freni. E’ per questo che ho fatto quell’errore nel mio giro lanciato in Q2, quando ho bloccato i freni e non potevo controllare l’ala anteriore“. Per domani può esserci qualche speranza: “Probabilmente nelle condizioni di gara potremo fare meglio, anche se è difficile prevedere un netto miglioramento. Questo circuito non è male per sorpassare, ma è necessaria anche una buona accelerazione e velocità“.

Monisha Kaltenborn, Team Principal Sauber, commenta così le qualifiche di Abu Dhabi: “Sapevamo che sarebbe stata una pista difficile per noi, e abbiamo avuto problemi soprattutto a vettura scarica di carburante, quindi in assetto da qualifica. Ma allo stesso tempo il nostro passo di gara è buono, e domani in gara faremo il possibile per raggiungere un buon risultato“.

Conclude Giampaolo Dall’Ara, Capo Ingegneri di Pista: “Oggi tutto faceva pensare ad una qualifica difficile. Credevamo tuttavia di poter arrivare in Top 10 almeno con una vettura, ma non è stato possibile. Dobbiamo ancora lavorare su alcuni dettagli, e domani saremo in grado di correre una gara al meglio delle nostre possibilità: possiamo dire che oggi nonostante le difficoltà non ci sono stati grossi problemi, ma comunque non è un risultato pienamente soddisfacente“.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!