Massa è convinto: i problemi della F2012 risolti a metà

4 novembre 2012 11:38 Scritto da: Davide Reinato

Fernando Alonso correrà il GP di Abu Dhabi con i nuovi aggiornamenti aerodinamici che la Ferrari ha studiato per la F2012. Pezzi unici, montati solo sulla sua vettura, mentre Massa affronterà la gara con le specifiche tecniche aggiornate al GP d’India.

Tuttavia, è lo stesso Massa a confermare che le novità portate allo Yas Marina Circuit non sono state così performanti. Mentre la nuova ala anteriore sembra aver funzionato, quella posteriore – che dovrebbe migliorare l’uso del DRS e, di conseguenza, le velocità di punta – sembra non aver espresso tutti i vantaggi che aveva sulla carta.

“La nuova configurazione aerodinamica è sicuramente migliore della precedente, i dati dicono che abbiamo più punti di carico aerodinamico. Le nuove ali saranno sulla vettura di Fernando, però quella posteriore sembra aver dato la metà di quello che ci aspettavamo. Insomma, non è tutto come dovrebbe essere. Non è al 100%”, ha ammesso Felipe.

Ad Abu Dhabi, l’obiettivo del Cavallino Rampante era migliorare in qualifica. Il risultato è però stato disastroso, visto il settimo e nono tempo. Giri non perfetti che non rispecchiano pienamente le potenzialità della vettura, ma che di fatto decretano il non raggiungimento dell’obiettivo: il gap, anziché diminuire, sembra aumentato.

Il direttore tecnico, Pat Fry, ha ammesso dopo le prove: “Gli altri hanno alzato l’asticella delle prestazioni. Il nostro passo avanti non è bastato”. Massa gli fa eco: “La nostra macchina sembra peggiorata su questa pista rispetto agli altri tracciati. Nonostante le parti nuove, non abbiamo avuto un grande miglioramento”.

E Alonso? Non parla e, quando lo fa, evita di parlare degli aggiornamenti. E’ conscio che ogni sua parola potrebbe essere travisata e aggiungerebbe pressione alla squadra. A poche ore dalla partenza, ha solo aggiunto: “Penso che le cose siano andate come sempre. Non so quali aspettative avesse la gente a casa. Si, vorrei essere più vicino ai primi, ma siamo dove ci aspettavamo d’essere”.

 

14 Commenti

  • Il ragionamento di accontentarsi “l’importante è che Vettel stia dietro” non ha alcun senso logico. E’ vero che questo dei tre è il circuito in teoria meno favorito per le Rosse, ma qui quello che parte davanti coi punti è Vettel.
    Alonso deve fare una gara d’attacco prendendosi anche qualche rischio se necessario cercando di arrivare almeno tra i primi tre. Chi dovrà stare più attento è il tedeschino nel risalire dal gruppone.

    Ps certo che sarebbe davvero ingiusta la rimonta di Vettel rispetto a 2 anni fa dove sullo stesso circuito non esisteva ancora l’alettone mobile e la renault di Petrov con l’f-duct era insuperabile.

    • in realtà no..austin sarà il peggior circuito secondo me..è molto simile al gp di turchia molte parti tecniche..secondo me dominerà la red bull..poi ovviamente nuovo circuito c’è ki si adatta prima e chi dopo..

      • Si, questo è uno dei circuiti che meno mi piace. Metà circuito fatto da rettilinei infiniti che se non fosse per il drs non regalerebbero alcuna emozione. L’altra metà poche curve veloci, per il resto tutte lente 3a e 4a marcia favorevoli ai bibitari.
        Per non parlare della sabbia e del graining che rende difficile la gommatura della pista.

        La gara si deciderà nelle staccate a fine rettilineo in sostanza. Sotto questo aspetto Hamilton che arriva sempre al limite e al bloccaggio potrebbe avere qualche problema di troppo con gli pneumatici

      • Secondo me ad Austin, Fernando si adatterà prima come ha dimostrato all’inizio del campionato :)

  • Sta storia ha stufato. Ma li disegnano con il paint questi pezzi??

  • Io ho sempre asserito che Vettel con una macchina “normale” non è nulla di speciale se non un buon pilota a differenza di Hamilton ed Alonso che sono due fuoriclasse, il tedesco è alla stregua dei vari Massa, Button, Webber,Rosberg ecc.
    Ricordate il 2009? Button era invincibile, fin quando aveva la macchina più veloce, ma da metà campionato in poi, quando anche gli altri hanno sviluppato il doppio diffusore, non ha più vinto una gara.
    Così anche Pic potrebbe essere Campione del Mondo.
    Se oggi Vettel non finirà davanti ad Alonso sarà la conferma di ciò che penso.

  • Basta chiacchiere, oggi si vedrà:
    1) se Vettel è o no un pilota fuori dal normale, o se è solo in grado di vincere partendo dalla pole
    2) se la riconferma di Massa è stata una buona scelta o meno
    3) se Alonso sarà in grado di tirare fuori le palle e portare a casa il massimo dei punti possibile

    Le novità aereodinamiche se hanno funzionato al 70% o al 100% poco conta, è normale che non funzionano mai al 100% o esattamente nel modo che ci si aspettava.L’importante è che abbiano funzionato almeno un minimo! Aspettiamo di vedere questa gara e per me avremo un quadro completo della situazione

    • sono d’accordo…oggi si vede chi avrà più voglia e capacità di vincere questo mondiale…
      finora alonso è rimasto a galla con la macchina costantemente inferiore…vettel è balzato in vetta con la macchina superiore e vittorie facili (alonso ha vinto partendo anche 11esimo)

      • Concordo pienamente, oggi vedremo chi ha le palle per prendersi questo titolo. Per Vettel la vedo molto dura arrivare nei primi 5, più semplice raggiungere i punti e sarebbe già una bella gara, considerato che parte dalla pitlane.
        Alonso deve assolutamente sfruttare l’occasione e fare più punti possibile. un podio è alla sua portata anche se vedo Hamilton, Webber e Raikkonen parecchio in forma, soprattutto il primo. Staremo a vedere!

      • minkia sto fatto della macchina inferiore..la ferrari è inferiore alla sola red bull dal singapore..da barcellona dominava (anke sulla red null)..i punti di alonso mica li ha fatti solo da singapore in poi (quando la ferrari era la secondo scuderia)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!