Kimi a gamba tesa sulla Rossa: “Meglio averla lasciata”

8 novembre 2012 14:39 Scritto da: Antonino Rendina

“Lasciare la Ferrari è stata una liberazione”. All’indomani della strepitosa vittoria di Abu Dhabi, Kimi Raikkonen ha deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Più che un sassolino è un macigno e l’occasione per sfogarsi è stata un’intervista al quotidiano spagnolo Marca.

E’ il solito vecchio Kimi: “Voglio vivere come mi piace, amo la F1 per la competizione, per questo sono tornato. Il tributo a James Hunt? Amo le corse di quel periodo. Storie vere, più divertimento e meno soldi”.

La temperatura inizia a salire, il discorso sport-denaro non lascia indifferente Raikkonen, la cui carriera probabilmente è stata in qualche modo segnata dalle regole del business. Non a caso il discorso cade subito sulla Ferrari. Uno degli argomenti che più scaldano l’uomo di ghiaccio:

“Non ho ricordi nè buoni nè cattivi della Rossa. Lì ho vissuto bei momenti, ho vinto il titolo mondiale e sono stati tre anni positivi. Si poteva fare molto di più, ma io so perchè le cose non sono andate bene. Non amo però parlare di questo genere di faccende”.

Chiaro il riferimento all’ingresso della Santander come main sponsor della scuderia italiana e a quel licenziamento in tronco, mai digerito. Non a caso Iceman aggiunge: “L’atmosfera in Lotus è totalmente diversa, qui conta lo sport e la tecnica. Non la politica. Lavoriamo tutti nella stessa direzione per vincere”.

Facile quindi capire che Raikkonen non ha poi questo gran ricordo della Ferrari: “Non mi manca nessuno lì. Andarmene dalla Ferrari è stata una liberazione. Le cose potevano andare diversamente ma il passato ormai non conta più. D’altronde non si lavora granchè dove le relazioni non sono buone”.

Deve essere stato un colpo durissimo per Kimi vedere nel 2009 la sua macchina finire nelle mani del suo avversario di sempre, sebbene lui e Alonso siano uniti da reciproca e sincera stima. Chissà con quanta rabbia avrà ripensato a quell’avvicendamento forzato durante le sue scorribande nel mondiale Rally.

Il destino toglie, il destino dà. E il finlandese si è rifatto con gli interessi ad Abu Dhabi, tre anni dopo la grande delusione. Il funambolo di Espoo è tornato in grande stile (sette podi e una vittoria) e adesso pensa in grande per il 2013:  “Se continuiamo così ci divertiremo, l’importante sarà sviluppare la vettura”.

Parafrasando i Beatles: “All you need is Lotus”, caro Kimi.

197 Commenti

  • vettel soppravalutato il vero vettel era quello che le prendeva da webber , quando la macchina faceva cacare rispetto a binari di un treno

    il bello che enssuno ci pensa , ma come è possibile un webber che sputtanava il pupillo con una macchina cacosa e poi appena va bene lui finisce indietro?? nn è che x caso webber nn ha certe soluzioni sulla sua macchina?

    un altro, Hamilton gran manico gran pilota , ma lontano da essere un campione magari qualche hanno in mercedes a lottare li farà bene a maturare professionalmente

    raikkonen un altro che ha vinto il mondiale all’ultima curva trovandosi x caso campione del mondo, qualche gare qua e la ma poi?

    no ragazzi i veri campioni sn quelli cm Schumacher cm Alonso cm Senna cm Prost cm gilles , gli altri sn comparse, magari ottime , ma pur sempre comparse
    vorrei vedere un rosberg su una redbull , vettel le prenderebbe , le prende da tutti , magari nn da massa ve lo concedo
    un campione fa emozionare prima di tutto , vettel vi fa emozionare?a me no

    • MotoreAsincronoTrifase

      quoto sulla disparita’ di trattamento alla red bull ma diciamo anche che quando webber era in testa al mondiale vettel ha avuto qualcosa come 4 ritiri nelle prime6 gare e sempre mentre era in testa.
      Hamilton non un campione? Ma se e’ stato sempre avanti ad alonso in mclaren ed era esordiente, poi se vuoi la lista delle cose da fuoriclasse leggiti i commenti all’articolo sul fatto che hamilton si e’ pentito di andare in mercedes.
      Raikkonen ha vinto si per miracolo, ma aveva una macchina di un secondo piu’ lenta, la differenza con la mclaren quell’anno era davvero enorme, e’ stato un miracolo gia’ restare in lotta per il mondiale fino all’ultima gara (aiutato dal duello freaticida alonso hamilton). Oltre a questo cosa ha fatto? Riguardati gli anni in mclaren dove o si rompeva la macchina o vinceva e la parte del campionato dopo l’uscita di massa in cui con un auto che non si sviluppava piu’ da mesi rischiava di vincere i gp.
      Rosberg non ha ancora dimostrato nulla e nell’ultimo anno e’ quasi stato sempre dietro schumaker quando a questi non si rompeva la macchina. Cioe’ qusi sempre

  • la cosa bella di questa discussione :

    si loda un pilota che ha sparato merda su tutte le scuderia per cui a corso
    che ha sempre avuto grandissimi favoritismi apparte in mclaren dove se le prendeva da un principiante e quindi e scappato di corsa
    un pilota che risponde alla domanda della giornalista visto oggi massa è andato bene e lui ” e stata una coincidenza”
    che ha vinto una gara grazie al suo team menager che ha truccato una gara..
    e che si limita a tirare sfiga a tutti

    si sputa il fango su un pilota che non si è mai lementato delle propria scuderia,sopratutto quando la mclaren si rompeva ogni 2 gare o che ha corso per un anno intero con la macchina dell’anno precedente e che per soli 2 punti non a vinto un mondiale per la rottura del motore al nurburgring) vedi 2003
    un pilota che ha avuto sempre compagni di squadra all’altezza e non se ne mai lamentato.
    che non fa mai discussioni nemmeno quando lo centrano in una corsia dei box

    unica cosa che si deve lementare di lui è il rapporto umano e la sua mania dell’alcol, ma professionalmente non si discute

    ps: ron dennis disse che era per colpa di raikkonen se si romepva la macchina,questo discorso adesso vale anche per button e hamilton(ancora per poco)?

    nella sua intervista recente appena gli chiedono del ritorno in ferrari lui spalanca gli occhi e non sa come rispondere proprio perchè lui non ci vorrebe tornare e per non essere scortese a detto non si sa mai.

    • Sei stato un grande complimenti per quello che hai detto!Adesso chiamerei il sig.Dennis e gli direi come mai lo sfascia macchine è l’unico pilota fino adesso ad aver tagliato sempre il traguardo e sempre a punti a parte la Cina dove di colpo lo hanno mollato le gomme e a perso 12 posizioni in pochi giri,per fortuna che almeno Nobert Haug ha avuto la correttezza di dire che Raikkonen è un campione ed è stato solo colpa della mclaren se non ha vinto due titoli mondiali con loro.Quello che conta è questo il resto sono tante parole senza significato

      • Ah!Dimenticavo nei rapporti umani è quello che è ma non dimentichiamoci che è un Finlandese e non sarà e non potrà mai essere un latino,ma sicuramente a lealtà e correttezza da vendere a tanti che ci sono nel circus e come hanno detto in tanti tra cui Montoya è un pilota con un talento immenso ma che sembra quasi svogliato che non gli importa niente allora io dico se questo ragazzo ha fatto tanto senza neanche impegnarsi mettete ancora in discussione che sia un campione,penso che se penserebbe solo F1 dalla mattina alla sera come altri non ci sarebbe storia ma lui è fatto cosi e chi lo apprezza lo accetta cosi

      • parli di lealtà, x me hai le idee confuse , un uomo leale nn si lascia scappare certe frasi solo xkè è stato rinnovato il contratto a massa

      • MotoreAsincronoTrifase

        se raikkonen e’ sleale per questa unica frase allora di quello che ha detto alonso della ferrari e poi ha rimangiato tutto dicendo peggio della mclaren che fino a poco prima sputtanava che si deve dire?

  • Ciao a tutti, ragazzi ma leggo cose assurde nei commenti e questo mi dispiace. I fatti sono che Raikkonen è un signor pilota e non và giudicato per il suo carattere, ma quando abbassa la visiera. E aggiungo che ha sempre dimostrato di essere un pilota forte anche quando le cose non sono andate bene. Per quanto riguarda la Ferrari per me rimane la numero 1 in ogni senso, al di là di chi vincerà e delle furberie che non fanno onore alla F1 di altre scuderie. Una cosa che mi lascia perplesso è che si sta mettendo in discussione piloti dal calibro di Raikkonen e non viene detto nulla su un certo Vettel. Certo la colpa non è sua se sta vincendo da 3 anni, con una macchina nettamente superiore alla concorrenza. Troppo facile vincere cosi soprattutto se chi guida la macchina è un buon pilota ma non paragonabile ad altissimi livelli. Poi non sò c’è un certo Alonso dicono che corre con la Ferrari e fà cose straordinarie (N.B. dichiarazione di persone intenditrici di F1 che non stò qui ad elencarveli) io aggiungerei che Alonso è semplicemente TALENTUOSO. Ah un ultima cosa per chi ha nominato Senna e non Bruno ma lo zio, Senna rimane inarrivabile, un esempio semplice, se altri piloti tipo quelli che ho citato sopra e aggiungo anche il mitico Schumacher hanno più volte assaggiato il sapore dell’oltrepassare il limite ebbene Senna ha sempre guidato cosi, lui guidava semplicemente oltre al limite, e chi se ne intende di F1 ha capito cosa intendo. Buona F1 a tutti.

  • Per non parlare poi delle parolacce e del cattivo gusto che hanno avuto Kimi e Sebastian Vettel sul podio dopo la gara di Abu Dhabi… diciamo che si sono comportati come CAFONCELLI DEL PAESELLO!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!