FIA riprende ufficialmente piloti: “Basta con le parolacce”

10 novembre 2012 20:26 Scritto da: Davide Reinato

Dopo la colorita conferenza stampa di domenica scorsa, la FIA ha deciso di inviare una nota ai team, affermando che il linguaggio finora utilizzato non è più considerato accettabile. Pare che la decisione sia arrivata dopo la pressione di alcune emittenti televisive, tra cui la BBC, che ha confermato di aver ricevuto decine di telefonate di telespettatori infastiditi.

Sebastian Vettel si è già scusato, pubblicando sul sito sito una nota ufficiale: “Mi dispiace molto per l’uso di quelle parole sbagliate sul podio e mi spiace se ho urtato la sensibilità di chi stava a guardare. Nella foga del momento, ho usato quelle parole e mi scuso. Non succederà la prossima volta”.

E proprio dalle televisioni emerge un particolare interessanti. Quando un team – o un pilota – non vuole che la comunicazione radio sia trasmessa in TV (e dunque ascoltata anche dagli avversari), basta aggiungere qualche parolaccia e il gioco è fatto. La FOM, infatti, è costretta a filtrare tali messaggi e passare alle emittenti solo quelli politically correct. Avreste mai pensato che una parolaccia potesse prendere dei connotati strategici?

34 Commenti

  • allora meglio alonso e stella che usano l’italiano..meglio delle parolacce..

  • Complimenti per il senso della legalità, peccato che richiami i piloti per delle banali parolacce ed invece non faccia il suo dovere nell’applicare il regolamento che al di la di musi di gomma, non prevedeva la riammissione di Vettel in gara nemmeno con partenza dai box.

  • Com’era educato e signorile Mosley quando si faceva sculacciare le chiappe vestito da nazi…

  • Mestraaaaaaaaa!!!
    Kimi ha detto una parolacciaaaa!!!!!
    =D

    Viva la sincerità! E’ vero il contesto e l’educazione, però siamo tutti umani, suvvia, gli arabi capricciosi hanno voluto la bicicletta (F1) ? Bene, allora pedalino, ci vuole comprensione da ambo le parti, non solo da una, insomma, il linguaggio non è stato dei migliori, ma suvvia, imparino anche loro a riderci sopra e a non prendersi troppo sul serio, sono anche queste piccole cose che denotano la grandezza di una civiltà, dare 6 mesi di carcere per un bacio e obbligare le donne ad un rigore quasi da caserma come impone il loro costume per me denota che se non fosse stato per i petrodollari questi posti sarebbero ancora abitati da tribù del deserto…

  • è una questione di educazione. Essendo eventi che vede chiunque di qualunque età, religione, sesso e chi più ne ha più ne metta, in tutto il mondo è giusto usare un linguaggio adeguato. Un conto sono le conversazioni radio durante la gara, fuori dalla machcina occorre parlare bene.

  • secondo me più che un problema di immagine è una questione di rispetto per le culture diverse in cui si affaccia la f1: ad esempio negli emirati arabi un bacio innocente sulla bocca della tua fidanzata fatto in pubblico equivale a 6 mesi di prigione non un secondo di più ne uno di meno. Se le parolacce le dicessero ad Austin per gli americani sarebbe show, mentre in paesi con culture diverse possono risultare molto fuoriluogo…personalmente a me non interessa, anzi piloti un po’ meno politicamente corretti non sarebbero male, ma dipende dal contesto…

  • screwudriver

    A me invece piacerebbe molto più parolacce e oscenità… basta con interviste ipocrite e pacate, che si dica quello che si deve dire!! La Formula è un’emozione troppo forte per essere sempre bravi e buoni!
    Whatever, quoto chi sostiene che ci sono altri milioni di argomenti da risolvere più importanti che “le parolacce”, figa!

  • ma questi sono proprio cretini!

  • La FIA è eccezionale, pensa a queste caz…e delle parolacce, ma si “dimentica” delle bastardate della Red Bull

  • MotoreAsincronoTrifase

    lo so ma la f1 e’ sempre stato uno sport signorile. Mi dispiacerebbe troppo vederlo snaturare con parolacce e bestemmioni per ogni volta che un pilota non vince. Vi immaginate:
    Ferrari: Alonso is faster then you, ca..o rallenta.
    Massa: Ma porco ….. per una volta che sono piu’ veloce, che si fotta quel c….e.
    Ferrari: Non fare il pirla o l’anno prossimo sono scarpate nel c..o e niente rinnovo, ca..o.
    Massa: Va ben mi avete gia’ rotto i co…ni, ora rallento, e che ca..o.

  • tanto, prima o poi, le parolacce le ascoltiamo da qualche parte o le impariamo (anche in varie lingue hihihi); quindi tutto questo falso perbenismo mi fa disgustare; che sia un modo per sviare l’attenzione verso questioni di poco conto? Perchè in fin dei conti il linguaggio scurrile di Vettel è il vero problema, non la vettura irregolare che guida…
    E ricordatevi che i prefetti son “prefetti” e poi (?) signori…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!