Pirelli porta P Zero Medium e Hard per la novità Austin

13 novembre 2012 16:00 Scritto da: Giacomo Rauli

Il countdown segna meno 4 giorni alla penultima tappa del Mondiale di F1 2012 che si terrà ad Austin, capitale del Texas, in una pista nuova di zecca e mai solcata da alcun pilota titolare, nè tantomeno dalla Pirelli, casa fornitrice di pneumatici del Circus.

Proprio per poter affrontare al meglio questa nuova pista (leggetela pure “sfida”), la casa italiana di pneumatici porterà P Zero White Medium e Silver Hard. Scelta conservativa derivante dal fatto che niente e nessuno (se escludiamo, con senno, Mario Andretti, l’attore e gentleman driver Patrick Dempsey e Jerome d’Ambrosio) conosce il comportamento di gomme e monoposto sull’asfalto del nuovo circuito che sentenzia il ritorno del Circus iridato negli States.

Proprio per la mancanza assoluta di dati, Pirelli fornirà ai team un set in più di gomme dure nei primi due turni di libere del venerdì, utili per raccogliere dati in funzione di qualifiche e gara per i team per per la casa italiana stessa.

Le prime indicazioni parlano di un asfalto abbastanza liscio per tutti i 5,515 chilometri del tracciato americano, il quale presenta sezioni del layout lente e techniche alternate ad altre estremamente veloci. La sezione più impegnativa per gli pneumatici pare possa essere il veloce cambio di direzione che va dalla curva 4 alla curva 6. In quel tratto molta energia sarà scaricata sulla struttura del pneumatico, in particolare sulla parte esterna che deve sopportare la maggior parte di forza di sterzata.

Paul Hembery ha spiegato il punto di vista Pirelli riguardo questo nuovo circuito: “Austin è uno dei tre circuiti assolutamente nuovi per quanto riguarda la Pirelli – gli altri erano Bahrain e Hockenheim – quindi per noi sarà la sfida più importane dell’anno per quanto ci riguarda. In realtà siamo abituati al salto nel buio: l’anno scorso infatti molti circuiti erano completamente nuovi per noi. Abbiamo optato per una scelta abbastanza conservativa al fine di coprire tutte le possibilità che può presentare un circuito nuovo di zecca. Abbiamo fatto la stessa scelta di pneumatici di Abu Dhabi, ma i risultati sono stati ottimi, il GP è stato uno dei più emozionanti della stagione. Siamo molto felici di tornare negli Stati Uniti con la F1, per noi è un mercato molto importante, olre ad essere la casa di molti appassionati di questo sport“.

14 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!