La McLaren non cambia approccio: “Vogliamo vincere”

15 novembre 2012 09:29 Scritto da: Davide Reinato

Nelle ultime cinque gare, la McLaren ha visto sfumare la vittoria in ben due occasioni per motivi tecnici. L’ultimo episodio allo Yas Marina Circuit di Abu Dhabi dove, durante il diciannovesimo giro della corsa, la pompa di benzina ha smesso di funzionare, privando Lewis Hamilton di una facile vittoria.

Jonathan Neale, nella classica videoconferenza che precede ogni weekend di gara, ha spiegato ai media come i problemi di Abu Dhabi siano già stati risolti. “Il guasto è stato fortemente deludente, questo è certo. Ma dopo aver fatto 1.500 chilometri di test con la stessa vettura, durante i rookie test, ci tranquillizza. Siamo ancora in lotta per il campionato costruttori, ma non avremo un approccio cauto per questo finale di mondiale. Saremo diligenti, come sempre, ma la nostra speranza – e la nostra voglia – è quello di fare bene e vincere”.

In McLaren, così come nelle altre squadre, si sacrificherà un po’ il programma delle libere del venerdì per permettere ai piloti di prendere confidenza con il nuovo tracciato, nonostante esso sia stato a lungo studiato al simulatore. “Penso che sarà interessante per i piloti e per le squadre, questo venerdì. Il set di pneumatici aggiuntivo che Pirelli ci fornirà, dovrebbe aiutarci. E’ sempre bello andare su un nuovo circuito, questo poi sembra davvero ben realizzato”.

E sulla gara, si sbilancia: “Mi aspetto di vedere i soliti nomi noti davanti in griglia, ma mi auguro che si tratti di un circuito favorevole alla McLaren”.

14 Commenti

  • se non portiamo niente di nuovo, assisteremo a una corea-india-bis, con le redbull imprendibili e noi che sgomitiamo solo con le ferrari per racimolare il gradino piu basso del podio :-(

  • Ciao Ronny, come và ?
    Spero tutto ok.
    La speranza è quella di finire al meglio una stagione che poteva essere diversa da quella che è stata, speriamo bene.

  • Myriam F2013

    Se Alonso riuscisse miracolosamente a qualificarsi 3° subito dietro le lattine, non sarebbe male, visto che Webber nelle partenze è un disastro!

  • e faccio veramente fatica a capire perche un team come la mclaren abbia gestito in questa maniera con orrori di tutti i tipi…dalle stretegie,alle soste,all affidabilita…nemmeno all hrt avrebbero fatto peggio

  • la mclaren sui circuiti con i curvoni veloci non è quasi mai andata bene…vediamo

  • per me è pure una notizia positiva , visto che noi vicinissimi a vettel o subito dietro non possiamo stare , allora meglio hamilton di webber o anche dello stesso button , ì l’unico insieme ad alonso che puo indurre all errore vettel e puo inpesierirlo , dovessimo avere un ipotetica griglia con hamilton in pole vettel secondo e alonso 3 o anche quarto allora sarebbe tutto aperto , dovesse invece essere la griglia con vettel primo webber secondo e hamilton terzo con alonso quarto o quinto in griglia allora sarebbe tutto piu complicato perche hamilton sarebbe davanti a noi ma cmq dietro a vettel , quindi dipende da dove si collocherà hamilton se è davanti a tutti e due allora va bene ma solo davanti ad alonso sarebbe non proprio una cosa positiva

  • Comunque negli ultimi anni non ho mai visto una Mclaren rompersi cosi tante volte.
    Inoltre si rompe sempre quando Hamilton è primo davanti a vettel.

    Chissà da cosa può dipendere tutte queste rotture.
    Senza Rotture della macchina, ed errori al box, Hamilton ora si trovava davanti a vettel in classifica.

    Tra i due sarei più contento che lo vincesse hamilton il campionato, lui lo merita realmente.

  • Myriam F2013

    Non so se è una notizia positiva per noi Ferraristi. nel senso che, dato che in qualifica le frecce d’argento ci stanno sempre davanti, forse avrei preferito una Mc Laren che tirasse i remi in barca ! E poi dubito che le lattine si facciano sfuggire il mondiale costruttori

  • Io la prendo come una notizia positiva per noi Ferraristi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!