GP Stati Uniti 2012: Vettel imprendibile nelle Libere 2

16 novembre 2012 21:49 Scritto da: Davide Reinato

La seconda sessione di prove libere del GP degli Stati Uniti si è appena conclusa. La Red Bull, ancora una volta, è la più veloce. Sebastian Vettel ha ottenuto un tempo di 1:37.718, prendendo un ampio margine sugli avversari diretti

E dire che il pilota tedesco ha girato esattamente la metà rispetto ai suoi avversari. All’inizio della sessione, infatti, una perdita d’acqua ha costretto Seb a fermarsi in garage, nell’attesa della riparazione del guasto. Una volta ritornato in pista, ci ha messo poco a ritrovare il ritmo e stampare un giro impressionante. Webber e Alonso, rispettivamente secondo e terzo, pagano un ritardo da Vettel di ben 7 decimi, ma tra loro sono divisi da appena 8 millesimi di secondo. Seguono le due McLaren Mercedes di Hamilton e Button, entrambi ad un secondo netto dal tempo migliore della sessione. Massa ha chiuso in sesta posizione, nonostante abbia passato anche alcuni minuti in testa alla classifica.

Le cose sembrano andare meglio delle ultime gare per la Mercedes, che tra i saliscendi di Austin sembra adattarsi meglio. Rosberg ha chiuso con il settimo tempo, Schumacher con il decimo. Tra di loro Senna, con la Williams, e Kobayashi con la Sauber. Indietro le Lotus: il vincitore di Abu Dhabi, Kimi Raikkonen, non è andato oltre una prestazione da undicesimo posto, mentre Grosjean – tra un contresterzo e l’altro – ha ottenuto solamente il tredicesimo crono di giornata.

Da segnalare il contatto tra Jean Eric Vergne e Heikki Kovalainen. Il pilota della Toro Rosso ha rovinato l’ala anteriore, mentre il finlandese della Caterham è tornato dritto ai box per via della foratura causata proprio dal contatto.

Infine, pochi secondi dopo l’esposizione della bandiera a scacchi, c’è stato un problema al motore sulla Williams di Pastor Maldonado. Il venezuelano – che in classifica ha ottenuto il dodicesimo tempo – è riuscito a rientrare ai box, seppur con l’auto spenta. Dallo scarico è uscita la classica fumata bianca che fa pensare ad una rottura del propulsore Renault.

GP STATI UNITI 2012 – RISULTATI LIBERE 2

 
POS PILOTA                TEAM                  TEMPO      GAP      GIRI
 1. Sebastian Vettel      Red Bull-Renault      1m37.718s            17
 2. Mark Webber           Red Bull-Renault      1m38.475s  + 0.757   36
 3. Fernando Alonso       Ferrari               1m38.483s  + 0.765   35
 4. Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes      1m38.748s  + 1.030   31
 5. Jenson Button         McLaren-Mercedes      1m38.786s  + 1.068   32
 6. Felipe Massa          Ferrari               1m39.029s  + 1.311   33
 7. Nico Rosberg          Mercedes              1m39.448s  + 1.730   32
 8. Bruno Senna           Williams-Renault      1m39.531s  + 1.813   38
 9. Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari        1m39.653s  + 1.935   36
10. Michael Schumacher    Mercedes              1m40.115s  + 2.397   30
11. Kimi Raikkonen        Lotus-Renault         1m40.166s  + 2.448   32
12. Pastor Maldonado      Williams-Renault      1m40.230s  + 2.512   35
13. Romain Grosjean       Lotus-Renault         1m40.2$6s  + 2.568   32
14. Sergio Perez          Sauber-Ferrari        1m40.326s  + 2.608   35
15. Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari    1m40.435s  + 2.717   30
16. Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari    1m40.516s  + 2.798   32
17. Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes  1m40.700s  + 2.982   34
18. Paul di Resta         Force India-Mercedes  1m41.430s  + 3.712   35
19. Heikki Kovalainen     Caterham-Renault      1m42.476s  + 4.758   38
20. Timo Glock            Marussia-Cosworth     1m42.652s  + 4.934   33
21. Vitaly Petrov         Caterham-Renault      1m42.846s  + 5.128   38
22. Charles Pic           Marussia-Cosworth     1m43.538s  + 5.820   38
23. Pedro de la Rosa      HRT-Cosworth          1m44.453s  + 6.735   16
24. Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth          1m45.114s  + 7.396   20

126 Commenti

  • alonso, secondo me, ha previsto benissimo quale posizione avrà in griglia, è un fenomeno anche in questo…
    quando ha una macchina da prima fila se lo sente dentro, vedasi Monza…
    quindi a giudicare dalle sue parole, penso che lotterà dal terzo posto in giù…

  • Domanda importante ai fini della gara:

    “come mai a Newey sono caduti i capelli?”

    • Semplice…newey è un ingegnere e si sa statisticamente che la maggior parte degli ingegneri sono calvi…pure io studio ingegneria(aereospaziale) ma ho una bella chioma folta…mi sa che non diventeró mai ingegnere :(

  • @ ElGuapo

    Per quanto riguarda l’angolo di camber, forse non mi sono spiegato bene, perchè è ovvio che trattandosi di prove libere possono fare un po quello che vogliono ed è altrettanto ovvio che con una campanatura più accentuata riescono ad avere più direzionalità e gomme più performanti già dai primissimi giri, però, la temperatura delle gomme si stabilisce in un determinato range e quando si “gioca” con angoli troppo elevati si corre il rischio di innescare un pericoloso effetto di riscaldamento continuo tale che poi in gara porterebbe alla formazione di blister ed anche ad un logorio precoce.

    Per questo al tuo pari ipotizzavo che il tempone di Vettel sia dovuto a prove di assetto che hanno fatto in RBR, ma poi in gara potrebbero optare per scelte più conservative.

    Bhe c’è anche il fatto che il tempo con le dure lo ha fatto Massa e non Alonso, quindi è molto probabile che stessero provando due configurazioni diverse e/o diversi tipi di aggiornamenti, per cui è lampante che la macchina, in configurazione completa deve essere completamente diversa, mentre non sappiamo fino a quanto possa spingersi la RBR e, perchè no, anche la Mclaren.

    • il degrado inesistente delle gomme favorisce una scelta piu aggressiva

      • Non è un problema di degrado, ma di calo prestazionale, se si va oltre il range ottimale di temperatura previsto, poi anche il rendimento ne risente, oltre al fatto che ci potrebbero essere problemi di blistering, quindi se si va a prediligere il giro secco, avrai senza alcun dubbio un beneficio prestazionale sui primissimi giri, ma poi?????

  • Una cosa che mi fa sorridere é che l’impianto di raffreddamento red bull é in deroga per problemi di affidabilitá ed invece sono due gran premi che si rompe proprio quello. Magari ora per rendere affidabile l’impianto di raffreddamento chiederanno una ulteriore deroga inventandosi qualche altro trucchetto.

  • alonso deve mantenere aperto il mondiale…anche di 1 punto…storicamente negli ultimi anni quando si è deciso il mondiale interlagos e stato teatro di ribaltoni clamorosi e insperati…

  • la partenza sara tremenda secondo me….chi frenera un poco prima…chi frenera un po dopo e vista la particolarita della curva rischia di innescarsi una carambola senza precedenti…

  • una volta che hanno proibito gli scarichi soffiati newey ha trovato un altro modo per dominare…sfruttare la flessibilita della parte anteriore della vettura che da un grosso vantaggio…si parla di test piu severi per l anno prossimo e allora mi chiedo cosa si inventera…

  • Una domanda:
    Perché le Formula uno non riescono a derapare come auto normali a trazione posteriore e conseguentemente vanno in testa coda subito?

  • Sarà questo il materiale che usa la Red Bull per il suo muso di gomma???
    http : // youtu.be/ A5_n6bOuXkY

  • chi parte in pole ha la gara in mano…con la scelta conservativa delle pirelli si andra verso la solo sosta e quindi il primo non dovra fare altro che gestire la gara senza patemi.

  • riguardo alla qualifica sono più pessimista…..non credo che la RB avrà problemi a fare la Pole visto che Vettel ieri ha semplicemente ridicolizzato gli avversari che giravano da una marea di tempo con molti meno giri…..per la gara è tutto da capire…..dipenderà molto dall’affidabilità della macchina di Newey…..

  • Io credo che in RBR abbiano dei grossi problemi legati alla bassa temperatura, ho visto una foto su F1technical, dove le ruote anteriori hanno un angolo di camber esageratissimo e si vede ad occhio nudo, questo si spiega solo se in RBR hanno problemi a mandare in temperatura le gomme sul giro singolo, ma poi in gara e con il carico carburante le cose dovrebbero essere completamente diverse.

    Quindi non so se per le qualifiche sceglieranno questa configurazione, a parte il fatto che mi sembra che per regolamento, non sia possibile andare troppo oltre i valori consigliati dalla Pirelli. Questo spiegherebbe anche il fatto che la RBR manda molto più facilmente le gomme in temperatura, però non dobbiamo dimenticare che Vettel, non ha potuto certamente completare il programma di prove, per cui dovranno necessariamente far riferimento anche ai risultati di Webber, che è stato molto inferiore al compagno di squadra.

    • ancora con sta storia del regolamento?? è una redbull, se ne frega delle regole!!!

    • Non so max, secondo me ci sta come scelta. Con pista così scivolosa aumenti il camber e ammorbidisci le sospensioni, per favorire ingresso in curva e uscita.
      Io credo che vettel abbia fatto un programma completamente diverso dagli altri per via di quell’ora persa, o almeno mi aggrappo a questa idea. E comunque bisogna considerare la facilità con cui già al venerdì ha tirato fuori un tempo da prima fila, la botta l’hanno sentita praticamente tutti i piloti.
      Certo,per la gara il discorso cambia, la Ferrari con le hard va bene, ma basterà?

      • Per quanto riguarda l’angolo di camber, forse non mi sono spiegato bene, perchè è ovvio che trattandosi di prove libere possono fare un po quello che vogliono ed è altrettanto ovvio che con una campanatura più accentuata riescono ad avere più direzionalità e gomme più performanti già dai primissimi giri, però, la temperatura delle gomme si stabilisce in un determinato range e quando si “gioca” con angoli troppo elevati si corre il rischio di innescare un pericoloso effetto di riscaldamento continuo tale che poi in gara porterebbe alla formazione di blister ed anche ad un logorio precoce.

        Per questo al tuo pari ipotizzavo che il tempone di Vettel sia dovuto a prove di assetto che hanno fatto in RBR, ma poi in gara potrebbero optare per scelte più conservative.

        Bhe c’è anche il fatto che il tempo con le dure lo ha fatto Massa e non Alonso, quindi è molto probabile che stessero provando due configurazioni diverse e/o diversi tipi di aggiornamenti, per cui è lampante che la macchina, in configurazione completa deve essere completamente diversa, mentre non sappiamo fino a quanto possa spingersi la RBR e, perchè no, anche la Mclaren.

  • alexander brandner

    GUTE MORGEN!

    Non dobbiamo arrenderci mai come al solito,c’era da spettarsela una prestazione cosi dalla redbull,ma come dice la storia della f1 tutto può succedere ancora.

    W FERRARI!!!!!!!

  • Occhio alla gara di Vettel, si vocifera che la redbull non sia al 100% sull’affidabilità…ci vorrebbe proprio, ma faranno di tutto per non spingere il loro propulsore al 100%..
    Se domenica rompono…

    • no se deve spaccare, ho da tempo formulato un’ipotesi molto più’ spettacolare ma anche più’ possibile…….oggi Vettel vince ed Alonso arriva secondo……il distacco punti sale a 17 (e le certezze di gloria di ditino a 1000)…….domenica prossima vettel spacca a pochi giri dalla fine dopo aver dominato la gara, perché i motori sono davvero alla frutta, hamilton vince ed alonso arrivando secondo, con 18 punti se lo inc…. per un solo punto…..cosi’ gli restituiamo anche la beffa del 2010.

  • Buongiorno a tutti…ripensavo alle prove di ieri e devo dire che questo circuito di Austin è proprio una bella sorpresa mi piace un casino…ho letto le interviste di Alonso e Pat Fry una cosa positiva e che gli aggiornamenti hanno funzionato(finalmente) ora non ci rimane altro che mettere insieme il miglior pacchetto e cercare di portare in temperatura le gomme il più presto possibile…sicuramente non basterà x stare davanti alla Red Bull ma almeno potremmo puntare alla seconda fila in qualifica…vamos!!!!!!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!