F1 Live, GP Stati Uniti 2012: Qualifiche in diretta

17 novembre 2012 18:45 Scritto da: Redazione

Gran Premio degli Stati Uniti, diciannovesima prova del Mondiale di Formula 1 2012. Il circuito texano di Austin ospita la penultima tappa della sfida iridata che vede coinvolti Fernando Alonso e Sebastian Vettel.

Nelle ultime prove libere, il pilota tedesco della Red Bull si è confermato al top della sua forma, facendo segnare il giro più veloce. Hamilton è il primo degli inseguitori, mentre terzo – a tre decimi – troviamo la Williams di Pastor Maldonado. Fernando Alonso rimane a quasi sette decimi dalla Red Bull, in quarta posizione. [Sintesi Libere 3] Seguiamo in diretta, in live blogging, le qualifiche del GP degli Stati Uniti.

GP STATI UNITI 2012 – QUALIFICHE IN DIRETTA

20:03 – Si conclude qui la sessione di qualifiche. A breve una sintesi delle qualifiche, poi le interviste e gli approfondimenti di questa decisiva pole position per Vettel, nel giorno in cui Alonso parte solo nono. Buona serata a tutti!

20:01 – Pole position per Sebastian Vettel che realizza 1:35.657! Hamilton realizza 1:35.766, ed è secondo! Webber è terzo con 1:36.174. Quarto tempo per Grosjean, quinto Raikkonen, sesto Schumacher. Per la Ferrari è un disastro: Massa settimo, Alonso nono!

20:00 – Bandiera a scacchi esposta. Fernando Alonso chiude il suo giro e con 1:37.300 è settimo.

19:59 – Alonso alza il piede, dopo aver sbagliato l’ingresso della curva 19. Hulkenberg 1:37.141, è sesto. Ma Lewis Hamilton per 51 millesimi non riesce a scavalcare Vettel!!

19:58 – 1:35.877 per Sebastian Vettel, un ottimo tempo che lo lancia verso la pole. Webber sale in terza posizione con 1:36.283. Tra le due Red Bull si è inserita la McLaren di Hamilton. Alonso è attualmente settimo, Massa decimo

19:56 – Mark Webber passa al comando con 1:36.845. L’australiano è momentaneamente al comando. Hamilton stacca 1:36.209 e scala la classifica. Ma Vettel sta realizando parziali record

19:54 – Tutti in pista ora per la fase finale. Schumacher segna 1:51, Alonso 1:42. Tutti tempi alti. Massa 1:43.7. I piloti stanno cercando di scaldare le gomme. L’unico che ha tirato dal primo giro è Grosjean che ha registrato 1:37.227

19:50 – Semaforo verde, inizia la Q3. Schumacher, Massa e Alonso sono subito scesi in pista. I piloti tenteranno di fare più giri, in modo da scaldare le gomme

19:44 – Eliminati dalla Q2: Rosberg, Kobayashi, Perez, Vergne, Di Resta, Button e Senna.

19:41 – Bandiera a scacchi, termina la Q2. Buon tempo di Felipe Massa che registra 1:36.549 e realizza il secondo tempo. Alonso è invece settimo e non riesce a ripetere i tempi del compagno di squadra.

19:40 – 1:35.796 per Vettel, ben otto decimi più veloce del compagno di squadra che è secondo. Pochi secondi alla fine della sessione

19:39 – 1:37.123 per Fernando Alonso che riesce a salire in quarta posizione. 1:37.137 per Grosjean che stacca il sesto tempo. Rientra ai box la McLaren di Button.

19:38 – Button si lamenta via radio con il team, dicendo di aver perso potenza. Che si l’ennesimo problema di affidabilità per la McLaren? L’inglese sta procedendo lentamente

19:36 – Fernando Alonso passa ora sul traguardo, ma ha un tempo alto di 1:40, nonostante le gomme medie. Al momento è dodicesimo. Vettel inizia a fare tempi stratosferici e, grazie alle gomme medie, stacca 1:35.971!

19:34 – Lewis Hamilton si è portato al comando con 1:36.795, seguito da Mark Webber con 1:36.870. Raikkonen scende in quarta posizione, dato che viene scavalcato da Maldonado con 1:37.360

19:31 – Raikkonen segna 1:37.672 al primo giro, usando gomme medie. Alla Lotus montano i nuovi scarichi ad effetto Coanda che, secondo Allison, ha permesso di recuperare circa 6 cavalli

19:28 – Maldonado rientra ai box dopo aver fatto un solo giro di installazione con le gomme medie. In pista ora Raikkonen, Rosberg, Grosjean e Senna

19:25 – Semaforo verde in fondo alla pitlane, inizia ufficialmente la Q2. 15 minuti a disposizione dei piloti per tentare l’accesso alla Top Ten. La temperatura è leggermente aumentata, ci sono ora 32 gradi per l’asfalto e 21 per l’atmosfera

19:20 – Viene esposta la bandiera a scacchi, termina la Q1. Vettel è ancora il più veloce in pista, seguito da Hamilton e Webber. Quarto Grosjean, quinto Senna e sesto Maldonado. Settimo posto per Button, ottavo Massa. Eliminati dalla Q1: Karthikeyan, De La Rosa, Kovalainen, Petrov, Pic, Glock e Ricciardo

19:18 – C’è un problema tecnico per la HRT di Karthikyean. Qualifiche finite per lui e bandiere gialle esposte lungo la pista. Hamilton intanto è andato in testa con 1:37.058. Gli risponde Vettel con un tempo di 1:36.558

19:15 – Gomme medie per Schumacher che realizza il dodicesimo tempo adesso. Maldonado, invece, si è portato in quarta posizione con 1:37.572, grazie alle gomme medie. Webber è ora secondo con un crono di 1:37.215, ma l’australiano è su gomme dure.

19:13 – Vettel ha scaldato le gomme come si deve e con 1:37.165 si è portato in testa alla classifica. Fernando Alonso taglia ora il traguardo del suo quinto giro veloce e realizza 1:38.111 ed è settimo. Un secondo di ritardo su Vettel. Button, intanto, si è portato in settima posizione con 1:38.030

19:12 – Ed ecco che arriva Vettel: 1:38.122 per il tedesco, che è ora terzo. Intanto, al comando c’è sempre Grosjean con 1:37.486, seguito da Massa con 1:37.667. Terzo Hulkenberg adesso che monta gomme medie e segna 1:37.756. Saranno qualifiche molto incerte, considerando che alcune squadre hanno subito deciso di scendere in pista usando le gomme più soffici tra quelle portate qui da Pirelli

19:11 – Secondo passaggio cronometrato per Alonso che realizza 1:39.091, ma Massa lo batte ancora con 1:38.692. Webber intanto si è inserito in seconda posizione con 1:38.498

19:09 – Alonso passa sul traguardo e ferma il cronometro in 1:40.408. Fa meglio Massa con 1:39.943. Entrambe le Ferrari hanno realizzato il tempo con gomme medie, cosa che sta per fare anche Sergio Perez della Sauber che segna 1:39.641 ed è secondo

19:06 – In pista anche le due Ferrari di Alonso e Massa. Intanto, Grosjean chiude il suo primo tentativo cronometrato in 1:39.078, ma il francese è già con gomme medie

19:03 – Raikkonen chiude il suo primo giro veloce in 1:41.058, Glock 1:43.630 è secondo

19:01 – I primi ad andare in pista sono De La Rosa e Karthikeyan. Entrambe le HRT rischiano di non qualificarsi, perché troppo lente qui nei confronti degli avversari. Entra in azione anche Raikkonen, primo dei top driver

19:00 – Semaforo verde in fondo alla pitlane. Inizia la Q1: 20 minuti a disposizione dei piloti per tentare la qualificazione alla manche successiva, mentre gli ultimi sette verranno eliminati.

18:58 – Tutto è pronto per l’inizio della prima manche delle qualifiche. La temperatura è decisamente più alta rispetto a stamattina. 20 gradi per l’atmosfera, 31 per quanto riguarda l’asfalto.

18:55 – Dopo il contatto di questa mattina, Sergio Perez e Charles Pic hanno ricevuto una reprimenda per il loro comportamento. Il messicano, però, è al secondo richiamo in questo weekend. Dovrà fare attenzione per non rischiare penalità più serie

18:50 – Ancora una volta, la Red Bull è la favorita per la pole. Hamilton, nelle Libere 3, è riuscito a mantenere un distacco di due decimi nei confronti di Vettel, mentre Alonso è ancora piuttosto indietro, con quasi sette decimi di gap rispetto al suo diretto avversario.

18:45 – Amici di BlogF1.it, ben ritrovati online per seguire insieme la sessione di qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti, sessione valida per la formazione della griglia di partenza della corsa di domani.

294 Commenti

  • Sono iscritto al club privè di tua madre

  • Cisco_wheels

    In un anno di sofferenze, successi, sconfitte, vittorie… molti non hanno ancora capito su cosa voglia dire tifare ferrari!

    Io comunque vada sarò fiero della Ferrari, di Alonso e di Massa! E’ facile esprimere giudizi… inveire contro la squadra ed i piloti…

    Alla fine del campionato avrà vinto la milgior combinazione pilota – vettura – fortuna.
    Ci sono stati periodi in cui Alonso-Ferrari-Fortuna erano al top, adesso sta mancando la macchina e la fortuna. Dall’altra parte invece Vettel ha la vettura migliore e tanta fortuna! Se verrà a mancare la fortuna a Vettel e magari un pò di affidabilità, il campionato si riapre!

    tutto questo a prescindere dai meandri oscuri dell’illegalità Red Bull! Ma mi sento un perdente in partenza ad autogiustificare la sconfitta ferrari con la solita scusa delle ladrate Red Bull!

    Io ci credo ancora, quando c’era Schumi la speranza era veramente l’ultima a morire! Ora con Alonso è lo stesso!

    Forza Ferrari!

  • golewis scriveva:

    “Massa in q2 ha girato in 36.5 significa quarto tempo…”

    vero ma risparmiavano le gomme per andare in vacanza…

  • non andrà via nessuno, nemmeno PATtume FRY, perchè chi ha dovrebbe avere potere decisionale in realtà non conta più un cazzo da tempo!
    chiedere a Marchionne…

  • in Ferrari sono rilassati perchè hanno capito di aver perso, a questo punto sono entrati in una fase zen che li isola dalla realtà.

  • che amarezza … il giorno in cui Montezemolo decide di scendere in politica, la Ferrari affonda … proprio un bell’auspicio … io non so cosa succeda in Ferrari, proprio in tutta la Ferrari … non si riesce a venire fuori da quest’inferno … e oggi anche Alonso ha mostrato il suo limite di tenuta, ma lo comprendo: non si può sempre stare sul filo del rasoio … prima o poi la giornata no la becchi …
    ma onestamente questa situazione è figlia della caccia alle streghe iniziata nel 2009\2010 … troppe teste tagliate, spostate in modo errato (Baldisseri uno su tutti).
    Vogliamo ricostruire la squadra: va bene, ma la dobbiamo demolire e chiedere a Fernando di passare l’ennesimo anno di delirio … si costruirà la nuova galleria e si prenderanno nuovi uomini o ritorni eccellenti … dal muretto all’ufficio tecnico … ma Fer accetterebbe? io credo di no …
    ma il continuare a far cadere una sola testa è inutile … o cadono tutte o si continua così … ma non c’è più grinta per quest’anno … deve avvenire un qualcosa di estremo domani per rimetterci in carreggiata … e ho visto la faccia di Alonso: quella di Abu Dhabi nel 2010 era il simbolo della felicità …

    l’unica vera soluzione, ma che costringerebbe ad un 2013 da comprimari, è quella di tagliare il vertice sportivo e tecnico …

  • seguo la F1 da oltre 25 anni e per la prima volta mi sembra di non capirci veramente niente……….se domani Vettel rompe ed Alonso recupera i 10 punti su vettel e se la giocano alla pari in Brasile………forse capirò’ perché non riesco a capire niente oggi……….

  • si puo’ sapere ch prende le decisioni in questo team?
    fossi montezemolo prenderei chi ha deciso di partire con gomme usate e lo spedirei sul primo aereo che ha come destinazione la sua patria.

  • Volevo sottolineare la grande prestazione del kaiser..parte quinto con rosberg 18°..niente male per un vecchietto..complimenti,peccato che si è ritirato proprio mentre stava tornando ad andare forte..

  • vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!