Red Bull mette le ali nelle libere del GP degli Stati Uniti

17 novembre 2012 00:36 Scritto da: Davide Reinato

Sebastian Vettel si dice piuttosto tranquillo riguardo la sua preparazione del weekend ad Austin. Il tedesco della Red Bull ha ottenuto il miglior tempo in entrambe le sessioni, rifilando distacchi piuttosto marcati alla concorrenza.

Nonostante tutto, l’affidabilità resta comunque il tallone d’Achille del team di Milton Keynes: una perdita d’acqua sulla RB8 ha costretto Sebastian a perdere minuti importanti di prove. Ma, una volta tornato in pista,  è riuscito subito a issarsi al comando. “Abbiamo ripreso il ritmo piuttosto velocemente. Il problema tecnico non mi ha permesso di girare quanto avremmo voluto, ma ho fatto due run molto buoni e siamo ben preparati per domani”.

Nella seconda sessione di libere, Webber ha portato la sua Red Bull in seconda posizione, precedendo la Ferrari di Alonso per una manciata di millesimi di secondo. L’australiano ha detto: “Questa è una pista piuttosto veloce, in particolare il primo settore. E’ stata tutto il giorno piuttosto scivolosa e la cosa era abbastanza frustrante. Alla fine della giornata, comunque, iniziava a gommarsi e ho avuto modo di capire dove è possibile fare il tempo. E’ stata una giornata positiva”.

In Red Bull si dicono tranquilli anche per quanto riguarda il sistema di rifornimento ai box che, secondo Chris Horner, avrebbe causato il problema con la benzina allo scorso GP di Abu Dhabi. In quella occasione, Vettel venne squalificato per non avere una quantità sufficiente di benzina a bordo per superare le verifiche tecniche. “Insieme alla Renault abbiamo condotto una revisione completa e risolto anche il problema di calibrazione con le attrezzature. Abbiamo eseguito una quantità tale di controlli che ci garantisce che quel problema non accadrà più”, ha concluso Horner.

5 Commenti

  • Ragazzi secondo le indiscrezioni il vantaggio della Red Bull sarebbe dovuto ad un nuovo correttore d’assetto:

    In pratica si tratta di un sistema di vasi comunicanti aventi serbatoi di “due pesi e due misure”.

  • il venerdì in redbull stanno provando qualcosa di particolare a livello di raffreddamento o spostamento di liquidi refrigeranti lo dimostrano le rotture di webber ad abu dabhi e vettel ieri anche il problema di consumo accusato da vettel nell’ultimo gp potrebbe essere collegato a questo esperimento, la fia come ha fatto per gli scarichi soffianti in rilascio stà coprendo la redbull ma se la soluzione è illegale come pensano in molti molte “vecchie” teste potrebbero saltare

  • “redbull mette le ali”……non mi sembra molto corretto…..”vettel mette le ali” si…..e comunque non sappiamo ancora quanto saranno più’ grosse di quelle di Alonso…..1.384 non è il tempo limite di alonso in questo venerdì’…..lo testimoniano l’ostacolo marussia in cui è incappato lo spagnolo all’ultima curva, in più’ Alonso aveva gomme con almeno 3 giri in più’…..per finire massa, è a 6 decimi da alonso con gomme hard….con questo non voglio dire che farà’ la pole, ma la vittoria ce la giochiamo!!!

    • Le tue valutazioni sembrano corrette, ma trascuri un particolare: quanti giri ha fatto Vettel? Dopo quanti giri ha realizzato il tempone dopo essere sceso in pista?
      Fin quando si può spingere oltre?

      • il tempo lo ha ottenuto alla fine di una sequenza da 5 giri, alonso da 8…..il fatto di essere stato fermo tanto tempo, non credo conti tanto, nella prima ora ha girato tanto come tutti….quanto si può’ spingere oltre, ancora non lo sappiamo, per vettel così’ come per alonso….

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!