Ad Austin Alonso è terzo: Mondiale un miraggio

18 novembre 2012 22:35 Scritto da: Diego Mandolfo

Il distacco di Alonso da Hamilton e Vettel, arrivati al traguardo a 6 decimi l’uno dall’altro, ci dice tutto su questo GP degli Stati Uniti e sulle possibilità della Ferrari di vincere: oltre 39 secondi significa che Alonso non poteva fare di più; non poteva andare oltre; ha fatto quello che doveva e poteva fare. Hamilton vince, dopo una bellissima battaglia col tedesco della Red Bull, e fa un piccolo regalo al Cavallino. L’altro regalino glielo fa l’alternatore di Webber, che al 17° giro è costretto al ritiro. Secondo all’arrivo Seb Vettel, che ha tenuto duro per tutta la gara per non farsi superare da Lewis, ma poi è dovuto capitolare. Tuttavia l’alfiere dei Bulls non si è fatto mai staccare, rimanendo sempre a poco più di 1 secondo Campione del Mondo 2008. Massa finisce in quarta posizione, davanti a Button.

Ma come detto la lettura della gara sta tutta in quei quasi_40_secondi di distacco fra la F2012 di Alonso e la Mp4-27 di Hamilton e la RB8 di Vettel. Non poteva fare di più Fernando, non poteva fare di più la Ferrari: gli uomini del Cavallino le hanno infatti provate tutte per mettere il pilota di Oviedo nelle migliori condizioni per ricucire il distacco da Sebastian. E così il nono posto in griglia per Nando è diventato prima ottavo, per la penalità a Grosjean, poi settimo: la Ferrari ha rotto i sigilli del cambio di Massa, che sarebbe partito 6°, così da far avanzare Alonso e soprattutto farlo scattare dal lato pulito del tracciato. Corsia che aveva perso dopo la penalità al francese della Lotus. Così Alonso è scattato dalla settima posizione, Massa dalla undicesima. Ottimo lo start dello spagnolo di Maranello, che si porta in quarta posizione. Massa da 11# a 10#. Ma Vettel e Webber volano, lì davanti. Hamilton insegue, quindi Alonso. Poi la rincorsa dell’inglese alla leadership, che comincia col sorpasso su Webber.

Al secondo giro, Alonso è già a +3.2 secondi da Hamilton. Al sesto giro Hamilton mette nel mirino Vettel, verso cui Alonso paga già un distacco di oltre 7 secondi. 7 giri più tardi, mentre l’anglo-caraibico continua a rosicchiare decimi a Vettel, Alonso continua a perderne: ha già un ritardo di 11.2 secondi dal leader. Si capisce che più di così Alonso non può fare. Intanto, dopo una serie di sorpassi, al 16° giro, Massa si è portato in sesta posizione. Un giro più tardi si ritira Webber: gli avevano comunicato, via radio, un problema al KERS. Ma il guasto si rivela più serio e Mark è costretto a fermarsi. Confermerà che si è trattato dell’ennesimo flop del famigerato alternatore.

Vettel continua a guidare la gara, davanti ad Hamilton e Alonso. Dopo il carosello dei pit-stop le posizioni di vertice torneranno le stesse. Per ultimo si ferma Button, che esce dietro Massa e Grosjean. Alonso, durante il suo pit, aveva avuto un intoppo nel cambio della ruota posteriore destra. Perde un po’ di tempo, ma alla fine non lo danneggerà. Al 42° giro la svolta, anche per la Ferrari: Hamilton passa Vettel. Alonso rimane, molto staccato, in terza posizione. Mentre Massa consolida il suo quarto posto, arginando la rimonta di Button, che chiuderà appunto quinto. Finisce quindi con un podio inedito, con tre Campioni del Mondo che rappresentano certamente i driver più in forma e con più talento di questa F1: Hamilton, Vettel e Alonso. Quindi Massa, Button, Raikkonen, Grosjean, Hulkenberg, Maldonado e Senna. Tutto questo mentre la Red Bull vince il terzo titolo Costruttori della sua storia.

Ora si guarda a Interlagos, per il GP del Brasile, che farà calare il sipario su questa stagione 2012. Vettel, forte di questo secondo posto, arriva con 13 punti di distacco su Alonso, che ha poche chance di avere la meglio sul tedesco. Ancora una volta la chiave di volta sarà, per cominciare, nella Qualifica. Alonso deve partire davanti a Vettel e tentare il tutto per tutto per agguantare la vittoria. In questo caso, per vincere il titolo, se Fernando arriva primo deve sperare che Vettel non vada oltre il 5# posto. Nel caso in cui Alonso arrivi 2#, Vettel dovrebbe chiudere all’ottavo posto o peggio; mentre in caso di un terzo posto dello spagnolo, il tedesco non dovrebbe fare meglio di decimo. Ma è molto improbabile che, se Vettel non dovesse uscire di gara, possa posizionarsi così indietro. L’unica chance per Alonso è che Seb si ritiri. Per il resto, per tornare al quid iniziale, sono quei 40 secondi di distacco che spengono ogni possibile ottimistico entusiasmo per i sostenitori della Ferrari.

 

104 Commenti

  • Ragazzi poche storie … a San Paolo Vettel sarà come sempre in prima o massimo seconda fila, Alonso partirà dalla terza fila in giù, mondiale a Vettel e tanti saluti …
    Mi spiace dirlo ma l’unica e antisportiva possibilità è l’alternatore del Renault montato sulla vettura numero 1 .

    Concludo dicendo solo che nel 2012 Vettel 5 vittorie , Alonso 3.

    Poi, Hamilton 4 , ma questa è un altra storia.

    • si la logica è questa e la conosciamo tutti, anche i tifosi più’ ostinati…….ma interlagos ha una logica tutta sua……non è un caso se corre li l’ultimo GP!!!

      • riscossa rossa

        Infatti non ci dimentichiamo che il Brasile è la terra di Massa e che la pista è abbastanza favorevole alla Ferrari tranne forse la curve strette che ci sono poco prima della fine del giro. E’ una pista dove serve motore e…… un buon alternatore!!!!!!!!!!!!
        Questo mondiale ce lo vinciamo solo con l’aiuto del meteo e di qualche problemino delle lattine, ormai si è capito ma perchè non sperarci???

  • Speriamo almeno di mantenere il secondo posto nei costruttori.

  • e difficile ma a questo punto non devono pensare al mondiale perche non e dovuto solo a noi facessero la loro gara e secondo me può arrivare pure la vittoria

  • Riflessione notturna (traduzione: non dormo da 2 giorni quindi prendetela per quello che è ok?): Sono molte gare che la Ferrari sembra essere in linea di galleggiamento il venerdì, sprofonda il sabato e si riprende durante la gara domenica (parlo di Alonso).
    Ora, la mia ipotesi è che il venerdì facciano provare le novità in combinazione a entrambi i piloti e quelle che funzionano le montano il sabato sulla macchina di Alonso.
    Risultato: Massa ha si una macchina non aggiornata, ma più equilibrata e “conosciuta”, mentre Alonso si ritrova a doversi adattare ad una vettura stravolta con aggiornamenti provati da entrambi i piloti e quindi completamente nuova e sbilanciata.
    Questo spiega in parte perché nelle FP3 e nelle qualifiche Alonso sembra molto più in difficoltà di Massa e rispetto al venerdì, mentre si riprende man mano che va avanti il gran premio domenica.
    Ieri più di così non si poteva fare quindi una volta terzo Alo ha tirato i remi in barca, ma in India e Abu Dhabi era evidente come Nando trovasse maggiore confidenza con la vettura giro dopo giro.
    Non so, ditemi che ne pensate.

  • @ SF127

    Io credo che sull’assetto più carico ti sbagli, non si tratta solo di carico aerodinamico, ma di bilanciamento: Massa era il più veloce alla speed trap, 220 Km/h, contro i 316 di Alonso, eppure dopo Vettel ha fatto il miglior giro a soli 50/1000 di sec, ed ha avuto un consumo gomme minimo rispetto ai primi tre.

    All’uopo incollo quello che ho già scritto a commento dell’articolo in prima pagina:

    “”””
    Io, come al solito, non mi fermo ad analizzare la gara solo sui risultati; la domanda che mi frullava in testa era l’inspiegabile prestazione di Massa nei confronti del suo compagno di squadra, dove il brasialiano è stato praticamente avanti per tutto il fine settimana, allora sono andato a controllare un po i parametri di velocità visti in gara oggi e sono rimasto alquanto allibito, quando ho visto che Massa aveva la velocità più elevata in assoluto alla speed trap: 320 km/h insieme a Vergne, eppure ha cambiato le gomme al 26° giro mentre Alonso lo ha fatto al 20°, cosa stranissima, visto che Alonso era più lento di 4 km/h, quindi si presume che avesse un maggior carico aerodinamico e, quindi doveva, in teoria, avere un minor consumo.

    Allora mi si è accesa la classica lampadina, per cui ho pensato che il problema della Ferrari fosse da ricercare nel bilancio aerodinamico fra anteriore e posteriore, in pratica credo che i nuovi aggiornamenti, pur se hanno consentito alla rossa di guadagnare del carico aerodinamico, di fatto non consentano un bilanciamento adeguato, oppure non è stato adottato un setup adeguato, per cui ne risente enormemente il consumo gomme, cosa che invece non ha accusato Massa, complice un ottimo bilanciamento ed un asfalto poco abrasivo, che gli hanno consentito di cambiare gomme ben 6 giri dopo lo spagnolo, ma soprattutto spiega l’incredibile deifallance di Alonso negli ultimi giri.

    Ora occorrerebbe sapere, se lo sbilanciamento sia dovuto agli aggiornamenti in senso lato, oppure ad un non corretto setup della vettura, ma questo credo che per ora non lo sanno nemmeno in Ferrari, dovranno, come al solito, analizzare tutti i dati in loro possesso per spiegarsi la faccenda.
    “””””

    Io spero solo che si tratti di un problema di setup e che gli aggiornamenti funzionino (e non credo che a Maranello si siano rimbecilliti usando soluzioni che non davano il risultato sperato), perchè se così fosse nella gara di oggi Fernando sarebbe stato il primo in assoluto, veloce quanto Massa in rettilineo e preciso in curva, il mix ideale per vincere questa gara.

    • errata corrige:

      “220 Km/h, contro i 316″

      naturalmente sono “320 Km/h, contro i 316″

    • qualcosa dev’essere successo…..non voglio dare nessuna importanza alle parole di st21431 (non sappiamo nemmeno chi è) ma alonso, nonostante i risultati delle qualifiche, sembrava tranquillo……ai box, sembravano davvero convinti di avere un jolly da giocare, pero’ se devo pensare che senza scervellarsi troppo, nelle due ultime gare, alonso avrebbe potuto raccogliere di più’ con una macchina con meno aggiornamenti su, un po’ mi rode…….a questo punto, se dopo aver analizzato i dati, non dovessero arrivare a niente, credo che in Brasile, mettere nelle mani di Alonso una macchina simile a quella di Massa,(con le dovute modifiche per differenze tra i piloti è chiaro) sia la scelta giusta……anche perché in una settimana, non potranno produrre un bel niente e se anche potessero, non avendo tempo di testare niente, sarebbe un ulteriore rischio per l’ultimo GP!!

    • scusa maxleon, non puo essere che massa abbia cambiato gomme piu tardi, perchè le sue erano nuove, mentre quelle di alonso avevano gia 6-8 giri veloci (dalle quelifiche) sul groppone?
      Io nn capisco se gli aggiornamienti funzionano o meno, però mandare in pista un pilota “alla cieca” quando cmq la macchina è molto buona (perchè massa lo ha dimostrato), mi sembra veramente assurdo…

    • scusa maxleon, non puo essere che massa abbia cambiato gomme piu tardi, perchè le sue erano nuove, mentre quelle di alonso avevano gia 6-8 giri veloci (dalle quelifiche) sul groppone?
      Io nn capisco se gli aggiornamienti funzionano o meno, però mandare in pista un pilota “alla cieca” quando cmq la macchina è molto buona (perchè massa lo ha dimostrato), mi sembra veramente assurdo.

    • a Natale ne verranno a capo.

  • il mondiale finirà all’ultimo centimetro dell’ultimo G.P. poi si tireranno le “somme”
    a domenica

    • Ciao st, andato bene il week end giù in texas?
      no perchè qui ci chiedevamo un po’ tutti dove diavolo fosse la piccola grande sorpresa. Qualcuno ha ipotizzato che la sorpresa fosse proprio vedere la peggiore ferrari di quest’anno in qualifica, ma su questo personalmente non mi esprimo.

      Dici che finirà all’ultimo centimetro? Bene, ma è una cosa piuttosto ovvia, arrivati a questo punto. Io piuttosto mi chiedo dove sia finita quella macchina che ad hockenheim ha fatto quello che voleva. mi chiedo come mai tocca sentire mezza squadra, compreso il presidente, dichiarare a gran voce che bisogna migliorare la qualifica e poi vedere in tv il disastro di sabato.
      Ti dico una cosa, il campionato è già finito, a meno di altri regali dai motori Renault, altro che ultimo centimetro, ieri semplicemente non c’è stata gara, 40 secondi sul traguardo, un intero settore di differenza, un abisso.

      Quindi, ti chiedo per favore se puoi evitare i tuoi commenti sibillini, perchè qui c’è gente che ci ha creduto e ci crede ancora per davvero, non abusare della nostra buona fede, non ce lo meritiamo proprio arrivati a questo punto.

  • AlexFerrari4ever

    a questo punto se la ferrari vuole avere qualche possibilità di vincere il mondiale, per il brasile devono femare lo sviluppo e mettere i migliori pezzi fatti per addattarsi al meglio alla pista, così almeno nelle libere si concentreranno solo sul miglior set-up. tanto alla fine aggiorniamo, aggiorniamo e il distacco è sempre quello

    • mi piacerebbe anche che facesse un settaggio più carico per avere una migliore percorrenza in curva..x me uno dei principali problemi è proprio qst poichè ultimamente nei speed trap la ferrari risultava una delle più veloci ma dopo perdi parecchio in un curva dv invece fa la differenza la red bull x un assetto + carico…..qst in parte può nascondere il problema della trazione che abbiamo avuto sin dall’inizio stagione

    • penso che faranno sicuramente così

  • l’ho già scritto e parlando superpartes ancora per quest’anno visto che tifo schumi e tifo i piloti e non le squadre, io non ho mai trovato niente di male negli ordini di scuderia, quindi anche in questo caso non ci trovo nulla di male nel farlo, l’unica cosa che stona, proprio per cercare il pelo nell’uovo è nuovamente il regolamento fia, secondo me l’origine di tutti i mali della f1 (salvo quelli dovuti al detentore dei diritti televisivi, che per inciso il fatto che abbia prevalenza sui regolamenti è scandaloso, ma questo sarà appurato solamento nel 2014 se i nuovi motori saranno rottamati). dal mio punto di vista è inammissibile che solo per la rottura dei sigilli venga comminata una penalità di 5 posizioni (sempre se ho capito bene e il cambio non è stato sostituito) per il semplice fatto che il cambio di motore costa 10 posizioni…comunque questa giornata mi ha fatto divertire leggendo i vari commenti, immaginando cosa sarebbe successo se la stessa cosa l’avesse fatta la redbull.
    per concludere vi ricordo che fino a 5-6 anni fa il miglior interprete del regolamento era considerato il più bravo e non i più ladro, e se un regolamento ha delle ambiguità, la responsabilità ricade su chi redige tale regolamento.
    meditate gente, meditate!

    • si caro pollux, ma il problema non è l’interpretazione al limite del regolamento, ma la posizione della fia, di fronte a certi comportamenti……..sembra che tu voglia discuterne in tranquillità’ (cosa che non succede con i tifosi redbull e con gli antiferraristi a prescindere, purtroppo) e quindi voglio approfittarne……passi per buono il muso di gomma, è regolare?? va bene, voglio accettarlo…..pero’ dimmi tu cosa devo pensare quando la ferrari fa richiesta alla fia di poter sfruttare il concetto dei liquidi che vanno a spasso per la macchina e gli viene risposto NO, il tuo motore non ha problemi di temperature, quindi niente serbatoi comunicanti…..cosa devo pensare quando si scopre dopo diversi Gp che la fia aveva beccato i tecnici con le minichiavi nascoste tra le mani per correggere l’assetto in regime di parco chiuso e silenzio assoluto finchè hanno potuto? e dopo che se ne sono accorti, cos’hanno tolto alla redbull per aver commesso uno dei fatti più’ gravi nella F1? la malafede allo stato puro………rispondimi dopo aver meditato, visto che chiedi a noi di farlo….

      • scusa mi correggo……ho scritto dopo che se ne sono accorti……ho sbagliato, dovevo scrivere quando non lo hanno potuto più’ tenere nascosto…..

      • dunque, cerco di essere breve, io sono abituato a pormi in modo critico nei confronti di quello che leggo, per esempio sull’articolo sulle masse di acqua e olio RedBull che su questo sito si è scritto che queste si comportano come il famoso correttore d’assetto, che sempre questo sito ne ha descritto il funzionamento qui:”lotus-utilizzera-un-correttore-dassetto”. io mi sono posto la domanda “come può una massa d’acqua che in frenata mi si sposta in avanti alzare l’anteriore?” un altro esempio è lo scoop del “pistone idraulico” all’anteriore della RedBull per alzare e abbassare la monoposto, si è rivelata una bufala, nel senso che lo utilizzano il venerdì per ottimizzare i tempi e trovare velocemente il giusto setup.

        Detto ciò, non sto difendendo nessuno, ma le prove del complotto anti Ferrari per me non ci sono, per me ci sono le prove di gravi carenze sia regolamentari (sia tecniche che sportive) che organizzative che creano per forza confusione e sospetto. in ogni caso, per chi è convinto che la FIA sia corrotta, che la RedBull sia illegale, tutti i componenti della RedBull siano dei ladri e corruttori che la Ferrari si la squadra immaccolata senza peccati defraudata di continuo dei successi che solo lei merita, chi è convinto di questo farebbe bene seguire il mio esempio col ciclismo, seguivo tutto del ciclismo da ragazzino, quando non ho potuto fare a meno di constatare che non c’era niente di pulito l’ho totalemte abbandonato perchè non posso più considerarlo uno sport.

        mi sono dilungato troppo, chiudo e saluto.

      • ti sei dimenticato di parlare delle minichiavi…..come mai??

      • ho citato 2 esempi per chiarire il motivo per cui su determinati argomenti sono scettico su quello che leggo, e dal momento che in questo momento non sono coinvolto dal tifo, non cerco di approfondire più di tanto andando a leggere anche altrove.
        e ribadisco non sto sostenendo nessuna posizione in favore ne’ dell’uno ne’ dell’altro.
        non faccio informazione, sono solo un appassionato di f1 tanto che ha messo in piedi un gioco a pronostici.
        se però vuoi strumentalizzare le mie parole per farmi passare come un favoreggiatore del complotto, fai pure, non m’importa!

      • no no figurati……solo che mi è sembrato strano il fatto che tu abbia voluto parlare dei serbatoi comunicanti e non delle minichiavi, eppure era molto più’ facile, perché a differenza dei serbatoi comunicanti, non c’è nessun dubbio e nessuna cosa da chiedersi……c’è solo da ammettere!!!!

  • Aldila’ della mie provocazioni,causate dalla pochissima stima che ho sempre avuto per Alonso uomo(non pilota),io dico una cosa..
    Dal Belgio in poi,le prestazioni dei 2 ferraristi si equivalgono,nel senso che in prova e’ piu’ veloce l’asturiano,mentre sul passo gara,sembra piu’ consistente il brasiliano.
    non ingannino i risultati..A Monza c’e’stato il prego si accomodi di Massa, in Giappone probabilmente la differenza non sarebbe stata troppo diversa da quella vista oggi,a Singapore Massa dopo un giro era a 30 secondi dall’ultimo ed e’ arrivato ottavo,in Corea era con un passo migliore rispetto al suo compagno di squadra,ed oggi si e’ visto benissimo che con un Massa sulla griglia nella posizione ottenuta ieri,sarebbe arrivato a podio,prima del suo compagno di squadra e verosimilmente con un distacco minore.in altre gare,penso all’India e ad Abu Dhabi, Alonso gli e’ stato indiscutibilmente superiore.
    Il problema e’ il perche’..
    Peggiorato Alonso?
    Migliorato Massa?.
    Mah,io dico che il Massa visto in queste ultime gare e’ ad un livello paregonabile a quello del 2007-08.Non e’ superiore ad Alonso,ma non credo che molti piloti,tolti i 3 big,possano fare tanto meglio di lui.E Parlo di Webber e Button,in primo luogo.
    Perche’ non lo e’ stato prima e’ difficile dirlo.potrebbe essere tutto ed il contrario di tutto,
    L’errore che la Ferrari non deve fare il prossimo anno,e’ demotivarlo,relegandogli il ruolo dello zerbino di Alonso..e se ci sta a fine campionato,con mr,Santander ancora in corsa per il mondiale,ad inizio contesa,sarebbe utile avere un Massa motivato,in una squadra non totalmente Alonsocentrica.

    • ecco……quando volete (perdonami il plurale) sapete scrivere meglio di chi, (come spesso ho fatto anch’io) risponde alle provocazioni……..provocate di meno e scrivete come sapete fare e questo blog diventa un paradiso, tecnico e non……se un concetto è costruttivo e viene espresso con il dialogo, non si può’ non accettarlo o peggio smantellarlo a prescindere…..almeno non saro’ mai io a farlo…….quoto ogni tua parola!!!

      • ogni tanto ci scherzo anche sopra.in fin dei conti e’ solo sport.per noi che lo guardiamo,intendo..

      • si è solo sport ma l’adrenalina è una droga, per il calcio si accoltellano e solo il giorno dopo si accorgono di cosa hanno fatto…..la F1 non è il calcio, ma di adrenalina se ne produce abbastanza per azzuffarsi anche da una tastiera se ci si provoca!!!

  • Myriam F2013

    Speriamo che dopo avere lanciato la sua nuova (?) creatura politica Montezemolo si decida a occuparsi di nuovo della Ferrari !

  • Da ferrarista, voglio che Alonso vinca il mondiale. Ma da sportivo vero, non auguro a Vettel alcuna rottura. Se dobbiamo vincere questo mondiale per un ritiro di Sebastian, quasi sarebbe meglio lasciare le cose come stanno. Dovevamo vincere con la fisica, l’ingegno, la tecnica e le innovazioni in fabbrica. E’ un nostro palese fallimento tecnico, ingegneristico compensato solo da un pilota immenso come Alonso e da “porcate” lecite (purtroppo) come i numerosi sacrifici chiesti a Felipe. Non è bello vincere così, purtroppo. In bocca al lupo a Seb e Nando.

  • @ minideto
    riferito al post del live della gara…

    Schifato non è la parola giusta, disapprovavo il far arretrare Massa, comunque sia sono convinto che Alonso sarebbe arrivato 3° lostesso, 40 secondi di ritardo sarebbero stati 45 o poco più se fosse partito 8°, spiegami che cambia? Anche Massa ha passato Raikkonen, quindi lo avrebbe fatto pure Fernando…
    Morale della favola: Con questi distacchi è stato solo grazie al ritiro della Red bull di Mark e alla vittoria di Hamilton se siamo ancora in corsa, e non di essere partiti 7° anzichè 8°
    Comunque ho sempre detto che spero nella rottura di Vettel e nella pioggia del brasile, perchè è l’unico modo per poter vincere il mondiale 2012, che comunque, per me, è e rimane di Fernando Alonso, il migliore di tutta la stagione, con una macchina bella ma modesta, ci ha portati fin qui…
    FORZA FERRARI, GRAZIE FERNANDO!!
    (e per stavolta grazie anche a te LEWIS!!!)

  • Per una volta non voglio essere troppo pessimista, anzi! Interlagos è stata sempre una pista teatro di finali thrilling, come il 2007 ed il 2008, grazie anche e soprattutto alla pioggia, che spesso cade sul circuito. Certo, ci vorrà anche un grande supporto dell’amica’McLaren (che evidentemente mal sopporta le ladrate lattinare) così come quello di Massa, ma credo che questo secondo posto di mr ditino gli abbia tolto qualcosa, pensava di vincere a mani basse ma così non è stato. Pioggia + Massa + McLaren = possibilità di vittoria molto più alta; certo, se fosse asciutto non ci sarà storia. Sempre che stavolta non si rompa l’alternatore giusto…

    • MotoreAsincronoTrifase

      anche sul bagnato non e’ pensabile che vettel arrivi oltre il quinto posto, sempreche’ vinca alonso. O si ritira vettel o nisba

      • si è vero, ma le variabili sono infinite……..la pressione sale a mille, ci sono i testacoda, gli incidenti, di tutto e per tutti, non solo per vettel sia chiaro…………abbiamo visto campioni ben più’ quotati di Vettel, commettere sciocchezze quando ti stai giocando il mondiale ed in pista c’è l’inferno……..una cosa è certa, a questo punto la pressione si sposta tutta su di vettel……alonso utilizzerà’ questi pochi giorni per calmarsi, convinto anche lui, di avere pochissime possibilità’, sarà’ molto più’ rilassato in brasile, più’ di oggi e soprattutto più’ di Vettel che invece sa che senza guasti, può’ perderlo solo lui questo titolo!!

  • Massa oggi andava molto forte, avevo un ottimo passo-gara,io penso che Alonso in questo week non ha estratto il meglio dalla ferrari,forse gli aggiornamenti non sono stati efficaci..in ogni caso meglio di terzo non poteva fare

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!