Ad Austin Vettel si laureerà Campione del Mondo se…

18 novembre 2012 12:37 Scritto da: Giacomo Rauli

Due gare al termine di questo Mondiale 2012, molto diverso per certi aspetti da quello 2011, due piloti che si contendono il titolo a dieci punti di distacco, due storie completamente diverse da raccontare per entrambi, due stagioni racchiuse in una che si intrecciano più volte sino ad arrivare al testa a testa finale e, sì, due Campioni veri al di là dei meriti meccanico-aerodinamico-mentali-fatalisti che hanno infiammato le platee del mondi intero, sino ad arrivare al penultimo – probabilmente decisivo – appuntamento.

Proprio nelle qualifiche di ieri sul circuito che sorge vicino alla capitale texana di Austin, la rincorsa al mondiale di Alonso rischia di terminare qui. L’asturiano partirà dall’ottava posizione mentre il suo avversario partirà dalla Pole (stratosferica) conquistata ieri alle 20:00, ora italiana. Ben quattro file più avanti, insomma.

Partendo da questo presupposto, Vettel avrà una grandissima chance di vincere già negli U.S.A. il suo terzo titolo mondiale consecutivo. Come? Vi illustriamo le possibili combinazioni che porterebbero il tedesco di Heppenheim al titolo:

> Vettel è Campione se vince la gara ed Alonso non fa meglio di 5°. I punti di     distacco tra i due sarebbero 25, quindi colmabili da Alonso in Brasile. Vettel però vincerebbe immediatamente il titolo perchè avrebbe più vittorie di Alonso (3) in questa stagione.

> Vettel è Campione se arriva secondo ed Alonso non fa meglio di 9° Vettel andrebbe così a +26 su Alonso, quindi irraggiungibile con la sola gara brasiliana da disputare.

> Vettel è Campione se arriva terzo ed Alonso non prende nemmeno un punto. I punti di distacco di Seb su Nando, anche in questo caso, sarebbero 25, ed anche in questo caso entrerebbe in gioco il fattore “vittorie in stagione”, che premierebbe ancora il tedesco, così come nella prima opzione sopracitata.

Date le premesse, ci vorrebbe una grande gara di Alonso, per poter scongiurare il titolo di Vettel già in Texas per poi giocarsi il tutto per tutto in Brasile. Difficile. Molto difficile, ma non impossibile.

Vettel, dal canto suo, sa che si giocherà tra poche ore il primo match-point della stagione, conscio che potrebbe fare tris di mondiali, ovvero la striscia vincente più lunga dal forse inarrivabile lustro made in Maranello, con la Rossa e Schumi, battendo proprio il bis iridato di Alonso del 2005-2006.

28 Commenti

  • Ora il pericolo è Button.

  • Salve ragazzi. riguardo a cio voglio dire solo una cosa. per come si erano messe le cose questo mondiale, anche con una macchina inferiore, lo potevamo vincere tranquillamente. il problema e che il team ferrari, (e non alonso) non ha ancora la mentalita giusta e vincente per saper vincere un mondiale. sin dall’inizio campionato hanno pensato solo a difendersi ed a sperare nei guai di altre scuderie. a meta campionato HAI 40 punti di vantaggio sul secondo e cosa pensi di fare: DIFENDERTI! le dichiarazioni di S.D. erano queste: TANTO IN QUESTO CAMPIONATO NON C’E UN VERO RIVALE DI FERNANDO PERCHE OGNI GARA POTREBBE AVERE UN VINCITORE DIVERSO E DI CONSEGUENZA POSSIAMO STARE TRANQUILLI. ma per favoreeee

  • I miei vivissimi complimenti alla Ferrari, per il rendimento delle novita’ che dovevano portare velocità in qualifica.
    Finalmente oggi è venuta a galla una verità secondo me importante, che le vittorie di Hockenheim e i buoni risultati di Barcellona e Silverstone avevano nascosto:
    la F.2012 ha sospensioni troppo conservative, che stressano troppo poco gli pneumatici, poco estreme nelle geometrie. Verrebbe da pensare che con tali sospensioni gli stint, a parità di prestazioni ,dovrebbero essere più lunghi rispetto a quelli degli avversari: non se in realtà alla vettura manca anche carico aerodinamico. Ciò che le sospensioni salverebbero, se lo pappa la minore downforce. Se trovare piu’ carico era difficile e non é stato fatto (anche perche’ se decidi erroneamente di avere 10 Km/h di velocita’ in piu’ è chiaro che vai a sacrificare da qualche altra parte) modificare leggermente le sospensioni per avere almeno più performance e per partire meglio in griglia, credo fosse almeno obbligatorio.
    Non solo, McLaren e RedBull hanno gli assi nella manica nei cestelli dei freni, roba che in Ferrari si sognano.

  • Alonso campione del mondo se…
    Vettel si ritira qui e in brasile piove!!! Perciò…
    MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA!!!
    MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA!!!
    MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA-MACUMBA!!!
    =D
    A parte gli scherzi, non ce l’ho con Vettel, lui fa il suo ed è un ottimo pilota, ce l’ho con la lattina e con il loro modo di intendere le corse per vincere le gare, ovvero leggere tra le righe per avere un piede sempre oltre il regolamento.
    Io son fatto così, le regole sono fatte per essere interpretate, vero, ma in modo corretto ed in linea con lo spirito del regolamento.
    Loro invece si fermano al “Le regole son fatte per essere interpretate” Punto.
    E’ questo che non sopporto della Red Bull.

    Se avessero vinto il mondiale con lo spirito giusto, anche in passato, oggi non sarei qui a sputargli veleno addosso.
    Per me a vincere in questo modo manca sempre un qualcosa, quel sapore vero di aver vinto una sfida intensa in modo pulito e con una superiorità frutto dei tuoi meriti e non frutto di interpretazioni a regole strane, ristrettive e contorte.

    Inoltre fin tanto che il mondiale era equilibrato Alonso era in testa con quasi 50 punti di vantaggio. E questo fatto la dice lunga sui veri valori di forza in campo tra Alonso e Vettel quando si lotta ad armi pari, e non con una macchina capace di andare un secondo più veloce delle altre.

    Così riuscirebbe a passare quasi per bravo anche l’onesto Karticheyan…
    Vabè, per quel che vale, FORZA FERRARI ORA E SEMPRE!!!

  • Stanotte ho sognato un meccanico Ferrari con una mazzetta aggirarsi furtivo sulla starting grid, prendeva la rincorsa verso l’auto di Vettel e cominciava a prendere a mazzate il musetto e le fiancate: spruzzi di acqua e olio dappertutto, poi arrivava Ecclestone con la security e portavano via il povero pazzo, poi mi son svegliato.
    Che dite son da ricovero?

  • Una domenica come tante. Un’attesa come tante. E’ stato un mondiale strano. Un mondiale forse deciso da quei 50 punti in palio con le due uscite di Fernando al via. Con i se e con i ma non si fa la storia. Alonso è un grandissimo campione, non mi fa rimpiangere l’epoca di Michael, perchè ad ogni GP il fremito è lo stesso, le ansie e le paure del risultato non sono invariate. La Ferrari deve tornare a risplendere come un tempo. Non so quanto tempo ci vorrà, ma godiamoci queste ultime gare. Grazie Nando, per aver sciolto il ghiaccio Raikkoniano dal manto Rosso. Comunque vada, con te sempre campione, immensamente grazie.

    In bocca al lupo anche ai vetteliani, che vinca il migliore e il più fortunato, che non è poco.

  • La Ferrari ha sostituito il cambio a Massa, Alonso partirà 7 dal lato pulito :)

  • La verità è questa: che eccetto la Ferrari i top team i passi avanti li hanno fatti.
    Ecco cosa si è inventata la McLaren per scaldare gli pneumatici:

    ht tp://www.om ni corse.it/mag azine/18002/la-mc la ren-ha-un-segr eto-per-scal dare-le-gomme

  • ht tp: //www.om nicorse.it/mag azine/233 57/f1-gp-austin-chi-pa rte-sul lo-spo rco-rischia-set te-posizioni-al-via-secon do-r ed-bu ll

    Oggi il gp neanche lo guardo va…

  • purtroppo con questa ferrari il titolo a meno di sfortunati eventi per vettel è già assegnato :( .. e credevano che silurando costa sarebbe cambiato tutto, c’è tanto da rivoluzionare in ferrari :(

  • Pole stratosferica perché?? Hamilton, con la McLaren, ha fatto qualcosa di stratosferico, arrivando ad un decimo dalla Red Bull. Con la macchina che ha Vettel, ci mancherebbe solo che non facesse la pole…

  • alonso non perde il mondiale se vettel rompe e alonso vince

  • Eh già… La matematica non è un’opinione e penso le la conosciamo tutti. -.-‘

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!